Informazioni sull'offerta basata sul costo per visualizzazione (CPV)

L'offerta basata sul costo per visualizzazione (CPV) è il sistema di determinazione dell'importo predefinito degli annunci video TrueView (creati con Google Ads). Con l'offerta basata sul CPV, ti verranno addebitate le visualizzazioni di video e altre interazioni video (come clic sugli overlay di invito all'azione, schede e banner companion), a seconda di quelle che si verificano prima.

Con gli annunci di testo e illustrati online standard, gli utenti sul Web potrebbero visualizzare il tuo annuncio, leggerne il testo e fare clic sull'URL del tuo sito per accedervi direttamente. Questo tipo di interazione non prende in considerazione i contenuti interattivi come gli annunci video. Grazie all'offerta basata sul CPV e ai rapporti sugli annunci video, puoi verificare il livello di coinvolgimento degli spettatori con i tuoi contenuti, in quali punti scelgono di guardare i tuoi video e quando ne interrompono la riproduzione.

In questo articolo viene descritto il funzionamento dell'offerta basata sul CPV.

Come funziona

Per impostare un'offerta CPV, devi inserire l'importo massimo che sei disposto a pagare per visualizzazione durante l'impostazione del gruppo di annunci per la tua campagna video. Questa offerta viene chiamata CPV massimo o semplicemente "CPV max.". L'offerta vale per tutti gli annunci in un gruppo di annunci.

Esempio

Se ritieni che la riproduzione del tuo video valga 25 centesimi, puoi impostare un CPV massimo di € 0,25. Ciò significa che:

  • Per un annuncio video in-stream TrueView paghi un massimo di € 0,25 quando un utente guarda 30 secondi del tuo video (o l'intera durata se è più breve di 30 secondi) o interagisce con esso, a seconda dell'evento che si verifica per primo. Gli elementi interattivi includono overlay di invito all'azione, schede, banner companion e link al tuo sito o app per dispositivi mobili.
  • Per un annuncio video discovery TrueView, paghi un massimo di € 0,25 quando un utente fa clic sulla miniatura o sul titolo di un annuncio video per iniziare a guardarlo.

Per gli annunci video discovery, puoi anche definire un'offerta meno elevata di quella specificata per gli annunci in-stream.

Come scegliere l'importo dell'offerta CPV massimo da impostare

Come si sceglie il CPV massimo da impostare? Puoi basarti sui dati di previsione del traffico consultabili quando selezioni le impostazioni di targeting e il CPV massimo durante la creazione di una nuova campagna (oppure, successivamente, durante la gestione dei gruppi di targeting). Puoi basare questo importo anche sulle informazioni relative alla tua attività e al valore di una visualizzazione.

Importo addebitato

L'offerta CPV massimo corrisponde all'importo massimo che ti verrà addebitato per la visualizzazione di un video; tale importo comunque non sarà quello che ti verrà sempre addebitato. Quando possibile, il sistema addebita l'importo minimo sufficiente a pubblicare l'annuncio sulla pagina. L'importo finale che viene effettivamente addebitato per una visualizzazione si chiama CPV effettivo.

Il CPV effettivo è spesso inferiore al CPV massimo in quanto, grazie al sistema di aste Google Ads, ti viene addebitato solo l'importo minimo necessario per pubblicare il tuo annuncio in una posizione migliore rispetto a quella dell'annuncio immediatamente sotto al tuo.

Due elementi influenzano il CPV effettivo che dovrai pagare: punteggio di qualità e ranking dell'annuncio. Il punteggio di qualità indica la pertinenza dell'annuncio per il cliente ed è il prodotto di vari fattori di rendimento come la percentuale di visualizzazione. Il punteggio di qualità calcolato viene moltiplicato per l'offerta CPV massimo per determinare il ranking dei tuoi annunci rispetto agli annunci di altri inserzionisti. Si tratta di quello che chiamiamo "ranking dell'annuncio".

Una volta determinato il ranking di tutti gli annunci, il CPV effettivo del tuo annuncio viene calcolato con un'equazione che considera il ranking dell'annuncio dell'inserzionista che ha fatto l'offerta immediatamente inferiore alla tua e il tuo punteggio di qualità.

L'annuncio con il posizionamento più elevato vince e il costo di una visualizzazione di video di tale annuncio (il CPV effettivo) sarà appena superiore all'offerta CPV dell'annuncio immediatamente successivo.

Esempio

Immaginiamo che il tuo CPV massimo sia € 5,00 e che all'asta partecipino anche altri due inserzionisti con lo stesso punteggio di qualità. Uno fa un'offerta CPV massimo di € 1,00 mentre l'altro fa un'offerta CPV massimo di € 3,00. Poiché non ci sono altri concorrenti che offrono più di € 5,00, tu sei il migliore offerente. Tuttavia, se il concorrente più vicino ha offerto € 3,00, non ti vengono addebitati € 5,00, Ti verrà addebitato un importo di € 3,01, ovvero il tuo CPV effettivo.

Impatto dell'offerta CPV sul ranking dell'annuncio

Il CPV massimo impostato aiuta a determinare la possibilità che ha il tuo annuncio di vincere l'asta e di essere mostrato agli spettatori. Per gli annunci video discovery TrueView pubblicati nei risultati di ricerca di YouTube, il CPV può influire anche sulla posizione che l'annuncio occupa rispetto agli altri annunci nella pagina dei risultati di ricerca.

Un CPV massimo più elevato aumenta non solo la possibilità che ha l'annuncio di essere pubblicato, ma anche quella di essere pubblicato in una posizione più elevata rispetto agli altri annunci, quando possibile.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema