Informazioni sugli aggiornamenti automatici delle campagne Gmail

Apporteremo automaticamente le seguenti modifiche, se necessario:

Modificheremo le seguenti impostazioni che potrebbero avere un impatto sulla tua campagna, ad esempio un potenziale aumento della spesa, in quanto non sono compatibili con il nuovo sottotipo di campagna Gmail:

  • Quota limite: la quota limite non verrà più specificata dall'utente Google Ads. Per tutte le campagne Gmail la quota limite sarà definita da Google Ads.
  • Categorie di dispositivi mobili/tablet (app, interstitial, web): la pubblicazione Gmail supporta solo categorie di livello superiore (ad es. dispositivi mobili), ma non sottocategorie (ad es. interstitial per app per dispositivi mobili). Se viene selezionata una sottocategoria, attiveremo la categoria superiore. 
  • Le app Gmail non saranno più incluse nel tipo di contenuto "App GMob non interstitial per dispositivi mobili". Se hai attivato questa impostazione, puoi iniziare a vedere il traffico delle app Gmail nelle tue campagne Gmail. Per escludere le app Gmail in futuro, utilizza l'opzione "Imposta targeting specifico per dispositivi" nella sezione "Dispositivi" delle "Impostazioni" della campagna. Nota: questa modifica verrà applicata a tutte le campagne Gmail, incluse quelle di cui non possiamo eseguire l'upgrade. 

Rimuoveremo le impostazioni/il targeting riportati di seguito che non hanno alcun impatto sulla tua campagna e non sono compatibili con il nuovo sottotipo di campagna Gmail:

  • Opzioni di località (AOI)
  • Esclusioni di contenuti, ad eccezione di App GMob non interstitial per dispositivi mobili (vedi sopra)
  • Affinità personalizzata
  • Posizionamenti
  • Parole chiave per la rete di contenuti
  • Elenchi per il remarketing di terze parti
Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?