Importare eventi in Google Calendar

Puoi trasferire gli eventi da un'altra applicazione di calendario o da un Account Google su Google Calendar.

Quando importi un evento, gli ospiti e i dati della conferenza di quell'evento non vengono importati.

Passaggio 1: esporta gli eventi

Per prima cosa esporta i tuoi eventi come file che puoi importare in Google. Scegli una di queste opzioni:

Esportare da un'altra applicazione di calendario

La maggior parte delle applicazioni di calendario, come il calendario di Outlook o quello di Apple, consentono di esportare gli eventi.

  1. Apri l'applicazione di calendario in cui sono attualmente memorizzati i tuoi eventi. Spesso è più facile eseguire questa operazione da un computer invece che da un telefono o un tablet.
  2. Cerca l'opzione per eseguire l'esportazione.
  3. Se hai la possibilità di scegliere tra più formati di file, seleziona CSV. Se utilizzi un dispositivo Apple, seleziona vCard.

Se hai bisogno di ulteriore aiuto, cerca nel centro assistenza della tua applicazione di calendario oppure prova a eseguire una ricerca con le parole esportazione calendario.

Il file viene salvato sul computer nel percorso in cui vengono solitamente salvati i download oppure nel percorso che specifichi. A questo punto puoi passare alla sezione successiva e importare il calendario.

Esportare da un altro Account Google
Se disponi di più Account Google, puoi esportare i tuoi calendari da un account ed importarli in un altro.
  1. Sul computer, accedi all'Account Google da cui vuoi eseguire l'esportazione. Puoi eseguire l'esportazione solo da un computer, non da un telefono o un tablet.
  2. Segui le istruzioni per esportare il calendario. Dovrai scaricare un file .ics sul computer.
  3. Accedi all'Account Google in cui vuoi eseguire l'importazione.
  4. Per informazioni su come importare, vai al passaggio successivo.
Suggerimento: gli eventi importati non saranno sincronizzati tra i due account. Se vuoi sincronizzare i calendari, condividi il calendario con l'altro account, invece di esportare gli eventi.

Passaggio 2: importa gli eventi in Google Calendar

Dopo aver esportato gli eventi, puoi importarli in Google Calendar. Puoi importare i file ICS e CSV sul computer. 

  1. Apri Google Calendar.
  2. In alto a destra, fai clic su Impostazioni Impostazioni e poi Impostazioni.
  3. A sinistra, fai clic su Importazione ed esportazione.
  4. Fai clic su Seleziona il file dal computer e seleziona il file esportato. Il file dovrebbe finire in ".ics" o ".csv".
  5.  Scegli il calendario in cui aggiungere gli eventi importati. Per impostazione predefinita, gli eventi vengono importati nel calendario principale.
  6. Fai clic su Importa.

Se hai un file .zip, trovalo sul computer e aprilo. Troverai i file .ics per ciascuno dei tuoi calendari. Estrai i singoli file dal file .zip e importa ogni file .ics individualmente.

Gli eventi ricorrenti potrebbero non essere visualizzati come tali se li importi da un file .csv, ma saranno visibili sul calendario come una serie di eventi una tantum.

Avanzate: crea o modifica i file .csv o iCal prima dell'importazione

Creare o modificare un file .csv

Puoi importare file .csv (valori separati da virgola) in Google Calendar. Se ricevi un errore durante l'importazione di un file .csv, potresti riuscire a correggere la formattazione.

  1. Apri un file CSV esistente o creane uno nuovo utilizzando un editor di fogli di lavoro come Fogli Google.
  2. La prima riga del foglio di calcolo includerà le intestazioni Subject e Start Date. Le intestazioni devono essere in inglese. Consulta l'elenco qui sotto per verificare le intestazioni corrette.
  3. Ogni riga sotto la riga di intestazione rappresenta un evento. Ad esempio:
    Subject Start date Start time
    Esame finale 05/30/2020 10:00 AM
  4. Quando hai finito, salva il file come file .csv. Potrai quindi importarlo in Google Calendar utilizzando le indicazioni di cui sopra.

Formattare le intestazioni e gli eventi nei file .csv

Sono obbligatorie solo le prime due intestazioni di questo elenco, le altre sono facoltative.

Importante: le intestazioni devono essere in inglese, come mostrato di seguito. Se i dettagli dell'evento contengono virgole, come nell'esempio del luogo riportato, puoi inserirli racchiudendo il testo tra virgolette.

  • Subject
    Il nome dell'evento, obbligatorio.
    Esempio: Esame finale
  • Start Date
    Il primo giorno dell'evento, obbligatorio.
    Esempio: 05/30/2020
  • Start Time
    L'orario in cui inizia l'evento.
    Esempio: 10:00 AM
  • End Date
    L'ultimo giorno dell'evento.
    Esempio: 05/30/2020
  • End Time
    L'orario in cui termina l'evento.
    Esempio: 1:00 PM
  • All Day Event
    Se l'evento dura tutto il giorno. Inserisci True se l'evento dura tutto il giorno e False in caso contrario.
    Esempio: False
  • Description
    Descrizione o note relative all'evento.
    Esempio: 50 domande a scelta multipla e due a risposta libera 
  • Location
    Il luogo dell'evento.
    Esempio: "Università degli Studi, Aula 101"
  • Private
    Se l'evento deve essere contrassegnato come privato. Inserisci True se l'evento è privato e False in caso contrario.
    Esempio: True

Gli esempi sopra riportati creeranno l'evento "Esame finale" il 30 maggio 2020 dalle 10:00 alle 13:00. Il luogo sarà "Università degli Studi, Aula 101", la descrizione sarà "50 domande a scelta multipla e due a risposta libera" e l'evento sarà privato.

Creare o modificare un file iCalendar

I file iCalendar sono un formato di calendario standard utilizzato per trasferire i dati di calendario. Se ricevi un errore durante l'importazione di un file iCalendar (.ics), potresti riuscire a correggere la formattazione.
  1. Apri un file .ics o creane uno nuovo. Dovrai utilizzare un'applicazione di modifica del testo in grado di salvare i file .ics.
  2. Formatta i file in base alle linee guida indicate di seguito. Puoi esportare un file .ics da Google Calendar da utilizzare come esempio.
  3. Al termine, salva il file come file .ics.

Formattare file iCalendar

La prima riga in un file iCalendar deve sempre essere l'intestazione BEGIN:VCALENDAR. Deve essere seguita da altre informazioni dell'intestazione, tra cui VERSION:2.0 e "PRODID:<[inserisci qui le informazioni sull'ID]>". L'ultima riga deve essere il piè di pagina END:VCALENDAR. Nello spazio tra queste righe vengono inseriti tutti gli eventi nel calendario. Ciascun evento deve essere compreso tra le righe BEGIN:VEVENT e END:VEVENT.

Se devi modificare manualmente un file iCalendar, assicurati che ogni file contenga l'intestazione e il piè di pagina. Se non sei certo di dove finisca l'intestazione, copia e incolla il testo fino a una riga sopra BEGIN:VEVENT, ovvero il punto in cui termina l'intestazione e iniziano i dati dell'evento.

Un file iCalendar si presenta come illustrato di seguito. Il file iCalendar può contenere più informazioni, ma queste sono le parti obbligatorie.

BEGIN:VCALENDAR

VERSION:2.0

PRODID:< [inserisci qui le informazioni sull'ID] >

(le altre informazioni di intestazione vanno inserite qui)

BEGIN:VEVENT

(dettagli evento)

END:VEVENT

BEGIN:VEVENT

(dettagli evento)

END:VEVENT

END:VCALENDAR

Risoluzione dei problemi

Articoli correlati

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?