Misurazione di copertura e frequenza

A partire dalla settimana del 28 gennaio, le metriche di copertura e frequenza saranno accessibili solo dalla scheda Campagne. Ciò significa che i rapporti su copertura e frequenza attualmente accessibili o pianificati nella scheda Dimensioni non verranno più generati dopo tale data. L'accesso al rapporto tramite API nella scheda Dimensioni non sarà più disponibile dopo la disattivazione dell'API di AdWords V201406 in aprile.

Aggiorna gli script, le macro o i filtri dei rapporti per tenere conto di questa modifica.

L'analisi dei dati di copertura e frequenza ti consente di sapere quante persone hanno visualizzato i tuoi annunci e quante volte li hanno visualizzati in un determinato periodo di tempo.

Per stimare la copertura ci basiamo sui cookie. I cookie ci permettono di stimare la copertura perché possono essere utilizzati per distinguere i singoli browser. Quando stimiamo la copertura, di fatto calcoliamo il numero di browser sui quali è stato pubblicato un annuncio o è stato registrato un clic su un annuncio. Questa misura è una stima, perché alcune persone utilizzano più browser o computer, mentre altre persone condividono i browser; tuttavia, ci consente di ottenere un quadro omogeneo della visibilità di un annuncio.

Visualizzazione dei dati su copertura e frequenza

Per visualizzare i dati relativi a copertura e frequenza, aggiungi le colonne "Cookie unico" e "Freq. impr. media per cookie" nella tabella delle statistiche.

Per aggiungere queste colonne alla tabella delle statistiche, procedi nel seguente modo:

  1. Accedi all'account AdWords alla pagina https://adwords.google.it.
  2. Nella scheda Campagne, fai clic sul menu a discesa Colonne e seleziona Personalizza colonne.
  3. Fai clic su Metriche copertura.
  4. Fai clic su Aggiungi tutte le colonne.
  5. Fai clic su Applica.
Nota. I dati su copertura e frequenza sono disponibili solo dal 6 luglio 2014 fino a oggi.

Come Google calcola la copertura e la frequenza

Come aggiustare l'eliminazione dei cookie

Noi desideriamo accertarci che ciascun cookie conteggiato rappresenti un browser unico. Tuttavia, a volte gli utenti eliminano i propri cookie e quando questo accade, alla successiva pubblicazione di un annuncio, viene creato un altro cookie. In questi casi, lo stesso browser può essere rappresentato da due cookie diversi: quello che è stato eliminato e quello nuovo, appena creato.

Come evitare duplicazione di registrazioni

Possiamo essere sicuri che ogni browser che conteggiamo sia unico solo se conteggiamo i cookie maturi. I cookie maturi sono cookie che sono stati creati prima dell'intervallo di date per il quale è stata stimata una copertura. Ad esempio, se esegui un rapporto dal 15 al 31 marzo, i cookie creati fino al 14 marzo vengono conteggiati come maturi. I cookie creati dal 15 marzo in poi vengono ignorati.

Se conteggiamo soltanto i cookie maturi, sappiamo che ogni cookie rappresenta un unico browser, perché esistevano già tutti quando è iniziato il periodo considerato nel rapporto; inoltre, due cookie diversi non possono rappresentare lo stesso browser contemporaneamente.

Correzione dei dati

Per evitare registrazioni duplicate, vengono ignorati tutti i nuovi cookie, ma alcuni di essi sono validi. Per una stima più precisa della copertura, occorre valutare quanti nuovi cookie sono effettivamente validi.

Per calcolare una stima, osserviamo il numero di impressioni associate ai cookie maturi e lo confrontiamo con il numero di cookie. Successivamente, basandoci sul presupposto che il rapporto tra cookie maturi e impressioni mature corrisponde al rapporto tra tutti i cookie e tutte le impressioni, calcoliamo il valore del numero totale di cookie. Questo valore corrisponde al valore della copertura.

La formula di correzione della copertura esatta è la seguente:

    (Cookie maturi ÷ Impressioni mature) = (Cookie totali ÷ Impressioni totali)

 

In questa formula:

  • Cookie totali è al valore sconosciuto. Corrisponde alla copertura ed è il valore visualizzato nei rapporti.
  • Impressioni mature indica le impressioni associate ai cookie maturi.

Come puoi notare, la formula mette a confronto due rapporti: il rapporto fra cookie maturi e impressioni mature e quello fra cookie totali e impressioni totali. Il primo rapporto può essere calcolato accuratamente con i dati raccolti. Successivamente, presupponiamo che il rapporto tra cookie e impressioni corrisponda approssimativamente al rapporto tra cookie maturi e impressioni.

Per calcolare i cookie totali, è possibile ridefinire la formula nel seguente modo:

    Cookie totali = Cookie maturi × (Impressioni totali ÷ Impressioni mature)

 

Lo sapevi?

Potresti essere sorpreso di vedere nelle colonne dei cookie unici cifre decimali come queste: 1.809.601,18

Poiché la frequenza stimata si basa su gruppi di dati di esempio, la stima dei cookie unici e dei conseguenti clic associati a tali cookie, non è sempre un numero intero.

Passaggi successivi