Spostamento di un sito

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti che ti consentiranno di mantenere il posizionamento del tuo sito nei risultati di Google in caso di spostamento del tuo sito in un nuovo dominio. Il tuo scopo è evitare che si verifichino errori 404 (file non trovato) quando gli utenti fanno clic sui link al tuo sito.

  • Se intendi cambiare dominio per un rinnovo o una riprogettazione del tuo sito, è opportuno che tu proceda in due fasi: innanzitutto devi spostare il tuo sito, quindi avviare la riprogettazione. In questo modo verrà gestita la quantità di modifiche visualizzata dagli utenti in qualsiasi fase del processo, inoltre il processo potrà apparire più fluido. È inoltre utile limitare il numero di cambiamenti apportati contemporaneamente per agevolare la risoluzione dei problemi relativi a comportamenti imprevisti.

  • Utilizza un reindirizzamento 301 per reindirizzare in modo definitivo tutte le pagine del tuo vecchio sito al tuo nuovo sito. In questo modo potrai comunicare a motori di ricerca e utenti che il tuo sito è stato spostato definitivamente. Ti consigliamo di spostare e reindirizzare inizialmente una sezione o una directory, quindi di verificare che i reindirizzamenti funzionino correttamente prima di spostare il resto del contenuto.

    Non effettuare un unico reindirizzamento che diriga tutto il traffico dal vecchio sito alla nuova home page. Ciò consente di evitare errori 404 ma peggiora il servizio fornito agli utenti. Un reindirizzamento pagina per pagina comporta una maggiore mole di lavoro, ma consente di conservare il posizionamento del tuo sito nei risultati di Google e fornisce al contempo un servizio coerente e trasparente agli utenti. Se non vi è una corrispondenza 1:1 tra le pagine del vecchio e del nuovo sito (come consigliato), prova almeno ad assicurarti che ogni pagina del vecchio sito venga reindirizzata a una nuova pagina con contenuti analoghi.


  • Controlla sia i link esterni che i link interni che rimandano a pagine del tuo sito. Se possibile, contatta i webmaster di tutti i siti contenenti link che indirizzano al tuo sito e chiedi loro di aggiornare tali link in modo che rimandino alla pagina del tuo nuovo dominio. Tuttavia, se questa soluzione non fosse fattibile, assicurati che tutte le pagine con link in entrata siano reindirizzate al tuo nuovo sito. Devi inoltre controllare i link interni del vecchio sito e aggiornarli in modo che rimandino al nuovo dominio. Dopo avere posizionato i contenuti sul nuovo server, utilizza un programma per il controllo di link quale Xenu per assicurarti che all'interno del tuo sito non siano presenti link preesistenti non funzionanti. Questo è particolarmente importante se i contenuti originali includevano link assoluti (come www.example.com/cucina/ricette/tortaalcioccolato.html) anziché link relativi (come ../ricette/tortaalcioccolato.html).

  • Per evitare confusione, è opportuno mantenere il controllo del dominio del vecchio sito per almeno 180 giorni.

  • Utilizza lo strumento Cambio di indirizzo di Strumenti per i Webmaster per comunicare a Google lo spostamento del tuo sito. Nota. Per poter utilizzare lo strumento Cambio di indirizzo devi essere un proprietario verificato di entrambi i siti, nuovo e vecchio.

  • Aggiungi il tuo nuovo sito al tuo account Strumenti per i Webmaster e verificane la tua proprietà.

  • Utilizza lo strumento Visualizza come Google per chiedere a Google di eseguire la scansione del tuo nuovo sito.

  • Ti consigliamo di creare e inviare una Sitemap contenente gli URL nel tuo nuovo sito. L'invio di una Sitemap consente di comunicare a Google informazioni sulle pagine del tuo nuovo sito che altrimenti potrebbero non essere rilevate.

Dopo avere completato tutti questi passaggi, potrai utilizzare i tuoi dati Strumenti per i Webmaster per verificare che tutto funzioni correttamente. Potrebbe trascorrere del tempo prima che Google esegua la scansione dei siti vecchio e nuovo e vengano applicate tutte le modifiche, ma di seguito riportiamo alcuni modi per verificare che la procedura funzioni correttamente:

  • Controlla l'assenza di errori di scansione web per i siti vecchio e nuovo per assicurarti che i rendirizzamenti 301 dal vecchio sito funzionino correttamente e che il nuovo sito non riporti errori 404 indesiderati.
  • Se hai inviato una Sitemap per il tuo nuovo sito, puoi utilizzare la pagina Dettagli Sitemap per scoprire quanti URL presenti nella Sitemap sono stati sottoposti a scansione e indicizzazione.