Informazioni sui filtri

Utilizza le proprietà di filtro per ottimizzare le storie dei dati.

Le proprietà di filtro (o semplicemente i filtri) perfezionano o riducono i dati che vengono mostrati a chi visualizza i rapporti. Questo ti consente di concentrarti sui dati più rappresentativi della storia che vuoi raccontare e rendere così i tuoi rapporti più pertinenti per il pubblico.

Puoi applicare un filtro a un grafico, a un controllo, a una pagina o all'intero rapporto utilizzando la scheda delle proprietà DATI. Le proprietà di filtro a volte sono chiamate filtri dell'editor poiché chi visualizza il rapporto non può modificarle. Possono essere impostate solo dagli editor del rapporto.

Per informazioni su come aggiungere controlli filtro che possono essere utilizzati da chi visualizza i rapporti, consulta questo articolo.

Come funzionano i filtri

Esistono due tipi di filtri:

  • I filtri di inclusione recuperano solo i record che corrispondono alle condizioni.
  • I filtri di esclusione recuperano solo i record che NON corrispondono alle condizioni.

Tieni presente che i filtri non trasformano in nessun modo i tuoi dati, ma riducono semplicemente i dati mostrati nel rapporto.

Le condizioni di filtro sono composte da una o più clausole. Più clausole possono essere unite con la logica "OR" (true se viene soddisfatta una condizione qualsiasi), la logica "AND" (true se vengono soddisfatte tutte le condizioni) o con entrambe.

Puoi applicare filtri alle dimensioni, alle metriche o a entrambe.

Che cosa puoi filtrare

Puoi applicare i filtri ai componenti di seguito:

  • Grafici. Ad esempio, puoi mostrare un grafico a torta dei nuovi utenti rispetto agli utenti di ritorno nei tuoi mercati più grandi utilizzando un filtro che includa Paese IN "Stati Uniti,Canada,Messico,Giappone"
  • Controlli filtro. Ad esempio, puoi consentire ai visualizzatori di scegliere da un elenco dei prodotti più venduti su Quantità venduta maggiore di (>) 100.
  • Gruppi. Ad esempio, puoi raggruppare 2 insiemi di grafici e filtri in Categoria dispositivo per mostrare il traffico del sito web in un insieme e il traffico da dispositivi mobili in un altro.
  • Pagine. I filtri a livello di pagina si applicano a tutti i grafici in tale pagina. Ad esempio, puoi dedicare la prima pagina del tuo rapporto Google Analytics al traffico delle app per dispositivi mobili e la seconda pagina al traffico da desktop filtrando in base alla dimensione Categoria dispositivo.
  • Rapporti. Tutti i grafici nel rapporto sono soggetti al filtro. Ad esempio, puoi creare un rapporto che si incentra sui tuoi migliori clienti impostando la proprietà filtro a livello di rapporto su Lifetime value maggiore di o uguale a 10.000.

Filtri e origini dati

Come nel caso dei grafici, le proprietà di filtro sono associate a un'origine dati. Se crei il filtro aggiungendolo a un componente, l'origine dati è quella in utilizzata dal componente. Se crei il filtro utilizzando Gestione filtri, puoi selezionare qualsiasi origine dati attualmente aggiunta al rapporto.

Il riutilizzo di un filtro su un componente che utilizza un'origine dati diversa può rendere il filtro non valido. Ecco perché le dimensioni e/o le metriche utilizzate dal filtro potrebbero non esistere nella nuova origine dati.

La stessa cosa può accadere se copi un grafico o controllo in un rapporto che utilizza un'origine dati diversa oppure cambia semplicemente l'origine dati usata da un filtro modificandola in Gestione filtri.

Per i filtri non validi viene mostrato un errore nel grafico o controllo e un'icona di avviso nel filtro. Puoi correggerli modificando il filtro e selezionando le nuove dimensioni o metriche oppure eliminando il filtro.

Ereditarietà del filtro

I filtri possono essere ereditati, il che significa che i filtri sui componenti di livello superiore si applicano ai componenti inferiori. L'ordine ereditario è il seguente:

Livello di rapporti > livello di pagina > livello di grafico/controllo

Affinché un componente (figlio) di livello inferiore erediti i filtri da un componente (padre) di livello superiore, le dimensioni e le metriche utilizzate nei filtri padre devono esistere nell'origine dati del componente figlio. Se non sono presenti, l'eredità viene disattivata per il componente figlio.

Puoi disattivare l'eredità in modo esplicito utilizzando il pulsante di attivazione/disattivazione nella sezione Filtro del riquadro delle proprietà DATI per un componente selezionato. Ad esempio, puoi stabilire che un grafico non erediti una proprietà filtro a livello di pagina o che una pagina non subisca l'influenza delle proprietà a livello di rapporto.

Più filtri su un componente

Un componente può avere più filtri. In tal caso, ciascun filtro viene trattato come una clausola E. Ciò significa che verrà applicato solo alle righe di dati che soddisfano tutte le condizioni nel filtro.

Limitazioni dei filtri

  • I filtri a livello di rapporto si applicano solo ai componenti che utilizzano l'origine dati predefinita. Se includi grafici che utilizzano un'origine dati diversa, devi creare un filtro a livello di grafico per quel grafico.
  • Un singolo componente può avere un massimo di 75 clausole di filtro.
  • Un singolo filtro può avere un massimo di 10 clausole O. Se hai bisogno di più clausole O, valuta l'utilizzo dell'opzione IN.
  • Le metriche e le dimensioni non possono essere combinate in una clausola O. Ciò è dovuto al modo in cui dimensioni e metriche vengono aggregate.
  • Se modifichi un campo in un'origine dati da una metrica a una dimensione o viceversa, tutti i filtri che utilizzano tale campo vengono disattivati.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?

Hai bisogno di ulteriore assistenza?

Accedi per scoprire altre opzioni di assistenza che ti consentiranno di risolvere rapidamente il tuo problema