Segnalare addebiti non autorizzati

Se sulla tua carta o sull'estratto conto bancario noti un addebito relativo a un acquisto di contenuti digitali su Google Play che non hai effettuato, puoi segnalare gli addebiti al nostro team di assistenza entro 120 giorni dalla transazione.

Passaggio 1: identifica gli addebiti di Google Play

Tutti gli acquisti effettuati su Google Play verranno indicati sull'estratto conto con le seguenti diciture:

  • "GOOGLE*nome sviluppatore app" (per le app Android)
  • "GOOGLE*nome app" (per le app Android)
  • "GOOGLE*tipo di contenuti" (ad esempio, GOOGLE*Musica)

Se l'addebito in questione non segue uno di questi formati, significa che non proviene da Google Play. Contatta direttamente la tua banca o l'emittente della carta per ulteriori informazioni.

Passaggio 2: chiedi ad amici e familiari

Se non riconosci una transazione Google Play, contatta amici e familiari per capire se:

  • Sono stati loro a effettuare l'acquisto oppure
  • L'addebito possa essere stato generato per errore da uno dei bambini mentre utilizzava un videogioco

Se scopri che l'addebito non era autorizzato ed è stato generato per errore, ma non è una frode, richiedi un rimborso sul sito web Google Play.

Suggerimento: per contribuire a impedire addebiti non autorizzati, scopri come utilizzare la protezione tramite password sul dispositivo.

Passaggio 3: presenta la rivendicazione e tienine traccia

Una volta accertato che l'addebito proviene da Google Play e l'acquisto non è stato fatto da nessuna delle persone che conosci, segnala gli addebiti al nostro team di assistenza entro 120 giorni dalla transazione. Per trovare la rivendicazione ti occorre l'indirizzo email utilizzato per inviarla e l'ID rivendicazione che hai ricevuto via email.

Se l'addebito è stato effettuato tramite la fatturazione con l'operatore di telefonia mobile, richiedi un rimborso sul sito web di Google Play.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?