Abbina il messaggio e l'offerta al momento giusto

Scopri suggerimenti avanzati per le campagne display sulla Rete Display di Google.

Utilizza sia gli annunci adattabili che quelli illustrati in più formati e dimensioni

In media, gli inserzionisti registrano il 50% di conversioni in più con un costo per azione (CPA) simile quando utilizzano sia gli annunci adattabili sia quelli illustrati, invece dei soli annunci illustrati.8 Ecco alcuni suggerimenti su come sfruttare al massimo i tuoi annunci display:

  • Carica i tuoi annunci illustrati in alta definizione (HD). Normalmente HD significa dimensioni doppie. Per esempio, la versione HD di un annuncio 300 x 250 sarebbe un annuncio 600 x 500.
  • Includi le cinque dimensioni delle immagini più utilizzate e le ridimensioneremo automaticamente affinché si adattino al 95% dei posizionamenti sulla Rete Display di Google.9 Ricorda che puoi migliorare il rendimento caricando l'annuncio con ulteriori dimensioni.
    • 300 x 250
    • 728 x 90
    • 160 x 600
    • 320 x 50
    • 300 x 600
  • Utilizza gli annunci Gmail. Ti consigliamo di creare una campagna display a parte centrata sugli annunci Gmail e di applicare i principi creativi che hai appreso durante le tue campagne di marketing precedenti. Ti suggeriamo anche di controllare i tuoi rapporti sul rendimento per capire quali oggetti del messaggio e quali testi hanno dato i migliori risultati in passato. Tieni presente che gli annunci Gmail vengono pubblicati solo nelle campagne il cui unico target sono le caselle di posta in arrivo Gmail.

Per ulteriori best practice sugli annunci display, consulta la nostra guida "Creare annunci display efficaci".

Automatizza le offerte

Automazione è l'assistente di marketing che hai sempre voluto: ti fa risparmiare tempo e migliora il rendimento della tua pubblicità.

Supponiamo che il tuo pubblico di destinazione sia costituito da uomini dai 20 ai 30 anni che vivono a Bologna e sono appassionati di fitness. Esistono migliaia di combinazioni e indicatori di dati che potresti applicare come modificatori di offerta, ad esempio l'intenzione, la località, il dispositivo, l'interesse, il tempo e molti altri. Le offerte automatiche ti aiutano a trasmettere il messaggio giusto alla persona giusta e al prezzo adeguato. Se sei un inserzionista orientato ai risultati, ti consigliamo di ottimizzare le campagne utilizzando il CPA target o il ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS).

Per ulteriori best practice, consulta le nostre guide sulle offerte automatiche e sulle conversioni cross-device.

Iscriviti alla newsletter sulle best practice per ricevere aggiornamenti e suggerimenti avanzati su Google Ads direttamente nella tua casella di posta.

8 Fonte: dati interni di Google, gennaio 2017.
9 Fonte: dati interni di Google, marzo 2016.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
73067
false