Differenze tra i dati Google Ads e i dati di terze parti

Gli inserzionisti notano spesso due tipi di differenze tra i dati dei propri account Google Ads e quelli dei log del proprio server web o del software di monitoraggio di terze parti. Il primo tipo si verifica quando le statistiche Google Ads mostrano più clic complessivi rispetto ai log o ai rapporti del software di monitoraggio. Il secondo si verifica quando l'account Google Ads mostra meno clic complessivi.

Se, da un lato, queste discrepanze possono in certi casi essere significative e a volte sorprendenti, dall'altro non indicano necessariamente che gli annunci sono stati oggetto di attività non valide. Esamineremo alcuni dei motivi più frequenti per queste discrepanze e forniremo suggerimenti su come realizzare un monitoraggio dei clic accurato.

Motivi per cui un account Google Ads può presentare un numero totale di clic maggiore

Abbiamo notato che nella maggior parte dei casi le discrepanze tra i dati dei web log o del software di monitoraggio di terze parti e le statistiche di Google Ads sono dovute al fatto che i metodi di monitoraggio di terze parti non sono in grado di rilevare tutti i clic ricevuti dai tuoi annunci. Questo può accadere per diversi motivi:

  • Clic ripetuti: i clienti possono fare clic sul tuo annuncio diverse volte, ad esempio quando confrontano più offerte o eseguono una ricerca. Il software di monitoraggio di terze parti potrebbe non conteggiare queste visite ripetute al sito. Tuttavia, se gli andamenti dei clic non rientrano in un profilo di attività non valide o illecite, essi verranno conteggiati nelle statistiche del tuo account Google Ads.
  • Statistiche sulla Rete Google: Google pubblica gli annunci su una rete di prodotti e di siti della rete di ricerca e Display in continua crescita. Solitamente il software di monitoraggio web non è in grado di riconoscere come clic di Google i clic provenienti dai siti affiliati alla Rete Google. In genere, tali clic sono contrassegnati solo con il nome dei siti di terze parti.
  • Limitazioni del browser: esistono limitazioni riguardo alla capacità del software di monitoraggio di terze parti di monitorare le visite ai siti web con le intestazioni dei referrer. La maggior parte dei browser Internet più recenti trasmette automaticamente un'intestazione dei referrer quando un cliente fa clic sul tuo annuncio e viene reindirizzato al tuo sito. Tuttavia, alcuni clienti disattivano questa funzione nei loro browser. Inoltre, alcuni proxy e firewall aziendali rimuovono le intestazioni dei referrer.
  • JavaScript non attivato: se il software di monitoraggio di terze parti utilizza cookie per registrare le intestazioni dei referrer, i clic sugli annunci che si verificano in un browser con JavaScript non attivato non verranno monitorati. Il tuo account Google Ads registrerà invece i clic che hanno origine in browser con o senza JavaScript attivato.
  • Reindirizzamenti: puoi includere reindirizzamenti nell'URL finale a condizione che il reindirizzamento condivida un dominio con il tuo URL di visualizzazione. Gestisci il tuo monitoraggio di terze parti nelle opzioni URL.

Motivi per cui un account Google Ads può presentare un numero totale di clic minore

A volte, il tuo account Google Ads può presentare un numero minore di clic rispetto ai log web. Ecco alcune spiegazioni per questa mancata corrispondenza:

  • Clic filtrati: la tecnologia per la protezione dei clic di Google potrebbe aver filtrato ed escluso automaticamente clic che abbiamo ritenuto non validi e impedito il relativo addebito sul tuo account. Puoi vedere i dati sui clic non validi che vengono automaticamente esclusi dal tuo account o da campagne specifiche.
  • Visite ripetute: un cliente può, dopo aver fatto clic sul tuo annuncio, fare clic su un altro link nel tuo sito web e poi premere il pulsante Indietro del browser. Potrebbe inoltre aggiungere ai preferiti la pagina di destinazione e poi tornare al tuo sito web direttamente attraverso questo segnalibro. In entrambi i casi, la pagina di destinazione sarà ricaricata e il software di monitoraggio di terze parti potrebbe conteggiare tali clic come clic aggiuntivi.

Aumenta la precisione del monitoraggio con Google Analytics

Per monitorare in modo accurato il traffico sui tuoi annunci, ti consigliamo di utilizzare Google Analytics, uno strumento di monitoraggio gratuito e completo. Gli inserzionisti che creano un account Google Analytics attivano automaticamente un'utile funzione definita "codifica automatica". La codifica automatica aggiunge un identificatore univoco all'URL finale di un annuncio ogni volta che viene effettuato un clic su di esso, rendendo molto più facile distinguere gli effettivi clic sugli annunci dai comportamenti fuorvianti quali i ricaricamenti di pagina. Google effettua al massimo un addebito per ciascun tag unico (a condizione che il clic venga ritenuto valido).

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?