Informazioni sull'importazione delle conversioni in Google Ads per Salesforce®

Se utilizzi Sales Cloud® di Salesforce per monitorare i lead o le opportunità (o entrambi), puoi importare le conversioni offline da questa soluzione in Google Ads. In questo modo, potrai misurare meglio il valore offline generato dagli investimenti online di Google Ads.

Nel seguente articolo, esamineremo i vantaggi offerti da questa funzionalità e le informazioni di base sul funzionamento del processo. Quando è tutto pronto, segui le istruzioni per iniziare a importare le conversioni da Salesforce.

Perché utilizzarla

Tu utilizzi Google Ads per trovare nuovi clienti per la tua attività. Utilizzi anche Sales Cloud di Salesforce per monitorare quando i nuovi lead diventano clienti paganti. Ma come colleghi le informazioni? Come fai a vedere quali parole chiave, annunci e campagne Google Ads sono più efficaci per generare i lead qualificati e le nuove vendite che monitori in Salesforce?

Con Importazione conversioni di Google Ads per Salesforce, le conversioni Google Ads vengono conteggiate automaticamente per ogni stato dei lead e ogni fase di opportunità (li chiamiamo obiettivi) che stai già monitorando in Salesforce. Questo ti permette di capire in che modo il tuo investimento in Google Ads si traduce negli obiettivi più importanti nella tua canalizzazione di vendita. Con le informazioni ottenute, puoi quindi modificare il tuo account Google Ads per accertarti di generare il tipo giusto di traffico.

Esempio

Hai creato annunci per indirizzare dei potenziali clienti a un modulo di contatto sul tuo sito web. Quando gli utenti compilano il modulo, vengono inseriti come nuovi lead in Salesforce, di cui tu ti servi per monitorare tutte le fasi del processo di vendita.

Hai già impostato il monitoraggio delle conversioni per vedere quando i potenziali clienti che fanno clic sui tuoi annunci inviano il modulo di contatto. Hai scoperto che due delle tue parole chiave sono particolarmente adatte ad attirare i lead. Ma sei consapevole che non tutti i lead sono uguali: entrambe le parole chiave generano delle vendite?

Colleghi i tuoi account Salesforce e Google Ads e decidi di monitorare due obiettivi Salesforce come conversioni: quando un lead si trasforma in opportunità e quando quest'ultima genera una vendita.

Dopo che hai avviato l'importazione di queste conversioni, ti rendi conto che, anche se entrambe le parole chiave sono adatte a generare invii dei moduli di contatto dei potenziali clienti sul tuo sito web, una parola chiave è molto più efficace dell'altra ad attirare i lead che alla fine si trasformeranno in opportunità e vendite. Decidi di aumentare le offerte per la parola chiave più redditizia e di provare ad aggiungere nuove parole chiave simili.

Come funziona

Il funzionamento del processo dopo l'impostazione di Google Ads Conversion Import for Salesforce è il seguente:

Quando un utente fa clic sul tuo annuncio e visita il tuo sito web, quest'ultimo acquisisce un ID univoco, denominato "ID clic Google" o "GCLID", e lo memorizza in un cookie. Google Ads utilizza questo ID per stabilire a quale clic e su quale annuncio verranno accreditate le conversioni future.

Se il cliente invia un modulo di contatto per i lead sul tuo sito web, quest'ultimo trasmetterà il GCLID a Salesforce e lo memorizzerà all'interno del lead corrispondente e di eventuali opportunità future derivate da questo lead.

Google Ads controlla regolarmente il tuo account Salesforce per vedere se hai registrato nuovi obiettivi importanti derivanti dagli annunci (durante il processo di impostazione, potrai scegliere quali stati dei lead e fasi di opportunità monitorare come conversioni). Google Ads saprà riconoscere gli obiettivi generati da lead provenienti da un annuncio, grazie all'ID univoco memorizzato e trasmesso dal tuo sito web a Salesforce. In questo caso, Google Ads conteggerà l'obiettivo come conversione Google Ads.

Che cosa è necessario fare

Per fare in modo che il processo funzioni come descritto sopra, dovrai apportare alcuni aggiornamenti al sito web e agli account Salesforce e Google Ads. Se non gestisci tu l'account Salesforce della tua attività, ti consigliamo di rivolgerti al gestore dell'account per assistenza con alcune fasi del processo di impostazione. Inoltre, se il tuo sito web è gestito da un webmaster, ti servirà anche la sua collaborazione.

Di seguito è riportata una panoramica del processo di impostazione. Per le istruzioni complete, consulta Importare le conversioni da Salesforce oppure fai clic sui link ai passaggi riportati di seguito per andare direttamente a una parte specifica dell'impostazione. Prima di iniziare a collegare gli account, assicurati anche di leggere i requisiti.

  1. Configurazione dell'account Salesforce. Crea un campo GCLID personalizzato negli oggetti lead e opportunità. Senza questo ID, Google Ads non saprà a quale clic attribuire la conversione. Se non gestisci tu l'account Salesforce della tua azienda, avrai bisogno dell'assistenza del gestore dell'account per completare questo passaggio.
  2. Modifica del modulo Web a lead di Salesforce. Modifica il modulo Web a lead sul tuo sito web per caricare l'ID clic (insieme agli altri dati del modulo) su Salesforce. L'amministratore del tuo account Salesforce può aiutarti a completare questo passaggio.
  3. Modifica del sito web per il salvataggio dell'ID clic in un cookie. Google Ads ti fornirà una parte di codice da aggiungere al tuo sito web per consentirti di raccogliere e memorizzare l'ID clic. Se il tuo sito web è gestito da un webmaster, rivolgiti a quest'ultimo per assistenza.
  4. Verifica del funzionamento del sistema. Aggiungi il parametro ID all'URL del tuo sito web, invia un lead di prova e verifica se l'ID viene trasmesso a Salesforce.
  5. Collegamento degli account Google Ads e Salesforce. Dovrai inserire il nome utente e la password del tuo account Salesforce. Se non sei l'amministratore dell'account, chiedi a quest'ultimo di fornirti un nome utente e una password o di aiutarti a completare questo passaggio.
  6. Selezione degli obiettivi Salesforce da monitorare come conversioni e della frequenza con cui Google Ads ne deve verificare la presenza.
  7. Importazione delle conversioni. Hai completato l'impostazione e adesso il tuo account Google Ads importerà regolarmente le conversioni da Salesforce.

Che cosa viene considerato come conversione?

Puoi configurare il tuo account Google Ads perché venga registrata una conversione per ogni stato dei lead e fase di opportunità monitorati nel tuo account Salesforce. Google Ads registrerà una conversione tutte le volte in cui un lead o un'opportunità saranno impostati sullo stato o la fase corrispondenti. Nota: se un utente di Salesforce salta uno stato o una fase e imposta il lead e l'opportunità sullo stato o la fase successivi o ultimi, Google Ads non registrerà una conversione per le fasi saltate.

Esempio

Il tuo account Salesforce dispone delle fasi di opportunità seguenti: 1. "Vendite qualificate", 2. "Analisi delle esigenze", 3. "Proposta", 4. "Negoziazione", 5. "Chiuse/Conseguite" e 6. "Chiuse/Perse".

In Google Ads, scegli di registrare una conversione ogni volta che vengono raggiunte le fasi seguenti: 3. "Proposta", 4. "Negoziazione" e 5. "Chiuse/Conseguite".

In Salesforce, l'utente sposta l'opportunità dalla fase 1. "Vendite qualificate" alla 3. "Proposta" e in un secondo momento la contrassegna come in fase 5. "Chiuse/Conseguite".

In Google Ads, visualizzerai le conversioni corrispondenti alle fasi "Proposta" e "Chiuse/Conseguite", ma non quelle corrispondenti alla fase "Negoziazione" (dal momento che l'utente non ha mai impostato l'opportunità sulla fase "Negoziazione").

Se l'utente di Salesforce sposta lo stato del lead o la fase di opportunità su un valore precedente (da B ad A), Google Ads non conteggerà una conversione per la fase su cui il lead o l'opportunità sono stati spostati (A), ma conteggerà le conversioni quando il lead o l'opportunità verranno nuovamente spostati sulla fase successiva, includendo nel conteggio la fase su cui sono stati spostati nuovamente (B). 

Informazioni sui dati di Salesforce in Google Ads

Google Ads importa con regolarità l'ID clic Google, gli stati dei lead, le fasi di opportunità e i metadati pertinenti da Salesforce in Google Ads. Salesforce non è responsabile di eventuali conseguenze per i dati derivanti dalla trasmissione.

Per ulteriori informazioni sui dati di Salesforce in Google Ads, fai clic sui link riportati di seguito.

Quali dati Google Ads recupera e memorizza dall'account Salesforce

Per fare in modo che i dati sulle conversioni Google Ads riflettano le conversioni offline monitorate nei tuoi account Sales Cloud di Salesforce, Google Ads deve recuperare e memorizzare con regolarità alcune informazioni sugli stati dei lead e le fasi di opportunità.

Se inizi a utilizzare questa soluzione, Google Ads deve memorizzare determinati dati del tuo account Salesforce per mantenere un quadro d'insieme coerente sugli obiettivi da considerare conversioni. I dati archiviati includono l'ID e il nome dell'organizzazione del tuo account e delle copie del valore "Stato dei lead" e "Fase di opportunità" del tuo account (ad esempio, rispettivamente "qualificato" e "offerta vinta").

Oltre a queste informazioni, Google Ads recupererà con regolarità dal tuo account Sales Cloud le informazioni specificate nei campi seguenti per identificare le conversioni da registrare in Google Ads.  Tieni presente che Google Ads estrarrà questi dati soltanto per i lead e le opportunità per i quali hai specificato un valore nel campo GCLID.

  • Lead: campo "GCLID" personalizzato
  • Lead: Cronologia stati
  • Opportunità: Importo
  • Opportunità: campo "GCLID" personalizzato 
  • Opportunità: Cronologia fasi

Queste informazioni scaricate regolarmente verranno eliminate dopo alcuni giorni, ad eccezione dei log della cronologia caricati.  Tali log saranno disponibili per 90 giorni, per consentirti di visualizzare le conversioni e i relativi valori caricati per determinati GCLID e in determinati giorni.  Dopo 90 giorni, i log verranno eliminati.

Ciò vuol dire che non visualizziamo o recuperiamo informazioni che possono essere utilizzate per identificare le persone o le attività con cui hai contatti commerciali (ad esempio il nome dei lead o delle opportunità).

In che modo Google Ads gestisce i dati

Siamo consapevoli dell'importanza e della sensibilità dei tuoi dati e il nostro impegno è volto a proteggere la riservatezza e la sicurezza dei dati che condividi con noi.

In particolare, ecco come trattiamo i dati di Salesforce:

  • Utilizzo di dati limitato. I file di dati non verranno utilizzati per scopi diversi dall'aggiornamento delle metriche di conversione.
  • Accesso ai dati limitato. I file di dati verranno condivisi con altri team di Google esclusivamente per aggiornare le tue metriche di conversione. Utilizziamo controlli di accesso dei dipendenti per proteggere i tuoi file di dati da accessi non autorizzati.
  • Condivisione di dati limitata. I file di dati non verranno condivisi con terze parti, inclusi altri inserzionisti. Potremmo tuttavia condividere questi dati per motivi legali, ad esempio per il rispetto di una legge o una norma vigente, per un procedimento giudiziario o per una richiesta governativa obbligatoria.

Ci impegniamo anche a verificare che i sistemi utilizzati per archiviare i tuoi file di dati siano sicuri e affidabili. Abbiamo team di ingegneri della sicurezza dedicati alla protezione contro minacce esterne ai nostri sistemi e archiviamo tutti i file di dati in formato criptato per evitare accessi non autorizzati.

 

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema