Modalità di identificazione degli utenti per le metriche degli utenti

Le metriche Utenti e Utenti attivi mostrano quanti utenti hanno interagito con il tuo sito o app.

Affinché Google Analytics determini quale traffico appartiene a quale utente, un identificatore univoco associato a ciascun utente è inviato con ciascun hit. Questo identificatore può essere un unico cookie originale di nome _ga che memorizza un ID client Google Analytics; oppure puoi utilizzare la Funzione User ID in combinazione con l'ID client per identificare in modo più preciso gli utenti in tutti i dispositivi utilizzati per accedere al tuo sito o alla tua app. Per ulteriori informazioni sugli identificatori, leggi l'articolo su cookie e identificazione degli utenti nella nostra documentazione per gli sviluppatori.

Nei primi mesi del 2017, Google Analytics ha iniziato ad aggiornare il calcolo delle metriche Utenti e Utenti attivi per conteggiare gli utenti in modo più efficace e accurato e con una percentuale di errori ridotta (in genere inferiore al 2%). Le metriche sono disponibili nei rapporti standard. Potresti rilevare una piccola differenza nel conteggio degli utenti rispetto al metodo di calcolo precedente (spiegato di seguito), che verrà mantenuto solo per i rapporti non campionati e BigQuery Export.

Questo nuovo calcolo viene applicato ai dati utenti fino a settembre 2016. Se l'intervallo di date del rapporto include dati precedenti a settembre 2016, si verifica il campionamento. Se vuoi rapporti non campionati che includano dati precedenti al 2016, utilizza le seguenti indicazioni per disattivare il nuovo metodo di calcolo.

A partire da agosto 2017, il nuovo calcolo viene applicato ai dati nelle Tabelle personalizzate.

 

Precedente metodo di calcolo
Questo articolo spiega i motivi per cui una vista filtrata potrebbe mostrare un conteggio non preciso degli Utenti e perché potresti notare discrepanze in Utenti nei diversi rapporti. Tuttavia, se vuoi solo passare a una vista non filtrata:
  1. Accedi a Google Analytics..
  2. Fai clic su Amministratore.
  3. Nella colonna VISTA, utilizza il menu per selezionare una vista non filtrata. Se non hai la certezza che una vista sia non filtrata, selezionala nell'elenco. Poi, sempre nella colonna VISTA, fai clic su Filtri. Visualizzerai un elenco di filtri (se presenti) applicati a quella vista.
  4. Una volta che hai selezionato una vista, apri Rapporti per tornare ai tuoi rapporti.

In sintesi

Le metriche Utenti e Utenti attivi mostrano il numero di utenti che hanno visitato o interagito con il tuo sito o la tua app.

Analytics utilizza due diverse tecniche per calcolare gli Utenti per i diversi tipi di richieste di rapporti. Di conseguenza, puoi notare delle discrepanze nella metrica Utenti nei vari rapporti. Le informazioni riportate in questo articolo sono valide anche per le metriche Utenti attivi.

Analisi approfondita

Spiegazione

Per rendere disponibili rapidamente i dati nei tuoi rapporti, Google Analytics crea un insieme di tabelle di dati preaggregati e non campionati, che vengono aggiornati quotidianamente. Per ulteriori informazioni su questa funzione, consulta Funzionamento del campionamento. Le tabelle di dati pre-aggregate offrono tutti i dati necessari per gestire le richieste comuni di creazione di rapporti, comprese le variazioni degli intervalli di date nei rapporti standard. Ad esempio, quando richiedi un rapporto, Google Analytics cerca ogni metrica nelle tabelle di dati preaggregati e pubblica quelle utili ai fini del rapporto. Se modifichi l'intervallo di date da 1° agosto - 31 agosto a 1° agosto - 1° settembre, Google Analytics controlla il valore di ogni metrica nella tabella dei dati preaggregati del 1° settembre e lo aggiunge al totale esistente.

Questo metodo funziona bene per la maggior parte delle metriche. Molte metriche, ad esempio Visualizzazioni di pagina o Visualizzazioni di schermata, sono semplici conteggi additivi che prendono in considerazione più giorni, ma i risultati relativi a Utenti si basano su calcoli più complicati. Anziché limitarsi ad aggiungere (o sottrarre) i dati elaborati delle tabelle di dati preaggregati, Google Analytics deve ricalcolare la metrica Utenti per ogni intervallo di date selezionato in un rapporto. Ad esempio, se un utente visita un sito web il 31 agosto e il 1° settembre, Google Analytics riconosce tale utente come utente unico nel corso di questi due giorni. Se modifichi l'intervallo di date da 1° agosto - 31 agosto a 1° agosto - 1° settembre, Google Analytics non si limita ad aggiungere la differenza al valore Utenti visualizzato nei rapporti perché tale valore si basa su un calcolo complicato e non sulla sua semplice aggiunta al totale nelle tabelle dei dati preaggregati. Il calcolo con questa metrica deve essere invece eseguito in tempo reale ogni volta che ne fai richiesta nei tuoi rapporti.

Come soluzione a questa sfida, Google Analytics ha sviluppato due diverse tecniche per il calcolo dei valori relativi a Utenti. Il calcolo ottimale viene selezionato in base al rapporto visualizzato.

Calcolo 1: dati precalcolati

Questo calcolo si basa solo sul numero di sessioni in un determinato intervallo di date e sul tempo di ogni sessione. Ciò viene determinato dalla tecnologia gestita sul dispositivo, ad esempio un browser web, ed è spesso indicato come "tempo lato client". Poiché il risultato di questo calcolo può essere aggiunto alle tabelle dei dati preaggregati, Google Analytics può utilizzare la tabella per recuperare e mostrare rapidamente questi dati in un rapporto, anche quando si modifica l'intervallo di date.

Il calcolo 1 viene utilizzato esclusivamente nei rapporti in cui l'unica dimensione è un intervallo di tempo, ad esempio una data, una settimana dell'anno o un mese dell'anno. Ciò significa che viene visualizzato nel rapporto Panoramica pubblico solo quando non sono applicati segmenti oppure in un rapporto personalizzato quando una di queste dimensioni di data è la sola dimensione applicata. Quando si visualizzano gli utenti su una dimensione non di data, Google Analytics utilizza una seconda tabella, descritta di seguito, per calcolare in tempo reale gli utenti.

Sebbene questa tecnica possa fornire rapidamente i dati non campionati, presenta alcuni svantaggi. Questo calcolo si basa sul numero di sessioni e sul tempo lato client, pertanto se il tempo lato client di un utente non è corretto o se utilizzi una vista rapporti in cui vengono escluse alcune sessioni di un utente (e non di tutti gli utenti), i dati potrebbero presentare alcune discrepanze.

Al fine di aggirare eventuali potenziali imprecisioni, puoi creare un rapporto personalizzato con una dimensione non data uguale per tutte le sessioni degli utenti (ad es. browser, sistema operativo o dispositivo mobile). Questo significa che Google Analytics dovrà utilizzare il calcolo 2.

Calcolo 2: dati calcolati in tempo reale

Il calcolo 2 si basa sul modo in cui i dati permanenti sul traffico vengono assegnati, raccolti e memorizzati. Esistono diverse soluzioni di personalizzazione, ma il metodo più comune per assegnare e memorizzare questi dati consiste nell'utilizzare i cookie gestiti tramite un browser web.

Il calcolo 2 richiede l'esecuzione di calcoli complessi su set di dati di grandi dimensioni, pertanto fa sempre riferimento ai dati nelle tabelle delle sessioni non elaborate e non alle tabelle di dati preaggregati. Il calcolo 2 richiede più tempo del calcolo 1 per elaborare e rendere disponibili i dati nei rapporti perché i valori vengono calcolati in tempo reale. Google Analytics non si limita a cercare e fornire i dati già elaborati e memorizzati nelle tabelle di dati preaggregati. Il calcolo viene invece eseguito ogni volta che ne fai richiesta. Ricorda che, se vengono soddisfatte determinate condizioni, il campionamento potrebbe essere eseguito, ma gli utenti dell'account Google Analytics 360 potranno accedere ai rapporti non campionati.

Il calcolo 2 viene utilizzato nei rapporti personalizzati e consente di calcolare gli utenti rispetto a qualsiasi dimensione, ad esempio browser, città o sorgente.

Tieni presente che per alcune dimensioni, ad esempio sorgente o mezzo, è possibile che lo stesso utente unico sia in più bucket (ad esempio, se un utente ha effettuato una visita dalla ricerca organica e dalla ricerca a pagamento nello stesso intervallo di date). Per questo motivo, quando si visualizzano gli utenti rispetto a una dimensione di questo tipo, la somma delle righe non deve essere aggiunta al totale.

Passare dai nuovi calcoli a quelli precedenti e viceversa

  1. Accedi a Google Analytics..
  2. Fai clic su Amministratore e vai alla proprietà da modificare.
  3. Nella colonna PROPRIETÀ fai clic su Impostazioni proprietà.
  4. In Analisi utente, attiva o disattiva l'opzione Abilita metrica Utenti nei rapporti.
    L'attivazione prevede l'adozione del nuovo metodo di calcolo, mentre con la disattivazione viene utilizzato quello precedente.

Il passaggio da un metodo di calcolo all'altro cambia il modo in cui le metriche vengono calcolate dai dati non elaborati per i rapporti, ma non influisce sui dati sottostanti.

Analytics 360 prevede l'attivazione come impostazione predefinita.

Nella versione standard di Analytics, invece, l'opzione è disattivata.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?