Impostare il monitoraggio delle conversioni offline

L'importazione delle conversioni di Google Ads ti consente di valutare cosa succede nel mondo offline dopo che gli utenti fanno clic sui tuoi annunci. In questo articolo illustreremo in che modo impostare l'account e il sito web Google Ads per il monitoraggio delle conversioni offline. Dopo avere seguito queste istruzioni, potrai importare le tue conversioni in Google Ads.

Questo articolo fornisce direttamente le istruzioni. Se vuoi saperne di più sui vantaggi e sul funzionamento del monitoraggio delle conversioni offline, leggi l'articolo Informazioni sul monitoraggio delle conversioni offline.

Se vuoi importare le conversioni da Salesforce, segui queste istruzioni per collegare gli account Google Ads e Salesforce e monitorare quando le tue campagne Google Ads portano a dei traguardi nella tua canalizzazione di vendita.

Prima di iniziare

Per importare le conversioni offline per la tua attività, devi assicurarti di soddisfare i seguenti requisiti:

  • Hai abilitato la codifica automatica. Questo ti consente di importare le conversioni offline.
  • Puoi apportare modifiche ai codici su tutte le tue pagine web. Ciò ti consente di acquisire il parametro GCLID (Google Click ID) che viene aggiunto all'URL a cui vengono indirizzati gli utenti che fanno clic sul tuo annuncio.
  • Puoi memorizzare ciascun GCLID con i dati del potenziale cliente corrispondente raccolti sul tuo sito web. Ti consigliamo di procedere in tal modo, ad esempio, nel tuo sistema di monitoraggio dei lead.
  • Il tuo ciclo clic-conversione è inferiore a 90 giorni. Le conversioni caricate più di 90 giorni dopo l'ultimo clic associato non saranno importate da Google Ads e, pertanto, non verranno visualizzate nelle statistiche delle conversioni.

Istruzioni

L'impostazione delle importazioni per il monitoraggio delle conversioni offline è suddivisa in 2 passaggi: creazione di un'azione di conversione nell'account Google Ads e configurazione del sito web e del sistema di monitoraggio dei lead. Segui entrambe le serie di istruzioni riportate di seguito.

Parte 1: crea una o più azioni di conversione per l'importazione

Devi creare una nuova azione di conversione per ogni tipo di conversione offline da misurare, ad esempio "lead qualificato" oppure "offerta vinta". Puoi misurare quante azioni di conversione offline vuoi.

Per creare una nuova azione di conversione offline:
  1. Accedi al tuo account Google Ads.
  2. Fai clic sull'icona degli strumenti  nell'angolo in alto a destra dell'account.
  3. In "Misurazione" fai clic su Conversioni.
  4. Fai clic sul pulsante più  per creare una nuova azione di conversione.
  5. Vengono visualizzate le opzioni per i diversi tipi di sorgenti di conversione che puoi monitorare. Fai clic su Importa.
  6. Seleziona Altre origini dati o risorse CRM e poi Monitora le conversioni generate dai clic o Monitora le conversioni generate dalle chiamate.
  7. Fai clic su Continua.
  8. Inserisci un nome per l'azione di conversione che stai creando. È importante ricordare il nome e l'ortografia esatti poiché dovrai inserire questo nome in seguito durante il caricamento delle informazioni sulla conversione offline.
  9. Fai clic sul menu a discesa Categoria e seleziona la categoria che meglio descrive le tue conversioni. Puoi utilizzare la categoria selezionata per segmentare i rapporti sulle conversioni. Potrai sempre modificarla in seguito.
  10. Nella sezione “Valore”, seleziona in che modo monitorare il valore di ogni conversione.
  11. Nella sezione "Conteggio", seleziona il metodo con cui conteggiare le conversioni.
  12. Fai clic su Finestra di conversione. Seleziona il periodo di tempo successivo al clic sull'annuncio durante il quale vuoi monitorare le conversioni per questa azione di conversione. La finestra può essere un intervallo compreso tra 1 e 90 giorni.
  13. (Utenti esperti) Fai clic su Includi in "Conversioni". Deseleziona questa impostazione predefinita se non vuoi includere i dati dell'azione di conversione nelle colonne "Conversioni" e "Valore di conversione". Se deselezioni questa impostazione, i dati saranno comunque inclusi nella colonna "Tutte le conversioni".
  14. Ti consigliamo di utilizzare questa impostazione se usi la strategia di offerta automatica per ottimizzare le conversioni e non vuoi includere questa specifica azione di conversione nella tua strategia di offerta. Ulteriori informazioni sull'impostazione Includi in "Conversioni".
  15. Fai clic su Modello di attribuzione. Questa impostazione ti consente di scegliere la modalità di assegnazione del credito per ogni conversione.
    • Per utilizzare un modello di attribuzione Google Ads, seleziona Utilizza attribuzione Google Ads e seleziona un modello dal menu a discesa. Per ulteriori informazioni su ciascuna opzione e sul funzionamento di questa impostazione, consulta Informazioni sui modelli di attribuzione.
    • Se vuoi utilizzare il tuo proprio modello di attribuzione e importare le frazione di credito di ciascun GCLID, seleziona Utilizza l'attribuzione esterna.

      Nota: una volta che l'azione è stata creata, non puoi passare dall'attribuzione esterna all'attribuzione Google Ads.

  16. Fai clic su Crea e continua.
  17. Fai clic su Fine.

Importante: dopo avere creato una nuova azione di conversione, attendi da 4 a 6 ore prima di caricare le conversioni per tale azione.  Se carichi le conversioni durante le prime 4-6 ore, potrebbero essere necessari 2 giorni prima che queste conversioni vengano visualizzate nei tuoi rapporti.

Come caricare le conversioni per più account da un solo file

Per eseguire questa operazione, tutti gli account pertinenti devono essere collegati da un account amministratore (Centro clienti) condiviso. È in questo account che caricherai i file. Google Ads importa qualsiasi conversione originata dai rispettivi account collegati.

Tieni presente che se carichi una conversione per un account non collegato dal tuo account amministratore, riceverai il messaggio di errore "caricamento non autorizzato".

  • Se utilizzi il monitoraggio delle conversioni su più account: crea le azioni di conversione per l'importazione a livello di account amministratore e segui le istruzioni per accertarti che tutti gli account gestiti utilizzino l'amministratore come "account di conversione".
  • Se non utilizzi il monitoraggio delle conversioni su più account: crea le azioni di conversione per l'importazione in ogni singolo account. Tieni presente che se effettui il monitoraggio della stessa conversione (ad esempio, "lead qualificato") su più account, è fondamentale utilizzare ortografia e lettere maiuscole identiche per ogni nome di conversione in ciascuno dei tuoi account.
  • Se non hai mai utilizzato il monitoraggio delle conversioni di Google Ads e tutti gli account inclusi nell'account amministratore appartengono alla stessa attività commerciale: puoi utilizzare il monitoraggio delle conversioni su più account. Può aiutarti a semplificare il monitoraggio delle conversioni e i rapporti sull'attribuzione.

Parte 2: attiva il sistema di monitoraggio del sito web e dei lead

Nella parte 2, vengono descritti i tre passaggi che devi completare: 

  1. Aggiorna ogni pagina del modulo di invio lead in modo che il GCLID venga trasferito al tuo sistema di gestione dei lead.
  2. Aggiungi uno script (di seguito è riportato il nostro script consigliato) a tutte le tue pagine web per acquisire e memorizzare il GCLID.
  3. Memorizza nel sistema di gestione dei lead il GCLID insieme ai dati del potenziale cliente. 
     

Ricorda: assicurati di avere completato la parte 1 sopra riportata ("crea una o più azioni di conversione per l'importazione") prima di procedere con questo passaggio. In caso contrario, non potrai importare le conversioni precedenti.

  1. Per aggiungere un campo modulo nascosto per il GCLID, è necessario modificare ogni pagina di invio del modulo.  In questo modo il GCLID viene trasferito al tuo sistema di backend.
    Di seguito è riportato un modulo di esempio con un campo nascosto per il GCLID.  Se puoi modificare direttamente il tuo codice del modulo, devi semplicemente inserire il tag <input> evidenziato tra i tag <form>.  In alcuni casi, potresti doverti rivolgere all'amministratore dei sistemi di gestione dei lead per generare questo codice.

 

   <form action="" name="myForm"> 		
         Name: <input type="text" name="name"> 		
         <input type="hidden" id="gclid_field" name="gclid_field" value=""> 	 	
         <input type="submit" value="Submit Form" name="btnSubmit"> 	
   </form>
       
  1. Aggiorna il codice in tutte le tue pagine web per acquisire e memorizzare il GCLID (tramite cookie o spazio di archiviazione locale). Puoi scrivere il tuo script oppure utilizzare lo script suggerito riportato di seguito.  Se utilizzi quest'ultimo, accertati di aggiornare la riga "var gclidFormFields" in modo da includere l'elenco di tutti gli ID campo che hai creato nel passaggio precedente:

    <script>

    function getParam(p) {
      var match = RegExp('[?&]' + p + '=([^&]*)').exec(window.location.search);
      return match && decodeURIComponent(match[1].replace(/\+/g, ' '));
    }

    function getExpiryRecord(value) {
      var expiryPeriod = 90 * 24 * 60 * 60 * 1000; // 90 day expiry in milliseconds

      var expiryDate = new Date().getTime() + expiryPeriod;
      return {
        value: value,
        expiryDate: expiryDate
      };
    }

    function addGclid() {
      var gclidParam = getParam('gclid');
      var gclidFormFields = ['gclid_field', 'foobar']; // all possible gclid form field ids here
      var gclidRecord = null;
      var currGclidFormField;

      var gclsrcParam = getParam('gclsrc');
      var isGclsrcValid = !gclsrcParam || gclsrcParam.indexOf('aw') !== -1;

      gclidFormFields.forEach(function (field) {
        if (document.getElementById(field)) {
          currGclidFormField = document.getElementById(field);
        }
      });

      if (gclidParam && isGclsrcValid) {
        gclidRecord = getExpiryRecord(gclidParam);
        localStorage.setItem('gclid', JSON.stringify(gclidRecord));
      }

      var gclid = gclidRecord || JSON.parse(localStorage.getItem('gclid'));
      var isGclidValid = gclid && new Date().getTime() < gclid.expiryDate;

      if (currGclidFormField && isGclidValid) {
        currGclidFormField.value = gclid.value;
      }
    }

    window.addEventListener('load', addGclid);

     </script>

Consigli per l'aggiunta del codice:

  • Per evitare di perdere alcune conversioni, ti consigliamo vivamente di aggiungere questo script a ogni pagina web del tuo sito, non solo alle pagine di destinazione. Ad esempio, aggiungi questo script al tuo modello di pagina web in modo che tutte le tue nuove pagine lo includano automaticamente. In alternativa, puoi aggiungerlo in un elemento globale, ad esempio nel piè di pagina.

  • Quando aggiungi lo script, è consigliabile inserirlo in ogni pagina web, immediatamente prima del tag di chiusura </body>.

  1. Modifica il tuo sistema di gestione dei dati dei clienti di backend in modo che quando riceve il valore GCLID dal campo del modulo possa memorizzarlo insieme ai dati del potenziale cliente. Ad esempio, se utilizzi un sistema di gestione dei lead, chiedi al team IT di aggiungere un campo personalizzato all'oggetto lead così da poter memorizzare e recuperare il GCLID in modo facile e affidabile. Il tuo team IT può consultare la guida all'integrazione per il sistema specifico in uso.

Suggerimento: utilizza Google Tag Manager per raccogliere il GCLID

Se disponi di un account Google Tag Manager e usi lo stesso nome di campo in tutti i moduli, puoi utilizzarlo per implementare lo script precedente:

  1. Accedi all'account Google Tag Manager alla pagina http://www.google.com/tagmanager.
  2. In "Account", fai clic sul nome dell'account con il contenitore che utilizzi per i tag Google Ads.
  3. In "Contenitori", fai clic sul nome del contenitore da utilizzare.
  4. Fai clic sul pulsante Nuovo poi seleziona Tag dal menu a discesa.
  5. Inserisci un nome nel campo "Nome tag" (puoi utilizzare ad esempio "Raccolta ID clic Google Ads per importazione conversioni").
  6. In "Tipo di tag", seleziona Tag HTML personalizzato dal menu a discesa.
  7. Copia il codice JavaScript dal passaggio 2 riportato sopra e incollalo nel campo "HTML".
  8. In "Regole di attivazione", fai clic sul pulsante +Aggiungi. Seleziona la casella accanto a "Tutte le pagine" e fai clic su Salva.
  9. Fai clic su Salva.
  10. Fai clic sul pulsante Crea versione.
  11. Fai clic sul pulsante Pubblica.

Importare conversioni in Google Ads

A questo punto, hai impostato l'account, il sito web e il sistema di monitoraggio dei lead Google Ads. Per completare il monitoraggio delle conversioni offline, segui le istruzioni per l'importazione delle conversioni in Google Ads.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema