Informazioni sulle metriche relative agli annunci e alle visualizzazioni di YouTube

Questo articolo descrive le metriche relative agli annunci di YouTube che ti consentono di analizzare il rendimento dei tuoi annunci video. Puoi ottenere informazioni su metriche quali impressioni, visualizzazioni, coinvolgimento e clic, nonché sul tipo di pubblico che stai raggiungendo.

Questo articolo tratta i seguenti argomenti:

Nota: sebbene sia possibile caricare i video direttamente in Google Ads per utilizzarli negli annunci video, alcune metriche relative ai video sono disponibili solo per i contenuti video ospitati su YouTube. Come best practice, ti consigliamo di ospitare i contenuti video per la tua campagna video su YouTube in modo da poter accedere a tutte le metriche disponibili e valutare meglio il rendimento. È buona norma inoltre collegare l'account YouTube all'account Google Ads poiché, in questo modo, le azioni ottenute (e altre funzionalità) saranno disponibili all'interno dell'account.

Informazioni sulle metriche fondamentali relative ai video

Esistono vari modi per misurare la modalità con cui gli spettatori interagiscono con i tuoi annunci video. Ogni metrica ha i propri vantaggi e può aiutarti a determinare quali sono gli annunci più efficaci.

Tipi di metriche relative ai video di YouTube

Scopri di più sulle metriche relative ai video di YouTube, tra cui impressioni, visualizzazioni a pagamento, visualizzazioni organiche, interazioni, coinvolgimento, tasso di visualizzazione, le metriche "Video riprodotto al", nonché quelle relative ad azioni ottenute, visibilità e visualizzazione attiva, quota impressioni sulla Rete Display e impatto del brand.

Espandi tutto

Impressioni

Le impressioni indicano la copertura della campagna e la frequenza con cui gli spettatori sono esposti alla miniatura in-feed o alla parte in-stream iniziale del video.

  • Impressioni dell'annuncio in-stream: questa metrica viene conteggiata quando la riproduzione del video inizia sulla pagina di visualizzazione prima, durante o dopo l'inizio della riproduzione del video organico.
  • Impressioni in-feed: questa metrica viene conteggiata quando lo spettatore visualizza la miniatura del video.
Visualizzazioni a pagamento

Le visualizzazioni a pagamento indicano il numero di volte in cui gli spettatori guardano l'intero annuncio o una porzione maggiore, oltre alla sola impressione.

  • Visualizzazioni di annunci in-stream: questa metrica viene conteggiata quando lo spettatore guarda 30 secondi o la totalità del video, a seconda dell'evento che si verifica per primo. Anche le interazioni con l'annuncio possono incrementare il numero di visualizzazioni.
    • Ad esempio, quanto riportato di seguito viene conteggiato come una visualizzazione per gli annunci in-stream:
      • Uno spettatore guarda interamente un annuncio video di 20 secondi.
      • Uno spettatore guarda 32 secondi di un annuncio video di 40 secondi.
      • Uno spettatore fa clic su un elemento interattivo dell'annuncio dopo 18 secondi di un annuncio di 20 secondi, caso in cui viene conteggiato come un clic e una visualizzazione aggiuntivi.
Nota: quando uno spettatore fa clic su elementi del tuo annuncio video, ad esempio inviti all'azione, schede, banner, miniature o loghi, prima dell'aumento del numero di visualizzazioni, vengono conteggiati un clic e una visualizzazione.

Visualizzazioni di annunci in-feed: questa metrica viene conteggiata quando la pagina di visualizzazione del video viene caricata dopo che lo spettatore ha fatto clic sulla miniatura e viene indirizzato a questa pagina.

Ecco alcune eccezioni relative al conteggio delle visualizzazioni:

  • Visualizzazioni di annunci in-stream (non bumper): se carichi un video di durata inferiore a 10 secondi, vedrai le visualizzazioni in Google Ads, ma non aumenteranno in YouTube Analytics o nel numero di visualizzazioni pubbliche sulla pagina di visualizzazione.
  • Visualizzazioni di annunci bumper e non ignorabili: le visualizzazioni non vengono conteggiate in Google Ads o nella pagina di visualizzazione esterna. Non puoi accedere ai tuoi dati da "Utenti che hanno visualizzato il mio annuncio".

Che cosa succede se si verifica un clic dopo che il numero di visualizzazioni è già stato incrementato di uno? Viene conteggiato come una seconda visualizzazione?

No. In questo caso, viene aumentato di uno solo il numero di clic e non viene conteggiata una seconda visualizzazione.

Un clic sulla miniatura in-feed viene conteggiato come un clic?

No. Il numero di visualizzazioni viene incrementato di uno solo al termine del caricamento della pagina di visualizzazione.

Perché ci sono differenze nelle visualizzazioni nelle origini dei miei report?

Sono previste alcune differenze tra le visualizzazioni registrate in Google Ads, in YouTube Analytics e nella pagina di visualizzazione pubblica (completata tramite YouTube Analytics). Ciò è dovuto principalmente a differenze nella recency dei dati (frequenza o grado di aggiornamento differenti), a soglie di spam diverse e a idoneità diversa per gli annunci conteggiati nel numero di visualizzazioni pubbliche, che include visualizzazioni di annunci in-stream non bumper, bumper e non ignorabili.Scopri di più sulle differenze tra i dati delle visualizzazioni di Google Analytics e YouTube

Posso comunque creare elenchi dei segmenti di pubblico degli utenti che hanno già visto i miei video o il mio canale per formati che non incrementano il numero di visualizzazioni?

Gli elenchi dei segmenti di pubblico che dipendono da una visualizzazione (ad esempio "Ha visualizzato un video di un canale") non sono compatibili con i formati che non incrementano il numero di visualizzazioni, come gli annunci bumper, non ignorabili e in-stream di durata inferiore a 10 secondi. Puoi creare gli elenchi nel tuo account, ma non verranno aggiunti utenti poiché questi non aumentano il numero di visualizzazioni da aggiungere all'elenco dei segmenti di pubblico.
Visualizzazioni organiche

Quando uno spettatore guarda il tuo video senza ricevere alcun messaggio, come ad esempio un annuncio, si parla di visualizzazione organica. Si verifica una visualizzazione quando un utente guarda il tuo video. Per garantire l'accuratezza del numero di visualizzazioni, le riproduzioni irregolari (come lo spam) vengono rimosse dalle metriche relative al numero di visualizzazioni pubbliche. Per incrementare il numero di visualizzazioni, YouTube determina l'intenzione dell'utente in modo algoritmico.

Le visualizzazioni organiche seguono criteri diversi per il conteggio rispetto alle visualizzazioni degli annunci a pagamento. Consulta le seguenti sezioni sulle visualizzazioni a pagamento e sulle differenze tra i dati delle visualizzazioni di Google Analytics e quelli di YouTube Analytics.

Interazioni
La colonna "Interazioni" riporta i coinvolgimenti per le campagne video. I coinvolgimenti rappresentano l'azione principale associata a un formato di annuncio. Scopri di più sui report sui coinvolgimenti
A differenza delle visualizzazioni, i coinvolgimenti vengono conteggiati dopo 10 secondi dall'inizio della visione. Nel caso dei video di durata superiore a 10 secondi, i coinvolgimenti danno un'idea degli spettatori che hanno guardato più di un'impressione, ma non hanno completato una visualizzazione (sebbene una visualizzazione completa da parte dello spettatore possa essere conteggiata come un coinvolgimento). Scopri di più sulle conversioni di tipo visualizzazione "engaged".
Le interazioni ti consentono di confrontare il valore e il rendimento delle tue campagne display, video e sulla rete di ricerca. Ad esempio, puoi utilizzare le interazioni per confrontare il valore di un clic di ricerca con quello di una visualizzazione di video. Le interazioni consentono di consolidare i report dei vari tipi di campagna, offrendoti una visione completa.
Per una migliore comprensione, consulta la sezione "Coinvolgimenti" di seguito.
Coinvolgimenti
Prima di iniziare, consulta la sezione "Interazioni" in alto per una migliore comprensione.
Per i video di durata superiore a 10 secondi, i coinvolgimenti indicano la frequenza con cui gli spettatori interagiscono oltre la semplice impressione (o l'uso del pulsante "Salta"), ma non portano sempre a termine la visualizzazione completa. La tabella seguente illustra il formato, i criteri e altre informazioni sui coinvolgimenti:

Formato

Criteri di coinvolgimento

Le visualizzazioni possono aumentare?

Come viene registrato il verificarsi di un clic?

Annunci in-stream e annunci video per la promozione di app

Video di durata inferiore a 10 secondi:

Gli spettatori guardano il video completo o fanno clic su un annuncio.

Video di durata superiore a 10 secondi:

Gli spettatori guardano un video per più di 10 secondi o fanno clic su un annuncio.

Sì, se vengono soddisfatti i criteri di visualizzazione.

Video di durata inferiore a 10 secondi:

Viene conteggiato come un clic e un coinvolgimento. La visualizzazione viene conteggiata in Google Ads, ma non inclusa nel conteggio delle visualizzazioni pubbliche.

Video di durata superiore a 10 secondi:

Viene conteggiato come un clic, una visualizzazione e un coinvolgimento.

Annunci video in-feed

Gli spettatori guardano 10 secondi dell'annuncio video quando l'audio è disattivato o fanno clic sulla miniatura per visualizzare il video completo nella pagina di visualizzazione (il clic viene conteggiato come visualizzazione e non registrato come clic).

Sì, se vengono soddisfatti i criteri di visualizzazione.

In questo caso il clic non si riferisce al "clic" sulla miniatura che ha indirizzato l'utente alla pagina di visualizzazione. Un clic viene conteggiato automaticamente come una visualizzazione e un coinvolgimento quando uno spettatore si trova sulla pagina di visualizzazione e questo clic viene registrato in aggiunta alla visualizzazione e al coinvolgimento già registrati.

Bumper e in-stream non ignorabili

Gli spettatori devono fare clic sull'annuncio.

No, anche se si verifica un clic.

Il clic e il coinvolgimento vengono conteggiati.

  • Visualizzazione "engaged" (nota anche come "Coinvolgimenti"): questa metrica, non presente in Google Ads, si riferisce ai coinvolgimenti riportati nella colonna "Interazioni" quando gli spettatori guardano una campagna video.
  • Tasso di coinvolgimento: è calcolato dividendo il numero di volte in cui gli spettatori interagiscono con il tuo annuncio per il numero di volte in cui l'annuncio viene pubblicato. Il tasso di coinvolgimento ti aiuta a determinare la percentuale di impressioni che ha generato un coinvolgimento. Ricorda che la formula per calcolare la percentuale di visualizzazione è: visualizzazioni / impressioni. È simile alla percentuale di visualizzazione, tranne per il fatto che non è un indicatore molto rappresentativo perché i coinvolgimenti utilizzano criteri di conteggio meno rigorosi rispetto alle visualizzazioni.

Tasso di coinvolgimento = coinvolgimenti/impressioni

Tasso di visualizzazione (precedentemente nota come percentuale di view-through (VTR))
Il tasso di visualizzazione ti aiuta a determinare la percentuale di impressioni che ha generato una visualizzazione. Il tasso di visualizzazione indica quanto è accattivante il tuo annuncio e ti aiuta a rispondere alla domanda: "Delle persone a cui è stato presentato l'annuncio, quale percentuale è stata conteggiata come una visualizzazione?". Un tasso di visualizzazione basso potrebbe indicare che la parte iniziale della creatività non era abbastanza accattivante. Una percentuale del 10-15% è considerata la media in tutti i settori, ma può variare notevolmente. Scopri di più con una guida pratica per realizzare creatività efficaci su YouTube
Tasso di visualizzazione = visualizzazioni/impressioni
Nota: la definizione letterale di percentuale di visualizzazione è la stessa per tutti i formati video, ma i singoli formati seguono criteri diversi per definire un'impressione o una visualizzazione. Tieni presente queste differenze quando valuti il rendimento sulla base del tasso di visualizzazione (vedi le definizioni di visualizzazione e impressione qui sopra).
Costo per visualizzazione massimo (CPV max)

Si tratta dell'offerta che imposti per la tua campagna o il tuo gruppo di annunci. Deve essere l'importo massimo che intendi pagare per una visualizzazione nell'asta.

Costo per visualizzazione medio (CPV medio): consente di determinare l'importo medio che paghi per una visualizzazione e la convenienza degli annunci in base alle visualizzazioni come obiettivo principale della tua campagna. Il CPV è particolarmente importante quando viene utilizzato come strumento di confronto tra annunci, gruppi di annunci e campagne (le metriche isolate non sono così significative). In seguito potrai determinare le strategie più efficaci in base al tuo budget.

Costo per visualizzazione medio = costo / visualizzazioni

Qual CPV può essere considerato buono?

Il termine "buono" è soggettivo. I CPV medi variano in base a formato, settore, stagionalità e altri fattori. Il miglior benchmark è costituito dai dati storici della campagna, ad esempio quanto è conveniente in termini di costi il gruppo di annunci A rispetto al gruppo di annunci B.

Perché il mio CPV medio supera il mio CPV max?

Questo può verificarsi quando consulti un intervallo di date durante il quale il CPV max è stato modificato. Ad esempio:

Dal 1° al 5° giorno il CPV max è di 0,20 €.

Dal 6° al 10° giorno il CPV max è di 0,10 €.

Se controlli il 10° giorno, il CPV max del tuo account sarà di 0,10 €. Tuttavia, se l'intervallo di date va dal 1° al 10° giorno, verranno inclusi i primi 5 giorni durante i quali il CPV max era più alto. Il CPV medio indicato nei report potrebbe essere superiore a 0,10 € a causa dei giorni in cui l'offerta massima era più elevata. Controlla la cronologia delle modifiche e filtra in base alle modifiche delle offerte per sapere se un intervallo di date si sovrappone al momento in cui il CPV max è stato ridotto.
Metriche "Video riprodotto al"

Le metriche "Video riprodotto al" conteggiano la percentuale di persone che hanno guardato il 25%, il 50%, il 75% o il 100% del video rispetto al numero di spettatori che hanno avviato il player. Il punto in cui viene avviato il video player varia in base ai diversi formati. Ad esempio, per gli annunci in-stream, la riproduzione dei video inizia automaticamente. Per gli annunci in-feed, questo avviene quando lo spettatore viene indirizzato alla pagina di visualizzazione dopo aver fatto clic sulla miniatura.

I report sui quartili possono essere utilizzati insieme alle altre metriche, come il tasso di visualizzazione e la fidelizzazione del pubblico (disponibili nei dati di YouTube Analytics), per scoprire approssimativamente il momento in cui aumenta il numero di spettatori che abbandonano il video. Se noti un notevole aumento degli abbandoni in punti specifici, cerca di determinare quali elementi della creatività dell'annuncio potrebbero esserne la causa (escluso il comportamento previsto). Ad esempio, è abbastanza frequente osservare una forte riduzione del numero di spettatori dopo 5 secondi per gli annunci in-stream, poiché questo è il momento in cui viene mostrato agli utenti il pulsante Salta.

Ecco un esempio delle metriche relative al primo quartile (25%):

Percentuale "Video riprodotto al 25%" = n. di spettatori che continuano la visione dopo che è stato riprodotto il 25% del video                                                                     n. di volte in cui il video player è stato avviato

Come funziona:

  1. 10 utenti iniziano a guardare il tuo annuncio di 20 secondi
  2. 5 utenti abbandonano (chiudono il browser o fanno clic su un altro video) dopo 13 secondi
  3. 3 utenti abbandonano dopo 18 secondi
  4. 2 utenti guardano l'intero annuncio

I quartili sono:

Quartile

% di riproduzione

Spiegazione della % di riproduzione

25%:

100%

Il 100% dei dieci utenti continua la visione dopo 5 secondi

50%:

100%

Il 100% dei dieci utenti continua la visione dopo 10 secondi

75%:

50%

Il 50% dei dieci utenti continua la visione dopo 15 secondi

100%:

20%

Il 20% degli utenti (2 su 10) sta ancora guardando al termine dell'annuncio

Perché il numero di visualizzazioni o la percentuale di visualizzazione non corrisponde a quello dei miei report sui quartili se provo a calcolare queste metriche manualmente?

Non puoi monitorare manualmente il formato dell'annuncio in-feed. Inoltre, dividendo il valore di Riprodotto al 100% per il numero di impressioni, non troverai un valore corrispondente alla percentuale di visualizzazione. Tieni presente che per gli annunci in-feed le impressioni non vengono registrate nel momento in cui viene avviato il video player.

Viene conteggiata una visualizzazione anche se un utente interagisce con il video, ad esempio con un clic sull'URL di visualizzazione, su un banner companion o su estensioni annuncio. Se uno spettatore guarda solo 15 secondi di un video di 20 secondi e poi fa clic sull'URL di visualizzazione per passare alla pagina di destinazione, l'azione verrà conteggiata come una visualizzazione e aumenterà il tasso di visualizzazione. Tuttavia, poiché il video non è stato guardato fino alla fine, non sarà presa in considerazione per la metrica "Video riprodotto al 100%".

I quartili non sono precisi come il meccanismo che incrementa il numero di visualizzazioni. I report sui quartili forniscono informazioni utili sul momento in cui gli spettatori abbandonano il video. Sconsigliamo di utilizzarli per verificare l'accuratezza di queste metriche, poiché possono variare leggermente.

Azioni ottenute

Le azioni ottenute comprendono visualizzazioni ottenute, Mi piace, iscritti, aggiunte a playlist e condivisioni. Si verificano quando un utente guarda il tuo annuncio video e poi esegue un'azione sui tuoi canali YouTube collegati entro 7 giorni dalla prima visualizzazione. Per le azioni ottenute non ti viene addebitato nulla. Più visualizzazioni da parte della stessa persona vengono conteggiate come un'unica visualizzazione ottenuta.

Le azioni ottenute sono un ottimo indicatore del valore aggiunto senza costi che la tua campagna ha contribuito a generare. Questa metrica dimostra una forte affinità per il tuo canale o il tuo brand e spesso è un indice molto rappresentativo di un cliente di alto valore.

Nota: le azioni ottenute possono verificarsi su qualsiasi canale collegato al tuo account. Ad esempio, se uno spettatore guarda un annuncio sul Canale A e viene conteggiato come una visualizzazione, poi passa al Canale B e aggiunge Mi piace a un video, il Mi piace sul Canale B è ottenuto, a condizione che questo canale sia anche collegato all'account Google Ads.

Perché non vedo i report relativi alla metrica visualizzazioni ottenute / iscritti ottenuti?

Se gli annunci personalizzati sono disattivati su uno o più canali YouTube collegati a un account Google Ads, i report sulle azioni ottenute non saranno disponibili. Per visualizzare i report sulle azioni ottenute, è necessario che la casella sia deselezionata. Per modificare l'opzione, accedi al tuo account YouTube e vai a YouTube Studio. Nell'angolo in basso a sinistra, vai a "Impostazioni" > "Canale" > "Impostazioni avanzate" > scorri verso il basso fino alla casella di controllo "Disattiva gli annunci basati sugli interessi".

Quando colleghi l'account YouTube all'account Google Ads, assicurati che la casella "Coinvolgimento" sia selezionata. Per verificarlo, accedi all'account Google Ads, fai clic su "Strumenti e impostazioni" > "Account collegati" > "YouTube". Nella colonna "Autorizzazioni" vedrai la voce di elenco puntato "Coinvolgimento" se la relativa casella è stata attivata al momento del collegamento dell'account.

Tieni presente che se disattivi gli annunci personalizzati per alcuni canali YouTube e li attivi per altri, continuerai a visualizzare i report sulle azioni ottenute nel relativo account Google Ads, ma non il canale di provenienza delle azioni ottenute.

Visibilità e Visualizzazione attiva (disambiguazione)
La visibilità riguarda tutti i tipi di campagna e non è incentrata sui video. Un annuncio viene considerato "visibile" se almeno il 50% della sua superficie è visualizzato sullo schermo per 1 secondo nel caso degli annunci della Rete Display o per 2 secondi nel caso degli annunci video. Questa metrica è inclusa qui per distinguerla dalle altre metriche relative ai video. Scopri di più sulle metriche dei report relative a visibilità e Visualizzazione attiva
Metriche relative alla quota impressioni sulla Rete Display

La quota impressioni video può essere verificata estraendo le metriche relative alla quota impressioni, poiché YouTube fa parte della Rete Display di Google.

La quota impressioni ti aiuta a rispondere alla domanda "Quanto dell'inventario disponibile che puoi pubblicare in base alle impostazioni e al targeting della tua campagna genera impressioni?". Questa metrica consente di capire i seguenti aspetti:

  1. Se la quota impressioni è inferiore al 100%, significa che l'aumento dell'offerta o del budget potrebbe consentirti di pubblicare gli annunci più spesso. Per determinare se è necessario incrementare l'offerta o il budget, controlla le colonne "Quota impressioni perse".
  2. Se la quota impressioni è pari al 100%, ma non stai spendendo l'intero budget, significa che puoi espandere il targeting.
  3. Se noti una fluttuazione del volume di impressioni, puoi controllare la metrica "QI persa (ranking) nella Rete Display" (è preferibile segmentare i report in base al giorno). Se noti un cambiamento lo stesso giorno in cui si verifica un cambiamento del traffico, è probabile che la concorrenza abbia aumentato le offerte, comportando, per quanto riguarda la tua situazione, la perdita di aste. Aumenta l'offerta per mantenere la competitività e vincere le aste ai livelli precedenti.
Metriche dell'impatto del brand
La metrica dell'impatto del brand non è disponibile in tutti gli account. Per attivarla, devi avere un rappresentante Google Ads dedicato e contattarlo per richiedere l'attivazione. Scopri di più sui dati di misurazione dell'impatto del brand

Metriche a cui dare priorità in base agli obiettivi della campagna

Sebbene vengano registrate molte metriche per i vari tipi di campagna, alcune devono avere una priorità molto più alta nella valutazione della riuscita della campagna in base agli obiettivi della campagna selezionati. Ad esempio, se pubblichi una campagna con l'obiettivo "Notorietà del brand e copertura", puoi registrare le conversioni, ma non considerarle come una metrica chiave per valutare la riuscita della campagna.

Come funzionano le metriche "Notorietà del brand e copertura"

Se hai selezionato "Notorietà del brand e copertura" (o Sequenza di annunci video in "Considerazione del prodotto o del brand") come obiettivo della campagna durante la sua configurazione, oltre a Impressioni, Unique Reach e Frequenza media delle impressioni, devi concentrarti sulle seguenti metriche per valutare la riuscita della campagna:

  • Costo per mille impressioni massimo (CPM max): è l'offerta che imposti per la tua campagna o il tuo gruppo di annunci. Deve corrispondere all'importo massimo che intendi pagare per 1000 impressioni nell'asta.
  • Costo per mille impressioni medio (CPM medio): il CPM ti aiuta a determinare la spesa media per 1000 impressioni. Tieni presente che un CPM medio buono varia in base al paese, perché per le offerte CPM devono essere soddisfatti valori minimi diversi.

CPM = costo / (impressioni / 1000)

Il CPM indica la convenienza economica degli annunci in base alle impressioni come obiettivo principale della campagna. Il CPM è particolarmente importante quando viene utilizzato come strumento di confronto tra annunci, gruppi di annunci e campagne (rispetto a una metrica isolata, che non è così rappresentativa).

  • "Tutte le impressioni delle campagne di annunci video in sequenza" (Tutte le impr. delle camp. di ann. video in seq.): indica il numero di impressioni generate dalle campagne di annunci video in sequenza combinato con le impressioni generate da altre campagne che hanno contribuito all'avanzamento delle campagne in sequenza. Poiché gli spettatori avanzano attraverso una sequenza di annunci video indipendentemente dalla campagna che mostra i video, questa metrica indica in che modo le campagne diverse da quelle in sequenza hanno contribuito a far avanzare le sequenze, generando potenzialmente più completamenti di sequenze e un costo inferiore.

Affinché un'impressione esterna alla sequenza possa essere inclusa in questa metrica, uno spettatore deve avere generato almeno un'impressione dalla sequenza video. Tieni presente che questa metrica include anche le impressioni provenienti dagli account Display & Video 360 collegati al tuo account Google Ads.

Come funzionano le metriche "Vendite", "Traffico sul sito web" e "Lead"

Se hai selezionato "Vendite", "Traffico sul sito web" o "Lead" come obiettivo della campagna durante la sua configurazione, devi concentrarti sulle seguenti metriche per valutare la riuscita della campagna:

  • Conversioni view-through (VTC): le conversioni view-through ("Conv. view-through") vengono registrate quando agli utenti viene mostrata un'impressione del tuo annuncio (non conteggiata come visualizzazione o clic) e poi questi utenti effettuano la conversione sul tuo sito all'interno della finestra di conversione (la durata di questa finestra viene determinata in base al momento in cui la conversione viene creata nell'account).

Questa metrica esclude automaticamente le conversioni generate da utenti che hanno interagito anche con altri tuoi annunci. L'ultima impressione di un annuncio video ottiene il merito per la conversione view-through.

Una visualizzazione che genera una conversione viene conteggiata nella colonna "Conversioni" e non nella colonna VTC. Le conversioni view-through ti aiutano a colmare il divario tra la parte superiore e quella inferiore della canalizzazione di acquisto. Se tieni conto solo delle conversioni, potresti non cogliere l'impatto dei tuoi annunci sugli utenti che hanno completato una conversione solo in base a un'impressione.

  • Clic e Percentuale di clic (CTR): i clic, che si verificano quando lo spettatore fa clic su un elemento interattivo dell'annuncio, e il CTR (clic / impressioni) per le campagne video in genere non devono essere considerati una priorità rispetto alle impressioni o alle visualizzazioni (se l'obiettivo è la notorietà) o alle conversioni (se l'obiettivo sono le vendite). Un numero ridotto di clic e un CTR basso sono abbastanza normali nelle campagne video rispetto alle campagne sulla rete di ricerca.

In genere, i clic e il CTR all'interno delle campagne video non sono metriche prioritarie per determinare la riuscita di una campagna. Possono indicare il livello di efficacia dell'annuncio nell'indurre gli utenti a intraprendere un'azione dopo averlo visualizzato, ma la metrica principale con cui le conversioni vengono attribuite alle tue campagne video è "Visualizzazioni". Ad esempio, un clic non è necessario affinché la tua campagna ottenga il merito di una conversione, mentre una visualizzazione sì.

  • Conversioni: nelle campagne video, le conversioni vengono misurate quando uno spettatore viene conteggiato come una visualizzazione per l'annuncio e poi esegue un'azione che hai definito importante per la tua attività, ad esempio un acquisto online o una chiamata alla tua attività da un cellulare. Scopri di più sul monitoraggio delle conversioni

E per quanto riguarda gli annunci bumper? Non contribuiscono a incrementare il numero di visualizzazioni, ma possono aumentare il valore riportato nella colonna delle conversioni?

Sì, ma solo se lo spettatore ha fatto clic sull'annuncio. Se uno spettatore fa clic su un annuncio bumper, viene registrato un clic, ma non una visualizzazione. Se in seguito effettua la conversione, verrà conteggiato come conversione anziché come conversione view-through.
  • Conversioni di tipo visualizzazione "engaged" (EVC): vengono conteggiate quando uno spettatore non fa clic sul tuo annuncio video, ma guarda almeno 10 secondi dell'annuncio, ignorabile dopo 5 secondi, ed effettua la conversione all'interno della finestra di conversione di tipo visualizzazione "engaged". Per consultare i report EVC in Google Ads, fai clic su Segmento > Seleziona conversioni > Tipo di evento dell'annuncio.
    Nota: se uno spettatore viene conteggiato come una visualizzazione e una visualizzazione "engaged" (durante la visione dello stesso video) e poi esegue la conversione, incrementerà i valori sia della colonna "Conversione" sia della colonna "Conversione di tipo visualizzazione "engaged"".
    I video sono coinvolgenti ed efficaci, ma a differenza degli altri formati di annunci, gli spettatori non interagiscono sempre con gli annunci video all'istante: spesso intraprendono un'azione in seguito, dopo la sessione di visualizzazione. Le conversioni EVC indicano il valore dell'annuncio non riconducibile al clic in un modo molto più in linea con il comportamento degli spettatori coinvolti sulla piattaforma. Considerale come un "punto della parte medio-bassa della canalizzazione" se analizzate insieme a "Conversioni view-through" (che corrisponde alla parte superiore della canalizzazione sulla base del fatto che lo spettatore vede prima solo un'impressione) e a "Conversioni" (che corrisponde alla parte inferiore della canalizzazione sulla base del fatto che l'utente viene conteggiato prima come una visualizzazione).
  • Tasso di conversione (CVR): il CVR fornisce informazioni preziose sull'efficacia dell'annuncio nell'indirizzare gli utenti al tuo sito e nell'indurli alla conversione dopo essere stati conteggiati come visualizzazioni. Come molte altre metriche, un buon CVR dipende molto dal settore dell'inserzionista.

CVR = Conversioni / Visualizzazioni

Differenze tra i dati delle visualizzazioni di Google Ads e YouTube Analytics

Nota: un certo livello di discrepanza tra le origini dei report è comune e in alcuni casi previsto. Le informazioni di seguito ti aiutano a fare confronti accurati e a definire aspettative in merito a ciò che viene considerato normale o anomalo dopo aver verificato di aver fatto un confronto equo.

Per facilitare la comprensione, abbiamo abbreviato i nomi delle piattaforme come segue:

GA = Google Ads

YTA = YouTube Analytics

PWP = pagina di visualizzazione pubblica (nota anche come numero di visualizzazioni pubbliche visualizzato sotto un video)

Confronto tra YouTube Analytics e la pagina di visualizzazione pubblica

La pagina di visualizzazione pubblica viene compilata sulla base dei dati di YouTube Analytics. Entrambe le piattaforme dovrebbero quindi presentare dati in genere abbastanza simili. Per i video molto noti con un numero elevato di visualizzazioni in un breve periodo di tempo, potresti notare una certa variabilità se consideri la data odierna, ma in genere questo non dovrebbe verificarsi per date risalenti a 48-72 ore prima.

Confronto tra Google Ads e YouTube Analytics

Sebbene sia normale che esistano alcune discrepanze tra le origini dei report, spesso le differenze osservate nei report dagli utenti sono dovute al fatto che il formato dell'annuncio esaminato non può incrementare le visualizzazioni o che il confronto effettuato non è corretto (ad esempio vengono confrontati due aspetti diversi). Prima di concludere che eventuali discrepanze nei report sono dovute al livello di variabilità previsto tra le 2 piattaforme, ti consigliamo di escludere quanto segue:

  • Verifica che la durata del video sia superiore a 10 secondi (preferibilmente più di 11 secondi per evitare problemi): poiché YouTube Analytics non monitora le visualizzazioni per i video di durata inferiore o pari a 10 secondi (vengono registrate in GA, ma non in YTA), se il video è inferiore a 10 secondi, si verificherà una discrepanza tra GA e YTA.
Se il video supera i 10 secondi per frazioni di secondo (ad esempio se dura 10,2 secondi), dopo essere stato compresso e caricato, la sua durata potrebbe diminuire, arrivando a volte appena sotto i 10 secondi. Caricare un video di durata superiore a 11 secondi può aiutarti a evitare questo problema. Tieni presente che la compressione è minima e impercettibile per un utente che guarda il video.
  • Verifica che il formato dell'annuncio sia idoneo ad accumulare visualizzazioni: come indicato nella sezione sulle visualizzazioni di questo articolo, non tutti i formati degli annunci accumulano visualizzazioni. Se in Google Ads vengono registrate 0 visualizzazioni, questo potrebbe essere previsto. Scopri di più sulle visualizzazioni.
  • Verifica che il confronto venga effettuato sullo stesso set di dati:
    • Confronta solo le visualizzazioni a pagamento: il report "Visualizzazioni" in YTA mostra le visualizzazioni organiche e a pagamento, mentre GA indica solo le visualizzazioni a pagamento. Per assicurarti di confrontare solo le visualizzazioni a pagamento nelle due origini, devi utilizzare il report Sorgenti di traffico in YTA ed esaminare solo la riga delle visualizzazioni a pagamento.
    • Assicurati che vengano confrontate tutte le campagne che utilizzano il tuo video: ad esempio, supponiamo che esaminando le visualizzazioni a pagamento nel report Sorgenti di traffico tu scopra di aver ricevuto 1000 visualizzazioni a pagamento, mentre in GA la tua campagna ne registra solo 500. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che lo stesso video viene utilizzato come annuncio in un'altra campagna nello stesso account GA o in un altro. Controlla i tuoi account per verificare se lo stesso video viene utilizzato in altre campagne. YTA calcola il valore aggregato di queste visualizzazioni.
  • Evita di confrontare dati molto recenti:
    • Lascia a YTA almeno 72 ore di tempo per aggiornarne i dati (poiché i dati mostrati nelle sorgenti di traffico hanno un ritardo che va da 48 a 72 ore). Se nel report Sorgenti di traffico confronti i dati degli ultimi 2 o 3 giorni e rilevi una discrepanza, questa potrebbe essere dovuta ai normali ritardi dei dati e verrà aggiornata se attendi qualche giorno. I dati riportati in GA subiscono solo alcune ore di ritardo.
    • I dati di YTA sono indicati nel fuso orario del Pacifico, mentre quelli di GA si riferiscono al fuso orario dell'account. La visualizzazione di un intervallo di date meno recente contribuisce inoltre a evitare differenze di fuso orario.
  • Discrepanze previste: se hai verificato quanto descritto sopra (durata del video, stessa origine dati, nessun ritardo dei dati) e noti ancora differenze, è probabile che siano dovute ad alcuni motivi noti di discrepanza tra queste 2 origini:
    1. Il player annunci di YouTube è realizzato per creare un'esperienza video pubblicitaria fluida e ogni millisecondo è importante. In alcuni casi specifici e unici, il flusso delle informazioni sul numero di visualizzazioni genera un rischio di ritardi, che il player cerca di evitare. Per evitare eventuali ritardi, le informazioni sul numero di visualizzazioni possono arrivare a GA, ma vengono interrotte prima di arrivare a YTA.
    2. Per rimuovere le visualizzazioni spam dai due sistemi, procediamo in diversi modi. I filtri antispam di GA sono generalmente più rigidi, in quanto si tratta di visualizzazioni a pagamento.

Per questo motivo, viene considerata una discrepanza del 15-20% tra le due origini dei report nel nostro intervallo normale. Per calcolare la variazione % (nota anche come discrepanza), viene utilizzata la formula |(visualizzazioni YTA - visualizzazioni GA)/visualizzazioni YTA | * 100.

Se noti una discrepanza superiore al 15-20%, contatta il rappresentante dell'Assistenza Google (preferibilmente fornendo informazioni indicanti che hai verificato tutti i punti precedenti). Solo raramente i nostri team di tecnici sono in grado di identificare e correggere l'effettiva origine diretta della discrepanza. In caso contrario, questi esempi possono essere loro molto utili per apportare miglioramenti a lungo termine. Nonostante YouTube Analytics sia uno strumento a valore aggiunto senza costi, ne riconosciamo l'importanza per gli inserzionisti e stiamo lavorando intensamente per allineare il più possibile i suoi report a quelli sulle visualizzazioni di Google Ads. Per il momento, sono previste differenze nei conteggi delle visualizzazioni registrate da questi due sistemi. Tuttavia, ti assicuriamo che le metriche di Google Ads sono accurate.

Confronto tra Google Ads e la pagina di visualizzazione pubblica
La pagina di visualizzazione pubblica viene compilata sulla base dei dati di YTA. Per scoprire perché le metriche di GA non corrispondono a quelle della pagina di visualizzazione pubblica, puoi eseguire gli stessi controlli che adotteresti per verificare il motivo delle differenze tra i dati di GA e quelli di YTA (come indicato nella sezione Confronto tra Google Ads e YouTube Analytics riportata sopra).

Link correlati:

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
59
false
false