Strumento Controllo URL

Informazioni sullo strumento Controllo URL

Lo strumento Controllo URL fornisce informazioni sulla versione di una pagina specifica indicizzata da Google, ad esempio errori AMP, errori nei dati strutturati e problemi di indicizzazione.

Attività comuni:


Controllare un URL indicizzato

Consulta le informazioni dettagliate dell'Indice Google relative a un URL nella tua proprietà.

Per visualizzare le informazioni dell'Indice Google relative a un URL nella tua proprietà:

  1. Fai clic su Controllo URL nel pannello di navigazione di Search Console:
  2. Inserisci l'URL completo da controllare. Alcune note:
    • L'URL deve essere nella proprietà corrente: gli URL al di fuori della proprietà corrente non possono essere testati. Se possiedi anche l'altra proprietà, devi cambiare proprietà per testare l'URL.
    • URL AMP e URL non AMP: puoi controllare sia gli URL AMP sia gli URL non AMP. Lo strumento fornisce informazioni sulla versione AMP o non AMP corrispondente della pagina.
    • Versioni alternative della pagina: se la pagina presenta versioni alternative/duplicate, il rapporto fornisce anche informazioni sulla versione canonica, se si trova in una tua proprietà.
  3. Scopri come comprendere i risultati.

Esiste un limite giornaliero per il numero di richieste di controllo per ogni proprietà che possiedi.

Comprendere i risultati: URL indicizzato

Note importanti:
  • Non si tratta di un test in tempo reale. Questo strumento descrive la versione indicizzata più recente di una pagina, non la versione pubblicata sul Web. Le informazioni mostrate nello strumento vengono usate da Google per valutare i risultati di Ricerca. La pagina potrebbe essere cambiata o non essere più disponibile dall'ultimo rilevamento da parte di Google. Per testare la versione corrente della pagina così come la vedrebbe Google, seleziona il pulsante Test in tempo reale nella pagina.
  • La data "Ultima scansione eseguita" nella sezione Copertura indice indica la data in cui sono state recuperate le informazioni mostrate qui (se la pagina è stata sottoposta correttamente a scansione).
  • L'indicazione "L'URL si trova su Google" non significa che la pagina compare nei risultati di Ricerca. Per poter mostrare effettivamente la pagina nei risultati di Ricerca, la pagina e i relativi dati strutturati devono essere conformi alle norme sulla qualità e sulla sicurezza. Lo strumento Controllo URL non prende in considerazione le azioni manuali, e rimozioni di contenuti o gli URL bloccati temporaneamente. Per verificare se il tuo URL viene mostrato, cercalo su Google; se non compare, ma secondo lo strumento è stato indicizzato scopri la causa del problema.

 

Nei risultati del controllo sono incluse le sezioni espandibili indicate di seguito.

Presenza su Google

In questa scheda viene spiegato se l'URL può comparire o meno nei risultati della Ricerca Google. Ecco i valori possibili:

L'URL si trova su Google

  • Significato: l'URL è stato indicizzato, può comparire nei risultati della Ricerca Google e non sono stati rilevati problemi con eventuali miglioramenti trovati nella pagina (dati strutturati, pagine AMP collegate e così via).
  • Passaggi successivi: in genere non occorre fare nulla, ma puoi scoprire cosa sa Google della tua pagina accedendo ai dettagli delle sezioni Copertura indice e Miglioramenti.
Se un URL è stato bloccato temporaneamente usando lo strumento per la rimozione degli URL, lo strumento Controllo URL segnalerà che "L'URL si trova su Google" e riporterà lo stato Copertura indice "Sottoposto a scansione". Questo non significa che l'URL compare nei risultati di Ricerca. Per verificare se l'URL è ancora bloccato, visita lo strumento per la rimozione degli URL o cerca l'URL su Google.

L'URL si trova su Google, ma presenta problemi

  • Significato: l'URL è stato indicizzato, può comparire nei risultati della Ricerca Google, ma sono stati riscontrati alcuni problemi che potrebbero impedirne la visualizzazione con i miglioramenti applicati alla pagina. Potrebbe esserci un problema con una pagina AMP associata oppure un errore di formattazione dei dati strutturati relativi a un risultato multimediale (come una ricetta o un'offerta di lavoro) nella pagina.

  • Passaggi successivi: leggi le informazioni relative agli avvisi o ai messaggi di errore presenti nel rapporto e prova a risolvere i problemi descritti.

L'URL non si trova su Google: errori di indicizzazione

L'URL non si trova su Google

  • Significato: l'URL non comparirà nei risultati della Ricerca Google, ma si presuppone che sia intenzionale. I motivi più comuni sono: si tratta di una pagina protetta tramite password, è presente un'istruzione noindex o si tratta di una versione alternativa di una pagina canonica (le pagine delle versioni alternative non vengono indicizzate).
  • Passaggi successivi: leggi le informazioni dettagliate nella sezione Copertura indice per saperne di più sul motivo. Ecco alcuni possibili motivi:
    • Se i valori "Contenuto canonico dichiarato dall'utente" e "Contenuto canonico selezionato da Google" sono diversi, significa che l'URL in questione fa parte di un insieme di pagine simili e Google ha deciso di indicizzare un'altra versione della stessa pagina. Probabilmente non è necessario fare nulla in questo caso, anche se potresti rimuovere il tag canonico esplicito o cercare di capire perché tu debba usare un'altra pagina come canonica.
    • Se esiste un blocco nel file robots.txt o un blocco dovuto a un'istruzione noindex che non ti aspettavi (vedi la sezione di dettagli Copertura indice sotto), devi rimuovere il blocco per consentire a Google di accedere al tuo sito.
    • Per conoscere altri motivi legati alla copertura dell'indice, leggi l'elenco di valori e le istruzioni per provare a risolvere i problemi.

L'URL è sconosciuto a Google: se viene mostrato lo stato di copertura dell'indice "L'URL è sconosciuto a Google", significa che Google non ha indicizzato l'URL perché non l'ha mai rilevato in passato o perché risulta essere una pagina alternativa contrassegnata correttamente, ma che non è possibile sottoporre a scansione. Per risolvere il problema, esegui un controllo della pagina pubblicata, correggi gli eventuali problemi riscontrati e invia la pagina per farla indicizzare. Suggerimento: se si tratta di una pagina alternativa contrassegnata correttamente, ma non sottoponibile a scansione e controlli la pagina canonica, la pagina viene elencata, ma con un errore di scansione.

L'URL è una versione alternativa

  • Significato: l'URL fa parte di un insieme di versioni alternative della stessa pagina. Le pagine di questo gruppo includono coppie di pagine AMP/canoniche o coppie di pagine in versione desktop e per dispositivi mobili. Puoi trovare l'URL indicizzato nel valore Contenuto canonico selezionato da Google della sezione Copertura indice.
  • Passaggi: in genere non occorre fare nulla, ma potresti controllare il valore Contenuto canonico selezionato da Google per verificare che sia una pagina prevista.
Copertura indice

In questa sezione viene descritto lo stato di indicizzazione dell'URL e vengono forniti dettagli della procedura di indicizzazione. Potrebbero essere presenti le seguenti informazioni, che variano in base allo stato della copertura dell'indice.

Stato Copertura indice
Una descrizione più dettagliata dell'etichetta Presenza su Google, che spiega il motivo della presenza o dell'assenza dell'URL su Google. Il valore può essere Valida, Avviso, Errore o Esclusa. Leggi l'elenco di valori e le istruzioni per provare a risolvere i problemi. Consulta la sezione L'URL è sconosciuto a Google.
Sitemap
Tutte le Sitemap note che rimandano all'URL. Nota: sono incluse soltanto le Sitemap inviate usando il rapporto Sitemap o elencate nel file robots.txt del sito. Le Sitemap rilevate in altri modi non vengono elencate. Per i nuovi siti o per i siti di grandi dimensioni è opportuno fornire una Sitemap che indichi a Google quali pagine sottoporre a scansione. Consulta i problemi noti.
Pagina di referral
Una pagina che Google potrebbe avere usato per trovare l'URL in questione. Questa pagina potrebbe indirizzare direttamente all'URL oppure essere la "nonna" o la "bisnonna" di una pagina che rimanda all'URL. Se questo valore non è presente non significa che non esistano pagine di referral, ma semplicemente che queste informazioni potrebbero non essere al momento disponibili per lo strumento Controllo URL. Se trovi il valore "L'URL potrebbe essere rintracciato da altre sorgenti non attualmente indicate", significa che Google ha trovato l'URL con metodi diversi da una Sitemap o una pagina di referral, ma che al momento le informazioni di referral non sono disponibili per questo strumento.
Ultima scansione eseguita
L'ultima scansione della pagina eseguita da Google, nel fuso orario locale. Tutte le informazioni mostrate in questo strumento vengono recuperate da quest'ultima versione sottoposta a scansione.
Scansione consentita?
Indica se la scansione (la visita) della pagina da parte di Google è stata possibile o se è stata bloccata da una regola robot.txt. Se non avevi intenzione di bloccare Google, dovresti rimuovere il blocco dal file robots.txt. Tieni presente che la rimozione del blocco non corrisponde a consentire l'indicizzazione, che viene gestita tramite il valore "Indicizzazione consentita?".
Recupero pagina
Indica se Google ha potuto o meno recuperare effettivamente la pagina dal tuo server. Se la scansione non è consentita, in questo campo viene sempre mostrato un errore. Se la scansione è consentita, il recupero della pagina potrebbe comunque non riuscire per vari motivi. Leggi le spiegazioni degli errori di recupero. Il valore Scansione consentita? indica se vuoi che la pagina sia raggiungibile, mentre il valore Recupero pagina indica se per Google è stato possibile raggiungerla effettivamente, nel caso in cui la scansione sia consentita.
Indicizzazione consentita?
Indica se l'indicizzazione della pagina è stata bloccata esplicitamente. Se l'indicizzazione è stata bloccata, ne viene spiegato il motivo e la pagina non compare nei risultati della Ricerca Google. IMPORTANTE Se la pagina è bloccata dal file robots.txt (vedi la sezione "Scansione consentita?"), il valore "Indicizzazione consentita?" sarà sempre "Sì" perché Google non può rilevare e rispettare l'istruzione noindex. In questo caso la pagina potrebbe comparire nei risultati di Ricerca.
Contenuto canonico dichiarato dall'utente
L'URL canonico dichiarato, se la pagina ne dichiara espressamente uno. Puoi dichiarare un URL canonico in diversi modi: tramite un tag <link rel="canonical">, un'intestazione HTTP, una Sitemap o alcuni altri metodi. Se la pagina fa parte di un insieme di pagine simili o duplicate, ti consigliamo di dichiarare espressamente l'URL canonico. Per le pagine AMP, l'URL canonico deve essere la versione non AMP (a meno che non si tratti di una versione AMP "self-canonical").
Contenuto canonico selezionato da Google

La pagina scelta da Google come URL canonico (ufficiale) nel caso siano state trovate pagine simili o duplicate sul sito. Se hai dichiarato un URL canonico, Google potrebbe scegliere lo stesso URL ma, a volte, anche un altro URL, se lo considera una versione canonica migliore. Non puoi decidere quale versione canonica di un URL verrà selezionata da Google, ma puoi suggerirne una. Se non esistono versioni alternative della pagina, la versione canonica scelta da Google sarà l'URL controllato. Se in questo campo trovi una pagina imprevista, potresti dichiarare esplicitamente una versione canonica.

Nei risultati di Ricerca non viene mostrato sempre l'URL canonico; ad esempio, se una pagina ha una versione canonica per desktop e una versione per dispositivi mobili, è probabile che nei risultati di ricerca per cellulari venga mostrato l'URL della pagina per dispositivi mobili.

Tieni presente che questo valore può essere alcune ore indietro rispetto al valore nel nostro indice.

Se la pagina non corrisponde all'URL canonico, puoi controllare l'URL canonico scelto da Google selezionando Controlla (ma solo se l'URL si trova in una proprietà che gestisci).

Miglioramenti (AMP, offerte di lavoro e non solo)

In questa sezione vengono descritti gli eventuali miglioramenti della Ricerca rilevati da Google in merito all'URL in occasione dell'ultima indicizzazione. Se non è stato possibile indicizzare l'URL o se non sono stati rilevati miglioramenti, questa sezione sarà vuota.

Questo strumento non mostra ancora tutti i possibili miglioramenti. Di seguito sono riportati i miglioramenti supportati dallo strumento.

Usabilità su dispositivi mobili

Scopri se la pagina sarà visualizzata facilmente sui dispositivi mobili.

Ecco gli esiti possibili:

  • La pagina non è ottimizzata per i dispositivi mobili. La pagina non funzionerà correttamente sui dispositivi mobili a causa di alcuni problemi.
  • La pagina è ottimizzata per i dispositivi mobili. La pagina dovrebbe funzionare correttamente sui dispositivi mobili. UIteriori informazioni.
  • Nessun dato disponibile. Per qualche motivo non è stato possibile recuperare o testare lo stato di ottimizzazione per i dispositivi mobili della pagina. Riprova tra un istante.

Puoi leggere una descrizione degli errori possibili qui.

Per vedere altre pagine del sito interessate da un problema, seleziona la riga del problema, quindi Apri rapporto.

AMP

Se la pagina ha una versione AMP collegata, puoi trovare informazioni su tale versione selezionando la riga nel rapporto. Usa queste informazioni per individuare e risolvere problemi di indicizzazione e altri problemi relativi alle pagine AMP.

I dettagli mostrati qui riguardano la versione AMP a cui viene fatto riferimento nella pagina corrente; non la pagina corrente.

Oltre agli errori AMP standard, potresti trovare questi errori AMP specifici di Google.

Per vedere altre pagine del sito interessate da un problema specifico, seleziona la riga della descrizione del problema, quindi Apri rapporto.

Vari tipi di risultati multimediali

Puoi trovare informazioni sui tipi di risultati multimediali (dati strutturati) trovati nella pagina. Le informazioni includono il numero di elementi validi trovati in corrispondenza dell'URL, descrizioni di ogni elemento e dettagli su eventuali avvisi o errori trovati. Sono supportati i seguenti tipi di risultati multimediali: 

Non trovo il mio risultato multimediale. Al momento lo strumento non supporta tutti i tipi di risultati multimediali. I tipi non supportati potrebbero essere presenti ed essere validi nella pagina, nonché comparire nei risultati di ricerca, ma non vengono riportati nello strumento.

Controllare un URL pubblicato

Puoi testare un URL pubblicato nella tua proprietà per controllare se può essere indicizzato da Google. Verrà eseguito un test sulla pagina pubblicata per recuperare informazioni simili a quelle recuperate per l'URL indicizzato. Questo test è utile quando vuoi verificare i cambiamenti della pagina rispetto alla versione della pagina attualmente indicizzata.

Per testare un URL pubblicato al fine di individuare eventuali errori di indicizzazione:

  1. Per prima cosa devi controllare l'URL indicizzato come descritto nella sezione Controllare una pagina indicizzataNota: va bene se la pagina non è ancora stata indicizzata, o se l'indicizzazione non è riuscita (ma deve essere accessibile da Internet senza informazioni di accesso).
  2. Fai clic su Test URL pubblicato nella pagina dei risultati dell'indice.
  3. Leggi i risultati del test in tempo reale per capire cosa stai guardando.
  4. Puoi spostarti tra i risultati del test in tempo reale e i risultati della pagina indicizzata mediante la selezione di Indice Google o Test in tempo reale nella pagina.
  5. Per eseguire nuovamente un test in tempo reale, seleziona il pulsante Ricarica (ricarica) nella pagina.
  6. Per visualizzare informazioni dettagliate sulla pagina, tra cui uno screenshot e intestazioni di risposta HTTP, seleziona Visualizza pagina sottoposta a scansione.

Esiste un limite giornaliero di controlli in tempo reale per ciascuna proprietà.

Comprendere i risultati: test in tempo reale

Note importanti:
  • Si tratta di un test in tempo reale. Questo strumento recupera ed esamina l'URL in tempo reale. Le informazioni mostrate nel test in tempo reale potrebbero essere diverse da quelle mostrate per l'URL indicizzato, per i motivi spiegati di seguito.
  • Il test in tempo reale non controlla la presenza dell'URL nelle Sitemap o nelle pagine di referral.
  • Lo stato Indicizzabile dell'URL pubblicato può essere diverso dallo stato Copertura indice dell'URL indicizzato per i seguenti motivi:
    • Hai cambiato o sistemato qualcosa nell'URL pubblicato, ad esempio hai rimosso (o aggiunto) un tag noindex o un blocco nel file robots.txt e le modifiche non sono state ancora indicizzate. Esamina la differenza nei test in tempo reale e dell'URL indicizzato oppure controlla la cronologia delle versioni della pagina sul tuo sito per individuare le differenze tra la versione indicizzata e quella pubblicata.
    • Il test in tempo reale non supporta tutti gli stati dell'indice nel rapporto relativo alla versione indicizzata. Alcuni stati in questo rapporto non vengono testati o non hanno senso in un test in tempo reale e vengono segnalati diversamente in tale test. Leggi le informazioni dettagliate nella sezione Indicizzabile per conoscere gli stati non supportati.

Un risultato valido indica che la mia pagina verrà indicizzata?

No. Questo test verifica soltanto che Googlebot possa accedere alla pagina per indicizzarla. Anche se ricevi un esito di pagina valida o di avviso nel test in tempo reale, la pagina deve soddisfare anche altre condizioni per poter essere indicizzata. Ad esempio:

  • La pagina non può essere oggetto di azioni manuali o problemi di natura legale.
  • La pagina non può essere un duplicato di un'altra pagina indicizzata; deve essere univoca o essere selezionata come versione canonica di un insieme di pagine simili.
  • La qualità della pagina deve essere abbastanza buona da giustificare l'indicizzazione.

 

Nei risultati del controllo sono incluse le sezioni espandibili indicate di seguito.

Potenziale disponibilità su Google
Nella scheda in alto viene riportata la valutazione generale della possibilità o meno di indicizzare l'URL pubblicato. Un risultato positivo non garantisce che l'URL venga mostrato nei risultati di Ricerca. Per poter mostrare la pagina nei risultati di Ricerca, la pagina e i relativi dati strutturati devono essere conformi alle norme sulla qualità e sulla sicurezza. Lo strumento Controllo URL non prende in considerazione le azioni manuali, le rimozioni di contenuti o gli URL bloccati temporaneamente.

Ecco i valori possibili:

L'URL è disponibile per Google

  • Significato: l'URL non è bloccato e non presenta errori rilevabili che ne impediscono la completa indicizzazione. Se Google lo indicizza, l'URL può comparire nei risultati della Ricerca Google, se è conforme alle norme sulla qualità e sulla sicurezza e non è soggetto ad azioni manuali, rimozioni di contenuti o URL bloccati temporaneamente.
  • Passaggi successivi: se la pagina è diversa dalla versione indicizzata, puoi richiedere l'indicizzazione selezionando il pulsante nella pagina. In alternativa potresti inviare una Sitemap o aspettare che la pagina venga sottoposta naturalmente a scansione.

L'URL è disponibile per Google, ma presenta alcuni problemi

  • Significato: l'URL può essere indicizzato da Google, ma sono stati riscontrati alcuni problemi che potrebbero impedirne la visualizzazione con i miglioramenti che hai provato a implementare. Potrebbe esserci un problema con una pagina AMP associata oppure un errore di formattazione dei dati strutturati relativi a un risultato multimediale (come una ricetta o un'offerta di lavoro) nella pagina.

  • Passaggi successivi: leggi le informazioni relative agli avvisi o ai messaggi di errore presenti nel rapporto e prova a risolvere i problemi descritti.

L'URL non è disponibile per Google

  • Significato: questo URL non può comparire nei risultati della Ricerca Google a causa di un problema critico.
  • Passaggi successivi: leggi le informazioni dettagliate nella sezione Disponibilità per saperne di più sul motivo.
Disponibilità

In questa sezione del rapporto viene spiegato se la pagina può essere indicizzata da Google. Un risultato positivo non garantisce però che l'URL venga mostrato nei risultati di ricerca. Per poter mostrare la pagina nei risultati di Ricerca, la pagina e i relativi dati strutturati devono inoltre essere conformi alle norme sulla qualità e sulla sicurezza. Lo strumento Controllo URL non prende in considerazione le azioni manuali, le rimozioni di contenuti o gli URL bloccati temporaneamente.

Per avere una spiegazione delle varie proprietà, consulta le descrizioni delle proprietà nella versione indicizzata.

 

Differenze tra risultati dei test indicizzati e dei test in tempo reale

Non tutti i valori di disponibilità mostrati nel rapporto sulla versione indicizzata sono possibili nel rapporto in tempo reale. Di seguito è riportato un elenco di stati non supportati con le relative spiegazioni.

Stato rapporto versione indicizzata Perché non è mostrato nel test in tempo reale
URL inviato .... Ogni stato che inizia con "URL inviato" non può essere mostrato in un test in tempo reale, perché questi stati vengono mostrati soltanto se l'utente ha inviato la pagina usando una Sitemap e le informazioni relative alle Sitemap non sono disponibili in un test in tempo reale.
  • Inviata e indicizzata
  • Indicizzata, ma non inviata tramite la Sitemap
Viene mostrato lo stato equivalente "L'URL può essere indicizzato".
Indicizzata ma bloccata da robots.txt Il termine "Indicizzata" non è applicabile in un test in tempo reale. Se la pagina è bloccata, viene mostrato l'errore corrispondente "Bloccata da robots.txt".
Rilevata, ma attualmente non indicizzata Non applicabile a un test in tempo reale.
Sottoposta a scansione, ma non indicizzata Non applicabile a un test in tempo reale.

Stati "Pagina duplicata":

  • Pagina alternativa con tag canonical appropriato
  • URL indicizzato come versione alternativa
  • Pagina duplicata senza tag canonical
  • Google ha scelto una pagina canonica diversa da quella specificata dall'utente
  • URL inviato non selezionato come canonico
Le informazioni sulla versione canonica in possesso di Google e sulle pagine duplicate non sono disponibili in un test in tempo reale. Tali informazioni sono disponibili soltanto se l'utente dichiara una pagina canonica.

Visualizzare la pagina sottoposta a rendering

Puoi vedere uno screenshot della pagina sottoposta a rendering così come la visualizza Googlebot. Questa funzione è disponibile solo per l'URL pubblicato, non per l'URL indicizzato. La pagina deve essere raggiungibile affinché sia possibile generare uno screenshot.

Per vedere lo screenshot di una pagina:

  1. Esegui un test in tempo reale su un URL.
  2. Fai clic su Visualizza pagina testata nella scheda con l'esito della pagina per aprire altri riquadri con informazioni. Se questa opzione non è disponibile, di solito è così perché la pagina non può essere raggiunta per il test in tempo reale.
  3. Apri la scheda Screenshot.

Richiedere una nuova indicizzazione

Puoi chiedere a Google di indicizzare un URL controllato. Potrebbero essere necessarie un paio di settimane per l'indicizzazione; puoi controllare l'avanzamento usando questo strumento.

Per richiedere l'indicizzazione di un URL controllato:

  • Fai clic su Richiesta di indicizzazione nel rapporto. Se la pagina supera un rapido controllo per verificare la presenza di istantanei errori di indicizzazione, viene aggiunta alla coda di indicizzazione. Se la pagina viene considerata non indicizzabile nel test in tempo reale, non puoi richiederne l'indicizzazione.

 

Problemi noti
  • In alcuni casi, non è possibile creare un rapporto relativo alla Sitemap di una pagina inviata tramite Sitemap. Stiamo cercando di risolvere il problema.
Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?