Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Come viene definita una sessione web in Analytics

Le informazioni in questo articolo si riferiscono solo al monitoraggio web. I calcoli non si applicano se stai raccogliendo dati utilizzando un SDK di Analytics per un sistema operativo per dispositivi mobili. Ulteriori informazioni sulle sessioni dell'app.

È importante capire il concetto di sessione in Analytics perché molte funzioni, rapporti e metriche dipendono dal modo in cui Analytics calcola le sessioni.

Contenuti di questo articolo:

Panoramica

Per sessione si intende un gruppo di interazioni con il tuo sito web in un determinato arco di tempo. Ad esempio, una singola sessione può contenere più visualizzazioni di pagina, eventi, interazioni sociali e transazioni e-commerce. Ulteriori informazioni su differenti tipi di richieste in Analytics.

Una sessione può essere considerata come un contenitore per le azioni intraprese da un utente sul sito.

Many interactions can happen within one visit.

Un singolo utente può aprire più sessioni, che possono verificarsi nello stesso giorno o nell'arco di diversi giorni, settimane o mesi. Al termine di una sessione, esiste quindi l'opportunità di iniziare una nuova sessione. Una sessione termina in base a due metodi:

  • Scadenza basata sul tempo:
    • Dopo 30 minuti di inattività
    • A mezzanotte
  • Cambio di campagna:
    • Si verifica se un utente arriva al sito tramite una campagna, esce dal sito e poi vi ritorna tramite un'altra campagna.

Scadenza basata sul tempo

Quanto dura una sessione?

Per impostazione predefinita, una sessione termina dopo 30 minuti di inattività, ma è possibile modificare questo valore per ottenere una durata di qualche secondo o diverse ore. Ulteriori informazioni sulle impostazioni di modifica della sessione.

Ad esempio, quando l'utente Mario arriva sul tuo sito, Analytics inizia a conteggiare da quel momento. Se, nell'arco di 30 minuti, non viene eseguita alcuna interazione da Mario, la sessione si conclude. Tuttavia, ogni volta che Mario interagisce con un elemento (ad esempio un evento, un'interazione sociale oppure apre una nuova pagina), Analytics azzera il tempo di scadenza aggiungendo altri 30 minuti dal momento di tale interazione.

Esempio

Supponiamo che Mario interagisca con il tuo sito web con la seguente frequenza:

A series of standard interactions and the visit expiry.

Dopo l'evento 2, la scadenza della sessione viene impostata su 14:34.

Quando Mario arriva per la prima volta sul tuo sito, la scadenza della sessione è impostata su 14:31. Mentre Mario continua a navigare all'interno del tuo sito, visualizzando pagine e attivando eventi, ciascuna nuova richiesta sposta la scadenza di 30 minuti.

Che cosa accade se nel corso di una sessione sul el mio sito, Mario lascia aperta una pagina perché si allontana dal computer per 31 minuti e poi torna a navigare all'interno del sito?

In questo caso, la prima sessione avviata da Mario una volta raggiunto il sito scade dopo 30 minuti durante la sua pausa pranzo. Quando ritorna dal pranzo e continua a navigare sul sito web, Analytics imposta una nuova scadenza di 30 minuti e avvia una nuova sessione.

A new visit starts if a user doesn

Mario si trovava nel bel mezzo di un acquisto quando ha lasciato il sito ed è andato a pranzo. Successivamente è ritornato sul sito per completare la transazione. La pagina di destinazione della nuova sessione è la pagina Aggiungi al carrello.

Che cosa succede se Mario lascia aperta una pagina del mio sito, si allontana dal computer per 29 minuti e poi riprende la navigazione?

La sessione aperta in precedenza riprende dall'ultima pagina che stava visualizzando sul tuo sito, purché Mario non ritorni al tuo sito tramite un'altra campagna (ulteriori dettagli sono riportati di seguito). In questo caso, Analytics non rileva l'inattività.

If a user continuous interacts with content and only pauses within the specified time limit, the visit keeps going.

Mario si trovava nel bel mezzo di un acquisto quando ha lasciato il sito ed è andato a pranzo. Poiché questa volta si è allontanato per un periodo di tempo inferiore a 30 minuti, la sessione rimane aperta. Ricordiamo che il tempo trascorso da Mario sulla pagina è di 29 minuti per la visualizzazione di pagina 2 (prodotto), poiché tale tempo viene calcolato come differenza tra le ore di inizio delle visualizzazioni di pagina successive: visualizzazione 3 - visualizzazione 2 (14:31-14:02 = 00:29).

Scadenza a fine giornata

Mario accede al tuo sito web il 14 agosto alle 23:50 e lo abbandona alle 00:10 del 15 agosto.

La prima sessione termina il 14 agosto alle 23:59:59 e la seconda sessione inizia alle 00:00 del 15 di agosto.

La fine della giornata dipende dalle impostazioni di fuso orario della tua vista..

Scadenza basata sulla campagna

Ogni volta che per un utente cambia la sorgente della campagna, Analytics apre una nuova sessione. È importante sottolineare che anche se una sessione esistente è ancora aperta (ad esempio, se sono trascorsi meno di 30 minuti) ma si cambia la sorgente della campagna, questa sessione viene chiusa e ne viene aperta una nuova.

Supponiamo che Mario entri nel tuo sito web nel seguente modo:

Two separate sessions, with two unrelated interactions.

Analytics memorizza le informazioni sulla sorgente della campagna. Ogni volta che il valore della campagna viene aggiornato, Analytics apre una nuova sessione. Nell'esempio qui sopra, Mario arriva per la prima volta al tuo sito web tramite la parola chiave organica di Google widget rossi e successivamente ritorna tramite la parola chiave a pagamento di Google widget blu.

Ciascun termine di ricerca aggiorna la campagna; pertanto, ogni parola chiave corrisponde a una nuova sessione.

Quali sono le cause degli aggiornamenti della campagna?

In genere, la campagna viene aggiornata ogni volta che un utente arriva al tuo sito tramite un motore di ricerca, un sito web referente o un URL della campagna codificato. Il traffico diretto, tuttavia, non aggiorna né sostituisce mai la sorgente esistente di una campagna, ad esempio un motore di ricerca, un sito referente oppure i dati codificati di una campagna.

Codifica automatica di AdWords

Nel caso della codifica automatica di AdWords, ogni clic genera un valore unico per la campagna (il valore gclid). Poiché a ciascun clic è associato un valore gclid specifico, ogni clic viene considerato come una campagna separata e crea una nuova sessione.

Referral

Viene creata una nuova campagna ogni volta che un utente fa clic su un link che rimanda al tuo sito da un sito di riferimento.

Se Mario visita a.com e fa clic su un link che rimanda al tuo sito, inizia una sessione attribuita a un referral da a.com. Se subito dopo visita b.com e fa clic su un link che rimanda al tuo sito, inizia una nuova sessione attribuita a un referral da b.com.

Puoi utilizzare le esclusioni dei referral per impedire che referral provenienti da siti specifici possano creare nuove sessioni.

Tag della campagna

La best practice raccomanda l'uso della codifica automatica in luogo dei tag manuali nelle campagne; supponiamo, però, che tu abbia codificato manualmente le tue campagne AdWords con un URL di destinazione di questo tipo:

http://www.example.com/?utm_source=google&utm_medium=cpc&utm_campaign=camp1&utm_term=keyword&utm_content=content

Mario fa clic sul tuo annuncio, che registra una nuova sessione per il primo clic. Tuttavia, a differenza della codifica automatica, dove più clic su un annuncio sono in grado di generare più sessioni corrispondenti, i valori dei parametri di una campagna codificata manualmente rimangono uguali per tutti i clic e pertanto la campagna non viene aggiornata per ogni clic. Ciò permette di avere più clic sugli annunci e una sola sessione.

Se pubblicizzi la tua attività sulle reti pubblicitarie di terze parti e utilizzi la codifica manuale delle campagne, devi tenere presente che ogni clic di ogni utente su tali reti non sempre genera una sessione corrispondente (se vengono eseguiti ulteriori clic nell'arco di 30 minuti). Questa è la causa più comune di discrepanze di dati tra Analytics e altri rapporti sui prodotti.

Traffico diretto

Infine, esaminiamo brevemente il traffico diretto in Analytics. Il traffico diretto come sorgente di una campagna non sovrascrive mai la sorgente esistente nota di una campagna, come farebbe un motore di ricerca, un referral o una sorgente di campagna.

Il traffico diretto che interagisce con i tuoi contenuti nell'arco di tempo della sessione di 30 minuti ha lo stesso effetto che uscire dal tuo sito web per meno di 30 minuti. La sessione esistente si apre e prosegue da dove è stata sospesa.

Tieni presente che i rapporti Canalizzazioni multicanale gestiscono il traffico diretto in modo diverso rispetto agli altri rapporti di Analytics.

Calcoli di metriche: Sessioni e nuovi utenti

È possibile che il valore delle Sessioni di metriche siano inferiori al valore dei Nuovi utenti. Il motivo è che le Sessioni non sono incrementate nel caso in cui una sessione consiste solo in eventi di non interazione. Di contro, i Nuovi utenti sono sempre incrementati quando si verifica la sessione di un nuovo utente, anche se la sessione consiste solo in eventi di non interazione.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?