Notifica

Ricevi suggerimenti personalizzati per l'ottimizzazione, scopri lo stato del tuo account e completa la configurazione necessaria nella versione migliorata di "La mia pagina AdMob".

Mediazione

Panoramica sull'asta

Che cos'è Asta?

Asta consente alle origini annuncio di partecipare a un'asta in tempo reale per soddisfare le tue richieste di annunci. In questo modo, puoi assicurarti di ottenere le entrate più elevate per le tue impressioni.

A differenza della mediazione tradizionale, che si basa sull'eCPM o sui dati storici forniti dagli utenti per dare la priorità alle reti e chiamarle una alla volta, l'asta chiama tutte le origini annuncio partecipanti contemporaneamente. Le origini annuncio fanno offerte per ogni impressione in tempo reale. Ciò consente loro di competere equamente in un'unica asta unificata.

Per ogni specifica impressione, l'origine che pubblica l'annuncio è l'inserzionista che paga di più.

Come funziona?

L'asta funziona perfettamente con gruppi di mediazione nuovi o esistenti. Ogni origine annuncio per l'asta concorre per soddisfare le richieste di annunci insieme alle altre origini annuncio, come quelle con struttura a cascata che non partecipano all'asta.

1. Un'unità pubblicitaria genera una richiesta di annuncio.

Un'unità pubblicitaria nella tua app genera una richiesta di annuncio e la invia ad AdMob insieme a informazioni di targeting, come la piattaforma e il formato dell'annuncio.

2. AdMob abbina la richiesta di annuncio a uno dei tuoi gruppi di mediazione.

Mediazione AdMob confronta la richiesta di annuncio con le impostazioni di targeting e la priorità dei gruppi di mediazione definiti. Abbina la richiesta di annuncio al gruppo di mediazione con le corrette impostazioni di targeting e, se ce ne sono più di una, con la priorità più alta.

3. AdMob avvia un'asta.

Una volta abbinata la richiesta di annuncio a un gruppo di mediazione, le origini annuncio per l'asta del gruppo partecipano a un'asta per soddisfare la richiesta.

L'origine annuncio che ha inviato l'offerta eCPM più alta viene poi posizionata nella struttura a cascata della mediazione in base al valore eCPM.

4. La struttura a cascata della mediazione funziona normalmente e la richiesta di annuncio è soddisfatta.

Se un'origine annuncio per l'asta viene inserita al primo posto nella struttura a cascata della mediazione, l'annuncio verrà pubblicato.

Nota: le origini annuncio Asta fanno offerte solo se hanno un annuncio da mostrare. Ciò significa che se vengono chiamate nella struttura a cascata della mediazione, pubblicano l'annuncio.

Se l'origine annuncio per l'asta non è l'eCPM massimo nella struttura a cascata della mediazione, le origini annuncio con struttura a cascata vengono chiamate per prime.

Nota: puoi utilizzare un'origine annuncio per l'asta e un'origine annuncio con struttura a cascata contemporaneamente. L'origine annuncio viene chiamata per prima in un'asta. Se l'origine annuncio fa un'offerta, non viene posizionata una seconda volta nella struttura a cascata della mediazione.
 
Tuttavia, se l'origine annuncio non fa un'offerta, viene comunque chiamata come origine annuncio con struttura a cascata nella struttura a cascata della mediazione.

Al momento, le origini annuncio per l'asta non supportano la pubblicazione di annunci per le app o le richieste di annunci rivolti ai minori. Scopri di più su COPPA.

Analogamente, le origini annuncio per l'asta devono essere incluse come fornitore di tecnologia pubblicitaria. Per selezionare i fornitori di tecnologia pubblicitaria in AdMob, fai clic su Controlli per il blocco nella barra laterale e poi sulla scheda Gestisci il consenso degli utenti dell'UE.

Esempio 1: gruppo di mediazione Asta

Esempio di gruppo di mediazione Open Bidding.

Il gruppo di mediazione contiene quattro origini annuncio per l'asta. Ogni origine invia un'offerta per un'unità pubblicitaria disponibile. In questo esempio, il gruppo di mediazione non contiene origini annuncio con struttura a cascata. Questo significa che l'annuncio viene pubblicato dall'origine annuncio per l'asta con il valore più elevato.

Nota: le origini annuncio per l'asta fanno offerte solo se hanno un annuncio da mostrare.
Esempio 2: origini annuncio per l'asta e con struttura a cascata in un gruppo di mediazione

Esempio di origini annuncio Open Bidding e origini annuncio con struttura a cascata.

Il gruppo di mediazione contiene quattro origini annuncio per l'asta. Ogni origine invia un'offerta per un'unità pubblicitaria disponibile.

La rete B vince l'asta con un'offerta di 7 $ e viene posizionata nella struttura a cascata della mediazione in base al suo valore eCPM. In questo esempio, l'offerta della rete B è superiore alle altre offerte delle origini annuncio con struttura a cascata. Di conseguenza, la rete B viene inserita al primo posto nella struttura a cascata e pubblica l'annuncio. Le origini annuncio con struttura a cascata non vengono nemmeno chiamate.

Nota: le origini annuncio Asta fanno offerte solo se hanno un annuncio da mostrare. Ciò significa che se vengono chiamate nella struttura a cascata della mediazione, pubblicano l'annuncio.
Esempio 3: origini annuncio per l'asta e con struttura a cascata in un gruppo di mediazione

Esempio di origini Open Bidding e con struttura a cascata in un gruppo di mediazione.

In questo esempio, la piattaforma B vince l'asta con un'offerta di 4 $ e viene posizionata nella struttura a cascata della mediazione in base al suo valore eCPM. Tuttavia, la rete 1 ha un valore eCPM più elevato (5 $) rispetto all'offerta vincente della piattaforma B. Di conseguenza, la piattaforma B viene inserita al secondo posto nella struttura a cascata.

D'ora in poi, la struttura a cascata funzionerà normalmente. Se la rete 1 dispone di un annuncio, lo pubblica. In caso contrario, l'annuncio viene pubblicato dalla piattaforma B.

Nota: le origini annuncio Asta fanno offerte solo se hanno un annuncio da mostrare. Ciò significa che se vengono chiamate nella struttura a cascata della mediazione, pubblicano l'annuncio.

Esempio 4: asta con vendita diretta in un gruppo di mediazione

Esempio di Open Bidding con vendita diretta.

In questo esempio, la piattaforma A vince l'asta con un'offerta di 8 $ e viene posizionata nella struttura a cascata della mediazione in base al suo valore eCPM. Tuttavia, la campagna venduta direttamente ha un valore eCPM più elevato rispetto a quello dell'offerta vincente della piattaforma A. Di conseguenza, la piattaforma A viene inserita al secondo posto nella struttura a cascata.

D'ora in poi, la struttura a cascata funzionerà normalmente. La campagna venduta direttamente pubblica l'annuncio se questo è disponibile. In caso contrario, l'annuncio viene pubblicato dalla piattaforma A.

Nota: le origini annuncio Asta fanno offerte solo se hanno un annuncio da mostrare. Ciò significa che se vengono chiamate nella struttura a cascata della mediazione, pubblicano l'annuncio.

Inizia a utilizzare l'asta

Esistono due tipi di origini annuncio per l'asta che puoi utilizzare nei gruppi di mediazione:

  • Quelle che richiedono un'ulteriore configurazione prima di poter essere utilizzate e devono essere aggiunte a un gruppo di mediazione. 
  • Quelle che non richiedono alcuna configurazione e sono incluse nella Rete AdMob. 

Scopri di più sui tipi di origini annuncio per l'asta. In seguito, aggiungi le origini annuncio per l'asta a gruppi di mediazione esistenti o nuovi.

Implementazione dell'SDK

Per utilizzare l'asta, assicurati di avere integrato la mediazione delle aste nella tua app. Inoltre, tieni presente che per alcune origini annuncio possono essere previsti requisiti aggiuntivi dell'SDK.

Per saperne di più sulle origini annuncio disponibili per la funzionalità Asta e sui relativi requisiti, consulta la guida di Google Developers per Android e iOS

Come faccio a utilizzare Asta?

La funzionalità Asta è soggetta alle norme relative alle funzionalità della piattaforma app. Prima di attivare Asta, consulta le norme di comportamento di AdMob.

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
true
Show your support to promote DEI in Gaming by turning intentions into action!

Check out the newly launched Diversity in Gaming website, where you can find video stories and written pledges from global gaming developers. This campaign centers on 3 pillars: diverse teams, diverse games and diverse audiences showing how diversity is not just good for gamers, but for business as well. Show your support by taking the pledge to promote DEI in Gaming and share it on social!

Learn More

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
3929795214954036582
true
Cerca nel Centro assistenza
true
true
true