Best practice relative ai file rich media

Quali tipi di file è in grado di indicizzare Google?

Google è in grado di indicizzare la maggior parte dei tipi di pagine e file. In questa pagina vengono forniti alcuni dettagli su alcuni tipi di file rich media specifici.

Best practice generali

Se hai intenzione di usare formati rich media nel tuo sito, di seguito sono riportati alcuni consigli che possono consentirti di evitare problemi.

  • Utilizza i formati rich media solo se necessario. Consigliamo di utilizzare HTML per i contenuti e la navigazione. 
  • Fornisci versioni di testo delle pagine. Se nella home page utilizzi una schermata iniziale in formato diverso da HTML, assicurati che la pagina iniziale contenga un link HTML standard che rimanda a una pagina di testo da cui un utente (o Googlebot) possa esplorare il sito senza dover utilizzare il formato rich media.

In genere i motori di ricerca sono basati su testo. Ciò significa che, per poter essere sottoposti a scansione e indicizzati, i contenuti devono essere in formato testo. Google ora è in grado di indicizzare i contenuti testuali presenti nei file Flash, ma altri motori di ricerca potrebbero non esserne in grado.

Questo non significa che non puoi inserire contenuti rich media come Flash, Silverlight o video sul tuo sito; significa semplicemente che tutti i contenuti che incorpori in questi file dovrebbero essere disponibili anche in formato di testo, altrimenti potrebbero non essere accessibili a tutti i motori di ricerca. Gli esempi riportati di seguito si riferiscono ai tipi più comuni di contenuti non di testo, ma le istruzioni sono simili per qualsiasi altro tipo. Fornisci equivalenti di testo per tutti i file non di testo. Tieni inoltre presente che Flash non funziona più sulla maggior parte dei browser per dispositivi mobili.

In tal modo, non solo aumenterà la capacità di Googlebot di sottoporre a scansione e indicizzazione i tuoi contenuti, ma i tuoi contenuti saranno più accessibili. Molti utenti, ad esempio persone con problemi visivi che utilizzano screen reader o persone che dispongono di connessioni a larghezza di banda ridotta, non riescono a visualizzare le immagini delle pagine web. Di conseguenza, se fornisci equivalenti di testo puoi allargare il tuo pubblico.

Video

Leggi le best practice relative ai video.

iframe

Gli iFrame vengono talvolta utilizzati per visualizzare i contenuti nelle pagine web. I contenuti visualizzati tramite iframe potrebbero non essere indicizzati e non essere mostrati nei risultati di ricerca di Google. Consigliamo di evitare l'uso degli iFrame per visualizzare i contenuti. Se devi includere gli iframe, aggiungi ulteriori link basati su testo ai contenuti visualizzati in tali iframe, in modo che Googlebot possa eseguire la scansione e l'indicizzazione dei contenuti.

Flash

Flash non è più supportato nella maggior parte dei browser web per dispositivi mobili e dovrebbe essere ritirato da Adobe nel 2020. Ti consigliamo di utilizzare un formato diverso, ad esempio HTML5.

Googlebot è in grado di indicizzare praticamente qualsiasi testo visibile agli utenti durante l'interazione con i file SWF Flash del tuo sito e può utilizzare tale testo per generare uno snippet o associare termini di ricerca nelle ricerche Google. Googlebot può inoltre trovare gli URL nei file SWF (ad esempio link ad altre pagine del tuo sito) e seguire tali link.

Eseguiremo la scansione e l'indicizzazione di questi contenuti nello stesso modo in cui eseguiamo la scansione e l'indicizzazione degli altri contenuti presenti sul tuo sito: non sono richieste operazioni particolari a tal riguardo. Tuttavia, non garantiamo che eseguiremo la scansione e l'indicizzazione di tutti i tuoi contenti, sia Flash che di altro tipo.

Quando un file SWF carica contenuti di altri file, che si tratti di testo, HTML, XML, un altro file SWF e così via, Google può indicizzare anche questi contenuti esterni, nonché associarli al file SWF principale e agli eventuali documenti incorporati.

Ci adoperiamo costantemente per migliorare l'indicizzazione dei file Flash, ma vi sono tuttavia alcuni limiti. Ad esempio, al momento non siamo in grado di indicizzare i contenuti in lingue bidirezionali (ad esempio ebraico o arabo) presenti nei file Flash.

Tieni presente che Google è in grado di indicizzare i contenuti dei file Flash, mentre altri motori di ricerca potrebbero non riuscirvi. Ti consigliamo pertanto di utilizzare tecnologie rich media come Flash essenzialmente per abbellire il sito e di utilizzare invece il codice HTML per contenuti e navigazione. In questo modo il tuo sito diventa più adatto ai crawler e accessibile a un numero maggiore di utenti tra cui, ad esempio, i lettori con problemi di vista che necessitano di screen reader, gli utenti che utilizzano browser obsoleti o non standard e gli utenti con connessioni a larghezza di banda limitata o ridotta, quali quelle dei cellulari o dei dispositivi mobili. Un ulteriore vantaggio? Se utilizzi codice HTML per la navigazione, gli utenti potranno aggiungere i contenuti ai segnalibri e inviare link diretti nelle email.

Potresti anche prendere in considerazione l'utilizzo del progetto open source sIFR (scalable Inman Flash Replacement), che consente ai webmaster di sostituire elementi di testo con gli equivalenti Flash. Utilizzando questa tecnica, i contenuti e la navigazione vengono visualizzati da un oggetto Flash incorporato ma, dato che si trovano nel codice sorgente HTML, i contenuti possono essere letti da utenti che non usano Flash (compresi i motori di ricerca).

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?