Comprendere e gestire le informazioni sulla tua posizione quando esegui ricerche su Google

Quando esegui ricerche su Google, ad esempio con Maps, Ricerca o l'Assistente Google, viene utilizzata la tua posizione attuale per fornirti risultati più utili. Ad esempio, se cerchi dei bar, probabilmente li stai cercando vicino a te. La tua posizione ci consente di mostrarti risultati nelle vicinanze, anche se non hai incluso una località nella ricerca.

La tua posizione proviene da diverse fonti, che vengono utilizzate insieme per stimare dove ti trovi. Puoi aggiornare la geolocalizzazione quando usi i servizi Google per ottenere i risultati di ricerca di tuo interesse e controllare la privacy nel modo più adatto alle tue esigenze.

Se vuoi saperne di più sul funzionamento della geolocalizzazione prima di modificare le impostazioni, consulta la sezione di seguito su come Google determina la posizione quando esegui una ricerca.

Aggiornare la posizione per ottenere risultati di ricerca locale migliori

Se stai cercando qualcosa nelle vicinanze ma non trovi risultati di ricerca locali, prova queste soluzioni:

  • Aggiungi la tua posizione attuale alla ricerca, ad esempio bar a Bologna.
  • Verifica che il dispositivo invii la posizione a Google durante la ricerca. Per gestire la geolocalizzazione del dispositivo, procedi come riportato di seguito.

Se accedi al tuo Account Google, ottieni risultati migliori. Ad esempio, se effettui spesso ricerche da casa o dal luogo di lavoro, imposta o aggiorna l'indirizzo di casa o di lavoro per consentire a Google di mostrarti risultati migliori a partire da questi luoghi.

Gestire la geolocalizzazione del dispositivo

Telefoni e tablet possono inviare informazioni sulla posizione ad app e siti web se la geolocalizzazione è attiva e le autorizzazioni dell'app e del browser lo consentono. Puoi controllare se la posizione viene inviata dal tuo dispositivo a qualsiasi app o sito web, compreso google.com, modificando le autorizzazioni di accesso alla posizione.

Importante: prima di gestire le autorizzazioni dell'app o del browser, verifica che la posizione del dispositivo sia attiva per il tuo telefono o tablet. Ulteriori informazioni su come gestire la geolocalizzazione del tuo dispositivo Android.

Gestire le autorizzazioni di accesso alla posizione

Per un sito web

Quando visiti un sito web in un browser web come Chrome, puoi attivare o disattivare separatamente le autorizzazioni di accesso alla posizione per il browser stesso e per i siti web che richiedono la tua posizione, come google.com.

Se vuoi che un sito web come google.com abbia accesso alla posizione del tuo dispositivo, attiva l'autorizzazione di accesso alla posizione sia per il browser che per il sito web.

Attivare o disattivare l'autorizzazione di accesso alla posizione per il tuo browser

Puoi controllare se il tuo browser è in grado di utilizzare la posizione.

  1. Apri l'app Impostazioni Impostazioni sul dispositivo Android.
  2. Tocca Posizione e poi Autorizzazione app.
  3. Tocca l'app del tuo browser, ad esempio Chrome.
  4. Scegli l'accesso alla posizione per l'app del browser: Consenti o Rifiuta.

Importante: alcuni di questi passaggi funzionano soltanto su Android 10 e versioni successive. Scopri come controllare le autorizzazioni delle app, inclusa la posizione, per le versioni precedenti di Android.

Attivare o disattivare l'autorizzazione di accesso alla posizione per un sito web

Se il tuo browser è in grado di usare la posizione, puoi verificare se la invia a siti web specifici, come google.com.

  1. Sul tuo telefono o tablet Android, apri il browser e vai su google.com.
  2. A destra della barra degli indirizzi, tocca Altro Altro e poi Informazioni Informazioni e poi Impostazioni sito.
  3. Per apportare una modifica, tocca Accesso alla posizione in "Autorizzazioni". Se non trovi la sezione "Autorizzazioni" o "Accesso alla posizione", significa che il sito non dispone di autorizzazioni di accesso alla posizione specifiche.
  4. Seleziona Consenti o Blocca.

Ulteriori informazioni sulla modifica delle autorizzazioni dei siti in Chrome.

Importante: a volte il browser potrebbe impiegare molto tempo per recuperare la posizione corrente del dispositivo. Per offrirti rapidamente i risultati di ricerca, google.com potrebbe utilizzare la posizione del tuo dispositivo rilevata l'ultima volta che hai utilizzato Google. Questa posizione viene memorizzata in un cookie la cui scadenza è programmata dopo 6 ore. Ulteriori informazioni sulla gestione dei cookie.

Per un'app

Se esegui una ricerca tramite un'app, come l'app Google o Google Maps, puoi verificare se la posizione è disponibile per tale app utilizzando le autorizzazioni di accesso alla posizione del telefono o del tablet.

  1. Apri l'app Impostazioni Impostazioni sul dispositivo Android.
  2. Tocca Posizione e poi Autorizzazione app.
  3. Tocca l'app che utilizzi per eseguire una ricerca, ad esempio l'app Google Ricerca Google o Google Maps.Maps.
  4. Scegli l'accesso alla posizione per questa app: Consenti o Rifiuta.

Importante: alcuni di questi passaggi funzionano soltanto su Android 10 e versioni successive. Scopri come controllare le autorizzazioni delle app, inclusa la posizione, per le versioni precedenti di Android.

In che modo Google determina la tua posizione quando effettui una ricerca

Quando esegui ricerche su Google, ad esempio con Maps, Ricerca o l'Assistente Google, la tua posizione attuale viene stimata a partire da diverse fonti, a seconda della loro disponibilità. Queste fonti vengono utilizzate insieme per determinare dove ti trovi:

Importante: la maggior parte di queste fonti relative alla posizione può essere controllata utilizzando le autorizzazioni del dispositivo, le preferenze dell'account o altre impostazioni. Consulta ulteriori informazioni di seguito su come le tue scelte influiscono sulla tua privacy e sulla tua posizione.

Fonti per determinare la posizione quando effettui una ricerca

Quando esegui una ricerca su Google, puoi scoprire come è stata stimata la tua posizione in fondo alla pagina dei risultati.

Posizione del dispositivo

Molti dispositivi, come telefoni o computer, sono in grado di rilevare la loro posizione precisa. Questo tipo di posizione precisa è utile nelle app come Google Maps per fornire indicazioni stradali o aiutarti a ottenere risultati di ricerca nelle vicinanze. Ad esempio, alcune ricerche che si basano in gran parte su dove ti trovi esattamente, ad esempio bar, fermata dell'autobus o bancomat, di solito forniscono risultati più utili con le autorizzazioni di accesso alla posizione attivate.

Se segui i passaggi precedenti, puoi gestire la geolocalizzazione basata sul dispositivo per scegliere se rendere disponibile la posizione quando esegui ricerche. A seconda del dispositivo, in genere puoi attivare o disattivare la posizione per singoli siti web e app e per il dispositivo stesso.

Se la posizione del tuo dispositivo è stata utilizzata per generare i risultati di ricerca, le informazioni sulla posizione nella parte inferiore della pagina dei risultati di ricerca riporteranno la dicitura Dal tuo dispositivo.

Importante: a volte il browser potrebbe impiegare molto tempo per recuperare la posizione corrente del dispositivo. Per offrirti rapidamente i risultati di ricerca, google.com potrebbe utilizzare la posizione del tuo dispositivo rilevata l'ultima volta che hai utilizzato Google. Questa posizione viene memorizzata in un cookie la cui scadenza è programmata dopo 6 ore. Ulteriori informazioni sulla gestione dei cookie.

Dai luoghi etichettati: indirizzo di casa o di lavoro

Se hai impostato gli indirizzi di casa o di lavoro, questi potrebbero essere utilizzati per stimare la tua posizione quando è probabile che ti trovi in uno di questi luoghi.

Puoi modificare o eliminare i tuoi indirizzi di casa o di lavoro in Google Maps.

Se la posizione dei luoghi etichettati è stata utilizzata per generare i risultati di ricerca, le informazioni sulla posizione nella parte inferiore della pagina dei risultati di ricerca riporteranno la dicitura Da I tuoi luoghi (Casa) o Da I tuoi luoghi (Lavoro).

Cronologia delle posizioni

Se hai effettuato l'accesso al tuo Account Google e hai attivato la Cronologia delle posizioni, Google potrebbe utilizzare la posizione recente di qualsiasi dispositivo su cui è stato eseguito l'accesso per stimare la tua posizione attuale. Ad esempio, se hai effettuato l'accesso e utilizzi Google Maps su un computer, potresti vedere dove ti trovi sulla mappa in base alla posizione del tuo telefono di pochi minuti prima, anche se non hai usato il telefono di recente. Se sospendi la Cronologia delle posizioni, l'ultima posizione caricata può essere utilizzata per un massimo di 24 ore.

Se la Cronologia delle posizioni recente è stata utilizzata per stimare la tua posizione attuale in modo da generare i risultati di ricerca, le informazioni sulla posizione nella parte inferiore della pagina dei risultati di ricerca riporteranno la dicitura Dalla tua Cronologia delle posizioni.

Se non vuoi salvare la nuova Cronologia delle posizioni nel tuo Account Google, puoi sospendere la Cronologia delle posizioni. Puoi anche utilizzare Spostamenti di Google Maps per eliminare l'eventuale Cronologia delle posizioni esistente.

Ulteriori informazioni su come gestire la Cronologia delle posizioni.

Attività precedenti su app e siti Google

Se hai eseguito l'accesso al tuo Account Google e hai attivato l'impostazione Attività web e app, le tue attività su servizi, app e siti Google potrebbero essere salvate nell'Account Google. Alcuni elementi delle tue attività potrebbero includere l'area generale in cui ti trovavi in quel momento. Se le tue attività prevedono l'indicazione di una posizione esatta, tale posizione può essere memorizzata nelle attività.

In alcuni casi, le aree che hai cercato in passato potrebbero essere utilizzate per stimare la tua posizione attuale. Ad esempio, se cerchi bar a Bologna e poi centro estetico per manicure, Google potrebbe mostrare un centro estetico per manicure a Bologna.

Puoi visualizzare e controllare l'Attività web e app all'indirizzo myactivity.google.com. Ulteriori informazioni su come visualizzare e controllare le attività nel tuo account.

Se non hai eseguito l'accesso al tuo Account Google, Google potrebbe memorizzare alcune informazioni sulla posizione relative alle ricerche precedenti effettuate con il dispositivo che stai utilizzando al fine di fornirti risultati e consigli più pertinenti. Se disattivi le attività di ricerca svolte senza aver eseguito l'accesso, Google non utilizzerà le ricerche precedenti per stimare la tua posizione. Ulteriori informazioni su come eseguire ricerche e navigare in privato.

Se le tue attività precedenti sono state utilizzate per generare i risultati di ricerca, le informazioni sulla posizione nella parte inferiore della pagina dei risultati di ricerca riporteranno la dicitura In base alla tua attività passata.

Indirizzo IP della connessione a Internet

Un indirizzo IP, chiamato anche indirizzo Internet, viene assegnato al dispositivo dal tuo provider di servizi Internet ed è obbligatorio per usare Internet. Gli indirizzi IP vengono utilizzati per stabilire la connessione tra il tuo dispositivo e i siti web e i servizi di cui fai uso.

Gli indirizzi IP sono basati approssimativamente sull'area geografica. Ciò significa che qualsiasi sito web di cui ti servi, compreso google.com, potrebbe ottenere alcune informazioni sulla tua area generale.

Se per la ricerca è stato utilizzato il tuo indirizzo IP al fine di stimare l'area generale in cui ti trovi, le informazioni sulla posizione nella parte inferiore della pagina dei risultati di ricerca riporteranno la dicitura Dal tuo indirizzo Internet.

Importante: non puoi impedire ad app o siti web che visiti (anche Google) di recuperare l'indirizzo IP del tuo dispositivo perché Internet non funziona senza tale indirizzo. Ciò significa che tutte le app e tutti i siti web che visiti in genere possono dedurre alcune informazioni sulla tua posizione.

Controlli per la posizione e privacy

Quando esegui una ricerca su Google, Google stima sempre l'area generale da cui effettui la ricerca. Grazie alla stima dell'area generale in cui ti trovi, Google può fornirti risultati pertinenti e proteggere il tuo account rilevando attività insolite, come l'accesso da una nuova città.

Un'area generale corrisponde a una zona più grande di 3 km quadrati e include almeno 1000 utenti in modo che non sia possibile identificarti, contribuendo a proteggere la tua privacy. Ciò significa che un'area generale è di solito molto più grande di 3 km quadrati nelle zone rurali. L'area generale viene stimata in base alle fonti relative alla posizione descritte in questo articolo.

Se concedi le autorizzazioni di accesso alla posizione a google.com o alle app Google sul tuo dispositivo, quando esegui una ricerca la tua posizione esatta verrà utilizzata da Google per mostrarti i migliori risultati di ricerca. La posizione esatta indica esattamente dove ti trovi, ad esempio un indirizzo o una strada specifici.

Se imposti gli indirizzi di casa o di lavoro e Google stima che sei a casa o al lavoro, per la ricerca verrà utilizzato l'indirizzo esatto.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?