Norme

Traffico non valido

Il traffico non valido si riferisce a clic o impressioni che possono aumentare in modo artificioso i costi di un inserzionista o le entrate di un publisher e include sia le attività intenzionalmente fraudolente che i clic involontari.

Sono compresi, a titolo esemplificativo:

  • Clic o impressioni generati dai publisher che fanno clic sui propri annunci.
  • Clic ripetuti sugli annunci o impressioni generate da uno o più utenti.
  • Publisher che incoraggiano a fare clic sui propri annunci (ad esempio, qualsiasi messaggio che spinge gli utenti a fare clic sugli annunci, implementazioni degli annunci che potrebbero causare un volume elevato di clic involontari).
  • Strumenti automatici di clic o sorgenti di traffico, robot o altri software ingannevoli

Ricorda che i clic sugli annunci Google devono essere frutto di un autentico interesse da parte degli utenti e qualsiasi metodo che genera clic o impressioni in modo artificioso è severamente vietato dalle norme del programma. Se notiamo livelli elevati di traffico non valido sul tuo account, possiamo sospenderlo o disattivarlo per tutelare i nostri inserzionisti e gli utenti. Inoltre, se non siamo in grado di verificare la qualità del tuo traffico, potremmo limitare o disattivare la pubblicazione degli annunci. Il traffico non valido, inoltre, può determinare una differenza tra le entrate stimate e quelle definitive.

Siamo consapevoli che terze parti potrebbero generare traffico non valido sui tuoi annunci senza la tua autorizzazione o a tua insaputa. In quanto publisher, sei responsabile in ultima analisi di garantire la validità del traffico sui tuoi annunci. Per questo motivo, ti consigliamo vivamente di consultare i nostri suggerimenti su come prevenire il traffico non valido.

Se sospetti che terze parti abbiano generato traffico con clic non validi, utilizza questo modulo per inviare una segnalazione al nostro team responsabile della qualità del traffico.
Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?