Norme per i gestori dei contenuti

YouTube si impegna a garantire che il nostro ecosistema di gestione dei contenuti sia semplice, equo e libero da comportamenti illeciti. Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo definito una serie di norme che regolano l'utilizzo delle funzionalità di cui i gestori dei contenuti possono disporre attraverso il sistema di gestione dei contenuti (CMS). Tutti i gestori dei contenuti sono responsabili del rispetto di tali norme e standard per conto dei rispettivi proprietari dei contenuti.

Conseguenze in caso di violazione delle norme per i gestori dei contenuti

Perdita dell'accesso alle funzionalità del CMS

I partner che fanno un uso improprio o illecito delle funzionalità del CMS perderanno l'accesso a tali funzionalità. In genere questa sanzione è temporanea e solitamente viene applicata per un periodo di tempo che varia in funzione della specifica norma. Se possibile, provvederemo ad avvisarti quando rischi di violare una norma. In caso di avvenuta violazione, ti invieremo un'email. Il tuo partner manager ti fornirà informazioni sui dettagli specifici del caso e sui passaggi successivi da compiere. Se non hai un partner manager, puoi contattare il team di assistenza ai creator per ricevere ulteriori informazioni.

Violazioni gravi e ripetute

Prendiamo molto seriamente queste norme. Pertanto, per i partner che commettono violazioni gravi o ripetute delle nostre norme per i gestori dei contenuti sono previste sanzioni più severe. Le possibili sanzioni comprendono la perdita dell'accesso a ulteriori funzionalità del CMS, la perdita di specifiche funzionalità per periodi di tempo più lunghi, la perdita dell'accesso al CMS nella sua interezza e la risoluzione di tutti i contratti sottoscritti con YouTube.

In alcuni casi, è possibile che venga inviato un "ultimo avvertimento" per richiedere il rispetto delle norme. I gestori dei contenuti destinatari di una notifica ufficiale di "ultimo avvertimento" perderanno l'accesso alla maggior parte delle funzionalità del CMS finché non saranno in grado di superare un apposito controllo per comportamenti illeciti entro un anno. Qualsiasi ulteriore violazione delle norme per i gestori dei contenuti commessa nell'arco di un anno, così come la mancata richiesta e il mancato superamento del controllo per comportamenti illeciti, potrebbe comportare la risoluzione dei contratti sottoscritti.

Società con più proprietari di contenuti

Tieni presente che se possiedi una quota di controllo di più gestori di contenuti su YouTube, le violazioni compiute da un gestore dei contenuti potrebbero comportare sanzioni per tutti i gestori di contenuti di tua proprietà. 

Norme generali per i gestori dei contenuti

Queste norme si applicano a tutti i partner che dispongono dell'accesso a YouTube CMS.

Norme relative alla responsabilità per i canali

I gestori dei contenuti sono tenuti a garantire che tutti i canali collegati siano conformi alle norme e alle linee guida di YouTube relative ai contenuti. Queste norme si applicano ai contenuti caricati sui canali di proprietà e gestiti, nonché a quelli caricati sui canali affiliati. 

Requisiti delle norme

  • I gestori dei contenuti non devono raggiungere i 30 casi di comportamento illecito (come chiusura, sospensione o disattivazione della monetizzazione) nell'arco di 90 giorni. Queste norme si applicano ai canali negli account sia affiliati che non affiliati. 
  • I gestori dei contenuti non devono raggiungere i 10 casi di comportamento illecito del canale nei loro account non affiliati nell'arco di 90 giorni.

Violazioni delle norme

Il superamento di tale soglia verrà considerato come una violazione della norma. La prima violazione nell'arco di 90 giorni comporterà una sospensione di 1 mese. Durante un periodo di sospensione, non potrai creare o collegare nuovi canali al tuo Content Manager. 

La seconda violazione nell'arco di 90 giorni comporterà una sospensione di 2 mesi. La terza e ultima violazione comporterà sanzioni, che potrebbero prevedere la sospensione a lungo termine o la risoluzione dei contratti sottoscritti con YouTube.

Che cosa puoi fare per rispettare le norme

Norme relative all'accoglimento di nuovi canali
I gestori dei contenuti sono tenuti a intrattenere relazioni con i canali dei creator prima di aggiungerli alla propria rete. I gestori dei contenuti che, tra le altre cose, dovessero accogliere nuovi creator ricorrendo a spam o a mezzi disonesti oppure che dovessero fare un uso illecito dei privilegi di collegamento dei canali rischiano di perdere l'accesso alle funzionalità del CMS.

Requisiti delle norme:

  • I gestori dei contenuti devono registrare ogni mese un tasso di accettazione degli inviti di collegamento dei canali superiore al 90%.
  • Nel caso in cui il tasso di accettazione dei gestori scenda sotto la soglia del 90%, la loro intera rete di account del proprietario dei contenuti può subire una limitazione degli inviti di collegamento dei canali per 1 mese.

Che cosa puoi fare per rispettare le norme:

  • Invia i tuoi inviti all'inizio del mese per far sì che i creator abbiano abbastanza tempo per accettare l'invito.
  • Invia inviti solo ai canali che conosci e con i quali intrattieni effettivamente una relazione commerciale.
  • Se necessario, invia ai creator un promemoria per ricordare loro di accettare il tuo invito.
Norme sull'elusione dei sistemi
Confidiamo nel fatto che i gestori dei contenuti provvedano a gestire i diritti e i contenuti per conto dei rispettivi proprietari dei contenuti, a risolvere gli eventuali problemi che interessano la loro rete e a utilizzare YouTube CMS in modo responsabile. Questa fiducia si estende anche alle funzionalità integrate in YouTube CMS. I gestori dei contenuti che dovessero utilizzare in modo illecito queste funzionalità per aggirare i sistemi o i processi stabiliti da YouTube tradiscono questa fiducia e danneggiano l'intero ecosistema di YouTube.

Requisiti delle norme:

  • È vietato ai gestori dei contenuti tentare in qualsiasi modo di aggirare i sistemi, i processi o le norme di YouTube o di interferire con essi.
  • La violazione di questa norma è considerata un comportamento illecito grave e, come tale, può comportare la chiusura dell'intera rete di account del proprietario dei contenuti.

Tra i possibili esempi di violazione di questa norma figurano:

  • Utilizzo del CMS per monetizzare indebitamente dei contenuti che non sono idonei per la monetizzazione su YouTube. Ciò riguarda, ad esempio, contenuti che violano le Norme della community e le linee guida relative alla sicurezza del brand, come pure contenuti vietati da eventuali leggi e normative vigenti.
  • Aggiunta manuale della proprietà a risorse di Content ID per le quali non disponi di un interesse legittimo alla proprietà intellettuale, nemmeno temporaneo.
  • Utilizzo delle rivendicazioni manuali di Content ID per aggirare il processo di risoluzione della contestazione di una rivendicazione.
Norme per i gestori dei contenuti relative agli avvertimenti sul copyright
Quando un canale riceve un avvertimento sul copyright, vengono applicate sanzioni a livello di canale. I partner dovrebbero evitare di accumulare avvertimenti sul copyright relativi a canali da loro gestiti. Se tale situazione si verifica, al gestore dei contenuti verranno applicate sanzioni aggiuntive, oltre a quelle già previste dalle norme sugli avvertimenti sul canale. Le sanzioni applicate a seguito degli avvertimenti sul partner limitano l'accesso alle funzionalità, con ripercussioni sia sul proprietario dei contenuti sia sui proprietari di contenuti associati.

Requisiti delle norme:

Se un partner riceve 10 avvertimenti sul copyright nei suoi canali gestiti in un periodo di 90 giorni, sarà soggetto a un'ulteriore revisione in seguito alla quale potrebbe non essere più in grado di collegare canali o caricare video. Il contratto di partnership potrebbe inoltre essere interrotto. Dopo 90 giorni, gli avvertimenti sul copyright scadono e vengono quindi rimossi dal canale e scalati dal totale accumulato dal proprietario dei contenuti. YouTube si riserva il diritto di valutare i comportamenti illeciti e prendere provvedimenti nei loro confronti in qualsiasi momento, a sua discrezione.

Che cosa puoi fare per rispettare le norme:

  • Seleziona i nuovi canali da gestire con attenzione. Evita di aggiungere canali che potrebbero contribuire ad aumentare il totale degli avvertimenti.
  • La maggior parte dei partner ottiene i risultati migliori quando mantiene al di sotto di 120 il numero di canali di proprietà e gestiti per un proprietario dei contenuti.
  • Fai in modo che i canali che gestisci rispettino le norme sul copyright e operino secondo le norme di YouTube.
  • Continua a effettuare controlli interni adeguati man mano che aumenta il numero di canali che gestisci.
Puoi sempre visualizzare i tuoi avvertimenti sul partner all'interno del tuo account YouTube. Se ritieni che uno qualsiasi degli avvertimenti sul copyright associati non sia valido, puoi scoprire ulteriori informazioni su come presentare una contronotifica o richiedere il ritiro di una rivendicazione.
Visita il Centro assistenza per scoprire ulteriori informazioni in merito agli avvertimenti sul copyright.
Norme sulle acquisizioni e sugli accessi responsabili
Per cercare di mantenere l'integrità e la sicurezza dell'ecosistema, YouTube potrebbe limitare, sospendere o chiudere gli account CMS che ritiene compromessi da parti interdette o non affidabili. 
  • I gestori dei contenuti sono responsabili di ogni azione intrapresa durante l'utilizzo dei propri account CMS.
    • Assicurati di disporre di misure adeguate per monitorare l'accesso dei tuoi dipendenti e la loro conformità alle nostre norme. Le società sono responsabili delle azioni dei singoli dipendenti.
    • Questa norma si applica a società di terze parti ingaggiate per amministrare un account CMS.  
  • È severamente vietato concedere l'accesso all'account CMS a terze parti non affiliate o non autorizzate in cambio di compensi o altri guadagni.
    • Non noleggiare, vendere o concedere in leasing l'accesso al tuo account CMS.
    • Se hai avviato una partnership con terze parti per l'amministrazione dell'account CMS per tuo conto, tale organizzazione deve stipulare un contratto di partnership diretto con noi. 
    • Non concedere l'accesso al tuo account CMS a organizzazioni (o individui associati) con precedenti segnalazioni per comportamenti illeciti.
    • YouTube potrebbe intervenire nel caso in cui rilevasse che una terza parte non affiliata o non autorizzata ha avuto accesso al tuo account CMS. Ad esempio, YouTube potrebbe revocare l'accesso di un individuo o risolvere qualsiasi contratto associato.
Come gestore dei contenuti, devi avvisare YouTube nel caso in cui la tua società venga acquisita da un'altra. Devi avvisare YouTube anche nel caso in cui la tua società stia acquisendo un'altra società con accesso CMS. Questo deve avvenire entro 30 giorni dall'acquisizione.

Norme per Content ID

Queste norme si applicano ai partner che dispongono dell'accesso al sistema per la corrispondenza di Content ID. Visita il Centro assistenza per scoprire ulteriori informazioni sull'idoneità per l'ammissione in Content ID.

Norme relative ai contenuti idonei di Content ID
Il sistema per la corrispondenza di Content ID è uno strumento potente per la gestione dei tuoi diritti su YouTube. A causa della sua complessità e della sua natura sensibile, i contenuti devono soddisfare determinati requisiti per poter essere utilizzati come riferimento. È tua responsabilità soddisfare tali requisiti e assicurarti che il tuo riferimento rivendichi solo i video che contengono la tua proprietà intellettuale.

Requisiti delle norme

  • Devi essere in possesso dei diritti esclusivi per il materiale contenuto nel file di riferimento per i territori in cui ne rivendichi la proprietà.
    • Esempi di contenuti non idonei come riferimento:
      • Contenuti concessi in licenza non esclusiva da terze parti, come la trasmissione a livello regionale di grandi eventi sportivi.
      • Contenuti pubblicati con licenza Creative Commons o licenze aperte/gratuite simili.
      • Filmati, registrazioni o composizioni di dominio pubblico.
      • Clip di altre fonti utilizzate secondo i principi del fair use.
      • I contenuti venduti o concessi in licenza su larga scala per l'incorporamento in altri lavori, ad esempio la musica di sonorizzazione.
  • Tutti i file di riferimento devono essere sufficientemente distinti per consentire una ricerca di corrispondenze accurata.
    • Esempi di contenuti non idonei come riferimento:
      • Registrazioni per karaoke, rimasterizzazioni e registrazioni per sound-alike.
      • Effetti sonori, tracce audio di sottofondo o loop di produzione.
      • Registrazioni audio di contenuti di dominio pubblico simili ad altre registrazioni audio di quel contenuto, come la musica classica.
  • Tutti i file di riferimento devono rappresentare una singola proprietà individuale.
    • Esempi di contenuti non idonei come riferimento:
      • Compilation di brani o contenuti video in formato breve.
      • Mashup o DJ set continui.
      • Elenchi di brani in ordine di popolarità o registrazioni audio di album interi.
  • Tutti i file di riferimento utilizzati per monetizzare i contenuti devono rispettare le norme di YouTube relative ai contenuti.

Limitazioni speciali sui contenuti relativi ai videogiochi

  • Solo i publisher di videogiochi possono fornire riferimenti con filmati di gameplay o colonne sonore originali dei videogiochi. 
    • Per colonne sonore originali dei videogiochi si intendono registrazioni audio create per un videogioco in particolare, non brani concessi in licenza per essere inclusi nel gioco.
    • Questa norma comprende i video on demand di contenuti di videogiochi trasmessi in live streaming. 
      • Utilizza Copyright Match Tool o la rivendicazione manuale per proteggere questi contenuti.
  • Tutte le risorse registrazione audio per le cover delle colonne sonore originali dei videogiochi devono utilizzare una norma che prevede l'invio per esame.
    • Per queste risorse, la corrispondenza della melodia alle composizioni incorporate può comportare numerose rivendicazioni improprie che possono contraddire la volontà del publisher del videogioco.
Norme per l'invio dei riferimenti di Content ID
I gestori dei contenuti devono inviare soltanto file di riferimento idonei per la corrispondenza di Content ID. I riferimenti non validi, infatti, danneggiano sia i creator sia l'ecosistema di gestione dei diritti di YouTube. Visita il Centro assistenza per scoprire ulteriori informazioni sui contenuti idonei per Content ID.

Requisiti delle norme:

  • Tutti i gestori dei contenuti devono avere una percentuale di riferimenti di Content ID non validi inferiore all'1% del catalogo del proprietario dei contenuti e non devono superare la soglia di 500 riferimenti non validi in un periodo di 30 giorni.
  • Per i proprietari dei contenuti che dovessero superare questa soglia, la possibilità di inviare riferimenti potrebbe essere limitata o disattivata.
Norme relative alla rivendicazione manuale di Content ID

Informazioni sulla rivendicazione manuale

La rivendicazione manuale è una funzionalità che consente ai gestori dei contenuti di effettuare manualmente rivendicazioni su video che includono i loro contenuti. Deve essere utilizzata solo per colmare lacune nella copertura delle rivendicazioni. Se un tipo di contenuto non può essere oggetto di rivendicazione con la tecnologia per individuare le corrispondenze di Content ID, non dovrebbe essere oggetto di rivendicazione manuale. 
L'accesso allo strumento di rivendicazione manuale è stato concesso solo ai partner che hanno dimostrato di averne veramente bisogno. Al fine di mantenere un ecosistema sano ed equo che rispetti le quattro libertà di YouTube, l'utilizzo della rivendicazione manuale prevede requisiti rigorosi.

Restrizioni relative a quali contenuti è possibile rivendicare

 Restrizione  Dettagli
Rivendica soltanto i video che includono contenuti protetti da copyright di cui detieni la proprietà esclusiva. Rivendica soltanto i contenuti presenti all'interno del video caricato.

Non rivendicare manualmente contenuti (o porzioni di contenuti) non di tua proprietà.


Un abuso delle rivendicazioni manuali a scopo di censura potrebbe comportare la perdita immediata o permanente dell'accesso alla funzionalità, oltre ad altre possibili sanzioni.

Utilizza la rivendicazione manuale soltanto nell'ambito dei contenuti potenzialmente rivendicabili con la corrispondenza di Content ID.
 
Il sistema Content ID per rilevare le corrispondenze tra i contenuti supporta solo le rivendicazioni per le corrispondenze di audio, video e melodie tra un video caricato e i contenuti di riferimento forniti da un partner. Tutte le rivendicazioni manuali devono essere in linea con questa funzionalità di base.

Non effettuare la rivendicazione manuale di video sulla base di una miniatura o di un fermo immagine.


Non utilizzare le rivendicazioni manuali per gestire i problemi relativi a marchi, privacy o altri aspetti non relativi al copyright. 

Non effettuare la rivendicazione manuale di video che contengono rappresentazioni di personaggi coperti da copyright creati dall'utente che ha caricato il video.

Non effettuare la rivendicazione manuale di registrazioni di eventi dal vivo effettuate dai fan (ad esempio opere teatrali, spettacoli comici o eventi sportivi) a meno che tu non detenga i diritti sulla registrazione specifica o sia un editore musicale e rivendichi una composizione musicale. 

Content ID supporta solo la gestione dei diritti per le composizioni musicali e non per altre forme di opere scritte o basate su script. 

Per altri casi d'uso, ti suggeriamo di inviare una richiesta di rimozione di tipo legale o un reclamo per violazione della privacy.

Non rivendicare manualmente i video che sono o sono stati oggetto di rivendicazione per una risorsa relativa agli stessi contenuti. Questa restrizione include la rivendicazione manuale di video che hanno contestato con successo una precedente rivendicazione relativa agli stessi contenuti.

Creare manualmente rivendicazioni duplicate o in conflitto potrebbe costituire una violazione molto grave delle norme sull'elusione dei sistemi. 
Non utilizzare le rivendicazioni manuali per creare un accordo di compartecipazione alle entrate non valido tra le rivendicazioni presenti sul video. La violazione di questa norma potrebbe costituire una violazione molto grave delle norme sull'elusione dei sistemi.
Non effettuare la rivendicazione manuale di video se la tua proprietà è o dovrebbe essere incorporata in altre risorse. Non effettuare una rivendicazione manuale relativa alla composizione sul segmento di un video se ne esiste già una proveniente da una risorsa registrazione audio contenente la tua composizione. La proprietà della composizione dovrebbe essere incorporata nelle registrazioni audio se possibile.

Restrizioni relative a come è possibile rivendicare i contenuti

Restrizione Dettagli
Prima di inviare una rivendicazione manuale, hai l'obbligo di sottoporre a revisione i relativi contenuti.
 
L'automazione del processo di rivendicazione manuale non è consentita. Consulta le norme relative alle azioni manuali.
Tutte le risorse utilizzate per presentare rivendicazioni manuali devono essere corredate di metadati precisi in formato leggibile e contenuti di riferimento validi. L'unica eccezione è il caso in cui il materiale di riferimento per i contenuti rivendicati non sia adatto per la corrispondenza o sia proibito dalla nostra norma relativa ai file di riferimento. 

Benché queste risorse non richiedano riferimenti, tutte le rivendicazioni devono riguardare gli stessi contenuti distinti ed essere descritte con precisione dai metadati (le risorse "bucket" o "catch-all", ad esempio, non sono consentite).

Le risorse utilizzate nella rivendicazione manuale devono rispecchiare accuratamente l'ambito di applicazione della tua proprietà. Ad esempio, se sei un'emittente regionale che rivendica il ricaricamento di contenuti concessi in licenza, non puoi utilizzare la rivendicazione manuale per applicare una norma di blocco globale se non possiedi i diritti globali su tali contenuti.

Inoltre, le emittenti potrebbero possedere i diritti per mostrare contenuti concessi in licenza in una regione, ma ciò non significa che abbiano sempre il diritto di rivendicare i video che includono tali contenuti in quella regione.
Tutte le rivendicazioni manuali devono includere timestamp accurati che identifichino il punto in cui si trovano i contenuti rivendicati nel video. I singoli segmenti corrispondenti devono essere specificati tramite timestamp distinti.

Fornire deliberatamente o ripetutamente timestamp fuorvianti potrebbe costituire una grave violazione delle nostre norme.
Non rivendicare manualmente, applicando la norma di monetizzazione, contenuti che violano le Norme della community di YouTube o le linee guida relative alla sicurezza del brand. Tale comportamento potrebbe costituire una violazione delle norme sull'elusione dei sistemi. Ulteriori informazioni.
Per le rivendicazioni manuali di contenuti audio presenti solo in una piccola porzione di un video, l'utilizzo della norma di monetizzazione è possibile solo in circostanze molto limitate. In generale, per le rivendicazioni manuali riguardanti brevi utilizzi di contenuti audio è possibile applicare solo le norme di blocco o di tracciamento, a meno che i contenuti rivendicati non:
​Facciano parte di una compilation video, una classifica di brani o una sfida a tema musicale.
  • Facciano parte di una sigla di introduzione o chiusura al fine di creare un branding per un canale.
  • Siano in un video per il quale già esiste una rivendicazione di Content ID valida con una norma di monetizzazione.
  • Siano in un video caricato su un canale ufficiale dell'artista rappresentato dall'autore della rivendicazione.
  • Costituiscano la maggior parte del video.
Per le rivendicazioni manuali sull'"uso involontario" di contenuti audio non è consentito l'utilizzo della norma di monetizzazione, ma in linea generale è comunque possibile applicare le norme di tracciamento o di blocco a qualunque utilizzo dei tuoi contenuti. Nell'ambito di queste norme, applichiamo la definizione di "uso involontario" ai casi in cui:
  • I contenuti non siano stati aggiunti al video dal creator.
  • E non vi sia interazione tra il creator e i contenuti.

Alcuni esempi di "uso involontario" sono:

  • Il suono di un televisore che giunge da un'altra stanza dell'abitazione o dell'ufficio del creator.
  • Musica proveniente da un'auto di passaggio.

Esempi di casi che non rientrano nella definizione di uso involontario includono:

  • Cantare, ballare seguendo la musica o accompagnare la musica.
  • I contenuti aggiunti tramite software di post-produzione o editing.
  • Musica di sottofondo in un luogo in cui il creator dispone del controllo diretto sulla musica o l'intento del video è catturare l'audio, ad esempio durante un concerto.
Content ID e censura politica
Non è ammesso utilizzare Content ID a fini di censura politica su YouTube. Qualsiasi tentativo in tal senso potrebbe comportare la chiusura dell'intera rete di account del proprietario dei contenuti del gestore dei contenuti.

Suggerimenti per evitare problemi:

  • Tieni d'occhio le rivendicazioni "solo blocco" e segnala qualsiasi problema riscontrato direttamente al tuo partner manager.
Norme relative alle azioni manuali di Content ID
Content ID si basa su diverse azioni di verifica manuale effettuate dai gestori dei contenuti. Queste azioni includono, a titolo esemplificativo:
  • Risoluzione della proprietà non chiara di risorse e materiale di riferimento.
  • Revisione di reclami per violazione del copyright potenziali o contestati.

Requisiti delle norme

  • Le azioni manuali richiedono una revisione da parte di persone fisiche e non possono essere automatizzate né basate su script.
  • Tutte le azioni manuali, come la conferma di rivendicazioni potenziali o contestate, devono:
    • Rispecchiare accuratamente l'ambito di applicazione della tua proprietà.
    • Rispettare tutte le leggi e i regolamenti applicabili.
    • Rispettare tutte le norme di YouTube, come i requisiti di idoneità per la monetizzazione.
Norme sulla gestione responsabile delle risorse di Content ID
Risorse errate, duplicate o illeggibili potrebbero creare problemi all'interno del sistema di Content ID. Per questo motivo, YouTube si aspetta che i gestori dei contenuti si occupino in maniera corretta delle risorse di loro proprietà. In caso contrario, i gestori dei contenuti potrebbero incorrere nella disattivazione dell'accesso alle funzionalità del CMS o in altre sanzioni.

Requisiti delle norme

  • Tutte le risorse devono essere corredate di metadati precisi, coerenti e in formato leggibile.
    • All'utente che ha caricato il video dovrebbe essere chiaro quali contenuti siano oggetto della rivendicazione e chi sia il relativo proprietario. La quantità minima di metadati che devono essere inclusi dipende dal tipo di contenuti:
      • Registrazione audio o video musicale: dovrai includere ISRC, titolo, artista e casa discografica.
      • Composizioni musicali: dovrai includere titolo e autore.
      • Episodio televisivo: dovrai includere titolo del programma e titolo o numero dell'episodio.
      • Film: dovrai includere titolo e registi.
      • Trasmissione sportiva: dovrai includere nomi degli atleti o delle squadre e data dell'evento.
      • Altre risorse web: dovrai descrivere con precisione i contenuti di riferimento associati.
    • I partner musicali sono responsabili dell'accuratezza dei metadati che includono per l'importazione dei contenuti e la creazione di Art track.
    • Se i metadati forniti non soddisferanno i nostri standard di qualità, ci riserviamo il diritto di limitare o restringere l'importazione dei contenuti.
  • I gestori dei contenuti devono utilizzare il tipo di risorsa appropriato.
    • Ad esempio, i partner non devono creare risorse web per i contenuti musicali. Le risorse video musicali non possono essere utilizzate per le registrazioni di spettacoli dal vivo non creati da un'etichetta musicale.
  • Non creare risorse duplicate per un contenuto se nel sistema di Content ID esiste già una risorsa per tale contenuto. 
    • Aggiungi la tua proprietà alle risorse esistenti invece di crearne di nuove.
  • Non aggiungere la tua proprietà a una risorsa se non ne possiedi la proprietà intellettuale. 
    • Tale comportamento potrebbe costituire una violazione delle norme sull'elusione dei sistemi e compromettere il tuo contratto di partnership con YouTube. 
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?