[UA→GA4] Confronto delle metriche: Google Analytics 4 e Universal Analytics

Che cosa aspettarsi dal confronto tra le metriche di Google Analytics 4 e quelle di Universal Analytics

Quando configuri Google Analytics 4, ti consigliamo di confrontare i risultati riportati nella proprietà Google Analytics 4 con quelli nella proprietà Universal Analytics. Questo articolo spiega in che misura puoi confrontare o meno le metriche tra Universal Analytics e Google Analytics 4.

Contenuti di questo articolo:

Utenti

In Universal Analytics sono disponibili due metriche utente: Utenti totali e Nuovi utenti, mentre in Google Analytics 4 ne esistono tre: Utenti totali, Utenti attivi e Nuovi utenti.

Metrica

UA

GA4

Totale utenti

Metrica utente principale in UA: numero totale di utenti.

Numero totale di utenti unici che hanno registrato un evento.

Nuovi utenti

Numero di utenti che hanno interagito con il tuo sito per la prima volta.

Numero di utenti che hanno interagito con il tuo sito o avviato la tua app per la prima volta.

La metrica viene misurata in base al numero di nuovi ID utente unici che hanno registrato l'evento first_open o first_visit.

Utenti attivi

N/A

Metrica utente principale in GA4: numero di utenti distinti che hanno visitato il tuo sito web o la tua app. Un utente viene definito attivo quando ha una sessione con coinvolgimento o quando Analytics raccoglie:

Aspetti da considerare

Nella maggior parte dei report, Universal Analytics utilizza la metrica Utenti totali, indicata come Utenti, mentre GA4 utilizza la metrica Utenti attivi, anche questa indicata come Utenti. Di conseguenza, sebbene UA e GA4 usino lo stesso termine Utenti per definire questa metrica, per il calcolo UA utilizza la metrica Utenti totali, mentre GA4 utilizza la metrica Utenti attivi.

A seconda della frequenza con cui gli utenti tornano a visitare il tuo sito web, la metrica Utenti totali in UA e la metrica Utenti attivi in GA4 possono essere più o meno simili.

Per trovare il numero totale di utenti, puoi confrontare la metrica Utenti totali di UA con la metrica Utenti totali di GA4 utilizzando lo strumento Esplorazioni di GA4. A causa delle differenze nelle definizioni, potrebbe essere più facile confrontare questi valori nei report GA4 anziché nelle metriche Utenti.

I due tipi di proprietà potrebbero utilizzare impostazioni diverse come gli spazi di identità degli utenti. Ad esempio, la proprietà Google Analytics 4 potrebbe utilizzare lo User-ID, mentre la proprietà Universal Analytics utilizza il Client-ID.

I report UA potrebbero escludere i dati in base ai filtri. Al momento, le proprietà GA4 non supportano questi filtri.

Non è insolito che esistano apparenti discrepanze nei dati relativi agli utenti tra Google Analytics 4 e Universal Analytics. È possibile che si verifichino discrepanze fino al 10% nelle visualizzazioni di pagina e discrepanze fino al 20% relative a utenti e sessioni. Anche se sono configurati ambienti simili, equi e confrontabili per entrambi i prodotti, si verificano delle discrepanze perché questi utilizzano metriche con definizioni leggermente diverse, che possono variare da un'attività all'altra in base a diversi fattori.

Visualizzazioni di pagina

In generale, il numero di visualizzazioni di pagina in UA e GA4 dovrebbe essere abbastanza simile, solitamente con alcuni punti percentuale di differenza, poiché il tag Google si attiva su ogni pagina e genera una visualizzazione di pagina. Tuttavia, queste differenze possono variare in base agli eventuali filtri impostati in Universal Analytics o in Google Analytics 4.

Metrica

UA

GA4

Visualizzazione di pagina

Numero totale di pagine visualizzate. Vengono conteggiate le visualizzazioni ripetute di una singola pagina.

Nota anche come Visualizzazioni: numero totale di schermate dell'app e/o di pagine web visualizzate dagli utenti. La metrica Visualizzazioni disponibile nell'interfaccia dei report indica la combinazione di visualizzazioni di pagina e di schermata. Vengono conteggiate le visualizzazioni ripetute di una singola pagina o schermata.

Visualizzazione di pagina unica

Numero totale di pagine visualizzate, ma non vengono conteggiate le pagine visualizzate più volte.

N/A

Aspetti da considerare

Universal Analytics misura le visualizzazioni di schermata in proprietà distinte specifiche per i dispositivi mobili, mentre GA4 combina i dati web e delle app nella stessa proprietà. Se monitori i dati web e delle app nella tua proprietà GA4, assicurati di prendere in considerazione il traffico aggiuntivo delle app quando confronti le metriche relative alle visualizzazioni di pagina tra i due prodotti.

Universal Analytics consente di aggiungere ulteriori opzioni di filtro che potrebbero influire sui dati inclusi nella vista utilizzata per il confronto. Ad esempio, se utilizzi un filtro per escludere determinate aree geografiche, il numero di visualizzazioni di pagina di UA potrebbe essere diverso da quello di GA4.

Al momento, le proprietà Google Analytics 4 non supportano i filtri, mentre nei report di Universal Analytics potrebbero essere applicati filtri vista che escludono i dati. Ad esempio, sia UA sia GA4 consentono di escludere il traffico IP interno e i referral indesiderati; tuttavia, in UA potrebbe essere applicati filtri aggiuntivi. Quando esegui il confronto, assicurati di utilizzare gli stessi filtri per entrambe le proprietà.

Per alcune proprietà Universal Analytics, è pratica comune impostare una visualizzazione di pagina manuale per le applicazioni a pagina singola (APS). Questo perché la visualizzazione di pagina automatica non poteva misurare immediatamente le visualizzazioni di pagina per le APS. In Google Analytics 4, non è necessario implementare il tagging personalizzato. In alternativa, puoi attivare la misurazione avanzata per misurare le visualizzazioni di pagina automaticamente.

Acquisti

Il numero degli eventi di acquisto sul web dovrebbe corrispondere esattamente. Non ci aspettiamo mai che vengano raccolti tutti gli eventi e gli eventi di acquisto non fanno eccezione a questa regola; tuttavia, poiché si tratta di eventi di piccole dimensioni e critici, il numero di eventi in UA dovrebbe corrispondere esattamente a quello di GA4.

Assicurati di raccogliere un valore univoco per transaction_id in UA e in GA4 in modo da avere la certezza di confrontare metriche simili.

Metrica

UA

GA4

Acquisti

  • Gli eventi purchase vengono attivati nel modello E-commerce avanzato.
  • I dati vengono estratti da un array products tramite il codice JavaScript fornito da Google Analytics e raccolti in un evento purchase quando scegli di inviare questo evento.
  • Gli eventi purchase sono consigliati e raccolgono i dati in modo simile a quello utilizzato in UA. Tuttavia, esistono delle differenze.
  • GA non fornisce codice JavaScript aggiuntivo per la raccolta di array e prevede che tu fornisca l'array items quando raccogli un evento purchase autonomamente (sebbene venga fornito lo stesso consiglio in merito all'inserimento di un oggetto del livello dati).

Aspetti da considerare

Se non viene applicato in modo coerente e appropriato, il parametro transaction_id potrebbe creare differenze significative durante il confronto dei dati. Ai fini del confronto e della qualità dei dati, assicurati che questi dati vengano raccolti in modo coerente in base alle indicazioni riportate nella documentazione.

Affinché i dati di e-commerce vengano registrati correttamente, assicurati di utilizzare tutti i parametri obbligatori per l'implementazione dell'e-commerce GA4 e per UA.

I report UA potrebbero escludere i dati in base ai filtri di visualizzazione.

Se stai confrontando report recenti, potresti notare delle differenze perché GA4 sta ancora elaborando i dati. Ad esempio, GA4 può aggiornare le conversioni attribuite fino a sette giorni dopo la registrazione della conversione.

Sessioni

Metrica

UA

GA4

Sessione

  • Periodo di tempo in cui un utente interagisce attivamente con il tuo sito web o la tua app.
  • Questa metrica include parametri definiti relativi alle possibili cause che determinano la fine della sessione. Ad esempio, una sessione terminerà dopo un periodo di inattività superiore a 30 minuti (in base alle impostazioni del timeout della sessione), il timestamp è stato interrotto a mezzanotte (in base al fuso orario configurato per la vista) o vengono rilevati nuovi parametri della campagna.
  • Se un utente torna a visitare un sito dopo il timeout di una sessione, verrà avviata una nuova sessione.
  • Se l'utente sta visitando il sito web e scatta la mezzanotte, verrà avviata una nuova sessione.
  • Se un utente sceglie nuovi parametri della campagna mentre visita il sito web, verrà avviata una nuova sessione.

Nota anche come Avvio sessione.

  • Per determinare la sessione da cui proviene ciascun evento, l'evento session_start genera un ID sessione e Analytics associa l'ID sessione a ogni evento successivo nella sessione.
  • Una sessione termina dopo un periodo di inattività superiore a 30 minuti, a seconda delle impostazioni del timeout della sessione.
  • Le sessioni non vengono riavviate a mezzanotte né quando vengono rilevati nuovi parametri della campagna.
  • Se un utente torna a visitare un sito dopo il timeout di una sessione, verrà avviata una nuova sessione.

Aspetti da considerare

La differenza nel numero di sessioni tra UA e GA4 può variare da un'attività all'altra in base a diversi fattori, tra cui:

  • Area geografica: considera i fusi orari dei tuoi utenti e quante probabilità hanno di superare la soglia di mezzanotte per riavviare una sessione. Questo è particolarmente importante se disponi di una base clienti globale.
  • Utilizzo di UTM su siti web o app di proprietà: consigliamo di non utilizzare i tag UTM sul tuo sito web, poiché la sessione verrà reimpostata in Universal Analytics. Se utilizzi UTM sul tuo sito web, potresti notare un numero di sessioni molto più elevato in UA rispetto a quello in GA4.
  • Filtri: i dati nei report UA possono essere visualizzati con filtri che escludono i dati. I dati nei report GA4 per i clienti di Google Analytics 360 potrebbero essere visualizzati con filtri che definiscono i dati di una proprietà sorgente mostrati in una proprietà secondaria. Tuttavia, Google Analytics genera comunque un ID sessione quando filtri l'evento session_start di una proprietà secondaria.
  • Stima: le proprietà Google Analytics 4 utilizzano una stima statistica del numero di sessioni che si sono verificate sul tuo sito web o nella tua app mediante una stima del numero di ID sessione unici, mentre le proprietà Universal Analytics non stimano il numero di sessioni. Le stime utilizzate dalle proprietà Google Analytics 4 conteggiano le sessioni in modo più efficace e accurato e con una percentuale di errori ridotta. Scopri di più sulle sessioni di Analytics.

Metriche sull'acquisizione basate su sessione/traffico

Metrica

UA

GA4

Metriche sull'acquisizione basate su sessione/traffico

Disponibili nella sezione Acquisizione di vari report, ad esempio del report Canali o Sorgente/Mezzo.

Canale o Sorgente/Mezzo è la dimensione analizzata in base a metriche quali Utenti e Sessioni.

La finestra temporale di attribuzione predefinita per una sessione è determinata dall'impostazione "Timeout della campagna" che, per impostazione predefinita, è di 6 mesi.

Le metriche sull'acquisizione del traffico sono disponibili nel report Acquisizione traffico.

Le dimensioni Canale o Sorgente/mezzo vengono misurate in base a metriche quali Utenti e Sessioni.

Tieni presente che le differenze principali che potresti notare tra UA e GA4 in relazione alle metriche sull'acquisizione sono in linea con quelle che noterai per le metriche Utenti o Sessioni.

La finestra di conversione di attribuzione per le sessioni è determinata dall'impostazione "Tutti gli altri eventi di conversione" che, per impostazione predefinita, è di 30 giorni. Scopri di più su come selezionare o aggiornare le impostazioni di attribuzione.

Aspetti da considerare

Poiché Sessioni e Utenti sono le principali metriche di confronto per le metriche sull'acquisizione, fai riferimento alle sezioni Sessioni e Utenti in questo articolo.

Conversioni

Se le conversioni si basano sugli URL di destinazione o sugli eventi UA (ad esempio Categoria/Azione/Etichetta) per i quali hai configurato eventi di conversione GA4 equivalenti, il numero di conversioni può essere molto simile. Tuttavia, esistono differenze significative tra UA e GA4 che potrebbero rendere difficile confrontare i conteggi delle conversioni.

Metrica

UA

GA4

Conversioni

Per indicare che una determinata azione dell'utente deve essere considerata una conversione, devi definire un obiettivo. Ad esempio, se definisci un obiettivo "Invio del modulo", verrà registrata una conversione ogni volta che un utente invia il modulo.

UA conteggia una sola conversione per sessione per ogni obiettivo. Di conseguenza, se un utente invia il modulo due volte durante la stessa sessione, verrà conteggiata una sola conversione per l'obiettivo "Invio del modulo".

Devi specificare un evento di conversione per ogni azione che vuoi conteggiare come conversione. Ad esempio, se specifichi che l'evento "Invio del modulo" è un evento di conversione, verrà registrata una conversione ogni volta che un utente invia il modulo.

GA4 conteggia in genere ogni istanza dell'evento di conversione, anche se lo stesso evento di conversione viene registrato più volte durante la stessa sessione. Di conseguenza, se un utente invia il modulo due volte durante la stessa sessione, verranno conteggiate due conversioni.

Per ridurre le differenze nel conteggio delle conversioni tra la proprietà UA e la proprietà GA4 corrispondente, modifica l'impostazione del metodo di conteggio delle conversioni GA4 in Una volta per sessione.

Aspetti da considerare

Universal Analytics supporta cinque tipi di obiettivi: Destinazione, Durata, Pagine/sessione, Obiettivi intelligenti e Obiettivi evento. GA4, invece, supporta solo gli eventi di conversione. Potrebbe non essere sempre possibile utilizzare gli eventi di conversione GA4 per duplicare con precisione alcuni tipi di obiettivi UA. Ad esempio, non è possibile duplicare un obiettivo intelligente o di tipo durata utilizzando gli eventi di conversione GA4.

UA conteggia una sola conversione per sessione per lo stesso obiettivo, mentre GA4 di solito conteggia più conversioni per sessione per lo stesso evento di conversione. Per ridurre le differenze nel conteggio delle conversioni tra la proprietà UA e la proprietà GA4 corrispondente, modifica l'impostazione del metodo di conteggio delle conversioni GA4 in Una volta per sessione.

I report UA potrebbero escludere i dati in base ai filtri di visualizzazione.

Se stai confrontando report recenti, potresti notare delle differenze perché GA4 sta ancora elaborando i dati. Ad esempio, GA4 può aggiornare le conversioni attribuite fino a sette giorni dopo la registrazione della conversione.

Altri motivi delle differenze nei conteggi delle conversioni

Motivi più comuni alla base delle differenza

Le due tabelle seguenti descrivono gli otto motivi più comuni alla base delle differenze di conversione tra eventi UA e GA4 simili in Google Analytics e Google Ads. Quando si verificano differenze di conversione, conviene esaminare e allineare questi otto fattori per ridurre le discrepanze tra le conversioni in UA e GA4. Nella maggior parte dei casi, l'allineamento di queste differenze a livello di prodotto, configurazione o impostazioni risolverà in modo significativo le differenze nelle conversioni. 

In Google Analytics

Questi sono i principali fattori che determinano le differenze tra conversioni in UA e GA4 simili in base alle scelte di prodotto, configurazione o impostazione effettuate in Google Analytics.

Descrizione Soluzione/consiglio

Conteggio delle conversioni: UA conteggia una conversione all'obiettivo per sessione, mentre GA4 spesso conteggia una conversione per evento.

Ad esempio, quando un utente completa un obiettivo cinque volte in una singola sessione, in UA viene mostrata una sola conversione, mentre in GA4, solitamente, ne vengono mostrate cinque.

Nota: una volta per evento è il metodo di conteggio predefinito per la maggior parte delle conversioni, tranne per quelle generate in una proprietà GA4 creata automaticamente o utilizzando lo strumento di migrazione degli obiettivi dell'Assistente alla configurazione.

Le impostazioni predefinite possono causare un conteggio delle conversioni più elevato in GA4.

Utilizza le impostazioni di conteggio delle conversioni come descritto qui. Per allineare il conteggio di GA4 al conteggio degli obiettivi in UA, assicurati che il metodo di conteggio delle conversioni in GA4 sia impostato su Una volta per sessione.

Note:

  • L'interfaccia utente di GA4 riconosce che non si tratta di un'impostazione consigliata, in quanto il conteggio delle conversioni potrebbe essere inferiore. Ad esempio, se hai un'attività di generazione di lead, potresti voler conteggiare ogni invio di lead, non solo uno per utente.
  • Tieni presente che Google Tag Manager dispone di controlli su come e quando possono essere attivati i tag. Scopri di più.

Questo consiglio non è pertinente per il confronto delle transazioni e-commerce di UA perché è già conteggiato come Una volta per evento in UA.

Copertura del sito: se il tag UA viene implementato in un insieme di pagine diverso di un sito web rispetto al tag GA4, possono emergere lacune nella misurazione. In particolare, se una pagina di destinazione di un annuncio Google Ads non è stato taggata in modo accurato, è possibile che le informazioni necessarie per misurare e attribuire con precisione una conversione a questa interazione con l'annuncio non siano disponibili.

A seconda che i tag GA4 siano implementati in più o meno pagine rispetto a UA, GA4 mostrerà rispettivamente più o meno utenti, sessioni, visualizzazioni di pagina e conversioni successive.

Ti consigliamo di utilizzare un metodo di implementazione standardizzato per assicurarti che i tag siano implementati nel tuo sito (ad es. il tag Google o Google Tag Manager). Considera anche le impostazioni che potresti aver usato in passato, ad esempio il monitoraggio interdominio.

Utilizza il riepilogo Copertura tag per verificare se il tag Google è stato implementato nel tuo sito web. Scopri di più.

Per ridurre al minimo le discrepanze, utilizza gli stessi metodi di implementazione dei tag per UA e GA4.

Errori di implementazione: quando imposti la raccolta dei dati per GA4, è possibile che un tag non sia implementato correttamente. Ciò può comportare la mancata visualizzazione dei dati nella proprietà GA4, ma in alcuni casi vedrai dati parziali nella proprietà GA4. In questo caso, noterai delle discrepanze quando li confronti con UA.

È probabile che un'implementazione non funzionante mostri un numero di conversioni inferiore per GA4 rispetto a UA.

Ti consigliamo di fare affidamento sui metodi di implementazione standardizzati indicati nella Guida per gli sviluppatori anziché sulle implementazioni non standard. Un sistema di gestione tag può contribuire a garantire la coerenza delle implementazioni.

L'utilizzo del tag Google è sufficiente per molti utenti, in quanto consente di utilizzare lo stesso tag sia per Google Ads che per Google Analytics (Guida per gli sviluppatori).

Filtri: i filtri UA funzionano in modo molto diverso rispetto ai filtri GA4. È comune l'applicazione dei filtri UA e l'alterazione significativa dei dati all'interno di una proprietà UA (ad es. "mostra solo i dati della Francia"). GA4 offre un insieme molto diverso di filtri possibili.

Se i filtri UA riducono il traffico registrato, GA4 potrebbe mostrare livelli più elevati di traffico.

 

Filtri di dati: crea filtri di inclusione/esclusione per il traffico interno e sviluppatori.

Modifiche degli eventi ed eventi personalizzati: modifica i nomi e i parametri degli eventi.

Identifica i referral indesiderati: includi solo i referral che preferisci.

Crea proprietà secondarie (solo per 360): crea proprietà completamente funzionali che sono sottoinsiemi di dati nelle proprietà 360.

Esclusioni dei referral: le esclusioni impostate in UA possono influire sulle conversioni attribuite a Google Ads. Se queste esclusioni non sono impostate di conseguenza in GA4, il merito attribuito a Google Ads può differire (ad es. in UA vengono spesso effettuate esclusioni per i fornitori di servizi di pagamento come PayPal).

Se i referrer sono stati esclusi in UA ma non in GA4, le conversioni GA4 possono essere erroneamente attribuite in GA4, con un conseguente calo delle conversioni attribuite al canale Google Pay rispetto a quelle in UA. Le esclusioni dei referral influiscono sul merito di conversione esportato in Google Ads.

Abbina le impostazioni delle esclusioni dei referral tra UA e GA4 per ridurre al minimo gli errori di attribuzione. Tieni presente che l'esclusione dei referral non cambia il volume complessivo di conversioni nella proprietà Google Analytics; influisce solo sul modo in cui vengono attribuite le conversioni.

Scopri di più sulle esclusioni dei referral in UA

Scopri di più sull'identificazione dei referral indesiderati in GA4

In Google Ads

Questi sono i principali fattori che determinano le differenze tra conversioni in UA e GA4 simili in base alle scelte di prodotto, configurazione o impostazione effettuate in Google Ads.

Descrizione Soluzione/consiglio

Finestra di conversione: le impostazioni della finestra di conversione in Google Ads definiscono il periodo di tempo dopo il quale un merito di conversione dei touchpoint di Google Ads può essere attribuito a quel determinato touchpoint. Spesso è l'utente a impostare questo valore, ad esempio 90 giorni.

A causa delle differenze nelle impostazioni, un touchpoint riceve un merito di conversione attribuito da UA, ma non da GA4 e viceversa.

Definisci le impostazioni della finestra di conversione in Google Ads per le azioni di conversione in UA e GA4 in modo che siano in linea con le impostazioni della proprietà GA4.

Impostazioni dei modelli di attribuzione (in Google Ads): i modelli di attribuzione influiscono sulla modalità di distribuzione del merito tra i touchpoint in un percorso di conversione. Le differenze nelle impostazioni del modello di attribuzione in Google Ads tra l'azione di conversione di UA e quelle di GA4 possono comportare allocazioni diverse del merito nelle campagne di un account Google Ads o un account amministratore (Centro clienti).

Nota: la modifica delle impostazioni di attribuzione in Google Ads non influisce sul volume complessivo di conversioni attribuite a Google Ads.

Allinea i modelli di attribuzione nelle impostazioni di conversione di Google Ads.

Metodologie di generazione dei report in Google Ads: in Google Ads le conversioni vengono registrate in base ai report sul tempo di interazione, per mostrare quale annuncio ha generato una conversione. In Google Analytics, le conversioni vengono registrate in modo diverso utilizzando i report sull'ora della conversione.

Ad esempio, se una conversione è avvenuta il 10 maggio, può essere attribuita a un clic sull'annuncio il 5 maggio. Di solito, Google Analytics registra questa conversione il 10 maggio, mentre Google Ads la registrerà il 5 maggio.

Questo effetto si applica sia agli eventi di UA sia a quelli di GA4 importati in Google Ads, anche se le differenze di impostazioni (ad es. il modello di attribuzione o la finestra di conversione) tra le azioni di conversione possono amplificarlo.

Se allinei le impostazioni delle azioni di conversione importate in Google Ads, riduci al minimo l'impatto delle metodologie di generazione dei report.

Tieni presente che le conversioni possono essere attribuite per tutta la durata della finestra di conversione (fino a 90 giorni in Google Ads), quindi possono trascorrere fino a 90 giorni prima che GA4 e UA possano effettuare un confronto completo dei dati.

Per valutare se è possibile confrontare una coppia di conversioni o se è necessario attendere più a lungo, utilizza il report Metriche percorso in Google Ads per la conversione UA per capire il tempo necessario alla maggior parte degli utenti per generare una conversione.

Nota: oltre il 95% delle conversioni viene attribuito nei primi 14 giorni. Ciò significa che devi utilizzare i dati Google Ads nel confronto tra UA e GA4 e devono essere di almeno 14 giorni prima.

Altri motivi di discrepanza

Se, dopo aver allineato i fattori principali delle differenze di conversione riportati sopra, continui a riscontrare discrepanze significative tra le conversioni in UA e in GA4, esamina l'elenco completo dei fattori riportato di seguito.

Ti ricordiamo che sono previste differenze tra le conversioni in UA e GA4 simili, ma questo elenco dovrebbe aiutarti ad allineare le differenze in base a prodotto, configurazione e impostazioni, ove possibile, per ridurre le discrepanze. 

In Google Analytics

Questi sono fattori aggiuntivi che determinano le differenze tra conversioni in UA e GA4 simili in base alle scelte di prodotto, configurazione o impostazione effettuate in Google Analytics.

Descrizione Soluzione/consiglio

Monitoraggio e-commerce: Google Analytics è compatibile con vari schemi di e-commerce. Puoi implementare contemporaneamente gli schemi GA4 e UA oppure utilizzare un solo schema per entrambe le proprietà. Se utilizzi due schemi, possono emergere discrepanze nei dati. Per scoprire di più, consulta la Guida per gli sviluppatori.

Le differenze nello schema di e-commerce possono portare a un aumento o a un calo dei conteggi delle conversioni in GA4 rispetto a UA.

Quando raccogli i dati di e-commerce per GA4, ti consigliamo di utilizzare lo schema di e-commerce di GA4 (Guida per gli sviluppatori).

Ti consigliamo di non utilizzare i tag dei siti collegati se usi il monitoraggio e-commerce.

Ti consigliamo inoltre di utilizzare lo stesso schema di e-commerce per UA e GA4 quando confronti i due prodotti.

Condizioni di attivazione dei tag: le condizioni di attivazione dei tag hardcoded possono influire su come e quando viene attivato un tag.

Poiché in molti casi l'impostazione della raccolta dei dati GA4 consiste nell'implementazione di nuovi tag, è possibile che vengano applicate condizioni di attivazione precedenti affinché GA4 abbia effetto. Consigliamo di attivare i tag in base alle stesse condizioni per ridurre al minimo le differenze nella raccolta dei dati.

Se la raccolta dei dati è limitata in UA e non in GA4, il numero di utenti, sessioni, visualizzazioni di pagina e conversioni può essere più elevato in GA4.

Ti consigliamo di fare affidamento su gtag.js o gtm.js (con i tag GA4) per raccogliere i dati per le proprietà GA4.

Se utilizzi altri tipo di tagging (ad es. i tag dei siti collegati), le condizioni di attivazione dei tag restano invariate, ma consigliamo di usare il tagging se i tag vengono attivati in modo incoerente in UA e GA4.

Una volta implementati i tag, allinea qualsiasi condizione di attivazione dei tag. Come esempio di condizione, consulta la Guida per gli sviluppatori sulla misurazione del tempo.

Esclusione del traffico interno: le impostazioni possono essere utilizzate per filtrare gli utenti interni (dal punto di vista del cliente, ad esempio i dipendenti) o testare il traffico.

Se le impostazioni sono diverse in UA e GA4, si prevede che la proprietà senza i filtri di esclusione mostri un numero maggiore di utenti, sessioni, visualizzazioni di pagina e conversioni successive.

Ti consigliamo di allineare le impostazioni in UA e GA4 per ridurre al minimo le discrepanze. Per saperne di più, consulta questo articolo per UA e questo articolo per GA4.

Modifiche alla pagina basate su eventi della cronologia del browser: per impostazione predefinita, la misurazione avanzata di GA4 misura le modifiche alla pagina in base agli eventi della cronologia del browser, contrariamente a UA. Ciò porterà a un maggior numero di visualizzazioni di pagina in GA4 e UA e potrà generare discrepanze.

Ad esempio, se gli schemi di creazione e utilizzo del sito comportano il caricamento di molte pagine tramite modifiche alla cronologia del browser, l'attivazione di questa impostazione creerà misurazioni per questi eventi. Questo causerà discrepanze in UA, dove questi eventi non sono stati misurati.

Se vuoi che i conteggi delle visualizzazioni di pagina abbiano meno discrepanze tra UA e GA4, disattiva l'impostazione di misurazione avanzata in GA4. Scopri di più.
Altre origini evento (Attivatori dei segmenti di pubblico, Measurement Protocol, modifica degli eventi e così via): Generare questi eventi e contrassegnarli come conversioni può causare un aumento artificiale del volume di conversioni in GA4 se confronti le conversioni a livello di proprietà con quelle di UA.

Utilizza le configurazioni corrispondenti per le conversioni UA e GA4 simili in Google Analytics.

Puoi configurare gli eventi appena creati da queste origini assegnando nomi distinti, in modo che la misurazione di UA e GA4 corrispondano maggiormente. Se non è possibile eseguire la stessa configurazione, non si può procedere con il confronto.

Filtri antispam e bot:

I filtri riducono il traffico in UA. Se non vengono applicati in GA4, GA4 registra un volume maggiore di traffico e conversioni successive, nei casi in cui il traffico spam e di bot riesce a generare una conversione.

Attiva l'impostazione del filtro bot in UA e, se ricevi spam, valuta la possibilità di aggiungere filtri antispam in UA.
Esclusioni dei parametri URL: in UA, i clienti possono avere un obiettivo configurato per la corrispondenza esatta di un determinato URL. In GA4, dato che non ci sono esclusioni di parametri URL, l'URL può avere molte versioni che non verrebbero rilevate nella definizione della conversione.

Verifica se in UA vengono utilizzate le esclusioni di parametri URL per comprendere le potenziali differenze in GA4.

Modello DDA per conversioni ed entrate: in UA, il modello di attribuzione è l'ultimo clic non diretto per gli obiettivi. Per impostazione predefinita, le conversioni GA4 utilizzano il modello di attribuzione basata sui dati (DDA), ma si può modificare.

A seconda di come cambia il credito in base alla DDA, gli utenti possono visualizzare più o meno merito attribuito ai canali a pagamento (Google). Tieni presente che il modello di attribuzione non influisce sul volume complessivo delle conversioni per un determinato evento.

Sebbene non sia consigliabile, questo metodo può essere testato/quantificato impostando il modello di attribuzione della proprietà su Ultimo clic in GA4.

Nota: poiché i modelli di attribuzione in Google Analytics non influiscono sul volume complessivo di conversioni all'interno di una proprietà, ti consigliamo di risolvere innanzitutto i problemi relativi agli altri fattori di discrepanza per ridurre al minimo le differenze complessive a livello di proprietà per le coppie di conversione (ovvero, conversioni simili in UA e GA4).

Differenze di fuso orario e reimpostazione della campagna: UA interrompe una sessione a mezzanotte e riavvia una sessione con i nuovi parametri della campagna,al contrario di GA4. Questo può portare a discrepanze nelle sessioni e, di conseguenza, a discrepanze in termini di obiettivi/conversioni di sessione.

Non è previsto che generino differenze significative nel volume totale delle conversioni in una determinata proprietà. Prevediamo che saranno visibili solo se i singoli giorni vengono confrontati in UA e GA4.

Nessuna soluzione diretta. Questo problema è stato risolto in GA4.
Differenze nella configurazione della misurazione delle visualizzazioni di pagina: in GA4 è possibile disattivare la misurazione delle visualizzazioni di pagina in base agli eventi della cronologia del browser. La misurazione corretta dei siti con una sola pagina non viene inoltrata a GA4 quando vengono utilizzati i tag del sito collegati.

GA4 può essere configurato per misurare le visualizzazioni di pagina in base agli eventi della cronologia del browser. UA non esegue questa operazione. Questo porta a una misurazione più completa in GA4, ma può generare discrepanze. Puoi disattivare questa impostazione se vuoi che i valori di UA e GA4 siano più in linea.

La misurazione delle applicazioni a pagina singola può essere configurata per UA seguendo questa guida per gli sviluppatori. I valori di UA e GA4 non saranno perfettamente in linea, ma verranno ridotte al minimo le differenze per i siti con una sola pagina.

Google Signals e User-ID: queste impostazioni consentono di deduplicare gli utenti nelle proprietà GA4. In UA, entrambe le impostazioni hanno effetto solo su alcuni report e su una vista separata. In GA4, influiscono su tutte le informazioni della proprietà.

L'attivazione di Google Signals e dello User-ID in GA4 riduce il numero di utenti nuovi/complessivi, collegando le interazioni che in UA verrebbero considerate da più utenti. Di conseguenza, il merito di conversione può essere attribuito in modo diverso. Si prevede che queste funzionalità non influiscano sul volume complessivo di conversioni in Google Analytics, ma possono comportare differenze nelle esportazioni in Google Ads. Se un inserzionista misura le conversioni di tipo visualizzazione "engaged" (EVC), il valore può essere influenzato dall'uso di Google Signals e dello User-ID.

Nessuna soluzione diretta: la deduplicazione GA4 fornisce informazioni più dettagliate su come gli utenti interagiscono con gli asset di un cliente.

Consigliamo di implementare entrambe le funzionalità in entrambe le piattaforme per ridurre al minimo le discrepanze, anche se non è possibile evitarle.

 

Timeout sessione: puoi modificare le impostazioni relative al timeout della sessione. La modifica dell'impostazione predefinita influisce sul calcolo del traffico e sull'attribuzione. Ti consigliamo di utilizzare le impostazioni predefinite. Se hai modificato i timeout sessione in UA, devi modificare questa impostazione anche in GA4. Scopri di più.

Sostituzione cookie

Quando modifichi le impostazioni dei cookie in UA, devi far corrispondere l'impostazione durante la configurazione di GA4.

La scelta di date di scadenza più brevi per i cookie può influire sull'attribuzione e generare differenze nell'attribuzione delle conversioni. Scopri di più.

Utilizzo del tagging automatico e del tagging manuale (nello stesso URL) Puoi utilizzare il tagging automatico e il tagging manuale nello stesso URL, ma in alcuni casi questa operazione non funziona.
Scelta di dimensioni e metriche GA4 offre un numero maggiore di dimensioni di acquisizione rispetto a UA. Per questo motivo, non tutte le possibili combinazioni di dimensioni dei report possono essere confrontate tra UA e GA4.
Differenze di implementazione del monitoraggio delle app tra UA e GA4 Se possibile, ti consigliamo di utilizzare un SDK. Tieni presente che, al momento, un sottoinsieme molto ridotto di utenti può raccogliere dati sulle app in UA. Gli utenti devono implementare l'SDK Firebase se vogliono raccogliere i dati dell'app e generare report utilizzando le proprietà GA4.

Solo per i tag dei siti collegati (incluso il sideload): i tag collegati vengono caricati in sequenza; ossia il tag GA4 dopo il tag principale, ovvero un tag gtag.js o analytics.js esistente. Ciò può significare che:

  1. Il caricamento di più tag può influire sulla velocità del sito web.
  2. Se gli utenti navigano molto rapidamente su un sito web, il rendering dei tag potrebbe non essere stato completato, con una conseguente perdita di eventi.
Per ridurre al minimo il rischio di eventi mancanti, ti consigliamo di implementare i tag GA4 dedicati anziché utilizzare i tag del sito collegati o il sideload. In particolare, per configurazioni di Analytics complesse e di grandi dimensioni, dovresti evitare di utilizzare tag del sito collegati o sideload.
Inclusione di dati relativi ad app e web nella proprietà per GA4: GA4 unisce i dati e gli eventi delle app e web. Se combini i dati dell'app e del web in GA4, ma non hai eseguito un'operazione simile in UA, verrà generato un conteggio delle conversioni più elevato in GA4. Per un confronto ottimale, non devi includere stream di dati dell'app se le tue proprietà UA non contenevano traffico di app. Se lo stream di app è già incluso, devi segmentare i report in modo da escludere le conversioni di app se vuoi confrontare UA con GA4.
Raggruppamenti dei canali aggiornati: i raggruppamenti dei canali GA4 possono assegnare una conversione a un canale in modo diverso. Scopri di più. Gli utenti non hanno la possibilità di sostituire le conversioni esportate in Google Ads.

In Google Ads

Questi sono fattori aggiuntivi che determinano le differenze tra conversioni in UA e GA4 simili in base alle scelte di prodotto, configurazione o impostazione effettuate in Google Ads.

Descrizione Soluzione/consiglio

Modalità di consenso: la definizione del modello di conversione per la modalità di consenso è disponibile per gli inserzionisti che hanno implementato Google Analytics utilizzando gtag.js o Google Tag Manager.

Per analytics.js, non offriamo la modalità di consenso, poiché lo stato del consenso non può essere definito con precisione senza un'implementazione di gtag.js o GTM. Poiché le configurazioni di GA4 in genere si basano su gtag.js o GTM, la modalità di consenso funziona per GA4.

Se UA e GA4 usano tag compatibili con la modalità di consenso, entrambi possono ricevere la definizione del modello in Google Ads, ma solo per le implementazioni avanzate.

Nota: gli eventi GA4 ricevono la definizione del modello solo in seguito a un'implementazione avanzata. Per le implementazioni di base (solo per il consenso), le conversioni UA importate possono generare modelli in Google Ads, contrariamente alle conversioni GA4. Scopri di più.

Per un confronto equo, gli utenti devono utilizzare un tipo di tag compatibile con la modalità di consenso per entrambe le proprietà e disporre di un'implementazione avanzata per ottenere la definizione del modello in Google Ads per le conversioni sia di UA sia di GA4.
Misurazione di tipo visualizzazione "engaged": GA4 può attribuire una conversione a un'interazione con un annuncio di tipo visualizzazione "engaged" di YouTube, anche se questa interazione con l'annuncio non ha generato direttamente una visita al sito web, ma ha comunque generato una conversione in un secondo momento. Questo può portare a un'esportazione di una conversione in Google Ads, per la quale UA non esporta alcun merito in Google Ads. Ciò significa che GA4 può attribuire più conversioni a Google Ads se un inserzionista ha una spesa significativa su YouTube.

In GA4, ciò non dovrebbe portare a un aumento delle conversioni per il traffico web, ma è possibile che a UA sia attribuito un merito di conversione maggiore nel canale Google Ads rispetto a UA, portando così a un miglioramento del rendimento di Google Ads.

Per un confronto, puoi segmentare i report a livello di campagna o di account in Google Ads. Assicurati di confrontare le azioni di conversione che misurano la stessa azione di conversione.

Non è possibile segmentare contemporaneamente i report standard in base al tipo di evento dell'annuncio e all'origine conversione, pertanto è difficile fare un confronto diretto nella UI di Google Ads.

Modello di esportazione del merito: il modello mediante il quale le conversioni vengono esportate da GA4 a Google Ads è diverso da quello di UA. Inizialmente UA e GA4 utilizzavano un modello di esportazione basato sull'ultimo clic non diretto, mentre ora GA4 utilizza un modello di esportazione del merito finale, che consente di esportare il merito di conversione frazionario, anche se l'ultimo touchpoint non diretto non era un touchpoint Google Ads.

Anche se questo non comporta differenze a livello di proprietà, può comportare un numero diverso di conversioni esportate in Google Ads. Questo valore può essere sia superiore che inferiore rispetto a quello in UA e dipende dai percorsi indipendenti degli utenti.

L'esportazione del merito finale è stata lanciata perché i modelli basati sull'ultimo clic non diretto non sono sufficienti. Ciò significa che GA4 esporta il merito di conversione cross-channel in Google Ads. Non puoi intraprendere azioni specifiche per ridurre al minimo le differenze tra UA e GA4.
Metodo di conteggio delle conversioni lato annuncio: Google Ads dispone di un'impostazione di conteggio che può essere utilizzata per controllare una o più conversioni che vengono conteggiate in un periodo di conversione definito per un determinato utente.

Ti consigliamo di allineare le impostazioni di conteggio delle conversioni per le coppie di conversione UA e GA4. Scopri di più.

Si applica alle proprietà GA4 create manualmente e ai clienti delle campagne intelligenti: il modello di esportazione dei canali a pagamento di Google di GA4 attribuisce tutte le conversioni esportate in Google Ads ai canali Google.

Questo si traduce in un maggior numero di conversioni esportate in Google Ads rispetto all'impostazione Canali organici e a pagamento in quanto esclude i canali a pagamento diversi da Google dal percorso di conversione. 

L'utilizzo dei canali a pagamento di Google può fornire informazioni più approfondite su come le interazioni a pagamento di Google generano un impatto maggiore. Questo modello non è disponibile in Universal Analytics, pertanto può essere difficile confrontare eventi UA e GA4 simili quando li importi in Google Ads.
 

Per impostazione predefinita, le nuove proprietà GA4 sono impostate sui canali a pagamento di Google.

Puoi utilizzare le impostazioni di attribuzione a livello di proprietà GA4 nella sezione Amministrazione per controllare il modo in cui le conversioni vengono esportate in Google Ads.

Per allineare le impostazioni tra Universal Analytics e Google Analytics 4, utilizza l'impostazione Canali organici e a pagamento. Scopri di più

 

Frequenza di rimbalzo

Metrica

UA

GA4

Frequenza di rimbalzo

Percentuale di sessioni di una sola pagina in cui non si sono verificate interazioni con la pagina. Una sessione con rimbalzo ha una durata di 0 secondi. Ad esempio, se un utente accede al tuo sito web ed esamina i contenuti della home page per alcuni minuti, ma esce senza fare clic su alcun link o senza attivare eventi registrati come eventi di interazione, la sessione verrà conteggiata come un rimbalzo.

Percentuale di sessioni senza coinvolgimento. Ad esempio, se un utente visita il tuo sito web, esamina i contenuti della tua home page per meno di 10 secondi e poi esce senza attivare alcun evento o senza visitare un'altra pagina o schermata, la sessione verrà conteggiata come un rimbalzo.

Una sessione con coinvolgimento dura 10 secondi o più e include uno o più eventi di conversione oppure due o più visualizzazioni di pagina o schermata. Se un utente non ha una sessione con coinvolgimento, ovvero non soddisfa nessuno dei criteri per una sessione con coinvolgimento, Google Analytics conteggia la sessione come un rimbalzo.

Aspetti da considerare

In Google Analytics 4, la frequenza di rimbalzo indica la percentuale di sessioni senza coinvolgimento. In altre parole, la frequenza di rimbalzo è l'opposto del tasso di coinvolgimento. In Universal Analytics, la frequenza di rimbalzo indica la percentuale di tutte le sessioni del sito in cui gli utenti hanno visualizzato una sola pagina e attivato una sola richiesta al server Analytics.

La frequenza di rimbalzo, come viene calcolata in Universal Analytics, è un metodo accettabile per misurare il coinvolgimento del sito, ma è diventata meno utile con l'evoluzione dei siti web e delle app. Ad esempio, gli utenti possono visualizzare un'app a pagina singola (APS) e uscire senza attivare un evento. In questo caso, la sessione viene considerata un rimbalzo.

Inoltre, la frequenza di rimbalzo, calcolata in Google Analytics 4, fornisce un modo più utile per misurare il livello con cui i clienti interagiscono con il tuo sito o la tua app. Ad esempio, se gestisci un blog, non ti importa che i clienti visitino il tuo sito per leggere un articolo e poi uscire. È probabile che ti interessi maggiormente il numero di clienti che visitano il tuo sito, non trovano ciò che cercano e poi abbandonano il sito rapidamente.

Conteggio eventi

Gli eventi rappresentano una differenza fondamentale nel modello dei dati tra le proprietà Universal Analytics e Google Analytics 4.

Metrica

UA

GA4

Totale eventi

Un evento Universal Analytics è associato a una Categoria, un'Azione e un'Etichetta e al proprio tipo di hit.

Ad esempio, un evento può essere configurato in modo da registrare il clic di un utente su un pulsante di registrazione. Un evento potrebbe avere una categoria "Invito all'azione", un'azione "Registrati" e un'etichetta corrispondente all'URL di destinazione.

Il valore della metrica Totale eventi aumenta ogni volta che viene attivato un evento Categoria/Azione/Etichetta.

N/A

Conteggio eventi

N/A

Ogni "hit" corrisponde a un evento e gli eventi GA4 non tengono conto degli eventi Categoria, Azione o Etichetta. Ad esempio, quando un utente visualizza una delle pagine del tuo sito web, viene attivato un evento page_view.

Tutte le azioni sono eventi. Ogni nome evento non è necessariamente univoco. Infatti, è buona norma riutilizzare lo stesso nome evento più volte, differenziando l'evento in base ai valori dei parametri raccolti. Ad esempio, una registrazione potrebbe avere il nome evento sign_up e i parametri page_location, product, form_id e così via. Lo stesso nome evento potrebbe e dovrebbe essere utilizzato su ogni pulsante di registrazione all'interno del sito, mentre in UA è consigliabile utilizzare un nome evento univoco per ogni pulsante.

Aspetti da considerare

In GA4, l'evento sign_up potrebbe corrispondere o meno a quello in UA. Se il sito web include un solo modulo di registrazione e un solo pulsante che attiva l'evento di registrazione, i conteggi di questi eventi potrebbero essere abbastanza simili. Tuttavia, se il sito web include più eventi sign_up, il confronto dei conteggi degli eventi tra GA4 e UA potrebbe non essere così semplice e i conteggi potrebbe essere diversi.

Nei report GA4 non vengono visualizzati gli eventi Categoria, Azione ed Etichetta. È preferibile rivedere la raccolta dei dati in base al modello GA4, anziché trasferire la struttura degli eventi esistente a Google Analytics 4.

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale