Requisiti degli annunci video

 

Per comodità, Google fornisce versioni tradotte del Centro assistenza, che però non vanno a modificare i contenuti delle norme. La versione in inglese è quella ufficiale impiegata per l'applicazione delle norme. Per visualizzare questo articolo in un'altra lingua, utilizza il menu a discesa della lingua in fondo alla pagina.

Gli annunci video utilizzano i video per coinvolgere meglio gli utenti. Gli annunci video sono soggetti alle norme Google Ads standard e ai requisiti riportati di seguito. Tieni presente che questi requisiti si applicano agli annunci in-stream, video discovery, in-stream non ignorabili e bumper.
Per trovare le specifiche e i relativi dettagli per la creazione di annunci video, consulta il Centro assistenza Display Specs.

Durata degli annunci video

Non è consentito quanto segue:

Annunci in-stream non ignorabili di durata superiore a 15 secondi

Gli annunci in-stream ignorabili non hanno limitazioni, tuttavia i video di durata inferiore a 3 minuti di solito hanno un rendimento migliore.

Scopri come correggere un annuncio non approvato. Se non puoi modificare il video per soddisfare questi requisiti, caricane uno diverso che rispetti le norme.

Raccolta dei dati negli annunci video

Non è consentito quanto segue:

Pixel di monitoraggio non conformi a SSL, comprese tutte le chiamate successive

Pixel di monitoraggio per gli eventi di punto intermedio e completamento

Nota: i pixel di monitoraggio sono consentiti per gli eventi impressione, visualizzazione e ignora.

Più di tre pixel di monitoraggio per evento

Nota: per inserire i pixel di monitoraggio di più fornitori per evento, il cliente o l'agenzia è responsabile del piggybacking o daisy chain dei pixel.

Utilizzo di JavaScript per la raccolta dei dati

Nota: è accettabile un comando di clic o di reindirizzamento di clic di terze parti.

Scopri come correggere un annuncio non approvato. Se non puoi modificare il video per soddisfare questi requisiti, caricane uno diverso che rispetti le norme.

Norme correlate e motivi più comuni della mancata approvazione

Le seguenti norme Google Ads sono particolarmente pertinenti per gli annunci video e sono spesso associate a mancate approvazioni. Scopri le conseguenze in caso di violazione delle norme.

Formato video non accettabile

Tutti i video devono essere caricati in un formato approvato. Per saperne di più, consulta le norme sui formati video non accettabili.

Video non disponibile

Tutti i video devono essere disponibili pubblicamente. Per saperne di più, consulta le norme sui video non disponibili.

Pertinenza non chiara

Tutte le informazioni devono essere pertinenti a ciò che stai pubblicizzando. Ad esempio, tutti i campi degli annunci inviati devono rappresentare lo stesso inserzionista ed essere pertinenti al prodotto promosso. Per saperne di più, consulta le norme relative alla pertinenza non chiara.

Contenuti non chiari

Tutte le informazioni e gli elementi multimediali negli annunci e negli asset devono essere facilmente comprensibili e identificare chiaramente il prodotto, il servizio o l'entità che stai pubblicizzando. Per saperne di più, consulta le norme relative ai contenuti non chiari. I video devono includere un nome o un logo che rappresenti chiaramente l'inserzionista, il prodotto o il servizio pubblicizzato nel video.

Qualità video

Tutti i video utilizzati nella pubblicità devono soddisfare alcuni standard qualitativi. Per saperne di più, consulta le norme sulla qualità video.

Contenuti di natura sessuale

Affinché gli annunci siano pertinenti e sicuri per gli utenti, in alcune circostanze Google vieta i contenuti di natura sessuale. Per saperne di più, consulta le norme relative ai contenuti di natura sessuale.

Copyright

Per pubblicizzare contenuti protetti da copyright, devi essere titolare del copyright o possedere l'autorizzazione legale a utilizzarli a fini pubblicitari. Per saperne di più, consulta le norme sul copyright.

Contenuti scioccanti

Gli annunci non devono includere contenuti che potrebbero essere scioccanti per gli utenti. Tra gli esempi rientrano linguaggio osceno, immagini raccapriccianti e scene cruente. Per ulteriori informazioni, consulta le norme relative ai contenuti scioccanti.

Pubblicazione di annunci di terze parti

Tutti i pixel di monitoraggio di terze parti devono soddisfare i requisiti per la pubblicazione di annunci di terze parti.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
false
false
true
true
73067
false
false