Esaminare i file di esportazione di Vault

Dopo aver utilizzato Google Vault per cercare i dati che ti interessano, puoi esportarli per ulteriori analisi (scopri come). Un'esportazione contiene le seguenti informazioni:

  • Una copia completa dei dati che corrispondono ai tuoi criteri di ricerca.
  • I metadati necessari per collegare i dati esportati ai singoli utenti della tua organizzazione.
  • Le informazioni necessarie per dimostrare che i dati esportati corrispondono ai dati archiviati sui server di Google.

Esportazioni di Gmail, Chat e Gruppi

Contenuti delle esportazioni
Informazione Nome file Descrizione
Contenuti di messaggi nome_esportazione-N.zip

File ZIP di file PST o mbox. Questi file includono contenuti e dettagli dei messaggi esportati. Per i messaggi di Google Chat, questi dettagli includono la data in cui il mittente ha modificato o eliminato il messaggio.

Scopri le opzioni per esaminare i file PST e MBOX.

Potresti ricevere molti file ZIP nei seguenti scenari:

  • L'esportazione include messaggi provenienti da più account.
  • Le dimensioni del file superano 1 GB per i file PST o 10 GB per i file MBOX.

I nomi dei file terminano con un valore incrementale per distinguerli.

Informazioni sull'iscrizione a Google Gruppi nome_esportazione-group-membership.csv

Un file CSV in cui sono elencate le seguenti informazioni per ogni membro del gruppo:

  • Gli indirizzi email del membro
  • L'indirizzo email del gruppo
  • Quando l'utente è diventato membro del gruppo
  • Il ruolo del membro: MEMBER se membro del gruppo, MANAGER se gestore del gruppo o OWNER se proprietario del gruppo
  • Il tipo di account: USER per un account utente individuale o GROUP per un indirizzo email di gruppo
Metadati dei messaggi

nome_esportazione-metadata.xml

nome_esportazione-metadata.csv

  • nome_esportazione-metadata.xml: un file XML contenente i metadati dei messaggi di Gmail, della versione classica di Hangouts, di Gruppi o di Chat esistenti sui server di Google. Scopri di più
  • nome_esportazione-metadata.csv: un file CSV contenente i metadati di Gmail e della versione classica di Hangouts esistenti sui server di Google. Scopri di più

Nota: i contenuti del file PST non possono essere correlati ai metadati del file XML.

Account e numero di messaggi nome_esportazione-results-count.csv Un file CSV in cui sono elencati gli account dei proprietari dei messaggi inclusi nell'esportazione e il numero di messaggi riconducibili a ciascun account.
Rapporti errori

error.csv

nome_esportazione–account-exceptions.csv (esportazioni di Gmail)

nome_esportazione–failed-group-membership-lookups.csv (esportazione di Gruppi)

I rapporti sugli errori vengono inclusi solo se vengono riscontrati errori durante l'esportazione.

  • error.csv: elenca gli errori relativi al recupero dei messaggi. Scopri di più
  • nome_esportazione-account-exceptions.csv: elenca gli account Gmail in cui è stata eseguita la ricerca, ma per cui non sono stati esportati tutti i messaggi corrispondenti
  • nome_esportazione-failed-group-membership-lookups.csv: elenca gli indirizzi email di gruppo in cui è stata eseguita la ricerca, ma di cui non sono stati restituiti tutti i membri
Checksum dei file Checksum dei file Nel file sono elencati i valori hash MD5 (Message Digest 5) per tutti i file inclusi nell'esportazione.
Parametri dei messaggi nel file dei metadati

Il file di metadati contiene le seguenti informazioni:

Inclusi per i messaggi di Gmail e di Gruppi

  • #From: l'account email del mittente
  • #To: gli account email di tutti i destinatari
  • #CC: gli account email di tutti i destinatari in Cc
  • #Ccn: gli account email di tutti i destinatari in Ccn
  • #Subject: l'oggetto del messaggio
  • #DateSent: il timestamp di invio del messaggio
  • #DateReceived: il timestamp di ricezione del messaggio

Inclusi per i messaggi della versione classica di Hangouts e di Chat

  • #SubjectAtStart: (solo versione classica di Hangouts) l'oggetto della conversazione quando è stato inviato il primo messaggio
  • #SubjectAtEnd: (solo versione classica di Hangouts) l'oggetto della conversazione quando è stato inviato l'ultimo messaggio
  • #DateFirstMessageSent: il timestamp di invio del primo messaggio di una conversazione
  • #DateLastMessageSent: il timestamp di invio dell'ultimo messaggio di una conversazione
  • #DateFirstMessageReceived: il timestamp di ricezione del primo messaggio di una conversazione
  • #DateLastMessageReceived: il timestamp di ricezione dell'ultimo messaggio di una conversazione

Inclusi per tutti i messaggi (Gmail, Gruppi e Chat)

  • Etichette: tutte le etichette applicate da Gmail o Chat, ad esempio ^INBOX, ^TRASH e ^DELETED, nonché tutte le eventuali etichette applicate al messaggio dall'utente.
  • FileName: un ID messaggio. Utilizza questo valore per mettere in relazione i metadati con il messaggio corrispondente in un client email o in un editor di testo.
  • FileSize: le dimensioni del messaggio in byte.
  • Hash: l'hash MD5 del messaggio.

Inclusi per i messaggi di Chat (non per la versione classica di Hangouts)

  • RoomID: identificatore della stanza virtuale, della chat di gruppo o del messaggio diretto a cui appartiene il messaggio.
  • Participants: gli indirizzi email di tutti gli utenti che hanno partecipato alla conversazione.
  • RoomName: il valore dipende dal tipo di messaggio:
    • Per le stanze virtuali, il nome della stanza.
    • Per le chat di gruppo create dopo l'inizio di dicembre 2020, Group chat.
    • Per le chat di gruppo create prima dell'inizio di dicembre 2020 e i messaggi diretti, un elenco separato da virgole di account che hanno partecipato.
  • ConversationType: il tipo di messaggio:
    • Per una chat di gruppo creata dopo l'inizio di dicembre 2020 o per una stanza virtuale, il valore è Room.
    • Per una chat di gruppo creata prima di dicembre 2020, il valore è Group Direct Message.
    • Per un messaggio diretto, il valore è 1:1 Direct Message.

Parametri delle query per l'intera esportazione

  • UserQuery: la query inviata dall'utente di Vault che ha recuperato i messaggi inclusi nell'esportazione.
  • TimeZone: il fuso orario utilizzato per ricerche basate sulla data.
  • Custodians: gli indirizzi email degli utenti i cui account sono oggetto della ricerca. Se hai cercato contenuti anziché singoli account utente, qui non sarà elencato alcun custodian (possessore).
Parametri dei messaggi nel file di metadati (CSV)

Nel file CSV dei metadati sono elencate le seguenti informazioni per i messaggi di Gmail e della versione classica di Hangouts. Se le informazioni non sono disponibili o non sono applicabili al messaggio, non sarà specificato alcun valore. Alcuni valori sono disponibili solo per Gmail o solo per la versione classica di Hangouts.

Nota: nel file non sono inclusi metadati per i messaggi di Gruppi o di Chat.

Colonna Descrizione Nota
Rfc822MessageId

Un ID messaggio identico per i messaggi del destinatario e per quelli del mittente. Utilizza questo valore per collegare i metadati al messaggio in un'esportazione mbox.

Per la versione classica di Hangouts, il valore si riferisce al primo messaggio del thread.

 
GmailMessageId Un ID messaggio univoco. Utilizza questo valore per gestire messaggi specifici con l'API Gmail.

Per la versione classica di Hangouts, il valore si riferisce al primo messaggio del thread.

 
Account

L'account che ha ricevuto il messaggio nella propria Posta in arrivo.

Ad esempio, utente1@azienda.it ha ricevuto un messaggio inviato a gruppoA@azienda.it perché è membro del gruppo. Se una ricerca restituisce quel messaggio perché si trovava nella Posta in arrivo di utente1, il valore di A sarà gruppoA@azienda.it, mentre il valore di Account sarà utente1@azienda.it.

 
Da L'account del mittente.  
A L'account del destinatario. Se i destinatari sono diversi, sono separati da virgole e l'elenco è racchiuso tra virgolette doppie. Solo Gmail
Cc Account nel campo Cc:. Solo Gmail
Ccn Account nel campo Ccn:. Solo Gmail
Oggetto L'oggetto del messaggio. Solo Gmail
Etichette Etichette applicate al messaggio da Gmail o dall'utente. Solo Gmail
DateSent La data di invio del messaggio nel fuso orario UTC (aaaaMM-gg'T'HH:mm:ssZZZZ). Solo Gmail
DateReceived La data di ricezione del messaggio (yyyy-MM-dd'T'HH:mm:ssZZZZ). Solo Gmail
SubjectAtStart L'oggetto della conversazione quando è stato inviato il primo messaggio. Solo versione classica di Hangouts
SubjectAtEnd L'oggetto della conversazione quando è stato inviato l'ultimo messaggio. Solo versione classica di Hangouts
DateFirstMessageSent Il timestamp di invio del primo messaggio di una conversazione. Solo versione classica di Hangouts
DateLastMessageSent Il timestamp di invio dell'ultimo messaggio di una conversazione. Solo versione classica di Hangouts
DateFirstMessageReceived Il timestamp di ricezione del primo messaggio di una conversazione. Solo versione classica di Hangouts
DateLastMessageReceived Il timestamp di ricezione dell'ultimo messaggio di una conversazione. Solo versione classica di Hangouts
ThreadedMessageCount Il numero dei messaggi di una conversazione. Solo versione classica di Hangouts

Esportazioni di Drive

Contenuti delle esportazioni
Informazione Nome file Descrizione
File nome_esportazione_N.zip

Contiene tutti i file e i siti restituiti dalla ricerca. Vault esporta fino a 10 GB di dati in un singolo file compresso. Se esporti più di 10 GB di dati, Vault crea più file.

Ai file esportati viene assegnato il nome originale del file seguito da un trattino basso ("_") e dall'ID del file di Drive.

I file Google esportati vengono convertiti come segue:

  • Da Documenti Google a DOCX
  • Da Fogli Google a XLSX
  • Da Moduli Google a ZIP (HTML e CSV)
  • Da Presentazioni Google a PPTX
  • Da Disegni Google a PDF
  • Da Google Sites a PDF. Ogni pagina di un sito viene salvata come file PDF separato, che viene denominato utilizzando il formato seguente:
  • nome-sito_nome-pagina_ID-sito_ID-pagina.pdf
File di metadati nome_esportazione-metadata.xml

Contiene metadati, tra cui:

  • ID documento. Nota: non si tratta degli ID dei file di Drive, bensì di ID che corrispondono ai valori contenuti nel file CSV.
  • Indirizzi email degli utenti
  • Date di creazione e modifica di ciascun file
  • Tipi e titoli di documenti

Scopri di più

Account e ID documenti nome_esportazione-custodian-docid.csv Elenca gli account utente con gli ID documenti associati. Queste informazioni servono a determinare quali utenti hanno accesso ai file esportati.
Rapporti errori

error.csv

nome_esportazione-incomplete-accounts.csv

I rapporti sugli errori vengono inclusi solo se vengono riscontrati errori durante l'esportazione.

  • error.csv: elenca gli errori relativi al recupero dei file e i metadati dei file. Scopri di più
  • nome_esportazione-incomplete-accounts.csv: elenca gli account in cui è stata eseguita la ricerca ma per cui non sono stati esportati tutti i file corrispondenti
Checksum dei file Checksum dei file Nel file sono elencati i valori hash MD5 (Message Digest 5) per tutti i file inclusi nell'esportazione.
Parametri dei file nel file di metadati

Il file incluso nell'esportazione contiene i seguenti metadati:

Inclusi in ogni file

  • DocID: identificatore univoco del file. Per le esportazioni di siti, il valore è l'ID pagina.
  • #Author: l'indirizzo email del proprietario del file su Drive. Per un file di un Drive condiviso, mostra il nome del Drive condiviso.
  • Collaborators: gli account e i gruppi con l'autorizzazione diretta a modificare il file o aggiungere commenti. Include anche gli utenti con accesso indiretto al file, se hai scelto questa opzione durante l'esportazione.
  • Viewers: gli account e i gruppi con l'autorizzazione diretta a visualizzare il file. Include anche gli utenti con accesso indiretto al file, se hai scelto questa opzione durante l'esportazione.
  • #DateCreated: la data di creazione di un file Google in Drive. Per i file non Google, la data in cui il file è stato caricato su Drive.
  • #DateModified: la data dell'ultima modifica del file.
  • #Title: il nome file assegnato dall'utente. Poiché alcuni sistemi operativi non sono in grado di espandere i file zip con nomi molto lunghi, durante l'esportazione Vault ne tronca il nome a 128 caratteri. Il valore indicato dal tag #Title non viene troncato.
  • DocumentType: il tipo di file per i file Google. I valori possibili sono:
    • DOCUMENT: un documento creato in Documenti Google.
    • SPREADSHEET: un foglio di lavoro creato in Fogli Google.
    • PRESENTATION: una presentazione creata in Presentazioni Google.
    • FORM: un modulo creato in Moduli Google.
    • DRAWING: un disegno creato in Disegni Google.
    • SITES_PAGE: una pagina di un sito creato nella nuova versione di Google Sites.
  • Others: gli account della query con accesso indiretto al file, se hai scelto di escludere le informazioni sul livello di accesso durante l'esportazione. Potrebbe includere anche gli utenti di cui Vault non è riuscito a determinare i livelli di autorizzazione al momento dell'esportazione.
  • DocParentID: per i siti, l'ID del sito.
  • SharedDriveID: l'identificatore del Drive condiviso che contiene il file (se applicabile).
  • SourceHash: un valore hash univoco per ciascuna versione di un file. Può essere utilizzato per deduplicare le esportazioni di file e verificare che il file esportato sia una copia esatta del file di origine. Supportato solo dai file di Documenti, Fogli e Presentazioni Google.
  • FileName: il nome del file. Utilizza questo valore per mettere in relazione i metadati con il file nel file ZIP di esportazione.
  • FileSize: le dimensioni del file in byte.
  • Hash: l'hash MD5 del file.

Parametri delle query per l'intera esportazione

  • UserQuery: la query inviata dall'utente Vault che ha recuperato i file inclusi nell'esportazione.
  • TimeZone: il fuso orario utilizzato per ricerche basate sulla data.
  • Custodians: gli indirizzi email degli utenti i cui account sono oggetto della ricerca. Se hai cercato contenuti anziché singoli account utente, qui non sarà elencato alcun custodian (possessore).
Esportare le informazioni sul livello di accesso per gli utenti con accesso indiretto ai file

Quando esporti file da Drive, il file di metadati potrebbe includere informazioni sugli utenti della tua organizzazione che hanno accesso indiretto a un file che corrisponde ai tuoi criteri di ricerca e lo hanno aperto.

Un utente può disporre dell'accesso indiretto quando un file (o una cartella contenente un file) è:

  • Condiviso con un gruppo di cui l'utente fa parte
  • Condiviso con il dominio
  • Condiviso pubblicamente

Durante l'esportazione, puoi scegliere le informazioni da includere nell'output dei metadati:

  • Nella finestra di dialogo di esportazione, seleziona la casella che consente a Vault di determinare il livello di autorizzazione degli utenti del dominio con accesso indiretto ai file. Quando apri il file di metadati, ciascuno di questi utenti sarà incluso in una delle categorie seguenti:

    • Collaborators: utenti con autorizzazione indiretta a modificare o aggiungere commenti a un file.
    • Viewers (Visualizzatori): utenti con autorizzazione indiretta a visualizzare un file.
    • Others (Altri): in alcune circostanze, Vault non può determinare il tipo di accesso di cui gli utenti dispongono al momento dell'esportazione. Questo può accadere, ad esempio, se un file è stato condiviso con un gruppo e se l'utente è stato successivamente rimosso dal gruppo.

    Vault ha bisogno di più tempo per determinare le autorizzazioni di questi utenti, pertanto questa opzione potrebbe comportare un aumento del tempo necessario per preparare i file per il download.

  • Nella finestra di dialogo di esportazione, lascia deselezionata la casella (come da impostazione predefinita) per escludere le informazioni sul livello di accesso degli utenti del dominio con accesso indiretto ai file. Questi utenti sono elencati alla voce Others nel file di metadati.

Esportazioni di Google Voice

Contenuti delle esportazioni
Informazione Nome file Descrizione
File di dati vocali nome_esportazione-N.zip Per ogni account viene generato un file ZIP contenente file PST o mbox di conversazioni di testo, registri chiamate, file audio MP3 della segreteria e trascrizioni di messaggi vocali.
File di metadati nome_esportazione-metadata.xml Un file XML contenente i metadati esistenti sui server di Google.
Checksum dei file Checksum dei file Un file di checksum che contiene i valori hash digest 5 dei messaggi (MD5) per tutti i file inclusi nell'esportazione.
Rapporto errori

error.csv

I rapporti sugli errori vengono inclusi solo se vengono riscontrati errori durante l'esportazione. Scopri di più

Nota: a differenza di altri servizi, le esportazioni di Voice non includono un file di conteggio.

Parametri dei dati vocali nel file di metadati

Il file di metadati contiene le seguenti informazioni:

Informazioni su ogni file

  • DocID: identificatore univoco del file.
  • #Author: l'indirizzo email dell'account proprietario del file su Drive.
  • #DateFirstMessageSent: per le conversazioni di testo, la data di invio del primo messaggio. Nota: in questo campo e nei tre campi seguenti, le voci relative ai messaggi vocali e ai registri chiamate sono identiche.
  • #DateLastMessageSent: per le conversazioni di testo, la data di invio dell'ultimo messaggio.
  • #DateFirstMessageReceived: per le conversazioni di testo, la data di ricezione del primo messaggio.
  • #DateLastMessageReceived: per le conversazioni di testo, la data di ricezione dell'ultimo messaggio.
  • ConversationType: il tipo di dati.
    • TEXT_MESSAGE: un SMS.
    • VOICEMAIL: un messaggio vocale.
    • INCOMING_CALL: una voce di registro chiamate relativa a una chiamata in arrivo.
    • OUTGOING_CALL: una voce di registro chiamate relativa a una chiamata in uscita.
    • MISSED_CALL: una voce di registro chiamate relativa a una chiamata in arrivo senza risposta.
  • ParticipantPhoneNumbers: i numeri di telefono dei partecipanti.
  • OwnerPhoneNumbers: il valore può includere più numeri di telefono se il numero dell'utente è cambiato.
  • Labels: qualsiasi etichetta nella conversazione. Ad esempio, le conversazioni eliminate hanno l'etichetta DELETED (Eliminata).
  • ExternalFile FileName: l'identificatore del file, correlato all'oggetto nel file PST o mbox.

Parametri delle query per l'intera esportazione

  • UserQuery: la query inviata dall'amministratore di Vault.
  • TimeZone: il fuso orario della query.
  • Custodians: gli indirizzi email degli account in cui è stata eseguita la ricerca.

Esaminare i messaggi esportati

Una volta decompresso il file ZIP di un'esportazione di Gmail o Chat, il modo in cui puoi esaminare ed elaborare i messaggi dipende dal tipo di file:

  • PST: Microsoft Outlook o alcuni sistemi di supporto per controversie.

  • MBOX: Mozilla Thunderbird, un editor di testo o sistemi di supporto per controversie che includano strumenti di conversione delle email per i file MBOX.

Nota: Google non fornisce assistenza tecnica per i prodotti di terze parti. GOOGLE NON ACCETTA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER I PRODOTTI DI TERZE PARTI. Consulta il sito web del prodotto per le informazioni aggiornate sulla configurazione e sull'assistenza.

Esaminare i messaggi in un client email

Puoi esaminare i messaggi di Gmail e di Chat su Microsoft Outlook (PST) o su Mozilla Thunderbird (mbox). Questo metodo è particolarmente utile per i messaggi e gli allegati HTML non visualizzabili mediante un editor di testo.

I file PST e mbox contengono i dettagli dei messaggi esportati. Il file dei metadati contiene i metadati dei messaggi così come sono stati registrati da Google. Puoi correlare i contenuti dei file MBOX ai metadati dei messaggi per fornire un collegamento tra i messaggi archiviati sui server Google e i dati che esporti da Vault.

Nota: le etichette utilizzate in Gmail per classificare i messaggi non vengono convertite in cartelle della casella di posta. Quando apri un file PST o mbox in un client email, tutti i messaggi vengono visualizzati in una singola cartella.

Per esaminare i messaggi esportati in un client email:

  1. Importa ed esamina i messaggi nella tua applicazione email.
  2. Per i messaggi importanti per la pratica, visualizza le intestazioni:
    • Outlook: consulta la documentazione di Microsoft per informazioni su come visualizzare le intestazioni dei messaggi per la tua versione.
    • Thunderbird: fai clic su Visualizza > Intestazioni > Tutte per vedere le intestazioni di ciascun messaggio:
  3. In Thunderbird, ogni intestazione include un ID messaggio. Per rapportare i messaggi ai dati memorizzati sui server di Google, confronta gli ID messaggio con il file di metadati.
Esaminare i file mbox in un editor di testo

Il file mbox è un formato standard per l'archiviazione dei messaggi e contiene tutti i dettagli relativi ai messaggi esportati, inclusi il testo e gli eventuali allegati. Il file dei metadati contiene i metadati dei messaggi così come sono stati registrati da Google. Insieme, questi file forniscono un collegamento tra i messaggi archiviati sui server di Google e i dati che hai esportato da Vault.

In seguito all'esportazione, puoi utilizzare i parametri del messaggio contenuti nel file di metadati per identificare i messaggi corrispondenti nel file MBOX. Per iniziare, apri il file di metadati in un editor di testo e cerca il parametro FileName, ad esempio:

<ExternalFile FileName='1463030154355209614-d7f2c19a-73f3-40e4-a17a-130b90c37aac.mbox'

Questo parametro contiene un identificatore univoco e corrisponde a una voce simile nel file mbox, denominata riga From_. La riga From_ contiene il medesimo identificatore, insieme alla data e all'ora (nel fuso orario UTC) di ricezione del messaggio da parte di Google, ad esempio:

From 1463030154355209614-d7f2c19a-73f3-40e4-a17a-130b90c37aac.mbox@xxx Wed Mar 19 06:38:02 2014

La riga From_ è la prima di ciascun messaggio incluso nel file mbox. Quando vedi una nuova riga From_, significa che si tratta di un messaggio diverso.

Rapporti sugli errori

Quando non è in grado di esportare i dati da un servizio, Vault genera un rapporto sugli errori. Il rapporto elenca gli elementi con errori di esportazione insieme a ulteriori dettagli e metadati.

Vault segnala due tipi di errori:

  • Errori temporanei: un server di backend non è stato in grado di recuperare il messaggio email o il file. L'elemento dovrebbe essere disponibile per l'esportazione se cercato in un secondo momento.
  • Errori non temporanei: qualsiasi errore non categorizzato esplicitamente come temporaneo è il risultato di un problema che non può essere risolto. In genere questi errori si verificano quando l'allegato di un messaggio o un file è stato eliminato, non può essere esportato o non può essere convertito nel formato richiesto.

Per verificare se il problema è temporaneo o meno, apri il file CSV con Fogli Google o con un'altra app per fogli di lavoro e individua la colonna Error Description (Descrizione errore) (Nota: le descrizioni degli errori non sono disponibili per le esportazioni di Voice).

Eseguire il ripristino in caso di errori temporanei

Puoi utilizzare i dettagli dei messaggi e dei file per cercare i dati che non sono stati esportati a causa di errori temporanei ed esportarli:

  • Se il rapporto sugli errori include messaggi con errori temporanei, puoi utilizzare l'identificatore RFC 822 di ciascun messaggio per ritrovarlo con una ricerca successiva. Il formato del termine di ricerca è rfc822msgid:identificatore.
  • Se il rapporto sugli errori include file di Drive con errori temporanei, utilizza il titolo di quei file specifici per trovarli quando esegui una nuova ricerca. Il formato del termine di ricerca è title:"titolo del file".

Contenuti del rapporto sugli errori

Contenuti del rapporto sugli errori per Gmail e Gruppi

Il rapporto sugli errori contiene i seguenti campi per ogni messaggio. Se i dati non sono disponibili o applicabili a un messaggio, i campi sono vuoti.

Campo

Descrizione
Document ID Un identificatore univoco del file
Document type Il tipo di documento. Il valore è mail.
File type

Il tipo di file. Il valore è mail

Attachments count Il numero di allegati al messaggio
Attachment names I nomi di file degli allegati
Subject L'oggetto del messaggio
Size Le dimensioni del messaggio
From L'account email del mittente
To Gli account email di tutti i destinatari
Cc Gli account email di tutti i destinatari in Cc
Sent time Il timestamp di invio del messaggio
Source account L'account incluso nella query di ricerca
Descrizione errore Una descrizione dell'errore
RFC 822 Message-ID

Un identificatore univoco di un messaggio, aggiunto dai server di posta

Esempio: rfc822msgid:AANLkTilQ5MWSp7-iE6SKepvOl-
Spjupgr1NZTiLGu16Z@mail.solarmora.com

 

Contenuti del rapporto sugli errori per Chat

Il rapporto sugli errori contiene i seguenti campi per ogni messaggio. Se i dati non sono disponibili o applicabili a un messaggio, i campi sono vuoti.

Campo

Descrizione
Document ID Un identificatore univoco del file
Filename Il tipo di documento. Il valore è mail.
Conversation Type

Il tipo di messaggio. Il valore è mail

Room Name Il nome della stanza virtuale
Descrizione errore Una descrizione dell'errore

 

Contenuti del rapporto sugli errori per i file di Drive

Il rapporto sugli errori contiene i seguenti campi per ogni file. Se i dati non sono disponibili o applicabili a un file, i campi sono vuoti.

Campo Descrizione
Document ID Un identificatore univoco del file
Document type Indica il tipo di file Google. I valori possibili sono: DOCUMENT, SPREADSHEET, PRESENTATION, FORM, DRAWING e SITES_PAGE.
Tipo di file Il formato file, ad esempio PDF o XLSX
Title Il nome file assegnato dall'utente
Size Le dimensioni del file
Creator L'indirizzo email del proprietario del file in Drive. Per un file di un Drive condiviso, mostra il nome del Drive condiviso.
Collaborators Gli account e i gruppi con autorizzazione diretta a modificare il file o aggiungere commenti. Include anche gli utenti con accesso indiretto al file, se hai scelto questa opzione durante l'esportazione.
Viewers Gli account e i gruppi con autorizzazione diretta a visualizzare il file. Include anche gli utenti con accesso indiretto al file, se hai scelto questa opzione durante l'esportazione.
Others Gli account della query con accesso indiretto al file, se hai scelto di escludere le informazioni sul livello di accesso durante l'esportazione. Potrebbe includere anche gli utenti di cui Vault non è riuscito a determinare i livelli di autorizzazione al momento dell'esportazione.
Creation time La data di creazione di un file Google in Drive. Per i file non Google, indica la data in cui il file è stato caricato su Drive.
Last modified time La data dell'ultima modifica del file
Descrizione errore Una descrizione dell'errore
Drive Document ID Un identificatore univoco per un file in Drive

 

Contenuti del rapporto sugli errori per i dati di Voice

Nel rapporto sugli errori vengono elencati gli account in cui è stata eseguita la ricerca ma di cui non sono stati esportati tutti i file corrispondenti.

Campo Descrizione
Account L'indirizzo email dell'account per il quale alcuni dati non sono stati esportati.
Failed Conversation Count Il numero di conversazioni che non sono state esportate. Se il numero è sconosciuto, il valore è Unknown Failure Count (Numero di errori sconosciuto).
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
96539
false