Questo articolo contiene informazioni su Universal Analytics. Se utilizzi la nuova generazione di Google Analytics, consulta la sezione proprietà di Google Analytics 4 del Centro assistenza.

Informazioni sui filtri delle viste

Filtra e modifica i dati inclusi in una vista.

Utilizza i filtri per limitare o modificare i dati in una vista. Ad esempio, puoi utilizzare i filtri per escludere il traffico da determinati indirizzi IP, includere soltanto i dati di directory o sottodomini specifici o convertire gli URL di pagina dinamici in stringhe di testo leggibili.

Per gestire i filtri, devi disporre del ruolo Editor a livello di account. Per saperne di più, consulta Creare e gestire i filtri delle viste.

Contenuti di questo articolo:

Filtri predefiniti

  • Escludi/Includi solo il traffico proveniente da domini ISP: utilizza questo filtro per escludere/includere solo il traffico proveniente da un dominio specifico, ad esempio un ISP o una rete aziendale.

    Se specifichi il nome di dominio, non includere l'etichetta del server host (ad es. specifica example.com, non www.example.com).

  • Escludi/Includi solo il traffico proveniente da indirizzi IP: utilizza questo filtro per escludere/includere solo i clic provenienti da un determinato indirizzo IP sorgente.

    Puoi filtrare un intervallo di indirizzi semplice utilizzando le opzioni inizia con o termina con.

    Se vuoi filtrare un intervallo di indirizzi più complesso, utilizza un filtro personalizzato per l'esclusione/l'inclusione tramite l'indirizzo IP e specifica un'espressione regolare come Pattern filtro. Visualizza un esempio di utilizzo di un'espressione regolare.

  • Escludi/Includi solo il traffico indirizzato alle sottodirectory: utilizza questo filtro per escludere/includere solo il traffico indirizzato a una determinata sottodirectory, ad esempio /motociclette o /help/contenuti/faq).
  • Escludi/Includi solo il traffico indirizzato al nome host: utilizza questo filtro per escludere/includere solo il traffico indirizzato a un determinato nome host (ad esempio sales.example.com o support.example.com).

Filtri personalizzati:

  • Escludi: questo tipo di filtro esclude le righe (hit) di file di log corrispondenti al Pattern filtro. Le righe corrispondenti saranno completamente ignorate, ad esempio un filtro che esclude Chrome determina l'esclusione anche di tutte le altre informazioni contenute in tale riga del log come quelle su visitatori, percorsi, referral e domini.
  • Includi: questo tipo di filtro include le righe (hit) dei file di log corrispondenti al Pattern filtro. Tutti gli hit che non corrispondono vengono ignorati e qualsiasi dato contenuto negli hit non corrispondenti non sarà disponibile nei rapporti.
  • Minuscole/maiuscole: converte i contenuti del campo in caratteri tutti maiuscoli o tutti minuscoli. Questi filtri hanno effetto solo sulle lettere e non sui caratteri speciali o sui numeri.
  • Cerca e sostituisci: si tratta di un filtro semplice che puoi utilizzare per cercare un pattern all'interno di un campo e sostituirlo con una forma alternativa.
  • Avanzato: questo tipo di filtro consente di creare un campo da uno o due altri campi. Il motore dei filtri applica le espressioni nei due campi Estrai ai campi specificati, poi realizza un terzo campo utilizzando l'espressione Constructor. Per saperne di più, consulta l'articolo Filtri avanzati.

Utilizzi comuni dei filtri

Ecco alcuni esempi di utilizzo dei filtri:

  • Escludi il traffico interno dai report
    Se vuoi escludere il traffico interno dai report, ad esempio il traffico della tua intranet aziendale, puoi configurare un filtro che identifichi tutti gli indirizzi IP che vuoi escludere.
  • Genera report sull'attività in directory specifiche
    Se vuoi generare report sull'attività solo in una directory specifica, configura un filtro di inclusione che identifichi solo tale directory.
    Se vuoi generare report sull'attività in tutte le directory tranne che in una specifica, configura un filtro di esclusione che identifichi solo quella directory.
  • Monitora i sottodomini in viste distinte
    Se vuoi monitorare www.example.com e help.example.com e info.example.com, crea una vista distinta per ognuno e utilizza un filtro di inclusione per identificare solo la sottodirectory specificata.

Limitazioni dei filtri

I filtri della vista sono soggetti ai seguenti limiti e condizioni:

  • I filtri sono distruttivi. L'applicazione dei filtri agli hit in entrata include, esclude o modifica definitivamente gli hit di tale vista in base al tipo di filtro. Di conseguenza, devi SEMPRE mantenere una vista non filtrata dei dati per poter accedere in qualsiasi momento al set di dati completo.
  • L'applicazione dei filtri ai dati può richiedere fino a 24 ore.
  • I campi specificati in un filtro devono essere presenti nell'hit e non avere un valore nullo affinché il filtro possa essere applicato all'hit. Ad esempio, se applichi un filtro in base al nome host, ma l'hit non include tale campo (magari perché è stato inviato tramite Measurement Protocol e la richiesta non conteneva il parametro &dh), i filtri che agiscono sul nome host verranno ignorati e l'hit verrà elaborato come se non fosse stato applicato alcun filtro.
  • I filtri sono oggetti a livello di account. Se modifichi un filtro a livello di vista, la modifica si applica anche al filtro a livello di account e alle eventuali altre viste a cui tale filtro è applicato. Per personalizzare una singola istanza di un filtro esistente utilizzato da più viste, crea un nuovo filtro e applicalo alla singola vista in questione.
  • I filtri vengono applicati dopo l'elaborazione dei dati. Non è possibile creare un filtro per modificare l'ambito delle dimensioni.
  • I filtri non vengono applicati alle dimensioni con ambito a livello di prodotto completate tramite l'importazione dei dati. Sebbene sia possibile creare un filtro in base alle dimensioni con ambito a livello di prodotto, se tali dimensioni vengono completate tramite l'importazione dei dati, questi ultimi non saranno interessati dal filtro.

Utilizza la verifica dei filtri per accertarti che i filtri producano gli effetti previsti prima di applicarli ai dati in entrata.

Scopri come creare e gestire i filtri delle viste.

Scopri di più sui tipi di filtri.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
69256
false