Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Risolvere i problemi di sincronizzazione

G Suite Sync for Microsoft Outlook

Ecco come risolvere i problemi di sincronizzazione che possono verificarsi in G Suite Sync per Microsoft® Outlook® (GSSMO).

Strumento di analisi Log

Invia i file di traccia al nostro Strumento di analisi Log di GSSMO. Nella maggior parte dei casi, i problemi vengono identificati pochi istanti dopo l'invio della richiesta. Ulteriori informazioni su dove trovare i file di traccia

Problemi di sincronizzazione generali  |  Problemi di sincronizzazione della posta  |  Problemi di sincronizzazione del calendario  |  Altri problemi di sincronizzazione

Apri tutto   |   Chiudi tutto

Problemi di sincronizzazione generali

L'icona di GSSMO nell'area di notifica di Windows indica che il programma è offline

La connessione di rete è interrotta oppure Outlook è passato alla modalità offline (ad esempio, dopo la reimpostazione della password).

Vengono visualizzati errori di sincronizzazione o la sincronizzazione si interrompe del tutto

Se in GSSMO hai impostato il limite delle dimensioni della casella di posta su Illimitato, il file PST locale potrebbe aver raggiunto le dimensioni massime consentite da Outlook, ossia 20 GB. Per risolvere il problema, devi limitare le dimensioni della casella di posta in GSSMO. Per ulteriori dettagli, vedi Impostare le dimensioni della casella di posta locale. In alternativa, puoi aumentare il limite delle dimensioni del file PST in Outlook. Per informazioni su come eseguire questa operazione, consulta la documentazione Microsoft.

Trascinare le cartelle in Outlook provoca problemi di sincronizzazione

Riorganizzare le cartelle in Outlook trascinandole può provocare problemi di sincronizzazione in GSSMO. Crea un nuovo profilo e la sincronizzazione dei dati dovrebbe essere corretta.

Problemi di sincronizzazione della posta

Le dimensioni del file PST locale di Outlook sono superiori a quelle della casella di posta di GSSMO

Un messaggio con più etichette in Gmail viene visualizzato in tutte le cartelle corrispondenti in Outlook. Quando il messaggio compare in più cartelle, si ha l'impressione che in Outlook esistano più copie del messaggio. Allo stesso tempo, le dimensioni della casella di posta locale (file PST) possono risultare maggiori. In realtà vi è un'unica copia del messaggio e se la elimini da una delle cartelle, verrà eliminata anche da tutte le altre.

Lo stesso messaggio compare in più cartelle in Outlook

Un messaggio con più etichette in Gmail viene visualizzato in tutte le cartelle corrispondenti in Outlook.  Si può quindi avere l'impressione che esistano più copie del messaggio in Outlook e le dimensioni della casella di posta locale (file PST) possono risultare maggiori.

In realtà vi è un'unica copia del messaggio e se la elimini da una delle cartelle, verrà eliminata anche da tutte le altre.

I file eseguibili allegati non sono visualizzati

L'invio o la ricezione di file eseguibili (.exe) e di alcuni altri tipi di allegati non è consentito in G Suite. Gli allegati di questo tipo non compariranno né in Outlook, né in Gmail. Inoltre, vi sono alcune restrizioni quando si inviano file .eml o .msg come allegati a utenti di Microsoft ® Outlook. Vedi Impossibile visualizzare i file MSG o EML.

Quali tipi di file non posso inviare o ricevere?

.ade, .adp, .bat, .chm, .cmd, .com, .cpl, .dll, .exe,
.hta, .ins, .isp, .jse, .lib, .mde, .msc, .msg, .msp,
.mst, .pif, .scr, .sct, .shb, .sys, .vb, .vbe,
.vbs, .vxd, .wsc, .wsf, .wsh

I messaggi più datati non sono visualizzati in Outlook, ma sono visibili nell'interfaccia di Gmail

Le dimensioni della casella di posta locale di Outlook potrebbero essere insufficienti per l'archiviazione di tutti i messaggi. GSSMO archivia i messaggi più recenti in locale (fino a 1 GB). Gli altri messaggi (fino a 25 GB) vengono archiviati nella cloud, dove sono accessibili attraverso l'interfaccia di Gmail.

Se vuoi archiviare un maggior numero di messaggi in locale, puoi aumentare il limite delle dimensioni della tua casella di posta. Tuttavia, questa operazione non è consigliata, in quanto può avere effetti negativi sulle prestazioni.

È impossibile spostare messaggi da una cartella a un'altra in Outlook

Se non riesci a spostare un messaggio da una cartella a un'altra in Outlook, la cartella di destinazione potrebbe non avere un'etichetta corrispondente in Gmail. Per risolvere il problema, prova una delle soluzioni seguenti:

  • Crea un'etichetta in Gmail che corrisponda alla cartella in cui vuoi spostare il messaggio.
  • Elimina la cartella in Outlook, quindi creala di nuovo.

Nota: per spostare i messaggi nella cartella Bozze è necessario salvarli come bozze: non è possibile spostarli direttamente nella cartella.

Vengono visualizzati errori di sincronizzazione o la sincronizzazione si ferma del tutto

Se in GSSMO hai impostato il limite delle dimensioni della casella di posta su Illimitato, il file PST locale potrebbe aver raggiunto le dimensioni massime consentite da Outlook, ossia 20 GB per impostazione predefinita. Questo può causare errori o impedire a GSSMO di eseguire la sincronizzazione con G Suite.

Imposta un limite per le dimensioni della casella di posta in GSSMO (vedi Impostare le dimensioni della casella di posta locale). In alternativa, puoi aumentare il limite delle dimensioni del file PST in Outlook. Per informazioni su come eseguire questa operazione, consulta la documentazione Microsoft.

I messaggi di grandi dimensioni causano il timeout se la connessione è lenta

Se invii un messaggio che contiene allegati di grandi dimensioni su una connessione lenta, è possibile che si verifichi un timeout e che il messaggio non inviato resti nella cartella Posta in uscita. Per impostazione predefinita, il timeout è hardcoded e si verifica dopo 90 secondi.

Puoi aumentare l'intervallo di timeout modificando il Registro di sistema di Windows. Per sovrascrivere i valori degli intervalli di timeout, aggiungi le chiavi seguenti:

  • HKEY_CURRENT_USER\Software\Google\Google Apps Sync\Other\ResolveTimeoutSeconds > Valore DWORD = 00000030
  • HKEY_CURRENT_USER\Software\Google\Google Apps Sync\Other\ConnectTimeoutSeconds > DWORD Value = 00000030
  • HKEY_CURRENT_USER\Software\Google\Google Apps Sync\Other\SendTimeoutSeconds > Valore DWORD = 00000600
  • HKEY_CURRENT_USER\Software\Google\Google Apps Sync\Other\ReceiveTimeoutSeconds > Valore DWORD = 00000600

Nota: se utilizzi una versione a 32 bit di Outlook su una versione a 64 bit di Windows, devi aggiungere queste chiavi del Registro di sistema nel percorso corretto per le applicazioni a 32 bit. Per ulteriori dettagli, consulta le istruzioni sull'utilizzo del Registro di sistema di Windows in Configurare opzioni mediante il registro di sistema.

Come faccio ad aggiungere le chiavi al Registro di sistema di Windows?

  1. Dal menu Start di Windows, fai clic su Esegui e inserisci regedit.

    Se utilizzi una versione di Outlook a 32 bit su una versione di Windows a 64 bit, inserisci %systemroot%\syswow64\regedit nella finestra di dialogo Esegui.

  2. Naviga fino a HKEY_CURRENT_USER\Software\Google\Google Apps Sync\.
  3. Fai clic su Modifica e poi Nuovo e poi Chiave.
  4. Inserisci Other come nome della cartella.
  5. Seleziona la cartella Other appena creata e fai clic su Modifica e poi Nuovo e poi Valore DWORD.
  6. Inserisci ResolveTimeoutSeconds come nome del nuovo valore.
  7. Fai clic con il pulsante destro del mouse sulla riga in cui si trova il nuovo valore e scegli Modifica.
  8. In Dati valore, inserisci il valore dell'intervallo di timeout.
  9. Ripeti i passaggi per creare i valori DWORD per gli altri intervalli di timeout (ConnectTimeoutSeconds, SendTimeoutSeconds e ReceiveTimeoutSeconds).
Le bozze salvate in Outlook non vengono sincronizzate in Gmail

GSSMO non sincronizza le bozze delle email con Gmail o con altri computer su cui utilizzi Outlook. Le email devono essere completate sullo stesso computer su cui sono state create. 

I messaggi inviati non compaiono nella cartella Posta inviata di Outlook

Per impostazione predefinita, in Outlook i messaggi inviati dovrebbero comparire nella cartella Posta inviata. Se le impostazioni originali sono state modificate, puoi ripristinarle su quelle predefinite:

  1. In Outlook, fai clic su Strumenti e poi Opzioni.
  2. Nella scheda Preferenze, in Posta elettronica, fai clic su Opzioni di posta elettronica.
  3. Seleziona la casella di controllo Salva una copia dei messaggi nella cartella Posta inviata.
I messaggi spostati dalla cartella Posta inviata di Outlook vengono di nuovo visualizzati in quella cartella

In Gmail, i messaggi possono ricomparire in un secondo momento con l'etichetta Posta inviata. Se ciò accade, Gmail tenterà di rieseguire la sincronizzazione con la cartella Posta inviata di Outlook.

Questo problema si risolverà da solo. Tuttavia, possono trascorrere fino a 24 ore prima che la sincronizzazione sia eseguita correttamente.

È impossibile visualizzare i file .msg o .eml

Se alleghi un messaggio email come file .msg o .eml a un messaggio di Outlook, i destinatari che utilizzano Exchange non potranno leggere l'allegato. Per evitare questo problema, è consigliabile inoltrare il messaggio con Outlook piuttosto che inoltrarlo come allegato. 

Problemi di sincronizzazione del calendario

Gli inviti non vengono sincronizzati correttamente

Questo problema può verificarsi se ricevi inviti di calendario in formati diversi dal formato iCalendar. Nell'interfaccia di Gmail, verifica se l'email dell'invito contiene un allegato denominato winmail.dat. Se questo è il caso, il mittente deve modificare le impostazioni di Outlook in modo da utilizzare iCal:

In Outlook:

  1. Fai clic su Strumenti e poi Opzioni.
  2. Nella scheda Preferenze, fai clic su Opzioni calendario.
  3. In Opzioni avanzate, seleziona la casella Usa formato iCalendar per l'invio di convocazioni riunione all'esterno dell'organizzazione.
  4. Salva la modifica. 

Questa impostazione potrebbe essere disattivata se il mittente utilizza GSSMO o è connesso a un server Exchange.

Outlook aggiunge al calendario principale eventi che appartengono ad altri calendari

Ogni volta che Google Calendar ti invia una notifica relativa a un nuovo evento, Outlook aggiunge l'evento al tuo calendario principale, indipendentemente dal calendario a cui appartiene l'evento.

Se questo problema si verifica di frequente, ti consigliamo di non attivare l'invio di notifiche per i nuovi eventi per tutti i calendari, eccetto quello principale.

Gli eventi in Outlook mostrano un fuso orario errato

Nell'interfaccia di Google Calendar, verifica che le impostazioni relative al fuso orario siano corrette:

  1. Passa a Impostazioni Impostazioni e poi Impostazioni.
  2. Nella scheda Informazioni generali, imposta il fuso orario attuale. 
  3. Nella scheda Calendari, seleziona gli altri calendari, se presenti, e imposta i relativi fusi orari.
  4. Condividi queste istruzioni con le persone che ti invitano alle riunioni. 

Una volta eseguita questa operazione, i nuovi eventi pianificati dovrebbero visualizzare il fuso orario corretto. Per assicurarti che gli eventi pianificati precedentemente siano visualizzati correttamente, devi ricreare il profilo di G Suite.

Gli eventi programmati per una giornata intera sono visualizzati su due giorni

Il fuso orario potrebbe non essere impostato correttamente nell'interfaccia di Google Calendar. Per verificare l'impostazione e correggerla:

  1. Apri gli eventi che in Outlook riportano il fuso orario errato per verificare le impostazioni del fuso orario.
  2. Elimina e sincronizza di nuovo i dati di Calendar per correggere tutti gli eventi precedentemente pianificati per l'intera giornata:
    1. Nell'area di notifica di Windows, fai clic con il pulsante destro sull'icona di GSSMO.
    2. Apri la finestra di dialogo Stato sincronizzazione e scegli l'opzione per eliminare e rieseguire la sincronizzazione dei dati del calendario.

Questa operazione elimina i dati specifici di Outlook dal calendario, ad esempio i colori delle categorie che hai applicato agli eventi. Per ulteriori dettagli sull'opzione per eliminare e rieseguire la sincronizzazione dei dati, vedi Nuova sincronizzazione o riparazione dei dati di Outlook.

Outlook si arresta in modo anomalo quando si aggiornano i dati sulla disponibilità

Se utilizzi Outlook 2010, accertati di aver installato tutte le hotfix richieste per Outlook 2010. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione di Microsoft. 

Non riesco a visualizzare le informazioni sulla disponibilità di altri utenti in Outlook

Potrebbe essersi verificato un problema relativo alle impostazioni del Registro di sistema di Windows. Verifica che la seguente chiave di registro sia impostata esattamente come riportato in queste istruzioni. Se la chiave non esiste o se il valore non corrisponde a quello indicato, crea la chiave e modificane il valore.

  • Chiave di registro: KEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\la_tua_versione_di_Outlook\Outlook\SchedulingInformation\FreeBusySupport
  • Nome valore: SMTP
  • Tipo valore: REG_SZ (valore stringa)
  • Dati valore: {0006F049-0000-0000-C000-000000000046}

Come faccio a modificare questa chiave nel Registro di sistema di Windows?

  1. Dal menu Start di Windows, fai clic su Esegui e inserisci regedit.

    Se utilizzi una versione di Outlook a 32 bit su una versione di Windows a 64 bit, inserisci %systemroot%\syswow64\regedit nella finestra di dialogo Esegui.

  2. Naviga fino a KEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\la_tua_versione_di_Outlook\Outlook\SchedulingInformation\

    dove la_tua_versione_di_Outlook è:

    • 11.0 per Outlook 2003
    • 12.0 per Outlook 2007
    • 14.0 per Outlook 2010
  3. Se nella cartella SchedulingInformation non è presente la cartella FreeBusySupport, scegli Modifica e poi Nuovo e poi Chiave e inserisci FreeBusySupport come nome della nuova chiave.
  4. Seleziona la cartella FreeBusySupport e scegli Modifica e poi Nuovo e poi Valore stringa.
  5. Inserisci SMTP come nome del nuovo valore.
  6. Fai clic con il pulsante destro del mouse sulla riga in cui si trova il nuovo valore e scegli Modifica.
  7. In Dati valore, inserisci {0006F049-0000-0000-C000-000000000046}.
Alcune cartelle Calendario, Contatti, Note o Attività non vengono sincronizzate

Quando crei nuove cartelle in Outlook, accertati di crearle all'interno dell'app di Outlook appropriata (Calendario, Contatti ecc.). In caso contrario, i contenuti delle cartelle non verranno sincronizzati con G Suite. 

Inoltre, le note devono essere sempre create nella cartella Note di primo livello. Le note salvate in altre cartelle, ad esempio in sottocartelle, non verranno sincronizzate con Documenti, Fogli e Presentazioni Google.

I dati vengono sincronizzati anche quando si verifica un errore di conflitto? 

Se aggiorni un contatto sia in Outlook che in G Suite o da un dispositivo mobile, è possibile che si verifichi un conflitto, in quanto GSSMO mantiene due versioni del contatto. In questa eventualità, i dati non vengono persi: entrambe le versioni del contatto vengono salvate.

Per scegliere quale versione conservare:

  1. In Outlook, scegli Vai e poi Elenco cartelle e apri la cartella Problemi di sincronizzazione per vedere per quale contatto esiste un conflitto di versioni.  
  2. Apri il contatto in Outlook. Outlook visualizza un messaggio di conflitto che consente di scegliere quale versione conservare.

Altri problemi di sincronizzazione

  • Verifica che la versione di Windows e quella di Outlook che utilizzi soddisfino tutti i requisiti di sistema.
  • Accertati che la versione di GSSMO che utilizzi sia la più recente e che siano installate le ultime hotfix. Ulteriori informazioni su come scaricare l'ultima versione.
  • Accertati che il file PST di Outlook non sia danneggiato. Per informazioni su come eseguire questa operazione, consulta la documentazione Microsoft.

Esistono problemi noti di migrazione dei dati?

Per saperne di più, apri la pagina problemi noti e leggi la sezione sulla migrazione dei dati e la sincronizzazione dei dispositivi.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?