Notifica

In questo Centro assistenza puoi trovare sia i contenuti di Merchant Center Next sia la versione classica di Merchant Center. Cerca il logo nella parte superiore di ogni articolo per assicurarti di utilizzare l'articolo della versione di Merchant Center applicabile. 

Norme relative alle schede gratuite

Un'icona personalizzata per la versione classica di Merchant Center e per Merchant Center Next.

Ti diamo il benvenuto nel Centro norme relative alle schede gratuite

Panoramica delle nostre norme relative alle schede gratuite e come applicarle

Facciamo il possibile per sostenere un ecosistema digitale di acquisti sano, affidabile e trasparente, che sia funzionale sia per i clienti che per i rivenditori e i publisher. Le informazioni contenute in questo Centro assistenza ti aiuteranno a creare offerte di prodotti conformi alle norme relative alle schede gratuite elencate di seguito.

Queste norme sono state concepite per garantire un'esperienza positiva e sicura ai nostri clienti e rispettare le leggi vigenti. Ciò significa che le nostre norme vietano alcuni contenuti dannosi per i clienti e l'intero ecosistema.

Le nostre norme relative alle schede gratuite coprono quattro vaste aree:

Utilizziamo una combinazione di valutazioni automatiche e umane per garantire la conformità delle schede gratuite a queste norme. Le tecnologie che utilizziamo per la loro applicazione si fondano su algoritmi e sul machine learning, sulla base delle decisioni dei revisori, per proteggere i nostri clienti e mantenere sicure le nostre piattaforme. I casi più complessi, gravi o articolati vengono spesso esaminati e valutati dai nostri esperti appositamente addestrati.

Prendiamo provvedimenti in merito ai contenuti che violano le nostre norme. Ciò può includere la limitazione o la disapprovazione delle schede gratuite, che mostrano violazioni delle norme, in modo che non vengano pubblicate. Inoltre, può includere la limitazione della visibilità dell'offerta per alcuni account e la sospensione degli account in caso di violazioni ripetute o gravi.

Ti forniremo informazioni sul motivo per cui le tue schede gratuite violano le nostre norme e sul motivo della mancata approvazione. Se una delle tue schede gratuite non è stata approvata o ha una visibilità limitata, puoi correggere la scheda o presentare ricorso contro la decisione. Puoi anche presentare ricorso contro la sospensione dell'account in Merchant Center.

Contenuti vietati

Prodotti contraffatti

Google vieta la vendita o la visualizzazione di prodotti contraffatti. Gli articoli contraffatti contengono un marchio o un logo identici o sostanzialmente non distinguibili da un marchio o un logo esistenti. Questi articoli imitano gli elementi distintivi del brand del prodotto nel tentativo di confondersi con il prodotto originale del proprietario del brand.

Queste norme si applicano ai contenuti delle tue schede gratuite e al tuo sito web.

Prodotti pericolosi

Google desidera che gli utenti siano protetti sia online che offline, pertanto non consente la visualizzazione di determinati prodotti che provocano danni o lesioni.

Esempi di contenuti pericolosi: sostanze stupefacenti per uso ricreativo (chimiche o vegetali), sostanze psicoattive, attrezzature per fare uso di droghe, armi, munizioni, materiali esplosivi e fuochi d'artificio, istruzioni per creare esplosivi o altri prodotti dannosi, prodotti correlati al tabacco.

Prodotti che favoriscono comportamenti disonesti

Google apprezza l'onestà e la correttezza, pertanto non consente la visualizzazione di prodotti progettati per favorire comportamenti disonesti.

Esempi di prodotti che favoriscono comportamenti disonesti: istruzioni o software di pirateria informatica, documenti falsi, prodotti di circonvenzione degli esami in ambito accademico.

Contenuti inappropriati

La diversità e il rispetto per gli altri sono molto importanti per Google e il nostro continuo impegno è volto a evitare di offendere i clienti. Per questo motivo non ammettiamo schede gratuite o destinazioni che includano contenuti scioccanti o che promuovano odio, intolleranza, discriminazione o violenza.

Esempi di contenuti offensivi o inappropriati: bullismo o intimidazioni di singoli individui o gruppi, discriminazione razziale, materiali utilizzati da gruppi che incitano all'odio, immagini crude di incidenti o scene di crimini, crudeltà su animali, omicidi, autolesionismo, estorsione o ricatti, vendita o commercializzazione di specie protette.

Contenuti non supportati nelle schede gratuite

Google si propone di consentire alle aziende di mostrare una vasta gamma di prodotti, ma alcuni prodotti e piattaforme Google possono non essere ottimizzati per supportare in modo appropriato tutti i tipi di contenuti.

Per questo motivo, non è consentita la pubblicazione di determinati contenuti per cui non offriamo ai clienti un'esperienza ottimale.

Pratiche vietate

Abuso della rete delle schede gratuite

Google desidera che le schede siano utili, diversificate, pertinenti e sicure per i clienti, pertanto ha preso alcune decisioni riguardanti le modalità di pubblicazione dei contenuti sulla nostra rete. Di conseguenza non consentiamo quanto segue:

  • Contenuti dannosi
  • Siti che offrono poco o nessun valore ai clienti e che sono incentrati principalmente sulla generazione di traffico
  • Rivenditori che tentano di ottenere un vantaggio sleale nel ranking
  • Rivenditori che tentano di aggirare i nostri processi di revisione

Rappresentazione ingannevole

Google vuole che i clienti non si sentano ingannati dai contenuti pubblicati nelle schede gratuite, il che corrisponde a dimostrare chiarezza e onestà e fornire loro le informazioni necessarie per prendere decisioni oculate. Per questo motivo, non è permesso quanto segue:

  • Schede in cui viene chiesto ai clienti di effettuare un acquisto, un download o di completare altre azioni senza prima aver fornito tutte le informazioni pertinenti e aver ottenuto il loro consenso esplicito
  • Schede che rappresentano l'attività o i prodotti in un modo non preciso, irrealistico e non veritiero

Contenuti con limitazioni

Le seguenti norme sono relative a contenuti potenzialmente sensibili da un punto di vista legale o culturale. Le schede online possono essere uno strumento efficace per raggiungere nuovi clienti. Tuttavia, in alcune aree sensibili, ci impegniamo a evitarne la pubblicazione nei contesti e nei momenti in cui potrebbero risultare inopportune.

Per questo motivo, le schede relative ai seguenti contenuti sono consentite, ma con alcune limitazioni. Queste schede potrebbero non essere mostrate a tutti i clienti in tutte le località e i rivenditori potrebbero dover soddisfare ulteriori requisiti per far sì che le schede siano idonee a essere mostrate ai clienti. Nota: non tutti i prodotti, le funzionalità o le reti pubblicitarie possono supportare i contenuti soggetti a limitazioni.

Contenuti per adulti

Google sottopone a restrizioni le schede gratuite relative ai seguenti tipi di contenuti per adulti:

  • Articoli per adulti
  • Contenuti sessualmente allusivi
  • Immagini contenenti porzioni di pelle nuda e nudità

Nel pubblicare contenuti per adulti, non puoi:

  • Violare leggi o normative vigenti in qualsiasi località che hai scelto come target
  • Scegliere minori come target
  • Pubblicare contenuti sessualmente espliciti
  • Pubblicare contenuti sessuali non consensuali o che coinvolgono minorenni, compresi i contenuti di abusi sessuali su minori
  • Mostrare contenuti che possono essere interpretati come offerta di atti sessuali in cambio di un compenso

Esempi di contenuti per adulti soggetti a restrizioni: giocattoli sessuali, riviste per adulti, prodotti stimolanti della risposta sessuale, promozione di lingerie sexy.

Bevande alcoliche

Google limita la pubblicazione di schede relative a bevande alcoliche e che assomigliano a bevande alcoliche.

Nel pubblicare schede relative a bevande alcoliche, non puoi:

  • Violare leggi e standard di settore vigenti per qualsiasi località scelta come target
  • Scegliere come target utenti che non abbiano raggiunto l'età legale per l'acquisto e/o il consumo di alcolici
  • Lasciare intendere che il consumo di alcolici possa migliorare le prestazioni sessuali, sociali, professionali, intellettuali o sportive
  • Lasciare intendere che il consumo di alcolici abbia effetti salutari o terapeutici
  • Rappresentare in modo positivo l'abuso di alcolici o promuovere il consumo eccessivo o le gare di consumo di alcolici
  • Mostrare il consumo di alcolici alla guida di qualunque tipo di veicolo, durante l'uso di qualunque macchinario o lo svolgimento di qualunque attività che richieda vigilanza o destrezza

Esempi di bevande alcoliche soggette a restrizioni: birra, vino, sake, liquori o superalcolici, champagne, vino barricato, birra analcolica, vino analcolico e liquori distillati analcolici.

Contenuti protetti da copyright

Google limita la pubblicazione di contenuti protetti da copyright. Se vuoi mostrare contenuti protetti da copyright e ritieni di disporre delle autorizzazioni legali per farlo, puoi contattarci. Per scoprire di più su come gestiamo i problemi legati al copyright o per presentare un reclamo per violazione del copyright, utilizza questo modulo.

Contenuti correlati a giochi e scommesse

Google limita la pubblicazione di contenuti correlati ai giochi e scommesse.

Esempi di contenuti correlati a giochi e scommesse soggetti a restrizioni: lotterie nazionali o private, gratta e vinci di lotterie fisiche, siti che forniscono offerte promozionali o codici bonus per siti di giochi e scommesse.

Contenuti correlati alla salute

Google limita la pubblicazione di contenuti correlati alla salute quali:

  • Farmaci da banco
  • Farmaci con obbligo di prescrizione medica
  • Prodotti farmaceutici e integratori non approvati
  • Prodotti correlati a gravidanza e fertilità

Le limitazioni che si applicano a questi contenuti possono variare a seconda del prodotto che mostri e dei paesi che hai scelto come target. Alcuni contenuti, ad esempio relativi a integratori farmaceutici non autorizzati, non possono essere pubblicati in tutti i paesi.

A seconda dei contenuti mostrati e dei paesi in cui vengono pubblicate le tue schede, potresti dover richiedere una preautorizzazione a Google per poter pubblicizzare contenuti correlati alla salute.

Marchi

Google non limita l'uso dei marchi da parte dei rivenditori nel titolo o nella descrizione di una scheda gratuita relativa a un prodotto con marchio registrato o compatibile con il prodotto con marchio registrato. I rivenditori devono fare riferimento ai marchi per comunicare ai clienti cosa offrono e i clienti hanno bisogno di queste informazioni in quanto sono pertinenti per le loro ricerche. Esamineremo i reclami provenienti dai proprietari di marchi che affermano che l'utilizzo dei loro marchi può generare confusione nei clienti in merito all'origine di un prodotto. Per presentare un reclamo relativo a un marchio in qualità di proprietario del marchio, utilizza questo modulo.

Requisiti del sito

Requisiti redazionali e tecnici

Per offrire ai clienti un'esperienza di qualità, Google richiede che tutte le schede gratuite soddisfino elevati standard professionali e redazionali. Sono ammesse solo schede chiare e dall'aspetto professionale. Queste schede devono indirizzare i clienti verso prodotti e pagine di destinazione pertinenti, utili e con cui è facile interagire.

Esempi di schede che non rispettano questi requisiti redazionali e professionali:

  • Un URL di visualizzazione che non riflette accuratamente l'URL della pagina di destinazione, ad esempio "google.com" che indirizza gli utenti a "gmail.com"
  • Uso artificioso di parole, numeri, lettere, punteggiatura o simboli, ad esempio GRATIS, g-r-a-t-i-s e G₹@tis!!
  • Siti in fase di allestimento, domini parcheggiati o non funzionanti
  • Siti in cui è stato disattivato il pulsante Indietro del browser
  • Siti non visualizzabili con browser di uso comune

Raccolta e utilizzo irresponsabile dei dati

Google vuole che i clienti sappiano con certezza che le loro informazioni saranno rispettate e gestite con la cura appropriata. Pertanto, i commercianti e i rivenditori non devono utilizzare queste informazioni in modo improprio né raccoglierle per scopi poco chiari o senza adeguate misure di sicurezza.

Esempi di dati dell'utente che devono essere gestiti con cura: nome completo, indirizzo email, indirizzo postale, numero di telefono, numeri di documenti d'identità, codice di registrazione all'ente di previdenza sociale (a scopi pensionistici e non), ID fiscale, numero di polizza di assicurazione sanitaria o numero della patente, data di nascita o cognome da nubile della madre, oltre a ciascuna delle informazioni precedentemente indicate, situazione finanziaria, affiliazione politica, orientamento sessuale, gruppo etnico, religione.

Esempi di raccolta e utilizzo irresponsabile dei dati: ottenimento dei seguenti dati tramite connessioni a server non protette con SSL (https://):

  • Nome utente o indirizzo email in combinazione con password
  • Numeri di carte di credito e di debito
  • Numeri di conto bancario e titoli
  • Numeri di conto corrente
  • Numeri di bonifico bancario
  • Numeri di documenti d'identità, numero di previdenza sociale (a scopi pensionistici e non), ID fiscale, numero di polizza di assicurazione sanitaria o numero della patente

Informazioni sulle norme

Le schede gratuite consentono ad aziende di tutto il mondo e di qualsiasi dimensione di promuovere una vasta gamma di prodotti e siti web su Google e sulla nostra rete. Desideriamo aiutarti a raggiungere segmenti di pubblico e clienti esistenti e potenziali. Per contribuire alla creazione di un'esperienza sicura e positiva per gli utenti, ne ascoltiamo i suggerimenti e i dubbi relativi ai tipi di schede gratuite visualizzate. Esaminiamo periodicamente i cambiamenti relativi a pratiche e tendenze online, norme del settore e normative. Per la creazione delle norme, infine, teniamo conto anche dei nostri valori e della nostra cultura aziendale, oltre che di considerazioni di tipo commerciale, tecnico e operativo. Il risultato è un insieme di norme che si applicano a tutte le promozioni sulla rete Google.

Google esige che gli inserzionisti rispettino tutte le leggi e le normative vigenti oltre alle norme di Google descritte sopra. È importante acquisire dimestichezza con questi requisiti e mantenersi aggiornati in relazione a quelli previsti per i luoghi in cui opera l'azienda e in cui vengono pubblicate le schede. Quando rileviamo contenuti che violano questi requisiti, potremmo bloccarne la pubblicazione e, in caso di violazioni ripetute o gravi, potremmo impedirti di continuare a pubblicare schede con noi.

Tieni presente che queste limitazioni sono specifiche per le schede gratuite e non vanno pertanto a influire sulle norme relative ad altri prodotti o piattaforme Google, che differiscono in termini di funzionalità o prevedono meccanismi di supporto aggiuntivi.

Queste norme si applicano alle schede gratuite. Scopri di più sulle norme degli annunci Shopping.

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
6263154204721122473
true
Cerca nel Centro assistenza
true
true
true
true
true
71525