Informazioni sulle offerte basate su CPA target

Nota: a partire dal 2021, nelle campagne sulla rete di ricerca troverai campi target facoltativi per le nuove strategie di offerta Massimizza le conversioni e Massimizza il valore di conversione. Con un target facoltativo, Smart Bidding ottimizza le offerte in base a questi obiettivi in modo simile al CPA (costo per azione) target e ROAS (ritorno sulla spesa pubblicitaria) target. Il comportamento della strategia Massimizza le conversioni in cui è impostato un CPA target è uguale a quello attuale della strategia CPA target. Analogamente, il comportamento della strategia Massimizza il valore di conversione in cui è impostato un ROAS target corrisponde a quello attuale della strategia ROAS target.

Scopri di più sulle modifiche all'organizzazione delle strategie Smart Bidding

Le offerte basate su CPA target sono una strategia di Smart Bidding che imposta le offerte in modo da farti ottenere il maggior numero possibile di conversioni (azioni dei clienti). Quando crei una strategia di offerta basata su CPA (costo per azione target) target, imposti un costo medio che vorresti pagare per ogni conversione. Quando un cliente esegue una ricerca su Google che corrisponde al tuo prodotto o servizio, Google Ads utilizza il CPA target per impostare un'offerta in base alla probabilità di conversione dell'asta.

Nota: nel caso delle campagne per app, il CPA target è lo stesso valore sia che la conversione riguardi l'installazione dell'app (costo per installazione) sia che consista nell'utilizzo dell'app (costo per azione in-app).

Il CPA target è disponibile sia come strategia standard per una singola campagna sia come strategia di portafoglio per più campagne. Questo articolo spiega come funzionano le offerte basate su CPA target e quali sono le relative impostazioni.

Prima di iniziare

Come funzionano

Le offerte basate su CPA target individuano automaticamente un'offerta ottimale per il tuo annuncio ogni volta che è idoneo alla pubblicazione utilizzando i dati storici della campagna e valutando gli indicatori di contesto presenti al momento dell'asta.

Alcune conversioni possono costare più dell'importo target e altre meno, ma in generale Google Ads tenterà di far corrispondere il costo per conversione al CPA target impostato. Queste modifiche nel CPA avvengono perché il tuo CPA effettivo dipende da fattori al di fuori del controllo di Google, ad esempio modifiche del tuo sito web e dei tuoi annunci o aumento della concorrenza nelle aste. Inoltre, il tasso di conversione effettivo può rivelarsi inferiore o superiore al tasso di conversione previsto.

Ad esempio, se scegli un CPA target di € 10, Google Ads imposterà automaticamente le offerte per cercare di generare il maggior numero di conversioni possibile al costo medio di € 10. Per migliorare i risultati di ogni asta dell'annuncio, questa strategia regola le offerte avvalendosi di indicatori in tempo reale come il dispositivo, il browser, la località, l'ora del giorno, l'elenco per il remarketing e altri ancora.

Creare una strategia di offerta basata su CPA target

Puoi creare una strategia di offerta basata su CPA target per una singola campagna (strategia standard) o per più campagne (strategia di offerta di portafoglio). In particolare, puoi:

  • Crearla per una nuova campagna
  • Crearla o modificarla dalle impostazioni della campagna
  • Crearla dalla Libreria condivisa "Strategie di offerta"

Puoi creare una strategia di offerta automatica per una singola campagna (strategia standard) o più campagne (strategia di offerta di portafoglio).

Spiegazioni sul rendimento del CPA target

Le spiegazioni forniscono approfondimenti sulle variazioni significative del rendimento dell'account Google Ads. Sono utili per capire rapidamente il motivo di una fluttuazione significativa del rendimento di una campagna sulla rete di ricerca o di un gruppo di annunci che utilizza la strategia CPA target.

Impostazioni

CPA target (o costo per installazione/costo per azione in-app per le campagne per app)

Si tratta dell'importo medio che vorresti pagare per una conversione. Il CPA target impostato può influire sul numero di conversioni ottenute. Un importo target troppo basso, ad esempio, può causare la perdita di clic che potrebbero generare conversioni, riducendo così il totale delle conversioni.

Se la campagna dispone di dati storici sulle conversioni, Google Ads consiglierà un CPA target. Questo valore consigliato viene calcolato sulla base del rendimento effettivo del CPA nel corso delle ultime settimane. Il calcolo tiene conto anche del traffico, per cui i target medi possono variare leggermente in base al traffico nelle posizioni in cui vengono pubblicati gli annunci.

Al momento di formulare un CPA target consigliato, non verrà preso in considerazione il rendimento degli ultimi giorni per tenere conto delle conversioni il cui completamento richiede più di un giorno dall'interazione sull'annuncio (ritardo nella conversione). Puoi scegliere se utilizzare il CPA target consigliato o impostarne uno nuovo.

Suggerimento: scegli le conversioni per cui fare offerte

L'impostazione Includi in "Conversioni" consente di decidere se includere o meno le singole azioni di conversione nelle colonne del rapporto "Conversioni" e "Valore conversione". I dati in queste colonne sono utilizzati da strategie di offerta quali CPA target, ROAS target e CPCO, pertanto la tua strategia di offerta sarà ottimizzata solo in base alle conversioni che hai scelto di includere. Scopri di più sull'impostazione Includi in "Conversioni".

Le conversioni cross-device delle campagne sulla Rete Display, video, sulla rete di ricerca e Shopping sono incluse per impostazione predefinita.

CPA target medio

Il CPA target medio corrisponde al CPA medio ponderato in base al traffico per cui è stata ottimizzata la tua strategia di offerta. Comprende gli aggiustamenti delle offerte per dispositivo, i CPA target dei gruppi di annunci ed eventuali modifiche che hai apportato al CPA target nel tempo. A causa di queste variabili, il CPA target medio può differire dal CPA target che hai impostato. Quando valuti il rendimento della strategia di offerta, devi confrontare il CPA ottenuto con il CPA target medio della strategia, perché quest'ultimo riflette con maggiore precisione l'obiettivo di ottimizzazione di Smart Bidding.

Limiti di offerta

L'impostazione di limiti di offerta per la strategia di offerte basate su CPA target non è un'operazione consigliata, poiché potrebbe limitare l'ottimizzazione automatica di Google Ads per la tua offerta. Potrebbe anche impedire a Google Ads di applicare l'importo di offerta più adatto al tuo CPA target. Se imposti limiti di offerta, questi vengono utilizzati esclusivamente nelle aste della rete di ricerca. I limiti di offerta sono disponibili solo per le strategie di offerta basate su CPA target di portafoglio (non standard).

  • Limite di offerta max: l'offerta CPC più alta che Google Ads deve impostare quando utilizzi le offerte basate su CPA target.
  • Limite di offerta min.: l'offerta CPC minima che Google Ads deve impostare quando utilizzi le offerte basate su CPA target. Tieni presente che l'algoritmo delle offerte di Google Ads potrebbe impostare un'offerta CPC max inferiore al limite di offerta minimo, generalmente in virtù della funzione di determinazione intelligente del prezzo. In altri termini, il limite di offerta che imposti non corrisponde all'offerta più bassa che può essere impostata in assoluto.

Aggiustamenti delle offerte per dispositivo

Gli aggiustamenti delle offerte per dispositivo per CPA target consentono di dare la priorità alle conversioni per dispositivo. Puoi impostare aggiustamenti per computer desktop, tablet e dispositivi mobili.

A differenza degli aggiustamenti delle offerte per CPC manuale, quelli per CPA target modificano il valore del CPA target, anziché le offerte stesse. Per ottenere il massimo rendimento, ti consigliamo di rimuovere gli aggiustamenti delle offerte per CPC manuale quando passi al CPA target.

Con un CPA target di € 10, se imposti un aggiustamento dell'offerta di +40% per i dispositivi mobili, il tuo CPA target aumenta a € 14 sui dispositivi mobili. Per impedire la pubblicazione dei tuoi annunci su qualsiasi dispositivo mobile, puoi impostare un aggiustamento delle offerte per dispositivi mobili pari a -100%.

Nota: gli aggiustamenti delle offerte non relative ai dispositivi vengono ignorati sulla rete di ricerca e sulla Rete Display.

Pagamento per le conversioni (solo Rete Display)

Puoi scegliere di pagare per le conversioni, anziché per i clic sulle campagne display intelligenti che utilizzano le offerte basate su CPA target. Quando imposti la campagna, vai alla sezione "Offerte". Cerca l'intestazione denominata "Paga per" e seleziona Conversioni dal menu a discesa. Scopri di più sul pagamento per le conversioni

Dove verranno visualizzate queste metriche

La metrica relativa al CPA target medio ti consente di misurare il CPA scelto come target dalla tua strategia di offerta per periodi di tempo specifici. Se modifichi l'intervallo di date, puoi visualizzare che cosa ha ottimizzato effettivamente la tua strategia in quel periodo. Tieni presente che non potrai avere un CPA target medio per periodi di tempo senza traffico.

Nella tabella del rendimento disponibile nella parte superiore della pagina "Campagne" troverai la metrica CPA target, che ti consente di valutare il rendimento effettivo rispetto al rendimento target. Seleziona "CPA target medio", "Costo target medio per installazione" o "Costo target medio per azione in-app" dalla categoria "Rendimento" quando aggiungi una nuova colonna o quando aggiungi la metrica al grafico del rendimento.

Puoi trovare questa metrica anche nel report sulla strategia di offerta accanto al "CPA effettivo", che corrisponde al CPA effettivamente ottenuto dalla strategia. Scopri come trovare i rapporti sulla strategia di offerta.

Il CPA target medio è disponibile per le strategie di offerta di portafoglio e standard.

Nota: per visualizzare le metriche relative a costo target medio per installazione e costo target medio per azione in-app, seleziona un intervallo di date dal 5 giugno 2020 in poi. L'impostazione è valida solo per le campagne per app.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
73067
false
false
false