Richiedere accesso alla posizione in background

Academy Logo

Formazione gratuita.

Per ulteriori informazioni su come puoi ridurre al minimo l'uso della posizione del dispositivo e vedere esempi sulla dichiarazione della posizione del dispositivo, visita questa pagina di Academy for App Success.
 

Ora puoi inviare la tua app per ricevere feedback relativo all'accesso alla posizione in background, compilando il modulo di Dichiarazione delle autorizzazioni di accesso alla posizione in Play Console.

La tua app non deve richiedere l'accesso alla posizione in background, a meno che non sia necessario. Se la tua app richiede l'accesso alla posizione in background senza che ciò sia indispensabile per la funzionalità di base dell'app, devi rimuovere tale richiesta dall'app e/o implementare l'accesso alla posizione in primo piano, ad esempio quando l'attività dell'app è visibile agli utenti. Di seguito puoi trovare informazioni dettagliate sull'implementazione conforme alle norme.

Informazioni sulla procedura

Sequenza temporale per le modifiche relative a revisioni e approvazioni

A partire dal 30 settembre 2020 hai la possibilità di inviare dichiarazioni per le app che richiedono l'accesso alla posizione in background. In questo modo, hai la possibilità di ricevere feedback utili prima che le norme vengano completamente applicate e disponi di tempo sufficiente per apportare le modifiche opportune. Se la tua app è interessata, ti verrà richiesto di completare il modulo di Dichiarazione delle autorizzazioni tramite una notifica nella pagina Contenuti app (Norme > Contenuti app > Autorizzazioni app sensibili) di Play Console.

A partire dal 18 gennaio 2021, tutte le nuove app (pubblicate dopo il 16 aprile 2020) inviate a Google Play che accedono alla posizione in background dovranno essere approvate prima di poter essere pubblicate.

A partire dal 29 marzo 2021, tutte le app esistenti (pubblicate prima del 16 aprile 2020) che accedono alla posizione in background dovranno essere approvate o i relativi aggiornamenti potrebbero essere bloccati e l'app rimossa da Google Play.

Fattori considerati durante la revisione delle app

Quando esaminiamo la tua app, prendiamo in considerazione quanto segue:

  • La funzionalità comporta un chiaro vantaggio per l'utente?
    • Esempi di categorie di funzionalità che offrono vantaggi significativi per gli utenti includono sicurezza fisica, sicurezza percepita e salute/fitness. Alcuni esempi di categorie di funzionalità che presentano un vantaggio minimo per gli utenti in base alla posizione dell'utente possono includere annunci, analisi, personalizzazione, intrattenimento e semplice comodità.
  • Gli utenti possono aspettarsi che l'app acceda alla loro posizione in background?
  • La funzionalità è importante per lo scopo principale dell'app?
  • Puoi offrire la stessa esperienza senza accedere alla posizione in background?

Nota: questo elenco non è esaustivo, ma vuole fornire un'idea della modalità di esame e interpretazione dell'utilizzo da parte delle app delle autorizzazioni di accesso alla posizione.

La funzionalità di base è lo scopo principale dell'app; può comprendere un insieme di funzioni di base, che devono essere tutte documentate e chiaramente evidenziate nella descrizione dell'app. Senza la o le funzionalità di base, l'app non funziona o è inutilizzabile.

Ricevere l'approvazione per l'accesso dell'app alla posizione in background

Prima di iniziare

Devi completare questi passaggi prima di compilare il modulo di Dichiarazione delle autorizzazioni per dichiarare l'accesso dell'app alla posizione in background. Ti aiuteranno a comprendere le best practice per l'accesso ai dati sulla posizione, opzioni alternative e come rendere più chiare agli utenti le modalità di accesso ai dati sulla posizione.

Passaggio 1: rivedi le best practice per l'accesso alla posizione

Comprendere i requisiti

Gli sviluppatori devono soddisfare i seguenti requisiti per accedere ai dati sulla posizione nelle loro app:

  • Non dovresti mai richiedere agli utenti le autorizzazioni di accesso alla posizione esclusivamente a scopi pubblicitari o di analisi.
  • La posizione in background può essere utilizzata soltanto per fornire funzionalità utili all'utente e attinenti alla funzionalità di base dell'app.
  • Le app progettate specificatamente per bambini e ragazzi devono essere conformi alle norme del programma Per la famiglia.

Consultare le best practice

Invitiamo tutti gli sviluppatori a esaminare le seguenti best practice per l'accesso ai dati sulla posizione nelle loro app:

  • Consulta l'elenco di controllo per l'accesso alla posizione in background per identificare eventuali accessi potenziali nel codice. Ricorda che sei anche responsabile di garantire che tutti gli SDK o le librerie di terze parti che utilizzi siano conformi alle nostre norme, incluse quelle relative all'utilizzo delle autorizzazioni di accesso alla posizione.
  • Riduci al minimo l'utilizzo della posizione adottando l'ambito minimo necessario per fornire una funzionalità (ad esempio generico anziché specifico, in primo piano anziché in background). Gli utenti devono ragionevolmente aspettarsi che per la funzionalità o il servizio sia necessario il livello richiesto di accesso alla posizione. Ad esempio, potranno essere rifiutate app che accedono alla posizione in background o la richiedono senza una giustificazione adeguata.
  • Esamina le best practice relative alla privacy e assicurati di applicare norme appropriate sulla divulgazione e sulla privacy.
  • Non dovresti mai richiedere agli utenti le autorizzazioni di accesso alla posizione esclusivamente a scopi pubblicitari o di analisi.
  • La posizione in background può essere utilizzata soltanto per fornire funzionalità utili all'utente e attinenti alla funzionalità di base dell'app.
  • Importante: le app progettate specificatamente per bambini e ragazzi devono essere conformi alle norme del programma Per la famiglia.
Passaggio 2: valuta alternative per accedere alla posizione in background

Le app possono accedere alla posizione usando l'autorizzazione di accesso al servizio in primo piano (in base alla quale l'app dispone soltanto dell'accesso in primo piano, ovvero "durante l'uso") se l'utilizzo:

  • È stato iniziato come continuazione di un'azione avviata dall'utente in-app e viene terminato immediatamente dopo che il caso d'uso previsto dell'azione avviata dall'utente viene completato dall'applicazione.

L'accesso alla posizione è considerato in primo piano se si verifica quando l'applicazione è aperta e visibile all'utente. Se l'utente chiude l'app o fa clic sul pulsante Home per tornare alla schermata principale, l'accesso alla posizione viene considerato in background.

Esempi di accesso alla posizione in primo piano

Di seguito viene riportato un elenco di potenziali funzionalità che possono essere spesso utilizzate con l'accesso alla posizione in primo piano. Se la tua app è provvista di tali funzionalità, non significa che verrà automaticamente rifiutata. Tuttavia, se queste funzionalità rappresentano il solo motivo per cui la tua app richiede l'accesso alla posizione in background, le probabilità di rifiuto sono maggiori.

  • Suggerimento di amici/giocatori/contatti nelle vicinanze solo quando l'utente si trova nell'app [esclude il suggerimento di amici/giocatori/contatti nelle vicinanze quando l'app è chiusa]
  • Contenuti in-app personalizzati in base alla posizione dell'utente (ad esempio playlist musicale per la casa, notizie locali e così via), senza alcuna notifica/avviso/funzionalità per l'utente quando l'app è chiusa 
  • Limitazione dei contenuti per poter applicare la gestione dei diritti digitali in base all'area geografica
  • Monitoraggio di consegne/servizi (ad esempio cibo, pacchi o corse di taxi) lato utente (non autista)
  • Navigazione passo passo [non applicabile se una qualsiasi funzionalità viene eseguita quando l'utente è al di fuori dell'app, come il monitoraggio passivo di percorsi/passi, il monitoraggio dei momenti in cui l'utente inizia o smette di guidare e così via]
  • Aggregazione dei dati sulla posizione degli utenti per evidenziare modelli di traffico/punti con traffico elevato o mappare le velocità Internet nelle vicinanze

Tieni presente che questo elenco non è esaustivo e che ogni app verrà valutata in base alle funzionalità principali dichiarate. Tuttavia, se la tua app ha solo funzionalità come quelle sopra descritte che richiedono l'utilizzo della posizione in background, ti consigliamo di sostituire l'accesso alla posizione in background con l'accesso alla posizione in primo piano.

Passaggio 3: informa chiaramente gli utenti dell'utilizzo dell'accesso alla posizione in background

Se intendi utilizzare la posizione in background nella tua app, devi comunicare tale decisione agli utenti nella scheda del Play Store tramite la descrizione dell'app, gli screenshot e, se applicabile, il titolo o l'icona. 

Ecco alcuni suggerimenti su come mettere in evidenza l'utilizzo della posizione in background per gli utenti:

  • Fornisci una breve descrizione che faccia riferimento alla "posizione" (ad esempio "trova ovunque" o "sai sempre dove").
  • Includi uno screenshot in-app che mostri una mappa/posizione dell'utente o immagini con etichetta geografica. 
  • Se applicabile, anche il titolo o l'icona dell'app può indicare la funzionalità di geolocalizzazione dell'app.

Requisiti della dichiarazione

Quando compili il modulo di Dichiarazione delle autorizzazioni dovrai inoltre completare la procedura riportata di seguito per consentire a Google di valutare l'accesso della tua app alla posizione in background.

Passaggio 4: fornisci una dimostrazione video

Nell'ambito della Dichiarazione delle autorizzazioni, devi inserire un link a un breve video che fornisca una dimostrazione della funzionalità basata sulla posizione che, nella tua app, richiede l'accesso alla posizione in background (mentre l'app non è in uso).

Requisiti del video

Il video deve fornire una dimostrazione della funzionalità relativa alla posizione in background e dei passaggi necessari per raggiungere e attivare tale funzionalità in-app. Il video deve mostrare:

  • La richiesta di runtime,
  • La finestra di dialogo dell'informativa in-app (descritta di seguito) in posizione ben visibile per gli utenti,
  • E la funzionalità che si intende attivare in background.

Si consiglia una durata massima di 30 secondi. Un link a YouTube è il formato video preferito, tuttavia sono supportati anche i link a video mp4 o altri formati di file video comuni, archiviati nel cloud.

Nota: se la funzionalità non dispone di un'interfaccia rivolta agli utenti quando la posizione in background è attiva, indicalo chiaramente nella dichiarazione e fornisci nel video una dimostrazione della funzionalità o del suo impatto per quanto possibile.

Passaggio 5: fornisci un'informativa in-app in evidenza

Se la tua app accede alla posizione in background, devi fornire un'informativa in-app relativa ad accesso, raccolta, utilizzo e condivisione dei dati da parte tua. 

Requisiti dell'informativa in-app

L'informativa in-app:

  • Deve trovarsi all'interno dell'app, non soltanto su un sito web o nella descrizione dell'app stessa.
  • Deve essere visualizzata durante il normale utilizzo dell'app e non deve richiedere all'utente di aprire un menu o le impostazioni.
  • Deve descrivere i dati a cui l'app ha accesso o che raccoglie.
  • Deve spiegare in che modo i dati verranno utilizzati e/o condivisi.
  • Non può essere inserita esclusivamente nelle norme sulla privacy o nei termini di servizio; e inoltre
  • Non può essere inclusa in altre informative non correlate alla raccolta di dati personali o sensibili.
  • Non necessita di un consenso esplicito, come "Accetto" o "Ho capito" da parte dall'utente, in quanto questo viene concesso tramite la richiesta di runtime mostrata subito dopo; per uscire dall'informativa l'utente può chiuderla o farla scorrere (metodi considerati entrambi accettabili).

La formulazione dell'informativa DEVE includere i seguenti elementi:

  1. Il termine "posizione"
  2. L'indicazione che la natura dell'utilizzo è in background tramite una delle seguenti frasi "in background"/"quando l'app è chiusa"/"sempre in uso"/"quando l'app non è in uso"
  3. Un elenco di tutte le funzionalità che utilizzano la posizione in background
  4. Se estendi l'utilizzo consentito agli annunci, devi includere quanto segue: "utilizzato per fornire annunci/supportare pubblicità/supportare annunci" (scegli la frase maggiormente applicabile).

Esempi di dichiarazioni per l'informativa

Di seguito sono riportati due esempi di dichiarazioni che è possibile usare nell'informativa; il secondo include l'utilizzo della posizione per gli annunci (scegli la formulazione più pertinente):

  • "[Questa app] raccoglie dati sulla posizione per attivare ["funzionalità"], ["funzionalità"], ["funzionalità"] anche quando l'app è chiusa o non in uso." 
  • "[Questa app] raccoglie dati sulla posizione per attivare ["funzionalità"], ["funzionalità"] e ["funzionalità"] anche quando l'app è chiusa o non in uso e anche allo scopo di supportare la pubblicità."

L'informativa in posizione ben visibile può includere altre informazioni per garantire conformità ai requisiti delle norme e chiarezza per gli utenti, ma deve includere almeno quanto indicato sopra, se pertinente.

Nota: se la funzionalità non ha un'interfaccia rivolta agli utenti quando la posizione in background è attiva, fai apparire la notifica dell'informativa in evidenza alla prima apertura dell'app.

Domande frequenti

Posso pubblicare aggiornamenti dell'app mentre continuo a lavorare alla conformità della funzionalità relativa alla posizione?

Puoi pubblicare aggiornamenti dell'app che non rispettano le norme relative alla posizione prima delle date di entrata in vigore delle norme (18 gennaio 2021 per tutte le nuove app e 29 marzo 2021 per tutte le app esistenti).

Per farlo, invia di nuovo l'app (puoi utilizzare lo stesso app bundle/APK e la stessa versione), nella sezione "Dichiara l'autorizzazione di accesso alla posizione sensibile", seleziona "No, questa release non rispetta le norme relative all'autorizzazione di accesso alla posizione". In questo modo potrai pubblicare gli aggiornamenti dell'app senza essere soggetto alla revisione della posizione mentre continui a lavorare per rendere la tua app conforme.

La mia app ha più funzionalità che utilizzano la posizione in background. Che cosa devo fare?

Puoi dichiarare una sola funzionalità dell'app che utilizza la posizione in background per la revisione. Se la tua app include più funzionalità di base che utilizzano la posizione in background, seleziona la funzionalità che fornisce all'utente il maggiore vantaggio. 

Ad esempio, un'app di social network che utilizza la posizione in background per informare gli utenti delle offerte nelle vicinanze e per consentire agli utenti di condividere continuamente la propria posizione con gli amici. La funzionalità di condivisione con gli amici deve essere utilizzata nella Dichiarazione delle autorizzazioni in quanto offre un maggiore vantaggio agli utenti (connessione/utilità) rispetto agli annunci contestuali in base alla posizione (comodità/personalizzazione).

Google Play stabilirà l’idoneità a utilizzare la posizione in background in base alla revisione della funzionalità principale dichiarata dell'app; tuttavia, l'approvazione è condizionale all'utilizzo della posizione in background e viene concessa a livello di app. È responsabilità dello sviluppatore garantire che tutte le altre funzionalità che potrebbero utilizzare la posizione in background siano conformi alle norme. Ciò include soddisfare i requisiti relativi alla posizione ben visibile dell'informativa in-app rivolta all'utente, come descritto nella precedente sezione "Informativa in posizione ben visibile".

Dove posso trovare la dichiarazione?

Il modulo di Dichiarazione delle autorizzazioni di accesso alla posizione sarà disponibile in Play Console il 30 settembre 2020. Puoi trovare il modulo qui manualmente nella pagina Contenuti app, facendo clic su Inizia in "Autorizzazioni app sensibili", quindi facendo clic su Inizia in "Autorizzazioni di accesso alla posizione".

Se vengono visualizzati messaggi per altri moduli, ad esempio i moduli Diritti di accesso alle app o Dichiarazione delle autorità, completa innanzitutto questi passaggi, in quanto si tratta di passaggi obbligatori per preparare l'app alla revisione in Play Console. Per istruzioni dettagliate, consulta Preparare l'app per la revisione.

Se la richiesta di dichiarazione non viene visualizzata in Play Console, verifica di utilizzare una delle autorizzazioni di accesso alla posizione sensibile in base al livello SDK target della tua app:

  • Se l'APK o l'app bundle ha come target Android 10 o versioni successive (livello SDK 29 o livelli successivi) e contiene l'autorizzazione ACCESS_BACKGROUND_LOCATION nel file manifest, ti verrà chiesto di completare i dettagli sull'utilizzo della posizione
  • Se l'APK o l'app bundle ha come target Android 9 o versioni precedenti (livello SDK 28 o livelli precedenti) e contiene ACCESS_COARSE_LOCATION o ACCESS_FINE_LOCATION, dovrai indicare l'intenzione di accedere alla posizione in background e ti verrà chiesto di completare i dettagli sull'utilizzo della posizione.
Che cosa succede se ho un APK precedente provvisto di autorizzazioni di accesso alla posizione e di cui non posso modificare il codice?

Se hai APK precedenti provvisti di autorizzazioni di accesso alla posizione di cui non puoi modificare il codice, puoi richiedere un'eccezione alle norme.

Per l'idoneità a questa eccezione, devi soddisfare TUTTI i seguenti requisiti:

  • Devi indicare l'APK o gli APK specifici per cui richiedi un'eccezione.
  • Gli APK per cui viene richiesta un'eccezione devono essere stati pubblicati prima del 1° gennaio 2019.
  • Devi pubblicare APK alternativi per gli utenti su Android Oreo (livello API 26) o versioni successive, che devono inoltre essere conformi alle norme relative alle autorizzazioni di accesso alla posizione.
  • Gli APK per cui viene richiesta un'eccezione devono rappresentare una minima percentuale (< 5%) della tua base di installazioni totali.

Google Play esaminerà la richiesta e concederà le eccezioni caso per caso. In alternativa, puoi scegliere di annullare la pubblicazione degli APK in violazione, in modo da risultare conforme alle norme relative alle autorizzazioni di accesso alla posizione.

Quali indicazioni devo fornire nella dichiarazione?

La dichiarazione relativa all'accesso alla posizione richiede di rispondere alle seguenti domande:

  1. Scopo dell'app: qual è lo scopo principale della tua app?
  2. Accesso alla posizione: perché la tua app ha bisogno di accedere alla posizione in background? 
    1. Indicaci una funzionalità basata sulla posizione della tua app che richiede l'accesso alla posizione in background e spiega perché non può essere implementata senza questo accesso. La funzionalità deve essere correlata alla finalità principale dell'app. L'approvazione viene concessa per l'intera app, non soltanto per questa singola funzionalità. 
    2. Tieni presente che possiamo valutare una sola funzionalità alla volta. L'inclusione di più funzionalità comporterà il rifiuto dell'app.
  3. Istruzioni per i video: fornisci un link a un breve video che mostri la funzionalità descritta in precedenza mentre è in uso nella tua app. Il video deve comprendere la finestra di dialogo dell'informativa in posizione ben visibile che viene mostrata agli utenti. È consigliata una durata massima di 30 secondi.

Contenuti correlati

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema