G Suite ora si chiama Google Workspace: tutto quello che serve alla tua attività per lavorare.

Rilevamento di malware

Il termine malware, forma abbreviata di "malicious software" (software dannoso), indica i software specificamente progettati per danneggiare i computer o i software installati. I malware sono in grado di acquisire dati sensibili, quali numeri di carta di credito o password, o inviare email false dagli account di posta elettronica degli utenti, spesso senza che questi ne siano a conoscenza. I malware includono, a titolo esemplificativo: virus, worm, spyware, adware e trojan.

I contenitori vengono sottoposti automaticamente a scansione per rilevare eventuali malware. Se vengono trovate tracce di malware, il contenitore interessato viene segnalato. Google Tag Manager non attiva i tag che puntano a siti in cui vengono rilevati malware.

In che modo vengono infettati i siti e le reti?

Nella maggior parte dei casi gli utenti interessati non sanno che vi sono tag che inviano malware dai propri contenitori. Di solito, non per colpa tua, un operatore di rete viene infettato da malware quando installa modelli o librerie di terze parti nei propri siti web e in seguito trasmette il malware al tuo sito attraverso i tag HTML personalizzati che hai pubblicato sul sito web mediante Tag Manager.

I sintomi più comuni della presenza di malware sul sito includono: reindirizzamenti URL indesiderati, annunci popup, risultati di ricerca alterati, aggiunta al browser di barre degli strumenti o barre di ricerca laterali indesiderate e scarsa velocità del computer.

Che cosa posso fare se il mio contenitore viene segnalato a causa della presenza di malware?

Se il contenitore è stato segnalato come infetto da malware, viene inviata un'email di notifica ai relativi proprietari. Tag Manager mostra un avviso indicante che un tag è "segnalato come infetto da malware" se è attivo nella versione pubblicata. Un avviso analogo comparirà anche nella cronologia delle versioni.

Per risolvere questo problema vai al contenitore interessato, rimuovi tutti gli attivatori di eventuali tag infettati dal malware e anche i tag interessati da qualsiasi sequenza di tag per disattivarli completamente.

Una volta ripubblicata, la configurazione riparata del contenitore sarà sottoposta automaticamente a una nuova scansione per rilevare eventuali malware.

Il miglior modo per evitare problemi di malware è utilizzare i modelli di tag integrati in Google Tag Manager. Tag Manager supporta un numero elevato di modelli di tag di terze parti e molti altri modelli sono condivisi nella Galleria modelli della community.

Che cosa devo fare se la mia rete pubblicitaria è stata segnalata come infetta da malware?

Procedi come descritto di seguito per verificare che sul tuo computer non sia presente malware, per rimuovere il codice dannoso dal tuo sito e per sottoporre sito e annunci a una revisione.

  1. Verifica lo stato del tuo sito in Google Search Console:
    1. Visita google.it/webmasters ed esegui l'accesso.
    2. Se è la prima volta che utilizzi Search Console, inserisci il tuo sito web nell'apposito campo e fai clic su Aggiungi un sito. Tieni presente che ti potrebbe essere chiesto di verificare che il sito sia di tua proprietà.
    3. Dallo stato visualizzato per il sito è possibile capire quali siano i problemi rilevati.
  2. Seleziona lo scenario appropriato tra quelli riportati di seguito per visualizzare istruzioni dettagliate per i passaggi successivi.
Search Console rileva malware sul tuo sito:

Ecco una panoramica dei passaggi da seguire:

  1. Metti il sito in quarantena.
  2. Valuta i danni.
  3. Pulisci il sito.
  4. Chiedi a Google di esaminare il sito.

Segui queste istruzioni e ti illustreremo i singoli passaggi. Controlla che non ci siano tracce di malware nel dominio principale, in tutti i sottodomini e in tutti i reindirizzamenti al sito verificati.

Se non riesci a completare personalmente alcune procedure tecniche, contatta il provider di hosting web.

Search Console non rileva malware sul tuo sito:

Anche se Search Console non trova nessun problema, è comunque possibile che i nostri sistemi rilevino problemi di sicurezza sul tuo sito. Consulta il tuo webmaster o provider di hosting web per vedere se sono in grado di identificare il problema.

Che cosa accade ai contenitori che continuano a puntare a siti contenenti malware?

I tag contenenti malware saranno disattivati e non verranno eseguiti. Se un tag problematico viene riattivato, l'account Google Tag Manager potrebbe venire bloccato. I proprietari dell'account riceveranno una notifica via email se viene applicato un blocco.

Google offre programmi per rilevare e rimuovere il malware?

Google non fornisce programmi per rimuovere il malware, ma offre il servizio Navigazione sicura che consente alle applicazioni di controllare gli URL in base a elenchi Google costantemente aggiornati di pagine sospettate di attività di phishing e malware. Queste sono altre soluzioni di terze parti che potrebbero essere utili:

Se questi programmi non risolvono il problema, potresti provare un programma avanzato per la risoluzione dei problemi, ad esempio HijackThis.

Come posso inoltrare a un ente governativo un reclamo relativo al malware?

Negli Stati Uniti, la Federal Trade Commission (FTC) gestisce i reclami relativi a pratiche commerciali ingannevoli o sleali, tra cui la distribuzione di malware mediante siti ospitati negli Stati Uniti. Per presentare un reclamo visita il sito www.ftccomplaintassistant.gov.

Per presentare un reclamo al di fuori degli Stati Uniti, visita www.econsumer.gov, un sito che rappresenta le agenzie di tutela dei consumatori di 21 paesi.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
102259
false