Assistente per il markup dei dati strutturati

L'Assistente per il markup dei dati strutturati aiuta a eseguire il markup degli elementi della tua pagina web in modo che Google possa comprenderne i dati. Se Google comprende i dati della pagina più chiaramente, è in grado di presentarli nella Ricerca Google in modi nuovi e più accattivanti. Inoltre, se invii email in formato HTML ai tuoi clienti, l'Assistente per il markup può mostrarti come modificare i modelli email in modo che Gmail possa presentare i dati all'utente in modi nuovi e utili.

Apri l'Assistente per il markup dei dati strutturati

Esempi:

  • Evento: se esegui il markup degli eventi presenti sul tuo sito, alla successiva scansione di Google, i dati degli eventi saranno disponibili per i rich snippet nelle pagine dei risultati di ricerca:

    Rich snippet per una pagina con più eventi.

  • Email: se ricevi un'email che contiene i markup delle tue prenotazioni di volo, Gmail può mostrare queste informazioni sul tuo client desktop o nei feed personali:

    Gmail snippet for a flight reservation.

 

Se hai dubbi su come aggiungere un codice in un sito web, prova l'Evidenziatore di dati.

Se hai una buona formazione tecnica, leggi ulteriori informazioni sui dati strutturati e aggiungi manualmente il markup al tuo sito.

Eseguire il markup di una pagina web o delle email

Puoi eseguire il markup di elementi in una pagina web HTML o in un'email HTML.

Eseguire il markup di una pagina web

Di seguito è spiegato come eseguire il markup degli elementi di una pagina web.

  1. Apri l'Assistente per il markup dei dati strutturati.
  2. Seleziona la scheda Sito web.
  3. Scegli il tipo di pagina di cui vuoi eseguire il markup. Ad esempio, la pagina di un film o di un evento. Ogni pagina può contenere più elementi. È consigliabile che tutti siano dello stesso tipo (ad esempio, tutti film o tutti eventi).
  4. Inserisci l'URL di una pagina esistente o una pagina HTML non elaborata. Se utilizzi un URL, assicurati che la pagina sia disponibile a tutti senza eseguire l'accesso. Puoi verificare l'accesso alla pagina aprendo una finestra di navigazione in incognito in Chrome e provando a visitare quella pagina. Funziona se riesci a raggiungerla.
  5. Seleziona Inizia la codifica.
  6. Evidenzia le parti della pagina che contengono informazioni importanti (ad esempio, l'ora di inizio di un evento) e identifica il tipo di informazione nel menu a discesa che appare ("Ora di inizio").
    1. Se le stringhe per la data sono complesse o hai difficoltà a eseguire la codifica delle date, leggi la sezione Codifica avanzata delle date.
    2. Se devi aggiungere informazioni non visibili nella pagina, leggi la sezione Aggiungere i dati mancanti.
    3. Se devi rimuovere un tag generato dall'Assistente per il markup dei dati strutturati, leggi la sezione Rimuovere i tag.
  7. Assicurati di fornire tutte le informazioni richieste per il tipo di dati specifico. Nel riquadro Le mie voci di dati potrai vedere un elenco di tutti i valori possibili, con quelli obbligatori opportunamente indicati. Ad esempio, per un evento devi fornire nome, località e data di inizio.
  8. Quando hai eseguito la codifica dei dati della pagina, seleziona Crea HTML per generare il codice della pagina. Scegli un formato di output. L'impostazione predefinita è JSON-LD (secondo le preferenze di Google), ma puoi scegliere anche Microdati. Copia e incolla il codice dalla finestra di output o seleziona Scarica. L'utilizzo del codice dipende dal formato:
    1. Per JSON-LD: copia e incolla il codice generato nel corpo della pagina esistente.
    2. Per Microdati: sostituisci la tua pagina con l'HTML generato.
  9. Verifica il codice generato copiandolo e incollandolo nell'Assistente per il markup dei dati strutturati. Questo strumento ti informa dei campi mancanti necessari a Google per comprendere i dati della tua pagina. Per alcuni tipi di dati fornisce un'anteprima dell'aspetto della tua pagina nei risultati di ricerca di Google.
  10. Google può impiegare qualche settimana a trovare il nuovo codice della pagina. Se i tuoi dati sono stati sottoposti a scansione, sono completi e corretti possono essere visualizzati sotto forma di risultati multimediali. Se non vengono visualizzati risultati multimediali per il tuo sito, scopri le possibili cause.

Eseguire il markup di un'email

Di seguito è spiegato come eseguire il markup di un'email in formato HTML:

  1. Apri l'Assistente per il markup dei dati strutturati.
  2. Seleziona la scheda Email.
  3. Scegli il tipo di informazioni per cui vuoi eseguire il markup. Ad esempio, la prenotazione di un autobus o l'ordine di un prodotto.
  4. Inserisci l'HTML dell'email.
  5. Seleziona Inizia la codifica.
  6. Evidenzia le parti dell'email che contengono informazioni importanti (ad esempio, il numero di prenotazione di un autobus) e seleziona il tipo di informazioni nel menu a discesa che viene visualizzato ("Numero di prenotazione").
    1. Se le stringhe per la data sono complesse o hai difficoltà a eseguire la codifica delle date, leggi la sezione Codifica avanzata delle date.
    2. Se devi aggiungere informazioni non visibili nell'email, leggi la sezione Aggiungere i dati mancanti.
    3. Se devi rimuovere un tag generato dall'Assistente per il markup dei dati strutturati, leggi la sezione Rimuovere i tag.
  7. Assicurati di fornire tutte le informazioni richieste per il tipo di dati specifico. Nel riquadro Le mie voci di dati puoi vedere un elenco di tutti i valori possibili, con quelli obbligatori evidenziati. Se non fornisci tutti i valori obbligatori, Google non può elaborare l'email.
  8. Se viene mostrata l'icona di avviso (Alert Icon) accanto a un elemento codificato, seleziona i dati accanto all'icona, controlla la codifica e procedi in uno dei seguenti modi:
    • Se la codifica è errata, seleziona X accanto ai dati. Esegui nuovamente la codifica dei dati.
    • Se la codifica è corretta, seleziona l'icona di avviso (Alert Icon), quindi Cancella avviso.
  9. Al termine della codifica, seleziona Crea HTML per generare l'HTML da utilizzare per l'email. Il formato predefinito secondo le preferenze di Google è JSON-LD, ma puoi scegliere anche Microdati. Seleziona Scarica o copia e incolla l'HTML generato.
    1. Per JSON-LD: copia e incolla il codice generato nel corpo dell'email.
    2. Per Microdati: sostituisci l'email con l'HTML generato.
  10. Verifica il codice inviando un'email a un account Gmail o utilizza lo strumento di convalida degli schemi delle email.

Salvare e riprendere la modifica di una pagina o di un'email

Salva il markup nello stato attuale aggiungendo la pagina ai preferiti del tuo browser. L'Assistente per il markup dei dati strutturati salva lo stato attuale con tutti i valori di markup per un mese.

 

Rimuovere i tag

È possibile annullare alcuni o tutti i tag creati dall'Assistente per il markup dei dati strutturati.

Per cancellare un tag specifico, procedi nel seguente modo:

  1. Seleziona il tag nella pagina di esempio o nell'email.
  2. Seleziona Cancella tag nel menu popup visualizzato dopo avere selezionato il tag.
In alternativa puoi cercare i dati nella colonna Le mie voci di dati, posizionare il puntatore del mouse sui dati e selezionare la X che appare.

 

Per cancellare tutti i tag, procedi nel seguente modo:

  1. Attenzione: non puoi annullare una richiesta di cancellazione di tutti i tag e dovrai ricominciare da capo la codifica. Se i contenuti hanno già il markup, l'Assistente per il markup non rimuove quello esistente. Se cancelli tutti i tag, vengono rimossi soltanto i tag aggiunti dall'Assistente per il markup.
  2. Seleziona l'icona a forma di ingranaggio Impostazioni.
  3. Seleziona Cancella tutti i tag da questa pagina.
Codifica avanzata delle date

L'Assistente per il markup dei dati strutturati riconosce le date in tanti formati purché le date includano un mese, un giorno e un anno. Puoi fornire eventuali dati mancanti (come l'anno) aggiungendoli al set di pagine.

Se nella tua pagina di esempio le date vengono visualizzate in un unico punto (ad esempio, 4 giugno 2012), è consigliabile applicare i tag alle date in un unico punto. Meno tag crei, più rapida sarà la codifica e più preciso sarà l'Assistente per il markup.

Per applicare i tag per le date in un unico punto, procedi nel seguente modo:

  1. Inizia a codificare i dati come descritto in Codificare una pagina o Codificare un'email.
  2. Nella pagina Tagger, seleziona una data con il puntatore del mouse. Ad esempio, seleziona: 4 giugno 2012
  3. Seleziona Data > Data/ora o intervallo dal menu contestuale visualizzato.

    L'Assistente per il markup aggiunge la data alla colonna Le mie voci di dati.

  4. Termina la codifica della pagina come descritto in Codificare una pagina o Codificare un'email.

Codificare date in punti separati

In alcuni contenuti le informazioni sulle date vengono visualizzate in punti separati oppure vengono utilizzate le etichette per identificare i diversi componenti delle date. Ad esempio, in una pagina in cui vengono elencati diversi eventi potrebbero essere visualizzati il mese e l'anno una sola volta in alto, mentre i giorni specifici vengono visualizzati accanto a ogni evento. Se nei tuoi contenuti le date vengono visualizzate in punti separati, dovrai codificare anche le date in punti separati. 

Tieni presente che l'Assistente per il markup non riconosce le date codificate in punti separati e che specificano un intervallo (ad esempio 4-5 giugno e 2012).

Per codificare le date in punti separati, procedi nel seguente modo:

  1. Inizia a codificare i dati come descritto in Codificare una pagina o Codificare un'email.
  2. Nella pagina Tagger, seleziona una data con il puntatore del mouse. Ad esempio, seleziona la data seguente: giugno.
  3. Seleziona Data > Avanzate > elemento della data dal menu contestuale visualizzato. Ad esempio seleziona Data > Avanzate > Mese.

    L'Assistente per il markup aggiunge la data alla colonna Le mie voci di dati.

  4. Continua a codificare gli elementi della data finché avrai codificato tutti i dati disponibili.
  5. Termina la codifica come descritto in Codificare una pagina o Codificare un'email.

Esempi di tag per le date

Ecco alcuni esempi di date che puoi taggare:

  • Una singola data. Ad esempio puoi taggare tutto quello che segue:
    • 4 giugno 2012
    • 4 giugno 2012
    • 4/6/12. I tuoi tag possono includere anche altri delimitatori e anni formati da quattro cifre,  come 4-6-2012. Se le date numeriche sono ambigue, Google presume che il primo numero rappresenti il mese. Ad esempio, 6/4/12 viene interpretato come il 4 giugno 2012, mentre 13/4/12 verrebbe interpretato come il 13 aprile 2012.
    Puoi taggare diverse date in una pagina. Ad esempio, se tagghi il 4 giugno 2012 e il 6 giugno 2012, l'evento verrà intepretato come se si verificasse due volte: una il 4 giugno e l'altra il 6 giugno.
  • Un intervallo di giorni. Ad esempio, 4-7 giugno 2012
    Nota che il delimitatore tra il giorno di inizio e quello di fine deve essere un trattino (-).
  • Date con orari. Ad esempio puoi taggare tutto quello che segue:
    • 4 giugno, 2012 3pm. Un orario seguito da am o pm. Google fa riferimento ai normali orari lavorativi per interpretare gli orari non seguiti da am o pm. Ad esempio, 11 verrebbe considerato come le 11 am e 2 verrebbe considerato come le 2 pm.
    • 4 giugno, 2012 15:00. Sistema orario di 24 ore.
    • 4 giugno 2012 15:00 EST o 4 giugno 2012 15:00-17:00. Orari con un fuso orario e con la differenza UTC/GMT.
    • 4 giugno 2012 2 - 3pm o  4-5 giugno 2012 2 - 3pm .Intervalli di orari con o senza un intervallo di date.
  • Date in punti separati.Puoi utilizzare l'opzione di aggiunta di tag avanzata per taggare come singola data i seguenti blocchi di testo separati:
    • Giorno: martedì 4 giugno Anno: 2013
    • 4 giugno | Ora: 7:30pm-9:30pm e 2012
    Google non riconosce gli intervalli di date suddivisi in più tag. Ad esempio, i seguenti tag non verrebbero considerati tag di data validi:
    • 4-5 giugno e 2012

Specifica manuale del formato delle date

L'Assistente per il markup presuppone che le date presenti nei contenuti siano conformi alle regole di formattazione associate alla lingua dei contenuti stessi. Ad esempio, se la lingua di una pagina è inglese (Stati Uniti), l'Assistente per il markup presuppone che la data 12-06-12 indichi il 6 dicembre 2012. Se invece la lingua della pagina è inglese (Regno Unito), l'Assistente presuppone che la data 12-06-12 indichi il 12 giugno 2012. L'Assistente per il markup determina automaticamente la lingua della pagina e quindi le regole di formattazione delle date.

Per eseguire l'override dell'Assistente per il markup e specificare un formato delle date diverso, procedi nel seguente modo:

  1. Fai clic sull'icona a forma di ingranaggio e seleziona Impostazioni.
  2. Nel menu popup Impostazioni, seleziona un formato dall'elenco dei formati per la data.
  3. Seleziona Salva.
Aggiungere i tag mancanti

Se nei contenuti di esempio mancano dati, come l'anno di un evento, puoi specificare un valore. L'Assistente per il markup dei dati strutturati aggiungerà il markup per il valore.

Puoi aggiungere i dati mancanti in qualsiasi momento e modificarli o eliminarli in caso di necessità.

Per aggiungere, modificare o eliminare i dati mancanti, procedi nel seguente modo:

  1. Seleziona Aggiungi tag mancanti nella parte inferiore della colonna Le mie voci di dati. 
  2. Procedi in uno dei seguenti modi:
    • Aggiungi un valore selezionando un tag dall'elenco Seleziona un tag. Digita quindi il valore nella casella di testo. Ad esempio, seleziona Categoria e scrivi Musica tradizionale irlandese.
    • Elimina i dati esistenti selezionando la X in una casella di testo.
    • Modifica i dati esistenti cambiando il valore nella casella di testo.
  3. Seleziona Salva
    L'Assistente per il markup mostra il valore specificato nella colonna Le mie voci di dati.

Modificare la lingua della pagina

L'Assistente per il markup dei dati strutturati rileva automaticamente la lingua dei contenuti di esempio per comprendere meglio i dati presenti. Se il markup creato è sbagliato, puoi indicare esplicitamente all'Assistente per il markup la lingua utilizzata.

Per specificare manualmente la lingua, procedi nel seguente modo:

  1. Fai clic sull'icona a forma di ingranaggio e seleziona Impostazioni.
  2. Nel menu popup Impostazioni, seleziona una lingua dall'elenco Lingua del sito.
  3. Seleziona Salva.
Che cos'è schema.org?

schema.org è un progetto nato dalla collaborazione tra Google, Microsoft e Yahoo! con lo scopo di migliorare il Web creando un vocabolario comune per la descrizione dei dati sul Web. Se aggiungi il markup schema.org alle tue pagine HTML, molti prodotti, inclusa la Ricerca Google, e società potranno comprendere i dati del tuo sito. In modo simile, se aggiungi il markup schema.org alla tua email in formato HTML, anche altri prodotti, oltre a Gmail, potrebbero comprendere i dati.

Puoi utilizzare tipi diversi di markup per descrivere i tuoi dati con il vocabolario di schema.org. Assistente per il markup può mostrarti come utilizzare i microdati e JSON-LD.

Per ulteriori informazioni su schema.org, leggi le Domande frequenti (FAQ) su schema.org.

Che cos'è il markup con microdati e in formato JSON-LD?

I microdati e il formato JSON-LD sono due modi diversi per eseguire il markup dei tuoi dati utilizzando il vocabolario di schema.org. È meglio scegliere i microdati o il formato JSON-LD ed evitare di utilizzare entrambi in un'unica pagina o email. Google preferisce i microdati per i contenuti web.

Microdati

Per la definizione dei dati con i microdati si utilizzano tag e attributi HTML. Ad esempio, di seguito viene riportato parte di codice HTML per la descrizione di un evento:

<div> 
  Vieni ad ascoltare la band tributo a Tiny Tim in concerto dal vivo il 
  6 luglio 2013 al fantastico Regency Theater.
</div>
    

Ed ecco lo stesso codice HTML con il markup con i microdati:

<div itemscope itemtype="http://schema.org/Event"> 
  Vieni ad ascoltare la 
  <span itemprop="name">band tributo a Tiny Tim</span>, 
  in concerto dal vivo il 
  <span itemprop="startDate" 
  content="2013-07-06>6 luglio 2013</span> 
  al fantastico
  <span itemprop="location" itemscope 
    itemtype="http://schema.org/Place"> 
    <span itemprop="name">Regency Theater</span>.
  </span>
</div>
    

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Informazioni sui microdati .

JSON-LD

Per la definizione dei dati in formato JSON-LD devi utilizzare un oggetto JavaScript nella pagina HTML. Ad esempio, di seguito è riportato il codice JSON-LD per la descrizione di un evento:

<script type="application/ld+json">
{
  "@context" : "http://schema.org",
  "@type" : "Event",
  "name" : "Tributo a Slim Whitman",
  "startDate" : "2013-07-06",
  "location" : {
    "@type" : "Place",
    "name" : "Hollywood Bowl"
  }
}
</script>
    

Per ulteriori informazioni, visita il sito JSON-LD.

Che cosa succede al markup esistente?

L'Assistente per il markup ignora l'eventuale markup già presente nella pagina di esempio o nell'email che codifichi. Pertanto, se codifichi parte di testo già identificata tramite markup, l'Assistente per il markup va avanti e aggiunge un markup ulteriore per il tag.

 
Hai feedback da condividere con noi in merito all'Assistente per il markup dei dati strutturati? Facci sapere che cosa ne pensi nel forum di Search Console per i dati strutturati.
Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?