Centro Cose da fare: guida introduttiva

Con Cose da fare su Google i partner possono aiutare gli utenti a scoprire esperienze e attrazioni nuove ed entusiasmanti in tutto il mondo, direttamente nella Ricerca Google. Con la promozione del tuo inventario tramite schede gratuite e un formato dinamico degli annunci, puoi raggiungere i potenziali consumatori che stanno già effettuando ricerche sui viaggi su Google.

Grazie a Cose da fare, gestire i tuoi prodotti è ancora più facile, perché ti mette a disposizione gli strumenti giusti per espandere la tua copertura ed entrare in contatto con gli utenti. Puoi configurare le credenziali del feed, visualizzare i problemi rilevati nei prodotti e controllare lo stato più recente dei referral per ciascun prodotto. Per avviare l'integrazione con il Centro Cose da fare e mostrare il tuo inventario ai viaggiatori, contatta il nostro team dedicato alle partnership.


Configurazione iniziale

Per creare account ed endpoint Secure Free Transfer Protocol (SFTP), Google richiede che tu fornisca le chiavi Secure Shell (SSH) da utilizzare come credenziali per il caricamento. Una volta che avrai fornito queste informazioni, Google creerà un account Centro Cose da fare per te e 2 endpoint SFTP (uno per lo sviluppo e un altro per la produzione).

Scopri come generare una coppia di chiavi SSH per SFTP.

Dopo aver creato l'account del Centro Cose da fare e i relativi endpoint, il tuo rappresentante di Google ti contatterà per fornirti i dati di accesso. Man mano che sviluppi il feed, puoi caricarlo nell'endpoint dello sviluppo e controllare i risultati dell'elaborazione nel Centro Cose da fare.


Feed dei prodotti

Il feed dei prodotti è il mezzo principale con il quale fornire a Google un elenco di prodotti da mostrare sui suoi servizi.

Il formato di caricamento supportato è JSON. Ogni file JSON deve essere un oggetto ProductFeed completo e può anche essere caricato in un formato compresso come ZIP, TAR e GZIP.

Se sono presenti troppi prodotti da caricare in un unico file, puoi caricare i dati utilizzando più file. Devi solo assicurarti che il campo FeedMetadata sia corretto in ogni file caricato. Quindi, la pipeline di elaborazione di Cose da fare tratterà questi caricamenti come un singolo feed.


Strumento Trova località corrispondenti

Oltre ai dettagli sui prodotti, devi specificare anche la località di un punto d'interesse (PDI). Il metodo preferito consiste nel fornire l'ID luogo di un PDI. Le altre 2 opzioni disponibili, in ordine di preferenza, sono l'utilizzo del nome e dell'indirizzo di un PDI o di informazioni su latitudine e longitudine.

Lo strumento "Trova località corrispondenti" nel Centro Cose da fare ti consente di trovare l'ID luogo in base al nome o all'indirizzo di un PDI. In questo modo, puoi ottenere l'ID luogo di un PDI senza dover utilizzare l'API Places. Puoi utilizzare la funzionalità di caricamento file per eseguire ricerche su più PDI contemporaneamente.


Monitorare i prodotti e diagnosticare i problemi

Puoi monitorare lo stato dei tuoi prodotti nella pagina "Prodotti". Esistono 3 tipi di stati:

  • Problemi con gli annunci
  • Problemi con le schede gratuite (ammissione)
  • Problemi con le schede gratuita (esperienze PDI)

Puoi visualizzare questi stati nelle rispettive colonne.

Se i prodotti presentano problemi, vedrai l'indicazione "Errore" o "Avviso" nella tabella.

Errori: problemi che influiscono sullo stato di idoneità.

Avvisi: problemi che non influiscono sullo stato di idoneità, ma potrebbero incidere sulla modalità e sulla posizione di visualizzazione del prodotto.

Scopri di più su tutti i problemi relativi ai prodotti.


Link correlati

È stato utile?

Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale