Implementazione globale delle norme relative ai materiali politici ottenuti tramite hackeraggio (novembre 2020)

 

A novembre 2020, le norme di Google Ads sui materiali politici ottenuti tramite hackeraggio verranno implementate a livello globale per tutti gli inserzionisti che pubblicano annunci correlati a entità che rientrano nell'ambito delle norme sugli annunci elettorali esistenti di Google. La norma riguarda in particolare la distribuzione di materiali politici ottenuti tramite hackeraggio. Le norme entreranno in vigore il 3 novembre 2020.

Come annunciato in precedenza, a partire dal 1° settembre 2020 applicheremo questa norma agli annunci relativi a entità che rientrano nell'ambito delle nostre norme sugli annunci elettorali negli Stati Uniti.

Ai sensi di questa norma, non è consentito quanto segue:

Annunci che pubblicizzano o forniscono direttamente l'accesso a materiali ottenuti tramite hackeraggio e relativi a entità politiche che rientrano nell'ambito delle norme sugli annunci elettorali di Google. Questo vale per tutti i materiali protetti e ottenuti tramite l'intrusione o l'accesso illecito a un computer, una rete di computer o un dispositivo elettronico per uso personale, anche se distribuiti da una terza parte. 

Tieni presente che è consentito discutere o commentare materiali politici ottenuti tramite hackeraggio, ammesso che l'annuncio o la pagina di destinazione non fornisca o agevoli l'accesso diretto ai materiali in questione.

Le violazioni di queste norme non comportano la sospensione immediata dell'account senza preavviso. Verrà inviato un avviso almeno sette giorni prima della sospensione dell'account.

Consulta queste norme per capire se alcuni dei tuoi annunci rientrano nell'ambito delle stesse e, in tal caso, rimuovili prima del 3 novembre 2020. 

 

(Pubblicato a luglio 2020 e aggiornato il 1° settembre 2020)



 
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?