Informazioni sugli aggiornamenti automatici degli articoli

Problemi quali la latenza tra gli aggiornamenti sul sito web e gli aggiornamenti degli invii di dati possono dare origine a dati di prodotto imprecisi o non aggiornati. Gli aggiornamenti automatici degli articoli consentono di evitare tali problemi mantenendo aggiornati i dati di prodotto. Attraverso gli aggiornamenti automatici degli articoli, Google può aggiornare le schede dei tuoi prodotti visualizzate negli annunci Shopping, su Shopping Actions, negli annunci di prodotti disponibili localmente e sulle varie piattaforme di Google utilizzando il markup dei dati strutturati che troviamo sul tuo sito web ed estrattori avanzati di dati. Gli aggiornamenti automatici degli articoli sono al momento disponibili per gli attributi price [prezzo] e availability [disponibilità].

Ad esempio, se il tuo feed di dati più recente contiene un articolo che costa € 4, ma nella pagina di destinazione del prodotto è indicato un prezzo di € 3, aggiorneremo l'articolo impostando il prezzo su € 3 nell'annuncio Shopping.

Vantaggi

Gli aggiornamenti automatici degli articoli generano una migliore esperienza utente, più traffico sui tuoi annunci Shopping e tassi di conversione più elevati, in quanto gli utenti vedono già il prezzo corretto negli annunci Shopping e non vengono indirizzati ad articoli non disponibili. Poiché i dati di prodotto vengono aggiornati in base a informazioni reperite direttamente sulle tue pagine di destinazione, questa funzionalità riduce anche al minimo il numero di mancate corrispondenze tra gli annunci Shopping e il tuo sito web. Questo a sua volta riduce il rischio di sospensione dell'account per errate corrispondenze di prezzo e disponibilità. Se si verificano troppe corrispondenze errate, tuttavia, gli aggiornamenti automatici degli articoli smetteranno di funzionare e il tuo account sarà a rischio di disapprovazione preventiva degli articoli. Ulteriori informazioni sulla disapprovazione preventiva degli articoli

Gli aggiornamenti automatici degli articoli saranno attivati per impostazione predefinita nel tuo account. Se decidi di disattivarli, gli articoli con prezzo e disponibilità non corrispondenti saranno temporaneamente disapprovati invece di essere aggiornati. Scopri come gestire gli aggiornamenti automatici degli articoli nel tuo account

Nota: se il tuo account Merchant Center è configurato come account multi-cliente, per impostazione predefinita ogni subaccount utilizzerà le impostazioni dell'account principale. I subaccount possono anche selezionare l'opzione per specificare le proprie impostazioni.

Gli aggiornamenti automatici degli articoli non sostituiscono i feed o gli aggiornamenti regolari dei dati di prodotto. Sono studiati per correggere piccoli problemi relativi alla precisione dei prezzi e della disponibilità per una percentuale ridotta di articoli. Devi comunque continuare a fornire frequentemente dati di prodotto precisi, altrimenti non riusciremo a gestire tutti i tuoi articoli con gli aggiornamenti automatici.

Informazioni sugli estrattori avanzati di dati

Gli estrattori avanzati consentono di trovare informazioni su prezzi e disponibilità all'interno della pagina di destinazione di un prodotto. Utilizzano infatti una combinazione di modelli statistici e machine learning per individuare ed estrarre i dati di prodotto dal markup dei dati strutturati indipendente del tuo sito web. Gli estrattori agiscono insieme al markup dei dati strutturati schema.org e l'utilizzo di tale markup è ancora consigliato per i rivenditori.

Google non può garantire che gli aggiornamenti eseguiti siano accurati. Tuttavia, per questa funzionalità sono previsti vari controlli e misure preventive al fine di evitare aggiornamenti non corretti. Per ulteriori dettagli, esamina la sezione relativa alla risoluzione dei problemi riportata di seguito. Puoi anche consultare i requisiti della pagina di destinazione.

Per Shopping Actions

Se Shopping Actions figura tra i valori specificati per l'attributo included_destination [destinazione_inclusa] e per ciascuno dei tuoi articoli viene fornito un attributo link [link], tali articoli potrebbero essere interessati da aggiornamenti automatici del prezzo nel caso in cui venga rilevata un'esigua differenza tra il prezzo indicato nel feed e quello presente sulla pagina di destinazione inviata attraverso l'attributo link [link].

Se viene rilevata una differenza di prezzo significativa, il prezzo dell'articolo interessato non verrà aggiornato automaticamente e l'articolo continuerà a essere venduto su Shopping Actions al prezzo originariamente indicato nel feed.

Analogamente, se Annunci Shopping e Shopping Actions sono entrambi specificati come valori dell'attributo included_destination [destinazione_inclusa] per uno qualsiasi dei tuoi articoli e viene riscontrata una differenza significativa tra il prezzo indicato nel feed e quello presente sulla pagina di destinazione inviata attraverso l'attributo link [link], il prezzo non verrà aggiornato automaticamente e l'articolo verrà disapprovato per gli annunci Shopping a causa dei prezzi non corrispondenti. L'articolo rimarrà comunque idoneo per la vendita su Shopping Actions al prezzo originariamente indicato nel feed.

Per apportare modifiche significative ai prezzi, utilizza il feed di dati di prodotto o la Content API. Tieni presente che gli aggiornamenti automatici degli articoli possono essere disattivati in qualsiasi momento. È sufficiente apportare modifiche nella pagina delle impostazioni dell'account Merchant Center.

Esempio di aggiornamento automatico degli articoli

Nell'immagine di seguito, puoi vedere quando aggiorniamo il prezzo e la disponibilità di un articolo, utilizzando le informazioni di prezzo e un feed di dati .txt per questo esempio. Quando carichi un articolo (icona verde) con un prezzo di € 1, un utente (icona blu) vedrà questo prezzo. Se rileviamo un'errata corrispondenza di prezzo dopo il tuo caricamento, aggiorniamo automaticamente il prezzo dell'articolo. In questo esempio, sul tuo sito web troviamo un prezzo di € 2, che non corrisponde al prezzo indicato nel tuo più recente invio di dati. Da questo momento in poi, l'utente vedrà € 2 come prezzo dell'articolo. Il successivo caricamento di feed (ora B) sostituirà questo aggiornamento e l'utente ora vedrà un prezzo di € 3.

Come iniziare a utilizzare gli aggiornamenti automatici degli articoli

1. Implementa dati strutturati validi sulle tue pagine di destinazione

Il primo passaggio per iniziare a utilizzare gli aggiornamenti automatici degli articoli è garantire la presenza di dati strutturati validi sulle pagine di destinazione dei tuoi articoli. Se le pagine di destinazione non contengono dati strutturati o il markup dei dati strutturati è errato, incompleto o non valido, utilizzeremo estrattori di dati avanzati per aggiornare gli articoli automaticamente. Se disattivi gli aggiornamenti automatici degli articoli oppure i nostri estrattori non riescono a determinare alcuna informazione relativa al prezzo o alla disponibilità, gli articoli interessati saranno soggetti a disapprovazione. Scopri ulteriori informazioni su come iniziare a utilizzare i dati strutturati

2. Rivedi gli articoli che sono stati aggiornati

Se non hai disattivato gli aggiornamenti automatici degli articoli, potrai visualizzare lo stato corrente della funzionalità nella sezione "Aggiornamenti automatici degli articoli" del tuo account, disponibile nel menu Strumenti e impostazioni. Puoi anche esaminare gli articoli che sono stati aggiornati automaticamente di recente nel rapporto scaricabile disponibile alla pagina Diagnostica.

Risoluzione dei problemi relativi agli aggiornamenti automatici degli articoli

Per garantire che gli aggiornamenti vengano effettuati correttamente, possiamo interrompere temporaneamente l'aggiornamento automatico degli articoli se viene rilevato un errore. Puoi visualizzare questi errori nella pagina Diagnostica sotto alla scheda Prodotti del tuo account. Una volta corretti tutti gli errori, inizieremo ad aggiornare automaticamente gli articoli.

Tieni presente che dobbiamo accedere alle pagine di destinazione dei tuoi prodotti ed estrarre le informazioni per il markup dei dati strutturati prima che i problemi indicati nel rapporto possano essere risolti. Questa operazione potrebbe richiedere un paio di settimane.

Gli errori riportati di seguito comporteranno un'interruzione temporanea degli aggiornamenti automatici degli articoli:

Corrispondenza insufficiente tra i dati strutturati e i dati di prodotto

Richiediamo un livello minimo di corrispondenza tra i dati di prodotto che invii a Google e il markup dei dati strutturati schema.org sulle tue pagine di destinazione e le informazioni disponibili agli estrattori di dati avanzati. Se questi dati differiscono troppo spesso, interrompiamo gli aggiornamenti automatici degli articoli finché il livello di corrispondenza non ha raggiunto il minimo richiesto. Per migliorare il tasso di corrispondenza, ti consigliamo di fornire aggiornamenti più frequenti dei dati di prodotto dei tuoi annunci Shopping.

Nota: spesso notiamo errate corrispondenze dovute ai prezzi scontati. Quando un prodotto è disponibile a un prezzo scontato, lo sconto deve essere indicato nei dati strutturati e nei dati di prodotto. Un'altra fonte comune di errata corrispondenza sono le fasce di prezzo e le varianti. Se sulla pagina di destinazione sono presenti più varianti, puoi utilizzare l'attributo id [id] o gtin [gtin] per specificare a quale variante corrisponde un determinato prezzo.

Dati della pagina di destinazione errati o mancanti

Per essere sicuri che gli aggiornamenti vengano eseguiti correttamente, confrontiamo le informazioni visibili agli utenti sulle tue pagine di destinazione dei prodotti con i dati che troviamo utilizzando il markup dei dati strutturati o gli estrattori avanzati per un campione di offerte. Se troviamo una mancata corrispondenza, interrompiamo gli aggiornamenti automatici degli articoli.

Dati strutturati non validi

Se il markup dei dati strutturati delle pagine di destinazione dei tuoi articoli contiene informazioni non valide relative al prezzo e alla disponibilità, potremmo non essere in grado di aggiornare automaticamente gli articoli. Esamina gli esempi elencati e assicurati che contengano dati strutturali validi. Lo strumento di test per i dati strutturati può aiutarti a eseguire il debug di eventuali problemi.

L'errore descritto di seguito ridurrà significativamente la misura in cui riusciremo ad aggiornare automaticamente gli articoli:

Limitata capacità di scansione fornita

Gli aggiornamenti automatici degli articoli dipendono dalla nostra capacità di accedere frequentemente alle pagine di destinazione dei tuoi prodotti per fornire aggiornamenti in modo tempestivo. Google Search Console consente di controllare la frequenza con la quale Google esegue la scansione del tuo sito web. Queste impostazioni saranno utilizzate anche per le pagine di destinazione specificate nei tuoi dati di prodotto.

Sul lato server, ti consigliamo di trattare le richieste da parte di Google (user-agent "GoogleBot" e "AdsBot") come richieste da utenti regolari e non applicare limitazioni di richieste.

Limiti degli aggiornamenti automatici degli articoli

Non riusciremo ad aggiornare gli articoli in modo efficace in tutti i casi; ciò dipenderà dalla frequenza degli aggiornamenti di prezzo e disponibilità sul tuo sito web. Come regola generale, gli aggiornamenti automatici degli articoli non saranno molto efficaci se il prezzo o la disponibilità della maggior parte degli articoli sul tuo sito web viene aggiornato più volte al giorno. Sono inclusi, ad esempio, i casi in cui i prezzi sono regolarmente aggiornati sulla base di tassi di cambio. In questi casi, ti consigliamo di utilizzare la Content API per aggiornare i dati di prodotto.

Gestione delle impostazioni degli aggiornamenti automatici degli articoli

Gli aggiornamenti automatici degli articoli sono attivati per impostazione predefinita. Puoi gestirne le relative impostazioni a livello di account in qualsiasi momento.

Per gestire le impostazioni degli aggiornamenti automatici degli articoli:

  1. Accedi al tuo account Merchant Center.
  2. Fai clic sull'icona degli strumenti , quindi seleziona Miglioramenti automatici in "Impostazioni".
  3. Nella pagina successiva, puoi attivare gli aggiornamenti automatici degli articoli per il prezzo, per la disponibilità o per entrambi gli attributi. Puoi anche disattivare completamente gli aggiornamenti automatici degli articoli.

Best practice per gli aggiornamenti automatici degli articoli

Per migliorare la qualità dei tuoi dati e garantire un'esperienza utente ottimale, prova a procedere nel seguente modo:

  • Pianifica i caricamenti o gli aggiornamenti dei feed tramite la Content API immediatamente dopo che gli articoli sono stati aggiornati sul tuo sito web. Ciò ti aiuterà a evitare errori dovuti alla differenza in termini di tempo tra gli aggiornamenti eseguiti sul tuo sito web e quelli dei tuoi dati di Shopping.
  • Se utilizzi l'attributo sale_price [prezzo_scontato], accertati che il periodo di tempo durante il quale lo sconto è attivo sia specificato correttamente con l'attributo "sale price effective date" [decorrenza_prezzo_scontato] e che il fuso orario sia corretto. Quando è attivo uno sconto, il prezzo scontato è indicato come prezzo corrente nei risultati di ricerca di Google Shopping.
  • Se utilizzi un feed dei prodotti locali o un feed di inventario locale dei prodotti, potresti dover controllare sia tali feed sia il feed dei prodotti standard per identificare e correggere il prezzo errato.
  • Per i prodotti venduti in grandi quantità è opportuno inviare il prezzo totale relativo al numero minimo di articoli venduti. Le pagine di destinazione devono riportare i prezzi nella valuta appropriata del paese di destinazione e nella stessa valuta specificata nei dati di prodotto.
  • Per individuare e aggiornare le corrispondenze errate, Google esegue la scansione delle pagine di destinazione indicate nel feed di dati o fornite nella Content API. Puoi aumentare la frequenza di scansione di Google per consentirci di gestire più articoli sul tuo sito web. Scopri ulteriori informazioni su come cambiare la frequenza di scansione di Googlebot
  • Annulla le modifiche apportate in seguito a uno specifico aggiornamento automatico caricando nuovamente il feed di dati o aggiornando l'articolo con la Content API.

Avanzato: calcolo della latenza del sito

Una delle cause che generano dati di prodotto imprecisi o obsoleti è la latenza, ossia il tempo che intercorre tra gli aggiornamenti sul tuo sito web e gli aggiornamenti dei dati di prodotto che invii. Negli aggiornamenti automatici degli articoli, abbiamo tenuto conto di questo periodo di latenza.

L'immagine sottostante mostra come la latenza può influire sul modo in cui aggiorniamo i tuoi articoli automaticamente, utilizzando le informazioni di prezzo e un feed di dati .txt per l'esempio illustrato. La barra gialla rappresenta un periodo di latenza precedente un caricamento di feed. Supponiamo che uno dei tuoi articoli venga mostrato agli utenti a un prezzo di € 3. Successivamente, rileviamo un'errata corrispondenza di prezzo in un periodo di latenza (ora C). Ora un utente vede un prezzo di € 4 anche dopo che un caricamento di feed ha fornito un prezzo di € 5, in quanto il rilevamento dell'errata corrispondenza si è verificato nel periodo di latenza di questo caricamento di feed. Il successivo caricamento di feed (ora D) modifica il prezzo a € 6, in quanto il rilevamento dell'errata corrispondenza non si è verificato nel periodo di latenza di questo caricamento di feed.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema