Rapporto sul rendimento

Il rapporto sul rendimento mostra metriche importanti sulle prestazioni del tuo sito nei risultati della Ricerca Google: la frequenza con cui appare, la posizione media nei risultati di ricerca, la percentuale di clic e qualsiasi funzionalità speciale (come i risultati multimediali) associata ai tuoi risultati. Usa queste informazioni per migliorare il rendimento del tuo sito nelle ricerche, ad esempio:

  • Puoi conoscere i cambiamenti del traffico di ricerca nel tempo, la provenienza del traffico e per quali query di ricerca è più probabile che venga mostrato il tuo sito.
  • Puoi sapere quali query vengono cercate su smartphone e utilizzare queste informazioni per migliorare il tuo targeting per dispositivi mobili.
  • Puoi sapere quali pagine registrano la percentuale di clic più alta (e più bassa) nei risultati della Ricerca Google.

 

APRI IL RAPPORTO SUL RENDIMENTO

 

Rapporti sul rendimento in Search Console - Formazione su Google Search Console

Configurare il rapporto

La visualizzazione predefinita del rapporto mostra il conteggio dei clic sulle tue pagine nei risultati della Ricerca Google negli ultimi tre mesi.

 

Esportare i dati dei rapporti

Per molti rapporti è disponibile un pulsante di esportazione che consente di esportare i dati dei rapporti. Vengono esportati i dati di grafici e tabelle. I valori indicati come ~ o - nel rapporto (non disponibili o non corrispondenti a un numero) appariranno come zeri nei dati scaricati.

 

Leggere il grafico

A seconda delle schede selezionate, il grafico mostra i clic totali, le impressioni totali, la percentuale di clic (CTR) media e la posizione media per la proprietà. I dati sul grafico sono aggregati per proprietà. Consulta la sezione Metriche per informazioni sulle metriche disponibili e su come vengono calcolate. I dati più recenti possono essere preliminari; i dati preliminari vengono indicati quando ci passi sopra il mouse o li selezioni nel grafico.

I dati del grafico vengono sempre aggregati per proprietà, a meno che non applichi filtri per pagina o per aspetto nella ricerca.

Nel grafico vengono indicati i totali relativi a ogni metrica. I totali del grafico potrebbero essere diversi da quelli della tabella.

Leggi le sezioni Dimensioni, Metriche e Informazioni sui dati per interpretare i valori.

Leggere la tabella

La tabella mostra i dati raggruppati in base alla dimensione selezionata (ad esempio per query, pagina o paese).

I dati della tabella vengono aggregati per proprietà, a meno che non filtri o visualizzi i risultati per pagina o per aspetto nella ricerca.

I totali del grafico potrebbero essere diversi da quelli della tabella per svariati motivi.

Leggi le sezioni Dimensioni, Metriche e Informazioni sui dati per interpretare i valori.

Perché non è più disponibile la tabella del rapporto?

La tabella non viene mostrata nel rapporto se non fornisce maggiori informazioni rispetto al grafico. Ad esempio, se vuoi vedere il numero di clic in una tabella con raggruppamento per paese e confronti gli Stati Uniti con il Regno Unito, la tabella sarà simile alla seguente:

Paese Clic USA Clic Regno Unito
USA 1000 0
Regno Unito 0 1000

Questa tabella non offre maggiori informazioni rispetto al grafico, pertanto viene omessa.

Dimensioni e filtri

Puoi raggruppare e filtrare i dati in base alle dimensioni che seguono. Per raggruppare i dati, seleziona la scheda della dimensione desiderata sopra la tabella. Per filtrare i dati, leggi qui.

Query

Rappresenta le stringhe di query cercate dagli utenti su Google. Vengono mostrate soltanto le ricerche per cui è stato restituito il tuo sito.

Query anonime

In questi risultati non vengono riportate le query molto rare (chiamate query anonime) al fine di tutelare la privacy degli utenti che le hanno utilizzate. Le query anonime vengono sempre escluse dalla tabella. Le query anonime vengono escluse dai totali del grafico quando applichi il filtro per query (le query contenenti o non contenenti una determinata stringa).

Se il tuo sito ha un numero elevato di query anonime, potresti notare una grande differenza tra i risultati filtrati (Query contenenti: una_stringa) e quelli non filtrati (Query non contenenti: una_stringa) a causa dell'omissione delle query anonime.

I dati vengono aggregati per proprietà se li raggruppi o filtri per query.

Se filtri i dati per query, potresti perdere i dati long-tail nella tabella o nel grafico. Se raggruppi i dati per query, potresti perdere i dati long-tail soltanto nella tabella. Questo è più evidente nei siti di grandi dimensioni.

Se non riesci più a trovare una query di ricerca che hai visto di recente, verifica di non avere aggiunto un filtro che nasconde i risultati.

Utilizzi comuni

  • Controllare che nell'elenco Query ci siano le parole chiave previste. Se l'elenco non contiene le parole chiave che avevi previsto, è probabile che i contenuti del sito non siano sufficientemente pertinenti per tali parole chiave. Se vengono riportate parole impreviste (come "Viagra" o "casinò"), il tuo sito potrebbe essere stato compromesso.
  • Individuare le query con numero elevato di impressioni e bassa percentuale di clic. Queste query possono esserti utili per stabilire come migliorare i titoli e gli snippet in base agli interessi degli utenti.
  • Vedere i totali delle query correlate o non correlate a un brand. Potresti voler sapere per quante query viene mostrato il tuo sito quando l'utente include o meno una stringa specifica, ad esempio il nome di un brand. Dato che non è possibile conteggiare le query anonime e che i dati long-tail vengono omessi quando applichi il filtro per query, puoi soltanto approssimare questo valore, ma la percentuale molto approssimativa di query correlate a un brand è:
    (Query contenenti "un valore")
    (Query non contenenti "un valore") + (Query contenenti "un valore")
Pagine

L'URL finale a cui rimanda tramite link un risultato di ricerca dopo eventuali reindirizzamenti ignorati (vedi sotto).

La maggior parte dei dati sul rendimento mostrati in questo rapporto è assegnata all'URL canonico della pagina, non a un URL duplicato. Significa che quando un utente fa clic su un URL duplicato nei risultati di ricerca, viene conteggiato il clic per l'URL canonico, non per l'URL visitato dall'utente. Di conseguenza, nel rapporto sul rendimento può essere indicato un numero di clic pari a zero per un URL duplicato, anche se dai log del sito risulta che gli utenti hanno raggiunto la pagina dalla Ricerca Google. Puoi conoscere l'URL canonico di una pagina usando lo strumento Controllo URL.

Una piccola quantità di clic e impressioni potrebbe essere assegnata all'URL effettivo anziché all'URL canonico. Gli esempi includono alcuni link di schede informative nei risultati di ricerca da dispositivi mobili, nonché alcuni risultati hreflang.

Puoi provare a stabilire il traffico effettivo relativo ai duplicati se hai versioni distinte per dispositivi desktop e mobili o AMP. In questo caso, puoi controllare il traffico relativo all'URL effettivo su cui è stato fatto clic filtrando i dati per dispositivo (desktop o mobile) oppure per aspetto delle pagine AMP nella ricerca.

 

Se scegli la dimensione Pagine, nella tabella i dati vengono aggregati per pagina anziché per proprietà; nel grafico, invece, i dati vengono aggregati per proprietà a prescindere dalla dimensione.

Se raggruppi i dati per pagina, potresti perdere i dati long-tail nella tabella. Questo è più evidente nei siti di grandi dimensioni.

I reindirizzamenti vengono ignorati: l'URL mostrato da Google per un risultato di ricerca potrebbe essere diverso dall'effettivo URL del link. Ad esempio, nel caso di un sito con due versioni di una pagina: example.com/mypage per gli utenti di dispositivi desktop e m.example.com/mypage per gli utenti di dispositivi mobili, Google potrebbe mostrare l'URL desktop sia per le ricerche da dispositivi mobili sia per le ricerche da dispositivi desktop, ma la destinazione del link <a> sarà diversa, a seconda del dispositivo da cui è stata eseguita la ricerca. Su desktop, il link sottostante rimanda alla pagina per desktop, mentre sui dispositivi mobili rimanda alla pagina per dispositivi mobili (comportamento che ignora i reindirizzamenti).
Paesi

Il paese in cui è stata eseguita la ricerca, ad esempio Canada o Messico.

Dispositivi

Il tipo di dispositivo da cui è stata eseguita la ricerca: desktop, tablet o smartphone. Se hai proprietà diverse per tipi differenti di dispositivi (ad esempio m.example.com per i dispositivi mobili ed example.com per i dispositivi desktop), potresti non riuscire a confrontare le metriche se non utilizzi una proprietà Dominio.

Tipo di ricerca

La scheda Ricerca che conteneva il link visualizzato dall'utente:

  • Web: risultati riportati nella scheda Tutti. Anche i risultati per immagini e video riportati nella scheda Tutto vengono conteggiati per il tipo Web.
  • Immagine: risultati riportati nella scheda dei risultati di ricerca Immagini.
  • Video: risultati riportati nella scheda dei risultati di ricerca Video.
  • Notizie: risultati riportati nella scheda dei risultati di ricerca Notizie.

Il raggruppamento per tipo di ricerca non è supportato perché il layout della pagina dei risultati cambia molto in base ai diversi tipi di ricerca. Ad esempio, la posizione 30 potrebbe essere nella prima pagina dei risultati di ricerca di immagini, ma essere nella terza pagina dei risultati di ricerca web.

I dati sono memorizzati separatamente in base al tipo di ricerca

Per un determinato URL, tutti i dati su clic, impressioni e posizione sono memorizzati separatamente per ogni tipo di ricerca. Quindi, ad esempio, un'immagine può apparire sia nei risultati di ricerca web sia nei risultati di ricerca di immagini, ma i dati su clic, impressioni e posizione relativi a quell'immagine vengono registrati separatamente per le ricerche web e per le ricerche di immagini.

Se prendiamo ad esempio un'immagine ospitata sul sito example.com/aboutme.html, potresti avere questi dati:

Tipo di ricerca Impressioni Clic Posizione
Immagine 20 10 23
Web 30 30 7
Aspetto nella ricerca

Rappresenta una funzionalità speciale dei risultati di ricerca, ad esempio un tipo di risultato multimediale o una pagina AMP.

Tipi di aspetti nella ricerca supportati:

L'applicazione di dimensioni o filtri per aspetto nella ricerca consente di aggregare i dati per pagina anziché per proprietà solo nella tabella; i dati nel grafico saranno comunque raggruppati per proprietà.

L'elenco delle funzionalità di filtro mostra solo le opzioni di filtro per i tipi per cui hai delle impressioni; ad esempio, se non hai risultati AMP, la relativa opzione non appare nell'elenco dei filtri.

La stessa pagina può avere più funzionalità di aspetto nella ricerca in una singola sessione, ma viene conteggiata una sola impressione per ogni tipo di funzionalità. Ad esempio, nella stessa query, una pagina può avere sia un risultato multimediale sia un link del risultato di ricerca.

Conteggi dei clic filtrati

Se filtri i dati in base alla funzionalità di risultato di ricerca, non è garantito che tutti i clic conteggiati per un determinato URL siano stati fatti su un link del tipo di funzionalità su cui è basato il filtro. Questo perché i clic vengono assegnati a un URL e non a una combinazione di URL e funzionalità. È però sicuro che l'utente abbia visto un link con l'URL e la funzionalità in questione nello stesso insieme di risultati in cui ha fatto clic su un link con tale URL.

Ad esempio: un utente cerca "auto nuove" su Google e nei risultati vengono mostrati un link di risultato standard e un link AMP che rimandano alla stessa pagina del sito "Rivenditore auto di Giorgio". Ovviamente viene conteggiato un clic per lo stesso URL a prescindere dal link su cui ha fatto clic l'utente. Il giorno seguente, Giorgio (proprietario del sito web) apre il rapporto Analisi delle ricerche relativo al suo sito, raggruppa i risultati per pagina, li filtra in base alla funzionalità AMP e scopre che viene indicato un clic per l'URL, a prescindere dal fatto che l'utente abbia fatto clic sul link AMP o sul link standard.

Date
Consente di raggruppare i dati per giorno. Questi dati possono includere dati preliminari. Tutte le date sono nel fuso orario PT (Pacific Time).
Per impostazione predefinita vengono inclusi solo i giorni interi (giorni per cui sono disponibili dati da mezzanotte a mezzanotte); se vuoi includere giorni parziali (ad esempio, oggi), devi cambiare il filtro della data per specificare la data di inizio esatta.

Metriche

Scegli le metriche da visualizzare attivando/disattivando la scheda appropriata nel rapporto.

Sono disponibili le seguenti metriche:

  • Clic: il numero di clic da un risultato della Ricerca Google che ha indirizzato gli utenti alla tua proprietà. Leggi ulteriori informazioni.
  • Impressioni: il numero di link che rimandano al tuo sito visti da un utente nei risultati della Ricerca Google. Le impressioni vengono conteggiate quando l'utente visita quella pagina di risultati, anche se il risultato non è reso visibile nella pagina tramite scorrimento. Se, però, l'utente vede soltanto la pagina uno e il risultato si trova nella pagina due, l'impressione non viene conteggiata. Il valore viene aggregato per proprietà o pagina. Nelle pagine di risultati a scorrimento continuo, ad esempio per le ricerche di immagini, è possibile che l'impressione venga conteggiata solo se l'elemento viene reso visibile nella pagina tramite scorrimento. Leggi ulteriori informazioni.
  • CTR: la percentuale di clic, ossia il numero di clic diviso per il numero di impressioni. Se una riga di dati non contiene impressioni, la percentuale di clic sarà espressa sotto forma di trattino (-), in quanto equivarrebbe alla divisione per zero.
  • Posizione media: la posizione media del risultato mostrato più in alto relativo al tuo sito. Ad esempio, se per il tuo sito sono stati mostrati tre risultati nelle posizioni 2, 4 e 6, viene indicata la posizione 2. Se per una seconda query sono stati restituiti risultati nelle posizioni 3, 5 e 9, la posizione media sarebbe (2 + 3) / 2 = 2,5. Se una riga di dati non contiene impressioni, la posizione sarà espressa sotto forma di trattino (-), in quanto è una posizione inesistente. Leggi ulteriori informazioni.
  • Posizione [solo nella tabella]: il valore di posizione nella tabella rappresenta la posizione media nei risultati di ricerca dell'elemento in quella riga specifica. Ad esempio, se raggruppi i dati per query, la posizione è la posizione media per la query specificata nei risultati di ricerca. Consulta la sezione posizione media sopra per sapere come viene calcolato il valore.

Filtrare i dati

Puoi filtrare i dati in base a diverse dimensioni. Ad esempio, se hai raggruppato i dati per query, puoi aggiungere i filtri "paese='USA' E dispositivo='Dispositivi mobili'".

Per aggiungere un filtro:

  • Fai clic sull'etichetta + NUOVO accanto ai filtri esistenti di tipo e data nella pagina.

Per rimuovere un filtro:

  • Fai clic sulla Annulla accanto a un filtro esistente. Non puoi rimuovere i filtri del tipo di ricerca o della data.

Per modificare un filtro:

  • Fai clic sul filtro e reimposta i valori.

Filtrare i dati per query o URL può incidere sui totali.

Se filtri i dati per data, vengono incluse soltanto le informazioni dei giorni interi. Ad esempio, se scegli "Ultimi 7 giorni", vengono inclusi soltanto i dati relativi ai sette giorni interi più recenti; se sono disponibili dati relativi a metà della giornata di oggi, il periodo di sette giorni include ieri e i sei giorni precedenti.

 

Confrontare i dati

Puoi confrontare i dati di due valori esatti relativi a qualsiasi dimensione di raggruppamento, che sia attualmente selezionata o meno. Ad esempio, nel raggruppamento per query puoi confrontare i clic della settimana in corso e di quella passata oppure i clic di Stati Uniti e Francia. Il confronto per pagina o aspetto nella ricerca potrebbe comportare una variazione del calcolo delle metriche relative a CTR, impressioni e clic. Quando confronti i valori relativi a un'unica metrica, nella tabella dei risultati viene mostrata una colonna Differenza per consentirti di confrontare i valori di ogni riga.

Di seguito vengono spiegati alcuni utili confronti.

  • Ordina i dati per differenza per vedere le query con cambiamenti significativi rispetto alla settimana precedente.
  • Confronta le ricerche totali eseguite sul tuo sito per dispositivi mobili con le ricerche da dispositivi mobili eseguite sul tuo sito desktop. Se non usi una proprietà Dominio, devi aprire un rapporto Analisi delle ricerche diverso per ogni sito e confrontare le ricerche eseguite da dispositivi mobili sul tuo sito desktop (www.example.com) con tutte le ricerche eseguite sul tuo sito per dispositivi mobili (m.example.com).
Puoi confrontare i dati di un'unica dimensione alla volta (Date, Query e così via). Se aggiungi un nuovo tipo di confronto in un'altra dimensione di raggruppamento, viene rimosso il tipo di confronto corrente. Ad esempio, se stai confrontando i clic della settimana corrente con quelli della scorsa settimana (Data) e aggiungi un confronto tra Stati Uniti e Giappone (Paese), viene ripristinato l'intervallo di date predefinito.

Se confronti due gruppi e un valore risulta molto raro in un gruppo ma non lo è nell'altro, il primo gruppo mostrerà ~ in corrispondenza di quella riga, per indicare che il numero non è disponibile. Ad esempio, se confronti le impressioni delle query tra Germania e Thailandia, la riga del risultato per "Deutsche Bundesbank" mostrerà probabilmente un numero di impressioni per la Germania e il simbolo ~ (non disponibile) per la Thailandia. Questo perché il numero di impressioni per la Thailandia si trova alla fine di una lunga sequenza di risultati. Non significa necessariamente zero, ma si trova comunque in fondo all'elenco per tale gruppo. Tuttavia, se filtri in base al valore raro (in questo esempio "Deutsche Bundesbank"), dovresti vedere i valori dei dati per entrambe le dimensioni.

Informazioni sui dati

Nel rapporto Analisi delle ricerche i dati vengono conteggiati separatamente per ogni proprietà univoca. Ciò significa che i dati vengono conteggiati separatamente per ognuna delle seguenti destinazioni:

  • https://example.com/
  • http://example.com/
  • http://m.example.com/

Se invece usi una proprietà Dominio, vengono combinati tutti i dati dello stesso dominio, sia per http sia per https.

Data Ultimo aggiornamento

La data Ultimo aggiornamento nel rapporto indica la data più recente per cui sono disponibili dati nel rapporto.

Come vengono calcolati i clic, le impressioni e la posizione?

Leggi informazioni dettagliate su come vengono calcolati i clic, le impressioni e la posizione.

Dati preliminari

A volte i dati più recenti nel rapporto sul rendimento nella Ricerca sono preliminari, il che significa che i dati potrebbero variare leggermente prima della conferma. I dati preliminari solitamente risalgono a meno di tre giorni prima della data corrente; a un certo punto tutti i dati preliminari vengono confermati. I dati preliminari vengono indicati quando ci posizioni sopra il puntatore nel grafico.

I dati preliminari vengono inclusi sia nelle tabelle sia nel grafico relativi al rendimento nella Ricerca, ma anche nel grafico Rendimento della pagina Panoramica di Search Console.

Discrepanze nei dati

Potresti notare alcuni tipi di discrepanze nei dati di Search Console

Discrepanze tra i totali del grafico e i totali della tabella

Potresti riscontrare differenze tra i totali del grafico e i totali della tabella per diversi motivi.

Generiche:

  • In alcuni casi insoliti, quando filtri i dati per pagina o query, potresti notare una discrepanza tra i dati del grafico e della tabella. Questo perché i dati vengono troncati in modo diverso, a seconda delle combinazioni di raggruppamento e filtri utilizzate. In questi casi, quando i totali sono diversi, il totale effettivo corrisponderà almeno al valore maggiore mostrato (e forse a un valore ancora superiore).
  • Quando applichi un filtro per pagina o query, i totali "corrisponde a" e "non corrisponde a" potrebbero non essere sommati ai totali non filtrati. Ad esempio, se vengono sommati i totali di "Query contenenti: mouse" e di "Query non contenenti: mouse", il risultato potrebbe non corrispondere ai valori totali qualora non sia applicato alcun filtro query. Questo avviene perché le query anonime vengono omesse e i dati vengono troncati a causa delle limitazioni di pubblicazione.
  • L'aggiunta di un filtro inefficace (come il filtro dei risultati in base all'URL principale del sito "example.com/") può causare discrepanze per vari motivi.

Totali del grafico più alti:

  • La tabella può mostrare massimo 1000 righe, quindi alcune righe potrebbero essere omesse.
  • Quando visualizzi i dati filtrati per query, i (rari) risultati anonimi non vengono inclusi nella tabella.

Totali della tabella più alti:

  • Se i dati della tabella sono raggruppati per pagina o aspetto nella ricerca, i totali della tabella sono raggruppati per URL, mentre i totali del grafico sono ancora raggruppati per proprietà. Pertanto, se una singola proprietà compare più volte in un'unica ricerca, viene conteggiata come 1 risultato nel grafico, ma come più risultati nella tabella.
  • Alcuni aspetti nella ricerca sono sottocategorie di altri aspetti. Ad esempio, Elenco offerte di lavoro è una sottocategoria di Risultato multimediale, quindi lo stesso risultato viene elencato in entrambe le righe.

Discrepanze tra Search Console e altri strumenti

I dati di Search Console potrebbero essere leggermente diversi dai dati riportati in altri strumenti. Alcuni possibili motivi sono:

  • Il rapporto Analisi delle ricerche non mostra tutti i dati per tutelare la privacy degli utenti. Ad esempio, potremmo non tenere traccia di alcune query eseguite pochissime volte o di query contenenti informazioni personali o riservate.
  • L'elaborazione dei nostri dati di origine potrebbe causare differenze tra le statistiche del rapporto e le statistiche riportate in altre fonti (ad esempio per eliminare duplicati e visite dei robot). Tuttavia, queste differenze non dovrebbero essere significative.
  • Alcuni strumenti definiscono le "parole chiave" in modo diverso. Ad esempio, lo strumento per le parole chiave di Google Ads riporta il numero totale di ricerche Google relative alla parola chiave in questione sul Web. Nel rapporto Analisi delle ricerche vengono riportate soltanto le ricerche di parole chiave per cui sono state restituite le tue pagine nei risultati della Ricerca Google.
  • Potrebbe intercorrere un certo periodo di tempo tra il momento in cui vengono calcolati i valori e il momento in cui tali valori vengono resi disponibili per i webmaster. I dati vengono pubblicati a intervalli di tempo, ma li raccogliamo costantemente. Tuttavia, di norma i dati raccolti dovrebbero essere disponibili entro due o tre giorni.
  • I fusi orari incidono sui dati. Il rapporto sul rendimento monitora i dati giornalieri in base al fuso orario della California, etichettando i dati relativi a ogni giorno in base a tale fuso orario. Se gli altri tuoi sistemi utilizzano fusi orari diversi, le visualizzazioni giornaliere potrebbero non corrispondere esattamente. Ad esempio, in Google Analytics l'ora viene indicata nel fuso orario locale del webmaster.
  • Alcuni strumenti, come Google Analytics, monitorano solo il traffico degli utenti che hanno attivato JavaScript nel browser.
  • I dati scaricati non sono disponibili o non corrispondono a un numero. Se scarichi i dati del rapporto, i valori mostrati in quest'ultimo sotto forma di ~ o - (non disponibili o non corrispondenti a un numero) appariranno come zeri nei dati scaricati.

Differenza fra l'aggregazione dei dati per proprietà e per pagina

Tutti i dati nel grafico sono aggregati per proprietà. Tutti i dati nella tabella sono aggregati per proprietà tranne quando sono raggruppati per pagina o aspetto nella ricerca.

Se aggreghi i dati per proprietà, il sito accreditato con i dati è quello contenente l'URL canonico della destinazione del link nei risultati di ricerca.

  • Per quanto riguarda le impressioni, se aggreghi i dati per proprietà e la proprietà viene mostrata due volte in una pagina dei risultati di ricerca, viene conteggiata un'unica impressione; se invece raggruppi i dati per pagina o aspetto nella ricerca, ogni pagina univoca viene conteggiata separatamente.
  • Per quanto riguarda i clic, se raggruppi i dati per proprietà, la proprietà viene mostrata due volte nei risultati di ricerca e l'utente fa clic su un solo link, torna indietro e fa clic sull'altro link, viene conteggiato un unico clic perché la destinazione finale è lo stesso sito.
  • Per quanto riguarda la posizione, se aggreghi i dati per proprietà viene riportata la posizione più alta della tua proprietà nei risultati di ricerca; se invece raggruppi i dati per pagina o aspetto nella ricerca, viene riportata la posizione più alta della pagina nei risultati di ricerca.
  • A causa dei diversi metodi di valutazione, la percentuale di clic e la posizione media sono superiori se aggreghi i dati per proprietà e nei risultati di ricerca vengono mostrate diverse pagine dello stesso sito. Ecco un esempio: per la ricerca di "animali divertenti per i bambini" vengono restituiti soltanto i tre risultati che seguono, tutti della stessa proprietà, e gli utenti fanno clic su ogni risultato con uguale frequenza:
Risultati della Ricerca Google Metriche raccolte per proprietà Metriche raccolte per pagina
  1. www.petstore.example.com/scimmie
  2. www.petstore.example.com/pony
  3. www.petstore.example.com/unicorni

Percentuale di clic: 100%
Tutti i clic relativi a un sito vengono uniti.

Percentuale di clic: 33%
3 pagine mostrate, 1/3 dei clic per ogni pagina.

Posizione media: 1
La posizione più alta del sito nei risultati.
Posizione media: 2
(1 + 2 + 3) / 3 = 2

 

Problemi noti

Di seguito sono riportati i problemi noti di Search Console. Non è necessario che ce li segnali, ma ci farebbe piacere ricevere il tuo feedback su qualsiasi altra funzionalità o altro problema riscontrato. Usa lo strumento di Feedback nella barra di navigazione del report.

  • Il grafico ora mostra solo i dati aggregati per proprietà, mai per URL (si tratta di una funzionalità).

 

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?