Linee guida relative ai contenuti idonei per gli inserzionisti

Se fai parte del Programma partner di YouTube, puoi monetizzare con gli annunci. Per essere adatti per la pubblicità, i video devono essere conformi alle Norme del Programma partner di YouTube, alle Norme del programma AdSense e alle linee guida relative ai contenuti idonei per gli inserzionisti descritte in questo articolo.

In questo articolo troverai quanto segue:

YouTube è la piattaforma su cui le persone scelgono di guardare video. Oltre a includere la raccolta video più attuale, completa e accattivante presente sul Web, con contenuti caricati da creator di tutto il mondo, YouTube è anche il luogo utilizzato da migliaia di brand per entrare in contatto con il pubblico.

Tutti i video caricati su YouTube devono rispettare i Termini di servizio e le Norme della community della piattaforma.

Contenuti non adatti alla maggior parte degli inserzionisti

Per determinare se un video è adatto per la pubblicità, YouTube si basa sulla tecnologia e su procedure di applicazione delle norme. Ci adoperiamo costantemente per rendere i nostri algoritmi sempre più accurati e per comprendere i casi particolari, compresi quelli relativi a categorie come musica, giochi e notizie. Il nostro obiettivo è trattare ogni video in base al contesto, inclusi i contenuti di natura chiaramente umoristica, didattica o satirica.

Se i seguenti casi descrivono una parte qualsiasi del tuo video o dei relativi metadati, tra cui il titolo, la miniatura o i tag, il video in questione potrebbe non essere adatto per la pubblicità ai sensi delle Norme del programma AdSense. In alcuni casi, YouTube potrebbe anche decidere di non pubblicare nessun annuncio, a prescindere dagli inserzionisti o dal formato.

Argomenti controversi ed eventi sensibili

I video che mostrano o trattano argomenti o eventi sensibili compresi, a titolo esemplificativo, guerre, conflitti politici, terrorismo o estremismo, morti o tragedie e abusi sessuali, anche in assenza di immagini esplicite, di solito non sono adatti per la pubblicità. Ad esempio, i video sulle tragedie recenti, anche se utilizzati a scopo informativo o documentaristico, potrebbero non essere adatti per la pubblicità a causa dell'argomento trattato.

Droghe e sostanze o prodotti pericolosi

I video che promuovono o mostrano la vendita, il consumo o l'abuso di droghe illegali, sostanze o farmaci regolamentati o altri prodotti pericolosi non sono adatti per la pubblicità. I video che trattano di droghe o sostanze pericolose a scopo didattico, documentaristico e artistico generalmente sono adatti per la pubblicità, a condizione che l'uso di droghe o l'abuso di sostanze non sia esplicito e non venga esaltato.

Azioni dannose o pericolose

I video che promuovono azioni dannose o pericolose che comportano seri danni fisici, emotivi o psicologici non sono adatti per la pubblicità. Alcuni esempi includono video che mostrano trattamenti chirurgici o cosmetici dolorosi o invasivi oppure scherzi contenenti molestie sessuali o umiliazioni.

Contenuti che incitano all'odio

I video che promuovono la discriminazione, screditano o umiliano una persona o un gruppo di persone per motivi legati a razza, etnia, origine etnica, nazionalità, religione, disabilità, età, stato di veterano, orientamento sessuale, identità di genere o altre caratteristiche associate a discriminazione o emarginazione sistematica non sono adatti per la pubblicità. I contenuti satirici o umoristici potrebbero non rientrare in questa casistica, anche se dichiarare l'intento umoristico del video potrebbe non essere sufficiente e i video in questione potrebbero comunque non essere adatti per la pubblicità.

Linguaggio inappropriato

I video nei quali viene utilizzato spesso un linguaggio volgare o blasfemo potrebbero non essere adatti per la pubblicità. L'uso occasionale di un linguaggio volgare non è necessariamente motivo per considerare il tuo video non adatto per la pubblicità, ma il contesto è determinante.

Uso inappropriato di personaggi amati dalle famiglie

I video che mostrano contenuti o personaggi amati dalle famiglie, che si tratti di live action o di animazioni classiche, associati ad azioni violente, a sfondo sessuale, spregevoli o comunque inappropriate, anche se a scopo umoristico o satirico, non sono adatti per la pubblicità.

Contenuti provocatori e umilianti

I video che presentano contenuti gratuitamente provocatori, offensivi o umilianti potrebbero non essere adatti per la pubblicità. Ad esempio, un video in cui si ridicolizza o si insulta una persona o un gruppo di persone potrebbe non essere adatto per la pubblicità.

Contenuti sessualmente allusivi

I contenuti con una forte connotazione sessuale, ad esempio video in cui l'attenzione è concentrata su nudità, parti del corpo o simulazione di atti sessuali, non sono adatti per la pubblicità. I video in cui sono presenti sex toy, articoli erotici o dialoghi espliciti sul sesso potrebbero non essere adatti per la pubblicità; sono ammesse delle eccezioni, seppur limitate, in caso di video finalizzati all'educazione sessuale che non presentino immagini esplicite.

Violenza

I video in cui l'attenzione è concentrata su sangue, violenza o lesioni, senza un adeguato contesto aggiuntivo, non sono adatti per la pubblicità. La violenza nel corso di un normale gameplay è generalmente accettata dagli inserzionisti, ma non nel caso di scene incentrate sulla violenza gratuita. Se mostri contenuti violenti in un notiziario o in un video con finalità didattiche, artistiche o documentaristiche, il contesto aggiuntivo fa la differenza.

Offriamo inoltre diversi strumenti per il targeting basati sui contenuti e sul pubblico che gli inserzionisti possono utilizzare per controllare dove vengono visualizzati i loro annunci su YouTube. La maggior parte degli annunci verrà pubblicata solo sui canali che aderiscono al Programma partner di YouTube. In alcuni casi, gli annunci potrebbero essere pubblicati sui video esaminati manualmente dal team di YouTube che si occupa delle norme sugli annunci, o sui canali di partner selezionati che sono stati esaminati e approvati.

Se ritieni che gli annunci sul tuo video siano stati disattivati per errore, scopri come presentare ricorso per i video contrassegnati come “non idonei per gli inserzionisti.”

Best practice per la creazione di contenuti idonei per gli inserzionisti

Oltre alle norme e alle linee guida illustrate in precedenza, di seguito sono indicati alcuni suggerimenti da seguire per assicurarti che i tuoi contenuti siano adatti per la pubblicità:

  • Devi rispettare gli altri, inclusi gli spettatori, le persone o i gruppi che potresti includere nel tuo video.
  • Devi utilizzare miniature e metadati precisi. Indipendentemente dai contenuti del tuo video, se il titolo o la miniatura non sono conformi a queste linee guida, il video potrebbe non essere adatto per la pubblicità.
  • Non devi incorporare i tuoi annunci nel tuo video, poiché tale operazione rappresenta una violazione delle nostre norme sugli annunci. Leggi ulteriori informazioni in merito alle norme sul posizionamento di prodotti a pagamento.

Il contesto è fondamentale. Se il tuo video include contenuti potenzialmente offensivi o controversi, fornisci agli spettatori informazioni sufficienti per capire cosa stanno per vedere. Puoi anche aiutarci a capire se i tuoi contenuti sono adatti per la pubblicità fornendo ulteriore contesto.

Disattivare gli annunci per contenuti non idonei per gli inserzionisti

Se vuoi caricare contenuti che non rispettano queste linee guida, devi disattivare gli annunci sui singoli video. Questa opzione ti consente di disattivare la monetizzazione per qualsiasi video che non sia idoneo per gli inserzionisti, continuando a fare parte del Programma partner di YouTube.
Tieni presente che, se monetizzi contenuti che violano le nostre linee guida, potresti perdere l'accesso alle funzionalità di monetizzazione.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?