Informazioni sulla posizione e sul ranking dell'annuncio

La posizione media (Posiz. media) verrà rimossa a settembre 2019. La percentuale impressioni superiore e la percentuale impressioni superiore assoluta forniscono una visione più chiara di dove appaiono i tuoi annunci nelle pagine di ricerca. Puoi utilizzare queste nuove metriche per ottimizzare la posizione degli annunci. Ulteriori informazioni.

Per posizione dell'annuncio si intende l'ordine di pubblicazione dell'annuncio nei risultati dell'asta rispetto ad altri annunci. Ad esempio, la posizione "1" significa che l'annuncio viene visualizzato per primo, senza altri annunci che lo precedono. La posizione "2" indica che l'annuncio viene visualizzato per secondo, e così via.

Tieni presente che la posizione dell'annuncio non sempre corrisponde al punto in cui l'annuncio appare nella pagina dei risultati di ricerca. Ad esempio, la posizione "1" non implica necessariamente che l'annuncio venga visualizzato al di sopra dei risultati di ricerca organici: potrebbe infatti riferirsi alla posizione effettiva se non ci sono altri annunci al di sopra dei risultati di ricerca e se si tratta del primo annuncio visualizzato sotto i risultati di ricerca organici. Allo stesso modo, la posizione "2" significa semplicemente che si tratta del secondo annuncio visualizzato in base all'ordine e che, in pratica, l'annuncio di testo potrebbe essere visualizzato nella seconda posizione al di sopra dei risultati di ricerca o nella prima posizione sotto i risultati di ricerca (se il primo annuncio si trova sopra i risultati di ricerca organici) o nella seconda posizione sotto i risultati di ricerca (se anche il primo annuncio è sotto i risultati di ricerca organici).

Le metriche superiore e superiore assoluta ti permettono invece di verificare dove vengono pubblicati i tuoi annunci nella pagina dei risultati di ricerca.

Suggerimento

Nella rete di ricerca, se vuoi comprendere la posizione dei tuoi annunci nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), puoi utilizzare le metriche della percentuale impressioni superiore e superiore assoluta "% impr. % impr. (sup. assoluta)" e "% impr. (superiore)". Se vuoi fare un'offerta per una posizione della pagina, puoi utilizzare le metriche per la quota impressioni superiore e superiore assoluta "QI superiore sulla rete di ricerca" e "QI superiore sulla rete di ricerca". A tale scopo, puoi utilizzare la strategia di offerta della quota impressioni target con l'opzione di scegliere come targeting la parte superiore o superiore assoluta della pagina.

Come viene stabilita la posizione dell'annuncio

Elements of Ad Rank

L'asta dell'annuncio è il sistema che Google utilizza per stabilire quali annunci pubblicare e in che modo vengono posizionati.

Google Ads calcola il ranking dell'annuncio per ogni annuncio che partecipa all'asta. Il ranking dell'annuncio determina la posizione dell'annuncio e la sua idoneità a essere pubblicato o meno. L'annuncio con il ranking migliore viene inserito nella prima posizione, quello con il secondo ranking viene collocato nella seconda posizione (ammesso che siano state superate le soglie pertinenti) e così via.

In linea di massima, il ranking dell'annuncio dipende da cinque fattori:

  1. La tua offerta: quando imposti l'offerta, indichi a Google Ads l'importo massimo che sei disposto a pagare per un clic sul tuo annuncio. L'importo effettivo che dovrai pagare è spesso inferiore e puoi modificare l'offerta in qualsiasi momento.
  2. La qualità dei tuoi annunci e della pagina di destinazione: Google Ads tiene conto anche della pertinenza e dell'utilità del tuo annuncio e del sito web a cui rimanda rispetto alla persona che vedrà l'annuncio. La nostra valutazione dell'annuncio è riassunta nel punteggio di qualità, che puoi monitorare e cercare di migliorare nel tuo account Google Ads.
  3. Le soglie di ranking dell'annuncio: teniamo a pubblicare annunci di alta qualità; per questo, prevediamo soglie qualitative minime che l'annuncio deve soddisfare per essere mostrato.
  4. Il contesto di ricerca dell'utente: il contesto è davvero importante, nell'ambito dell'asta dell'annuncio. Nel calcolare il ranking dell'annuncio, esaminiamo i termini di ricerca inseriti dall'utente, la posizione geografica al momento della ricerca, il tipo di dispositivo utilizzato (ad esempio, mobile o desktop), l'orario di ricerca, la natura dei termini di ricerca, gli altri annunci e risultati di ricerca visualizzati sulla pagina e ulteriori attributi e indicatori dell'utente.
  5. L'impatto previsto delle estensioni annuncio e di altri formati di annuncio: quando crei il tuo annuncio, hai la possibilità di aggiungervi informazioni supplementari, come il numero di telefono o altri link a pagine specifiche del tuo sito. Queste sono le estensioni annuncio. Google Ads valuta l'impatto delle estensioni e di altri formati dell'annuncio da te utilizzati sul rendimento dell'annuncio.

Esempio

Supponiamo che cinque inserzionisti competano per un massimo di quattro posizioni dell'annuncio sopra i risultati di ricerca nella pagina dei risultati di ricerca di Google. I ranking degli annunci degli inserzionisti sono, rispettivamente, 80, 50, 30, 10 e 5.

Mettiamo il caso che il ranking minimo richiesto per pubblicare l'annuncio sopra i risultati di ricerca sia 40: solo i primi due inserzionisti (con i punteggi 80 e 50) possono, poiché oltre la soglia, avvalersi di tale posizione.

Il ranking minimo richiesto per la pubblicazione sotto i risultati di ricerca è, in questo caso, 8. Pertanto, solo due dei tre inserzionisti rimanenti (con ranking 30 e 10) verranno visualizzati sotto i risultati di ricerca. L'annuncio dell'inserzionista con il ranking 5, non avendo raggiunto la soglia minima stabilita, non verrà mostrato affatto.

Per le metriche superiore e superiore assoluta, l'inserzionista con il ranking dell'annuncio 80 (il primo sopra i risultati di ricerca) otterrà un'impressione che vale sia per la metrica superiore che per quella assoluta, l'inserzionista con il ranking 50 (il secondo sopra i risultati di ricerca) avrà un'impressione per la metrica superiore e l'inserzionista con il ranking 30 (il primo sotto i risultati di ricerca) avrà zero impressioni per la metrica superiore o per quella assoluta, come l'inserzionista con il ranking 10 (il secondo sotto i risultati di ricerca).

  Ranking dell'annuncio Impr. su posizione superiore assoluta Impr. su posizione superiore % impr. (sup. assoluta) % impr. (superiore)
Inserzionista A 80 1 1 100% 100%
Inserzionista B 50 0 1 0% 100%
Inserzionista C 30 0 0 0% 0%
Inserzionista D 10 0 0 0% 0%

Per migliorare la quota della posizione superiore e superiore assoluta pagina dei risultati di ricerca, puoi:

  • Migliorare la qualità degli annunci e dell'esperienza sulla pagina di destinazione.
  • Aumentare la tua offerta.

Migliorare l'annuncio per migliorarne il ranking

Ogni volta che un utente effettua una ricerca che attiva un annuncio che partecipa a un'asta, viene calcolato un ranking dell'annuncio. In questo calcolo sono inclusi fattori quali l'offerta e le misurazioni al momento dell'asta del CTR previsto, della pertinenza dell'annuncio e dell'esperienza sulla pagina di destinazione, tra gli altri. Per determinare i componenti della qualità al momento dell'asta vengono considerati diversi fattori. Migliorando i seguenti fattori puoi migliorare i componenti della qualità del ranking dell'annuncio:
  • La percentuale di clic prevista per il tuo annuncio: si basa in parte sui dati storici relativi a clic e impressioni (con regolazioni per fattori quali posizione dell'annuncio, estensioni e altri formati che potrebbero avere influito sulla visibilità di un annuncio su cui un utente ha fatto clic in precedenza).
  • La pertinenza dell'annuncio rispetto alla ricerca: in che misura l'annuncio è pertinente rispetto alla ricerca effettuata da un utente.
  • La qualità della pagina di destinazione: in che misura la tua pagina è pertinente, trasparente e di facile navigazione.

Perché la qualità dell'annuncio conta

I componenti della qualità del ranking dell'annuncio vengono utilizzati in svariati modi e possono influire sui seguenti aspetti:
  • Idoneità all'asta dell'annuncio: i nostri parametri di misurazione della qualità consentono di stabilire le soglie di ranking dell'annuncio e, di conseguenza, se quest'ultimo è idoneo alla pubblicazione.
  • Il tuo costo per clic (CPC) effettivo: annunci di qualità superiore spesso comportano CPC inferiori. Ciò significa che, quando la qualità degli annunci è maggiore, paghi un importo per clic minore.
  • Posizione dell'annuncio: spesso una qualità più elevata consente agli annunci di raggiungere posizioni superiori, ovvero di essere pubblicati più in alto sulla pagina.
  • Idoneità per le estensioni annuncio e altri formati dell'annuncio: il ranking dell'annuncio determina se l'annuncio è idoneo a essere visualizzato con le estensioni annuncio e altri formati dell'annuncio, come ad esempio i sitelink.
Nel complesso, quanto più elevati sono i punteggi di qualità, tanto inferiori sono i costi, migliori le posizioni degli annunci e maggiori le possibilità di successo dell'annuncio stesso. Il sistema Google Ads garantisce risultati ottimali per tutti, inserzionisti, clienti, publisher e persino Google, quando gli annunci pubblicati sono pertinenti e rispondono quanto più possibile alle esigenze degli utenti.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema