Strumento Controllo URL

Informazioni sul report Controllo URL e sul test

Lo strumento Controllo URL fornisce informazioni sulla versione indicizzata da Google di una pagina specifica e consente anche di verificare se un URL potrebbe essere indicizzabile. Le informazioni includono dettagli su dati strutturati, video, AMP collegate e indicizzazione/indicizzabilità.

Esistono due modi per accedere allo strumento Controllo URL:
  • Digita l'URL completo da esaminare nella barra di ricerca di controllo di qualsiasi schermata di Search Console. L'URL deve essere nella proprietà attualmente aperta.
  • Fai clic su un link Controlla  accanto all'URL di una pagina nella maggior parte dei report. A volte è necessario passare il mouse sopra l'URL per visualizzare questa opzione.

 

Apri lo strumento Controllo URL

 

Strumento Controllo URL - Formazione su Google Search Console

Attività comuni

  • Controllare lo stato di un URL nell'Indice Google: puoi recuperare informazioni sulla versione indicizzata da Google della tua pagina. Scopri il motivo per cui l'indicizzazione della pagina da parte di Google è riuscita o meno.
  • Controllare un URL pubblicato: verifica se una pagina del tuo sito potrebbe essere indicizzata.
  • Richiedere l'indicizzazione di un URL: richiedi la scansione di un URL da parte di Google.
  • Visualizzare una versione sottoposta a rendering della pagina: puoi vedere uno screenshot di come viene vista la pagina da Googlebot.
  • Visualizzare le risorse caricate, l'output JavaScript e altre informazioni: per vedere un elenco di risorse, il codice della pagina e altre informazioni, fai clic su Visualizza pagina sottoposta a scansione > Altre informazioni (risultato indicizzato) o Visualizza pagina testata > Altre informazioni (test in tempo reale).
  • Risolvere i problemi relativi a una pagina mancante: possono esserci diversi motivi per cui una pagina non è stata indicizzata. Lo strumento Controllo URL può aiutare a risolvere alcuni di questi problemi.
  • Individuare la tua pagina canonica: controlla la versione indicizzata della pagina e verifica il campo Indicizzazione delle pagine > Contenuto canonico selezionato da Google. Puoi determinare la versione canonica solo nei dati indicizzati; il test in tempo reale non può prevedere se la versione testata verrà considerata canonica.

Aspetti che non vengono testati

I risultati del test non verificano i seguenti aspetti, che sono obbligatori affinché una pagina sia mostrata su Google:


Controllare lo stato di un URL nell'Indice Google

Puoi richiedere informazioni dettagliate dell'Indice Google relative a un URL nella tua proprietà, tra cui indicizzabilità, eventuali risultati avanzati o video trovati, usabilità mobile e altro ancora.

Per visualizzare nell'Indice Google informazioni su un URL:

  1. Apri lo strumento Controllo URL.
  2. Inserisci l'URL completo da controllare. Alcune note:
    • L'URL deve essere nella proprietà corrente: per testare un URL in una proprietà che non ti appartiene, utilizza il test appropriato per gli utenti non proprietari, come il test dei risultati avanzati, il test di ottimizzazione mobile o il Test delle pagine AMP.
    • URL AMP e URL non AMP: puoi controllare sia gli URL AMP sia quelli non AMP. Lo strumento fornisce informazioni sulla versione AMP e non AMP corrispondente della pagina.
    • Stato versione alternativa/canonica: se la pagina ha versioni alternative/duplicate, lo strumento fornisce anche informazioni sulla versione canonica, se si trova in una tua proprietà.
  3. Leggi la sezione Comprendere i risultati.
  4. Se hai risolto i problemi da quando i dati sono stati acquisiti, testa l'URL pubblicato per verificare se Google ritiene che questi problemi siano stati risolti. Tieni presente che non tutti i problemi possono essere testati.
  5. Se vuoi, richiedi l'indicizzazione dell'URL.

Esiste un limite giornaliero di richieste di controllo per ogni proprietà che possiedi.

Informazioni sullo stato di un URL indicizzato

Punti chiave

  • Questo test non avviene in tempo reale. I risultati mostrati provengono dalla versione indicizzata più recente di una pagina, non da quella pubblicata sul Web. Le informazioni dell'indice vengono utilizzate da Google nei risultati di ricerca. La pagina potrebbe essere cambiata o non essere più disponibile dall'ultimo rilevamento da parte di Google. Per testare la versione corrente della pagina così come la vedrebbe Google, seleziona il pulsante Test in tempo reale nella pagina.
  • L'indicazione "L'URL si trova su Google" non garantisce che la tua pagina apparirà nei risultati della Ricerca. Il report non verifica tutte le condizioni per comparire su Google. Per verificare con certezza che il tuo URL sia visualizzato, cerca l'URL della pagina su Google.
  • La data "Ultima scansione eseguita" nella sezione Disponibilità della pagina mostra la data in cui è stata eseguita la scansione della pagina utilizzata per generare queste informazioni.

Comprendere i risultati

  1. Leggi lo stato complessivo della pagina nella parte superiore dello strumento per controllare se l'URL è idoneo a essere visualizzato nei risultati della Ricerca Google: l'indicazione L'URL si trova su Google segnala che l'URL è idoneo a essere visualizzato nei risultati della Ricerca, ma non è garantito che venga effettivamente mostrato. L'indicazione L'URL non si trova su Google segnala che l'URL non può essere visualizzato nei risultati della Ricerca.
  2. Espandi la sezione Indicizzazione delle pagine per visualizzare ulteriori dettagli:
    • Rilevamento: il metodo utilizzato da Google per rilevare l'URL.
    • Scansione: indica se Google ha potuto eseguire la scansione della pagina, la data di scansione ed eventuali ostacoli emersi durante la scansione dell'URL. Se lo stato è L'URL non si trova su Google, normalmente il motivo viene indicato qui.
    • Indicizzazione: l'URL canonico scelto da Google per questa pagina.
  3. Miglioramenti: se sono presenti dati strutturati, la pagina è di tipo AMP o ha una pagina AMP associata, troverai i dettagli in questa sezione. Questa sezione include anche la valutazione da parte di Google dell'usabilità mobile della tua pagina.
  4. Per visualizzare informazioni sulla richiesta, ad esempio la richiesta e la risposta HTTP e il codice HTML restituito, fai clic su Visualizza pagina sottoposta a scansione. Se il link non è attivo, significa che si è verificato un problema durante il recupero della pagina; passa il mouse sopra il link per visualizzare il motivo.

 

Lo stato di indicizzazione include le seguenti informazioni:

Stato complessivo della pagina
Lo stato complessivo della pagina viene visualizzato in una scheda nella parte superiore della pagina

La sezione superiore del report fornisce una valutazione di riepilogo che indica se l'URL è idoneo a essere visualizzato nei risultati della Ricerca Google (con alcune avvertenze). Ecco i valori possibili:

L'URL si trova su Google

  • Significato: l'URL è stato indicizzato, può comparire nei risultati della Ricerca Google e non sono stati rilevati problemi con eventuali miglioramenti trovati nella pagina (dati strutturati, pagine AMP collegate e così via).
    • Importante: l'indicazione "L'URL si trova su Google" non garantisce che la pagina venga mostrata nei risultati della Ricerca. Lo strumento Controllo URL non prende in considerazione tutti i requisiti per la visualizzazione su Google.
    • Per un test definitivo volto a verificare se il tuo URL è su Google, cercalo su Google.
  • Passaggi successivi: in genere non occorre fare nulla, ma puoi scoprire di quali informazioni è in possesso Google riguardo alla tua pagina accedendo ai dettagli della sezione sulla copertura dell'indice o sui miglioramenti.

L'URL si trova su Google, ma presenta problemi

  • Significato: uguale a L'URL si trova su Google, ma sono stati riscontrati alcuni problemi che potrebbero impedirne la visualizzazione con tutti i miglioramenti che hai applicato alla pagina. Potrebbe esserci un problema con una pagina AMP associata oppure un errore di formattazione dei dati strutturati relativi a un risultato avanzato (come una ricetta o un'offerta di lavoro) nella pagina. Leggi la sezione "Importante" in L'URL si trova su Google sopra per ulteriori considerazioni.
  • Passaggi successivi: leggi le informazioni relative agli avvisi o ai messaggi di errore presenti nello strumento e prova a risolvere i problemi descritti.

L'URL non si trova su Google

  • Significato: l'URL non comparirà nei risultati della Ricerca Google.
  • Passaggi successivi: leggi i dettagli nella sezione Indicizzazione delle pagine per conoscere i motivi per cui la pagina non è stata indicizzata e stabilire se sono presenti problemi che dovresti risolvere. Se risolvi tutte le istanze di un problema, ti consigliamo di testare la correzione eseguendo il test in tempo reale su alcune pagine (se la correzione può essere testata) e poi facendo clic su Convalida correzione per comunicarla a Google.

L'URL è una versione alternativa

  • Significato: l'URL è una pagina AMP che è una versione alternativa di una pagina non AMP canonica. Il valore Scansione eseguita da nello strumento indica il tipo di crawler (mobile o desktop) che considera questa versione una versione alternativa. Puoi trovare l'URL indicizzato nel valore Contenuto canonico selezionato da Google della sezione Disponibilità della pagina.
  • Passaggi successivi: in genere non occorre fare nulla, ma potresti controllare il valore Contenuto canonico selezionato da Google per verificare che l'URL canonico sia quello previsto.
Indicizzazione delle pagine (Google può recuperare e indicizzare la pagina?)

Questa sezione fornisce informazioni sulla capacità da parte di Google di trovare e indicizzare la pagina.

Stato di indicizzazione
Indica se l'URL è stato indicizzato o meno. L'intestazione di sezione include una descrizione breve del motivo dello stato dell'URL, spiegando il perché della presenza o dell'assenza dell'URL su Google. Sono supportati i seguenti valori:
  • La pagina è indicizzata.
  • La pagina non è indicizzata più un valore non indicizzato elencato e descritto qui.
  • La pagina non è indicizzata: l'URL è sconosciuto a Google. Significa che Google non l'ha mai rilevato in passato.
Per risolvere il problema, esegui un controllo della pagina pubblicata ed esamina la disponibilità delle pagine. Risolvi gli eventuali problemi, invia la pagina per l'indicizzazione e convalida la tua correzione.
Sitemap
Eventuali Sitemap inviate utilizzando il report Sitemap o elencate nel file robots.txt per questo sito che rimandano all'URL. Le Sitemap rilevate in altri modi non vengono indicate. Per siti nuovi o di grandi dimensioni è opportuno fornire una Sitemap che indichi a Google quali pagine sottoporre a scansione. Consulta i problemi noti.
Pagina di referral
Una pagina che Google potrebbe avere usato per trovare l'URL in questione. Questa pagina potrebbe indirizzare direttamente all'URL oppure essere superiore di due o tre livelli rispetto a una pagina che rimanda all'URL. Se questo valore non è presente non vuol dire che non esistano pagine di referral, ma semplicemente che queste informazioni potrebbero non essere al momento disponibili per lo strumento Controllo URL. Se trovi il valore "L'URL potrebbe essere rintracciato da altre sorgenti non attualmente indicate", significa che Google ha trovato l'URL con metodi diversi da una Sitemap o una pagina di referral, ma che al momento le informazioni di referral non sono disponibili allo strumento.
Ultima scansione eseguita
L'ultima scansione della pagina eseguita da Google, nel fuso orario locale. Tutte le informazioni mostrate in questo strumento vengono recuperate da quest'ultima versione sottoposta a scansione.
Scansione eseguita da
Il tipo di user agent utilizzato per la scansione (desktop o mobile).
Scansione consentita?
Indica se Google ha potuto eseguire la scansione della pagina o se questa è stata bloccata tramite una regola del file robots.txt. Se la scansione non è consentita, ma vuoi consentirla, utilizza lo strumento Tester dei file robots.txt per trovare la regola che blocca Google e rimuoverla. Testa la regola utilizzando l'URL che hai controllato qui. Dovresti poter aprire il file robots.txt nel browser all'indirizzo <site_root>/robots.txt, ad esempio https://example.com/robots.txt.
Recupero pagina
Indica se Google ha potuto o meno recuperare effettivamente la pagina dal tuo server. Il recupero può avere esito positivo anche se la pagina non viene indicizzata per un altro motivo. Valori possibili:
  • Esito positivo: è stato possibile recuperare la pagina durante l'indicizzazione.
  • Non riuscita più uno di questi motivi di stato.
  • N/D: un errore che non rientra in uno dei motivi di stato noti. Questo è un messaggio di errore generico e purtroppo non disponiamo di altre informazioni a riguardo.
Indicizzazione consentita?
Indica se l'indicizzazione della pagina è stata bloccata esplicitamente o meno. Se l'indicizzazione è stata bloccata, il motivo viene mostrato qui e la pagina non compare nei risultati della Ricerca Google. Per bloccare l'indicizzazione, utilizza il tag o l'istruzione noindex nell'URL.
Importante: se la pagina è bloccata dal file robots.txt (vedi la sezione Scansione consentita?), il valore Indicizzazione consentita? sarà sempre "Sì" perché Google non può rilevare e rispettare le istruzioni noindex. In questo caso, la pagina potrebbe essere visualizzata nei risultati della Ricerca anche se l'indicizzazione è bloccata dal tuo sito.
Contenuto canonico dichiarato dall'utente
L'URL canonico eventualmente dichiarato dalla tua pagina in modo esplicito verrà mostrato qui. Se la pagina non è una pagina alternativa, puoi utilizzare il valore Nessuno. Se la pagina fa parte di un insieme di pagine alternative, consigliamo di dichiarare espressamente l'URL canonico. Puoi dichiarare un URL canonico in diversi modi: tramite un tag <link rel="canonical">, un'intestazione HTTP, una Sitemap o alcuni altri metodi. Non possiamo garantire che Google scelga l'URL che hai indicato come canonico, ma solo che verrà preso in considerazione. Per le pagine AMP, l'URL canonico deve essere la versione non AMP, a meno che non si tratti di una versione AMP "self-canonical".
Contenuto canonico selezionato da Google

La pagina scelta da Google come URL canonico (ufficiale) nel caso in cui siano state trovate pagine simili sul sito. Google potrebbe selezionare il contenuto canonico dichiarato dall'utente, ma, a volte, anche un altro URL, se lo considera una versione canonica migliore. Se non esistono versioni alternative della pagina, la versione canonica scelta da Google sarà l'URL controllato. Se in questo campo trovi una pagina imprevista, valuta se dichiarare esplicitamente una versione canonica.

Nei risultati della Ricerca non viene sempre mostrato l'URL canonico; ad esempio, se una pagina ha una versione desktop e una mobile, è probabile che Google mostri l'URL appropriato per il dispositivo dell'utente.

Tieni presente che questo valore può non essere aggiornato di alcune ore rispetto al valore nel nostro indice.

Indicizzazione dei video (video trovati sulla pagina)

Questa sezione è presente solo se è stato rilevato un video in una pagina indicizzata. Lo stato di indicizzazione descrive se un video è stato indicizzato oppure se non è stato possibile indicizzarlo su questa pagina.

Può essere indicizzato un solo video per pagina. Se la pagina contiene un solo video, vengono mostrate le informazioni relative a questo video. Se la pagina include più video, Google prova a indicizzare i video in ordine di preferenza e si interrompe quando trova un video che può essere indicizzato. Le informazioni contenute nel report riguardano il video indicizzato, in caso di esito positivo, o il candidato migliore, in caso di indicizzazione del video non riuscita. Scopri di più sull'indicizzazione dei video.

Stato di indicizzazione del video

Per una pagina in cui è stato rilevato un video, possono essere mostrati i seguenti stati di indicizzazione:

  • Video indicizzato: Google ha trovato uno o più video nella pagina e ha potuto indicizzarne uno.
  • Nessun video indicizzato: Google ha trovato uno o più video nella pagina, ma non ha potuto indicizzarne nessuno.

Informazioni aggiuntive sul video

Ulteriori informazioni sul video mostrate nel report sono disponibili qui.

Problemi di indicizzazione dei video

Uno qualsiasi dei seguenti problemi, mostrato nella sezione Dettagli video, può impedire l'indicizzazione di un video. Se nella pagina sono stati trovati più video, il problema riscontrato si applica al candidato migliore.

Problema Descrizione
Google non ha potuto stabilire il video in evidenza nella pagina

Google non ha trovato un video che possa essere considerato abbastanza in evidenza per essere ritenuto il video della pagina in questione.

Ti consigliamo di risolvere altri problemi prima di risolvere questo. In alcuni casi, questo problema può essere causato da problemi di rendering in Googlebot, quindi potresti non riuscire a risolverlo, ma devi assicurarti che il video sia ragionevolmente in evidenza nella tua pagina.

Prova a utilizzare il test in tempo reale del report Controllo URL sulla tua pagina ed esamina lo screenshot per visualizzarla come la vede Google. Controlla l'URL della pagina, poi fai clic su Testa URL pubblicato > Visualizza pagina testata > Screenshot. Se il video non rientra nella posizione iniziale dello schermo, devi provare un altro metodo di test.

Impossibile determinare la posizione e le dimensioni del video Il video player non è presente nella pagina una volta caricata. In genere ciò si verifica quando la pagina include un'immagine in cui verrà visualizzato il player (spesso uno screenshot o un'immagine del player) su cui è necessario fare clic per avviare la riproduzione. Per risolvere il problema, carica il video player nelle dimensioni e nella posizione effettive visualizzate quando la pagina è caricata, senza richiedere alcuna interazione da parte dell'utente.
Video troppo grande o troppo piccolo L'area di riproduzione del video è troppo grande o troppo piccola per la pagina. Leggi le linee guida sulle dimensioni dei video e regola le dimensioni del player in modo che siano appropriate per la pagina.
Errore MRSS; prova a usare invece schema.org Per descrivere il video utilizzi MRSS (media RSS) e Google ha riscontrato un problema durante l'elaborazione della descrizione. Prova a utilizzare il markup di schema.org per descrivere il video.
URL del video non valido Il formato dell'URL del video non è valido, ad esempio utilizza caratteri non ammessi, come gli spazi, o un protocollo non valido, come "htttttp" anziché "http".
Formato video non supportato

Il video è codificato in un formato non supportato, in base all'estensione del file dell'URL del file video. Assicurati di utilizzare un formato supportato e di specificare un URL che indichi con precisione il formato del video. L'estensione del file è indicata dai tre o quattro caratteri che seguono il punto nel nome del file.

Esempi corretti:

  • https://example.com/videos/video1.mp4
  • https://example.com/videos/video1.mpeg

Esempio sbagliato: https://example.com/videos/video1.ogg

 

Formato video sconosciuto

L'estensione del file video non corrisponde a nessun formato video supportato da Google oppure non è indicata. Google valuta il formato del file in base all'URL del video. Assicurati che il video sia in un formato supportato e che includa l'estensione del file appropriata.

  • Esempio corretto: https://example.com/video1.mp4
  • Esempi sbagliati:
    • https://example.com/videos/myvideo
    • https://example.com/videos/myvideo.324fvsf4rf
Nessun URL miniatura fornito

Non è stata specificata nessuna immagine in miniatura per questo video e Google non ha potuto generarne una per te. Fornisci un link a una miniatura del video utilizzando i dati strutturati, una Sitemap o un file mRSS.

Se hai fornito un URL della miniatura utilizzando dati strutturati e hai ricevuto questo errore, assicurati che non stai definendo un URL della miniatura diverso per lo stesso video in un tag HTML. Devi specificare lo stesso titolo, lo stesso URL della miniatura e lo stesso URL del video in tutte le fonti (Sitemap, tag HTML, meta tag e dati strutturati) che descrivono lo stesso video sulla medesima pagina.

Formato miniatura non supportato L'immagine in miniatura specificata è in un formato non supportato, in base all'estensione del file della miniatura. Assicurati di utilizzare solo formati dell'immagine supportati per l'immagine in miniatura e di specificare l'estensione del formato appropriata.
Dimensioni della miniatura non valide La miniatura specificata presenta dimensioni non valide e Google non ha potuto generarne una per te. Fornisci una miniatura di dimensioni supportate.
Miniatura bloccata da robots.txt La miniatura fornita è bloccata per Google da una regola del file robots.txt. Se l'immagine è ospitata su un altro sito, contattalo per sapere come sbloccarla oppure fornisci un link a un'immagine in miniatura che possa essere raggiunta da Google senza requisiti di accesso e che non sia bloccata da regole del file robots.txt.
La miniatura è trasparente La miniatura fornita ha un livello di trasparenza superiore alla soglia accettabile: almeno l'80% dell'immagine deve avere un livello alfa superiore a 250. Le miniature trasparenti non sono consentite per l'indicizzazione dei video.
Impossibile raggiungere la miniatura Google non ha potuto accedere alla miniatura fornita all'URL indicato. Non si tratta di un problema correlato al file robots.txt. Forse l'immagine è protetta da password oppure non esiste più all'URL fornito.
Video non elaborato Google ha rilevato che nella pagina è presente almeno un video, ma ha deciso di non indicizzarlo.
Video non ancora elaborato Il video è in fase di elaborazione; ricontrolla dopo qualche giorno per vedere se l'elaborazione è completata.
Video non trovato sul servizio host Il video specificato non è presente nel servizio di hosting o è incluso in un servizio di hosting privato non raggiungibile dal crawler di Google. Per verificare, visita il servizio utilizzando l'ID video, poi aggiorna la pagina con l'ID o l'URL corretto per il tuo servizio di hosting video.
Miniatura mancante o non valida La miniatura non è stata fornita, non è disponibile o non è valida. Per motivi tecnici, il sistema non è in grado di distinguere tra questi problemi. Verifica che sia stato fornito un URL miniatura valido in un formato supportato, con un'estensione del file accurata, e che la miniatura sia disponibile per Google.
Miniatura non valida La miniatura non è valida per qualche motivo non contemplato da un altro errore relativo alle miniature elencato qui. Verifica di aver specificato un'immagine in miniatura, di rispettare tutte le linee guida relative alle miniature e che l'immagine sia disponibile per Google.
Miglioramenti (usabilità mobile, AMP e altro ancora)

In questa sezione vengono descritti gli eventuali miglioramenti della Ricerca rilevati da Google in merito all'URL in occasione dell'ultima indicizzazione. Questa sezione sarà vuota se non è stato possibile indicizzare l'URL o se non sono stati rilevati miglioramenti.

Se fai clic su una sezione relativa a un miglioramento, viene aperta una pagina secondaria corrispondente; per tornare alla pagina di controllo principale, fai clic su Controllo URL nella parte superiore della pagina.

Questo strumento non mostra ancora tutti i possibili miglioramenti. Di seguito sono riportati i miglioramenti supportati dallo strumento.

Usabilità su mobile

Scopri se la pagina è facile da usare sui dispositivi mobili. Non tutte le pagine vengono testate per l'usabilità mobile.

L'URL testato per l'usabilità mobile potrebbe non essere lo stesso URL inserito. Durante l'indicizzazione, Google cerca di determinare la migliore versione mobile per qualsiasi URL canonico, quindi segue i reindirizzamenti, i tag rel=alternate e le versioni AMP collegate durante la scelta e il test di un URL.

Ecco gli esiti possibili:

  • La pagina è usabile su dispositivo mobile: la pagina dovrebbe funzionare correttamente su un dispositivo mobile.
  • La pagina non è usabile su dispositivo mobile: la pagina non funziona bene su un dispositivo mobile a causa di alcuni problemi. Vedi le descrizioni dei possibili errori.

Espandi la sezione dei dettagli per avere maggiori informazioni sull'usabilità mobile per questo URL.

Per un test interattivo di usabilità mobile che ti consenta di eseguire il debug e testare il tuo codice, utilizza lo strumento Test di ottimizzazione mobile.

AMP

Se controlli una pagina non AMP con una versione AMP collegata oppure controlli direttamente una pagina AMP, puoi consultare le informazioni al riguardo selezionando il risultato AMP. Usa queste informazioni per individuare e risolvere problemi di indicizzazione e di altro tipo relativi specificatamente alle pagine AMP.

I dettagli mostrati qui riguardano la versione AMP a cui viene fatto riferimento nella pagina corrente; non si applicano alla pagina corrente, a meno che la pagina AMP sia la pagina canonica.

Oltre agli errori AMP standard, potresti trovare questi errori AMP specifici di Google.

Per vedere altre pagine del sito interessate da un problema specifico, seleziona la riga della descrizione del problema, poi seleziona Apri report.

Gli stati possibili di una pagina AMP o di una Storia web esaminata con lo strumento Controllo URL sono i seguenti:

  • La pagina AMP è valida/La Storia web è valida: la pagina AMP è valida ed è stata indicizzata.
  • La pagina AMP non è valida/La Storia web non è valida: la pagina AMP presenta un errore che ne impedisce l'indicizzazione.
  • La pagina AMP non è stata indicizzata/La Storia web non è stata indicizzata (versione indicizzata) o Impossibile indicizzare la pagina AMP/Impossibile indicizzare la Storia web (controllo in tempo reale): l'indicizzazione della pagina è stata bloccata tramite una regola del file robots.txt o un'istruzione noindex.
  • La pagina AMP è valida con avvisi/La Storia web è valida con avvisi: la pagina AMP può essere indicizzata, ma si sono verificati alcuni problemi che potrebbero impedirle di ricevere le funzionalità complete, oppure la pagina utilizza tag o attributi obsoleti e potrebbe cessare di essere valida in futuro.
  • Non è una pagina AMP: la pagina controllata non era una pagina AMP.

Per un debugger interattivo di codice AMP, puoi utilizzare il Test delle pagine AMP.

Risultati avanzati rilevati sulla pagina

Puoi trovare informazioni sui tipi di risultati avanzati (dati strutturati) trovati nella pagina. Le informazioni includono il numero di elementi validi trovati in corrispondenza dell'URL, descrizioni di ogni elemento e dettagli su eventuali avvisi o errori trovati. Espandi Elementi rilevati per visualizzare i dettagli sugli eventuali dati strutturati trovati nella pagina, con eventuali problemi contrassegnati. Se possibile, fai clic su un problema evidenziato nel report per visualizzare il codice problematico.

Per un debugger interattivo di dati strutturati, in cui puoi modificare e testare i dati strutturati, utilizza il test dei risultati avanzati, che mostra anche un'anteprima di alcuni tipi di dati strutturati.

Sono supportati i seguenti tipi di risultati avanzati:

Non trovo il mio risultato avanzato.
Al momento lo strumento non supporta tutti i tipi di risultati avanzati. I tipi non supportati potrebbero essere presenti ed essere validi nella pagina, nonché comparire nei risultati della Ricerca, ma non venire riportati nello strumento.

Dati aggiuntivi sulla risposta

Per visualizzare dati aggiuntivi sulla risposta, come il codice HTML non elaborato, le intestazioni HTTP, l'output della console JavaScript ed eventuali risorse di pagina caricate, fai clic su Visualizza pagina sottoposta a scansione.
Ulteriori informazioni sulla risposta sono disponibili solo per gli URL con stato L'URL si trova su Google o L'URL si trova su Google, ma presenta problemi.
Il crawler utilizzato per generare i dati dipende da dove ti trovi quando apri il riquadro laterale:
  • Quando vengono aperti dal livello superiore del report, dal report secondario su HTTPS e da eventuali report secondari su dati strutturati in Miglioramenti ed esperienza, il tipo di crawler viene visualizzato in Disponibilità della pagina > Scansione eseguita > Scansione eseguita da.
  • Quando vengono aperti dai report secondari su AMP o usabilità mobile, il tipo di crawler è Googlebot per smartphone.
Uno screenshot della pagina visualizzata è disponibile solo in un test in tempo reale.

 

Test degli URL pubblicati

Esegui un test in tempo reale di un URL nella tua proprietà per verificare eventuali problemi di indicizzazione, usabilità mobile, dati strutturati e altro ancora. Il test in tempo reale è utile per correggere la pagina e verificare se un problema è stato risolto.

Per eseguire un test in tempo reale per verificare potenziali errori di indicizzazione:

  1. Controlla l'URL. Nota: non è un problema se la pagina non è stata ancora indicizzata o se l'indicizzazione non è andata a buon fine, ma la pagina deve essere accessibile da Internet senza dover inserire i requisiti di accesso.
  2. Fai clic su Testa URL pubblicato.
  3. Consulta la sezione Comprendere i risultati: test in tempo reale per capire cosa stai visualizzando.
  4. Puoi spostarti tra i risultati del test in tempo reale e i risultati della pagina indicizzata facendo clic su Indice Google o Test in tempo reale nella pagina.
  5. Per ripetere un test in tempo reale, fai clic sul pulsante di ripetizione Ricarica nella pagina del test.
  6. Per visualizzare informazioni dettagliate sulla pagina, tra cui uno screenshot e intestazioni delle risposte HTTP, fai clic su Visualizza pagina sottoposta a scansione.

Esiste un limite giornaliero di controlli in tempo reale per ciascuna proprietà.

Informazioni sui risultati del test in tempo reale

Punti chiave:

  • Si tratta di un test in tempo reale; questo strumento recupera ed esamina l'URL in tempo reale. Le informazioni mostrate nel test in tempo reale potrebbero essere diverse da quelle mostrate per l'URL indicizzato, per i motivi spiegati di seguito.
  • Il test in tempo reale non controlla la presenza dell'URL in eventuali Sitemap o pagine di referral.
  • Il test in tempo reale non verifica tutti i possibili problemi di indicizzazione, compreso se si tratta di una pagina duplicata o alternativa. Le pagine duplicate non vengono indicizzate.
  • Il test in tempo reale non controlla che la pagina sia conforme alle norme sulla qualità e sulla sicurezza, alle azioni manuali, alle rimozioni di contenuti o agli URL bloccati temporaneamente.
  • Lo stato Indicizzabile dell'URL pubblicato può essere diverso dallo stato Disponibilità della pagina dell'URL indicizzato per i seguenti motivi:
    • Hai cambiato o sistemato qualcosa nell'URL pubblicato, ad esempio hai rimosso (o aggiunto) un tag noindex o un blocco nel file robots.txt e le modifiche non sono state ancora indicizzate. Esamina la differenza tra i risultati indicizzati e quelli pubblicati oppure controlla la cronologia delle versioni della pagina sul tuo sito per individuare le differenze tra la versione indicizzata e quella pubblicata.
    • Il test in tempo reale non supporta tutti gli stati dell'indice nella versione indicizzata. Alcuni stati in questa versione non vengono testati o non hanno senso in un test in tempo reale e vengono segnalati diversamente in quel test. Leggi le informazioni dettagliate nella sezione Indicizzabile per conoscere gli stati non supportati.

Un risultato valido indica che la mia pagina verrà indicizzata?

No. Il test degli URL pubblicati controlla soltanto se Googlebot riesce ad accedere alla tua pagina per l'indicizzazione. Non esiste un test definitivo che possa garantire che la tua pagina sia inclusa nell'Indice Google. Anche se ricevi un esito di pagina valida o di avviso nel test in tempo reale, la pagina deve soddisfare anche altre condizioni per poter essere indicizzata. Ad esempio:

  • La pagina non può essere oggetto di azioni manuali o problemi di natura legale.
  • La pagina non può essere un duplicato di un'altra pagina indicizzata; deve essere univoca o essere selezionata come versione canonica di un insieme di pagine simili.
  • La qualità della pagina deve essere sufficiente per giustificare l'indicizzazione.

 

I risultati del test in tempo reale includono le seguenti informazioni:

Stato generale della pagina (test in tempo reale)
Nella sezione superiore viene riportata la valutazione generale della possibilità o meno di indicizzare l'URL pubblicato. Un risultato positivo non garantisce che l'URL venga mostrato nei risultati della Ricerca, ma significa che l'URL può essere sottoposto a scansione e analizzato. Lo strumento Controllo URL non prende in considerazione le azioni manuali, le rimozioni di contenuti, i problemi relativi a qualità e sicurezza o gli URL bloccati temporaneamente.
Importante: il test in tempo reale non copre tutte le possibili condizioni di indicizzazione. I problemi contrassegnati con "no" in questa tabella non vengono controllati nel test in tempo reale e possono verificarsi quando la pagina viene indicizzata, indipendentemente dallo stato dell'URL pubblicato.
Se la pagina include un reindirizzamento, Google testerà la destinazione del reindirizzamento senza indicare che si tratta di un reindirizzamento o che quale URL è stato testato nel test in tempo reale. Il report sulle pagine indicizzate mostrerà i reindirizzamenti.

Ecco i valori possibili:

L'URL è disponibile per Google

  • Significato: l'URL non è bloccato e non presenta errori rilevabili che ne impediscono la completa indicizzazione. Se Google lo indicizza, l'URL può comparire nei risultati della Ricerca Google, se è conforme alle norme sulla qualità e sulla sicurezza e non è soggetto ad azioni manuali, rimozioni di contenuti o URL bloccati temporaneamente. Scopri quali problemi non vengono controllati.
  • Passaggi successivi: se la pagina è diversa dalla versione indicizzata, puoi richiedere l'indicizzazione facendo clic su Richiesta di indicizzazione nel report. In alternativa potresti inviare una Sitemap o aspettare che sia eseguita la scansione naturale della pagina.

L'URL è disponibile per Google, ma presenta alcuni problemi

  • Significato: l'URL può essere indicizzato da Google, ma sono stati riscontrati alcuni problemi che potrebbero impedirne la visualizzazione con i miglioramenti che hai provato a implementare. Potrebbe esserci un problema con una pagina AMP associata oppure un errore di formattazione dei dati strutturati relativi a un risultato avanzato (come una ricetta o un'offerta di lavoro) nella pagina. Scopri quali problemi non vengono controllati.
  • Passaggi successivi: leggi le informazioni relative agli avvisi o ai messaggi di errore presenti nello strumento e prova a risolvere i problemi descritti.

L'URL non è disponibile per Google

  • Significato: questo URL non può comparire nei risultati della Ricerca Google a causa di un problema critico.
  • Passaggi successivi: leggi le informazioni dettagliate nella sezione Disponibilità per saperne di più sul motivo.
Disponibilità (test in tempo reale)

Questa sezione dello strumento descrive se è probabile che la pagina possa essere indicizzata da Google. Tuttavia, un risultato positivo non garantisce che l'URL venga mostrato nei risultati della Ricerca.

Il test non verifica la conformità della pagina alle norme sulla qualità e sulla sicurezza di Google, eventuali azioni manuali o problemi di sicurezza, rimozioni di contenuti oppure URL bloccati temporaneamente. La pagina deve superare tutti questi controlli durante l'indicizzazione per essere disponibile nei risultati della Ricerca Google.

Stato Disponibilità
Lo stato di disponibilità dell'URL pubblicato. Ecco i valori possibili:
Ora
L'ora del test in tempo reale.
Scansione eseguita da
Il tipo di user agent utilizzato per il test in tempo reale.
Scansione consentita?
Indica se Google potrà eseguire la scansione della pagina (ovvero potrà visitarla) o se questa verrà bloccata tramite una regola del file robots.txt. Se non vuoi bloccare Google, devi rimuovere il blocco del file robots.txt. Tieni presente che la rimozione del blocco non corrisponde a consentire l'indicizzazione, che viene gestita tramite il valore "Indicizzazione consentita?". Scopri come correggere una pagina bloccata.
Recupero pagina
Indica se Google ha potuto o meno recuperare effettivamente la pagina dal tuo server. Se la scansione non è consentita, in questo campo viene mostrato un errore. Se la scansione è consentita, il recupero della pagina potrebbe comunque non riuscire per vari motivi. Leggi le spiegazioni degli errori di recupero.
  • Esito positivo: è stato possibile recuperare la pagina durante l'indicizzazione.
  • Non riuscita più uno di questi stati non indicizzati oppure un errore in tutto il sito.
  • Errore interno: si è verificato un errore di scansione di Google che non rientra in nessuno di questi altri problemi. Attendi un istante e riprova.
  • N/D: un errore che non rientra in uno dei motivi di stato noti. Questo è un messaggio di errore generico e purtroppo non disponiamo di altre informazioni a riguardo.
Indicizzazione consentita?
Indica se l'indicizzazione della pagina viene bloccata esplicitamente o meno. Se l'indicizzazione è stata bloccata, ne viene spiegato il motivo e la pagina non compare nei risultati della Ricerca Google. IMPORTANTE Se la pagina è bloccata dal file robots.txt (vedi la sezione "Scansione consentita?"), il valore "Indicizzazione consentita?" sarà sempre "Sì" perché Google non può rilevare e rispettare eventuali istruzioni noindex. Di conseguenza, la tua pagina potrebbe comparire nei risultati della Ricerca.
Contenuto canonico dichiarato dall'utente
L'URL canonico eventualmente dichiarato dalla tua pagina in modo esplicito verrà mostrato qui. Se la pagina non è un duplicato, puoi utilizzare il valore Nessuno. Se la pagina fa parte di un insieme di pagine simili o duplicate, ti consigliamo di dichiarare espressamente l'URL canonico. Puoi dichiarare un URL canonico in diversi modi: tramite un tag <link rel="canonical">, un'intestazione HTTP, una Sitemap o alcuni altri metodi. Non possiamo garantire che Google scelga questo URL, solo che verrà preso in considerazione. Per le pagine AMP, l'URL canonico deve essere la versione non AMP (a meno che non si tratti di una versione AMP "self-canonical").

 

Problemi di copertura dell'indice non verificati nel test in tempo reale
Il test in tempo reale non è in grado di rilevare tutte le condizioni della pagina o prevedere il successo dell'indicizzazione con un'affidabilità del 100%. Questo accade perché alcuni tipi di problemi non sono presenti o non possono essere testati in tempo reale, ad esempio la selezione canonica o se un URL è stato inviato in una Sitemap. Se una condizione non viene controllata, il risultato del test in tempo reale potrebbe essere che l'URL è disponibile per Google, mentre in realtà l'indicizzazione non andrà a buon fine a causa della condizione non testata nel test in tempo reale.
Di seguito sono riportati i problemi di indicizzazione nel report Copertura dell'indice che non possono essere verificati nel test in tempo reale:
Altri miglioramenti: usabilità mobile, AMP, dati strutturati (test in tempo reale)

Usabilità mobile

Per saperne di più, consulta la sezione sull'usabilità mobile delle pagine indicizzate.

Quale URL viene testato?

Se è presente un URL AMP associato all'URL inviato, questo URL AMP verrà testato per l'usabilità mobile,* tranne se la pagina AMP è una pagina AMP non valida. Se nessun URL AMP è associato all'URL inviato (o se l'URL AMP associato non è valido), il test richiederà l'URL inviato con uno user agent per mobile, seguirà eventuali reindirizzamenti e verificherà l'URL finale. L'URL testato non viene mostrato nel report.
Tieni presente che il comportamento durante l'indicizzazione è più complesso e prende in considerazione URL alternativi, duplicati e altre condizioni. Di conseguenza, dovresti fare affidamento sul test di usabilità mobile delle pagine indicizzate e comprendere che i risultati di usabilità mobile in tempo reale potrebbero essere relativi a un URL diverso da quello utilizzato durante l'indicizzazione.

AMP

Per saperne di più, consulta la sezione sulle pagine AMP indicizzate.

Quale URL viene testato?
Per determinare l'URL AMP da testare, il test recupera l'URL inviato utilizzando uno user agent per desktop e segue tutti i reindirizzamenti. Successivamente:
  • Se l'URL finale è una pagina AMP, questo URL verrà testato.
  • Se l'URL finale rimanda a una pagina AMP, verrà testata la pagina AMP collegata.
  • Se l'URL finale non è una pagina AMP né rimanda a una pagina AMP, il test non avrà risultati AMP.

Dati strutturati

Per saperne di più, consulta la sezione sulle pagine AMP indicizzate.

Dati aggiuntivi sulla risposta (test in tempo reale)

Fai clic su Visualizza pagina testata per visualizzare dati aggiuntivi sulla risposta come uno screenshot della pagina visualizzata, il codice HTML non elaborato restituito, le intestazioni HTTP, l'output della console JavaScript ed eventuali risorse di pagina caricate.
Ulteriori dati sulla risposta sono disponibili nel test in tempo reale solo quando lo stato del test è L'URL è disponibile per Google o L'URL è disponibile per Google, ma presenta alcuni problemi.
Il crawler utilizzato per generare i dati dipende da dove ti trovi quando apri il riquadro laterale:
  • Quando vengono aperti dal livello superiore del report, dal report secondario su HTTPS e da eventuali report secondari su dati strutturati in Miglioramenti ed esperienza, il tipo di crawler viene visualizzato in Disponibilità della pagina > Scansione eseguita > Scansione eseguita da.
  • Quando vengono aperti dai report secondari su AMP o usabilità mobile, il tipo di crawler è Googlebot per smartphone.
Problemi di disponibilità in tutto il sito

Se lo stato Disponibilità in tempo reale indica un problema a livello di sito, ecco i possibili valori di Recupero pagina:

  • Il server DNS non risponde. Spesso si tratta di un problema temporaneo che si risolve autonomamente in pochi minuti.
  • Errore DNS: host sconosciuto. Il server DNS non ha risolto l'URL. Potrebbe trattarsi di un problema temporaneo che si risolve autonomamente in pochi minuti.
  • Errore DNS: IP privato fornito. Il DNS ha restituito un IP che rientra in un intervallo speciale/privato escluso, ad esempio l'IP privato RFC 1918 (ad esempio 10.0.0.1).
  • Errore di connessione al server. Il server non era raggiungibile oppure la connessione è stata rifiutata o non è riuscita. Scopri di più.
  • Risposta del server non valida. Il server non supporta il protocollo richiesto; la risposta o le intestazioni sono state troncate oppure non è stato possibile analizzare la risposta (ad esempio, se i dati della risposta sono stati compressi in modo errato). Scopri di più.
  • Certificato SSL del server non valido. Il certificato SSL del sito non è valido. Google non testerà un URL HTTPS sul sito a meno che il certificato non sia valido.
  • Robots.txt non raggiungibile. Google non eseguirà la scansione di un sito web se il file robots.txt è presente, ma non è raggiungibile. Puoi verificare la disponibilità del tuo file robots.txt nel report Statistiche di scansione.
  • Carico host superato. Il tuo sito sembra avere raggiunto la capacità massima per le richieste di scansione o ispezione di Google. Google non può eseguire test fino a quando il carico del traffico (come stimato da Google) non cala.

Tieni presente che gli errori del server possono essere temporanei, per cui potrebbero verificarsi errori del server durante un test in tempo reale che non emergono durante la scansione o, al contrario, il test in tempo reale potrebbe non riuscire quando si verifica un errore del server durante la scansione.

Visualizzare la pagina sottoposta a rendering

Puoi vedere uno screenshot della pagina sottoposta a rendering così come la vede Googlebot. È utile per verificare che tutti gli elementi della pagina siano presenti e vengano visualizzati come previsto. Le differenze potrebbero essere dovute alla presenza di risorse bloccate per Googlebot.

Uno screenshot è disponibile solo in un test in tempo reale con un risultato del test con esito positivo. Gli screenshot non sono disponibili per l'URL indicizzato o per i recuperi non riusciti del test in tempo reale. La pagina deve essere raggiungibile perché sia possibile generare uno screenshot. Se la pagina è protetta da un firewall, puoi esporla allo strumento Controllo URL usando un tunnel.

Per visualizzare la pagina sottoposta a rendering:

  1. Controlla la home page del tuo sito.
  2. Fai clic su Testa URL pubblicato nella pagina dei risultati dell'indice.
  3. Fai clic su Visualizza pagina testata nella scheda con l'esito della pagina per aprire riquadri informativi aggiuntivi. Se questa opzione non è disponibile, di solito è perché la pagina non può essere raggiunta per il test in tempo reale.
  4. Fai clic sulla scheda Screenshot.

Richiedere l'indicizzazione

Puoi chiedere a Google di indicizzare un URL controllato. L'indicizzazione potrebbe richiedere un paio di settimane; puoi controllare l'avanzamento usando questo strumento.

Alcuni aspetti da considerare in relazione alla richiesta di indicizzazione:
  • In genere l'indicizzazione richiede circa un giorno, ma in alcuni casi può richiedere molto più tempo.
  • L'invio di una richiesta non garantisce che la pagina verrà visualizzata nell'Indice Google.
  • Esiste un limite giornaliero al numero di richieste di indicizzazione che puoi inviare. Se vuoi indicizzare molte pagine, prova a inviare una Sitemap a Google.

Per richiedere l'indicizzazione di un URL:

  1. Controlla l'URL della pagina.
  2. Fai clic su Richiesta di indicizzazione nella pagina dei risultati del controllo relativa all'URL. Se la pagina supera un rapido controllo per verificare la presenza di errori di indicizzazione istantanei, viene aggiunta alla coda di indicizzazione. Se la pagina viene considerata non indicizzabile nel test in tempo reale, non puoi richiederne l'indicizzazione.

Per richiedere l'indicizzazione di molte pagine nuove o aggiornate, la scelta migliore è inviare una Sitemap con le pagine aggiornate contrassegnate da <lastmod>.

Risolvere i problemi relativi a una pagina mancante

Se ritieni che la tua pagina non sia stata indicizzata, procedi come riportato di seguito per verificare e risolvere il problema.

  1. Controlla lo stato di indicizzazione della pagina. Esamina l'URL inserendolo nella casella di testo dello strumento Controllo URL oppure facendo clic sul pulsante Controlla visualizzato accanto a un URL in uno degli altri report di Search Console (potresti dover passare il mouse sopra un URL per visualizzare questo pulsante).
  2. I risultati iniziali del test mostrano le informazioni di Google relative all'URL nell'Indice Google. Questi risultati dell'indice Google vengono utilizzati per generare risultati di ricerca. Nota: la pagina iniziale non è un test in tempo reale dell'URL. Il test in tempo reale viene esaminato in seguito.
    • Se lo stato dell'URL inizia con "L'URL è su Google", la pagina dovrebbe essere disponibile nella Ricerca Google. Puoi verificarlo cercando l'URL su Google. Se la pagina non è presente nei risultati di ricerca:
    • Se lo stato dell'URL è "L'URL non è disponibile per Google", espandi la sezione Disponibilità.
  3. Se hai modificato la pagina successivamente all'ora di scansione indicata, puoi testare la versione corrente della pagina facendo clic su Testa URL pubblicato. Se lo stato mostrato nella parte superiore della pagina è valido, è probabile che la pagina possa essere indicizzata. Tieni presente che non tutti i problemi di indicizzazione possono essere rilevati dal test in tempo reale.
Problemi noti
  • In alcuni casi, non è possibile creare un report relativo alla Sitemap di una pagina inviata tramite Sitemap. Stiamo cercando di risolvere il problema.
  • I dettagli, incluso lo screenshot, vengono recuperati dalla versione mobile della pagina, anche se la pagina testata ha una pagina AMP collegata valida.

    Se una pagina AMP collegata è una pagina AMP non valida, Google non testerà se è ottimizzata per il mobile. Di conseguenza, se una pagina AMP collegata passa da valida a non valida, potresti notare che lo stato di ottimizzazione mobile della pagina collegata cambia quando Google passa dal test della pagina AMP (quando la pagina AMP è valida) a quello della pagina non AMP collegata (quando la pagina AMP non è valida).
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Prova i passaggi successivi indicati di seguito:

Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
false
false
true
83844
false
false