Rapporto Segnali web essenziali

Risolvere il problema delle esperienze utente negative sul tuo sito

Nel rapporto Segnali web essenziali vengono indicate le prestazioni delle pagine del tuo sito in base a dati sull'utilizzo reali (talvolta chiamati dati sul campo). Puoi leggere ulteriori informazioni su questa iniziativa nel blog del Centro Ricerca Google.

APRI RAPPORTO

Perché le prestazioni delle pagine sono importanti
  • Tempi di caricamento delle pagine più lunghi hanno un effetto negativo sulle frequenze di rimbalzo. Ad esempio:
    • Se il tempo di caricamento di una pagina aumenta da 1 a 3 secondi, la frequenza di rimbalzo aumenta del 32%.
    • Se il tempo di caricamento di una pagina aumenta da 1 a 6 secondi, la frequenza di rimbalzo aumenta del 106%.
  • Consulta i case study.

Comprendere il rapporto

Nel rapporto Segnali web essenziali vengono indicate le prestazioni degli URL per stato, tipo di metrica e gruppo di URL (gruppi di pagine web simili).

In questo rapporto possono essere visualizzati soltanto gli URL indicizzati. Gli URL mostrati sono gli URL effettivi per i quali sono stati registrati dati (ossia i dati non vengono assegnati soltanto all'URL canonico di una pagina, come avviene nella maggior parte degli altri rapporti).

Il rapporto è basato su tre metriche: LCP, FID e CLS. Se per un URL non è disponibile una quantità minima di dati per almeno una di queste metriche, l'URL viene omesso dal rapporto. Quando per un URL è disponibile la quantità di dati minima (soglia) per una metrica, lo stato della pagina corrisponde allo stato della metrica con le prestazioni più scarse.

"Nessun dato disponibile"

Se viene visualizzata una schermata "Nessun dato disponibile", significa che la tua proprietà è nuova in Search Console oppure che nel rapporto di CrUX non sono disponibili dati sufficienti a fornire informazioni significative per il tipo di dispositivo selezionato (mobile o desktop).

Se la tua proprietà è nuova. Il database di CrUX raccoglie informazioni sugli URL indipendentemente dal fatto che facciano parte di una proprietà di Search Console, ma l'analisi e la pubblicazione di eventuali dati esistenti dal database di CrUX, dopo la creazione di una proprietà, potrebbero richiedere alcuni giorni.

Puoi eseguire in tempo reale un test delle prestazioni di singoli URL utilizzando lo strumento di test PageSpeed Insights, lo strumento Chrome Lighthouse o la Guida all'esperienza d'uso delle pagine AMP (per le pagine AMP)

 

Usare il rapporto

  1. Per conoscere le prestazioni degli URL del tuo sito, in base a dati utente storici, attiva o disattiva le schede Scadenti, Richiedono miglioramenti o Veloci nel grafico della pagina Panoramica.
  2. Fai clic su Apri report per visualizzare la pagina di riepilogo per dispositivi mobili o desktop, che mostra i valori relativi alle prestazioni delle pagine per ogni piattaforma.
  3. Fai clic su una riga nella tabella per vedere informazioni dettagliate sui gruppi di URL interessati dal problema selezionato, incluso un insieme di URL di esempio.
  4. Fai clic su un URL nella tabella Esempi della pagina dei dettagli del problema per vedere ulteriori informazioni sull'URL in questione e su URL simili.

 

Pagina della panoramica

Nella pagina della panoramica del rapporto Segnali web essenziali i dati sono suddivisi in base al dispositivo usato per visualizzare l'URL: Dispositivi mobili o Desktop (i dati dei tablet non sono inclusi). Tutti i dati sono raggruppati per stato (Scadenti, Richiedono miglioramenti o Veloci). 

Apri il rapporto relativo a un tipo di dispositivo specifico per vedere più dati sulle prestazioni di quella tipologia.

Pagine di riepilogo per dispositivi mobili o desktop

Il rapporto di primo livello relativo a un determinato tipo di dispositivo (mobile o desktop) mostra lo stato e i problemi di tutti gli URL del sito per i quali sono disponibili dati. Fai clic su una riga nella tabella dei dettagli per ulteriori informazioni sulla combinazione specifica di stato e tipo di problema.

Grafico

Le schede sopra il grafico mostrano il totale attuale di URL in ogni stato, nonché il numero di problemi in ogni stato. Attiva o disattiva le schede per scegliere gli stati da visualizzare nel grafico. Il grafico mostra il numero di URL con un determinato stato in un giorno specifico.

Perché il totale del grafico è inferiore al totale della tabella?
Nel grafico ogni URL viene conteggiato una sola volta, in relazione al problema di velocità minima che interessa l'URL. Nella tabella, invece, viene conteggiato ogni problema associato a un URL. Pertanto, se un URL presenta un problema di tipo Scadenti e uno Richiedono miglioramenti, viene conteggiato una volta per la riga Scadenti nei totali del grafico, ma viene conteggiato per entrambe le righe, Scadenti e Richiedono miglioramenti, nella tabella.

 

Tabella

La tabella raggruppa gli URL in righe per combinazione di stato e problema. Ogni riga mostra lo stato di convalida, un grafico sparkline che mostra una sequenza temporale semplificata della riga e il numero di URL che presentano attualmente quella combinazione di stato e problema.

Un URL può essere presente in più righe della tabella se è interessato da più problemi.

Pagina dei dettagli del problema per dispositivi mobili o desktop

Fai clic su una riga della tabella nella pagina di riepilogo di primo livello per dispositivi mobili o desktop per aprire una pagina dei dettagli relativa a quella combinazione di dispositivo, stato e problema. La pagina dei dettagli mostra gli URL e altri dettagli relativi al problema selezionato.

Grafico

Il grafico dei dettagli del problema mostra il numero di URL con la combinazione specifica di stato e problema per un determinato giorno, nonché il numero totale di URL che presentano attualmente la combinazione di stato e problema selezionata.

Tabella

Nella tabella dei dettagli del problema viene mostrato un insieme di URL di esempio interessati dal problema selezionato. Ogni URL di esempio fa parte di un gruppo di pagine simili.

La tabella include le seguenti informazioni:

  • URL. Ogni riga nella tabella rappresenta un gruppo di URL simili.
  • Per le pagine con stato diverso da Veloci. Verrà mostrata la colonna appropriata di seguito, a seconda del problema che stai esaminando. Tieni presente che un singolo URL può essere interessato da più problemi, ma viene mostrata solo la colonna appropriata per il problema selezionato.
    • FID agg. Indica il tempo massimo impiegato per reagire al primo input utente per il 75% delle richieste di pagine negli ultimi 28 giorni.
    • LCP agg. Indica il tempo massimo impiegato per la visualizzazione dell'elemento di maggiori dimensioni (Largest Contentful Paint) per il 75% delle richieste di pagine negli ultimi 28 giorni.
    • CLS agg. Indica che il 75% delle richieste di pagine ha ricevuto come minimo il punteggio visualizzato per la metrica Cumulative Layout Shift negli ultimi 28 giorni.

Fai clic su un URL di esempio per visualizzare altre pagine nello stesso gruppo, informazioni aggiuntive sul gruppo e un link per eseguire un test esterno. La tabella ha un limite di 200 righe.

 

Trovare lo stato di un URL specifico

Il rapporto non è stato pensato per trovare lo stato di un URL specifico, bensì per analizzare le prestazioni del tuo sito nel complesso e per risolvere i problemi che riguardano più pagine del tuo sito. Se vuoi visualizzare i dati relativi alle prestazioni di un URL specifico, usa un test esterno. Anche se puoi visualizzare in dettaglio uno stato e un problema per controllare gli URL specifici interessati, può essere difficile trovare un determinato URL utilizzando il rapporto Segnali web essenziali.

Origini dati del rapporto

I dati del rapporto Segnali web essenziali derivano dal rapporto di CrUX. Il rapporto di CrUX raccoglie metriche anonimizzate sui tempi prestazionali riscontrati dagli utenti effettivi che visitano gli URL del tuo sito (i dati sul campo). Il database di CrUX raccoglie informazioni sugli URL indipendentemente dal fatto che facciano parte di una proprietà di Search Console.

Stato: Scadenti, Richiedono miglioramenti, Veloci

Le etichette Scadenti, Richiedono miglioramenti e Veloci vengono applicate a un URL su un tipo specifico di dispositivo.

Stato URL

Lo stato di un URL è lo stato più lento assegnato all'URL per il tipo di dispositivo specifico. Pertanto:

  • A un URL su dispositivi mobili con valore Scadenti per FID e valore Richiedono miglioramenti per LCP viene assegnata l'etichetta Scadenti per i dispositivi mobili.
  • A un URL su dispositivi mobili con valore Richiedono miglioramenti per LCP e valore Veloci per FID viene assegnata l'etichetta Richiedono miglioramenti per i dispositivi mobili.
  • A un URL su dispositivi mobili con valore Veloci per FID e CLS, ma senza dati relativi a LCP, viene applicata l'etichetta Veloci su dispositivi mobili.
  • A un URL con valore Veloci per FID, LCP e CLS su dispositivi mobili e valore Richiedono miglioramenti per FID, LCP e CLS su dispositivi desktop è assegnata l'etichetta Veloci su dispositivi mobili e l'etichetta Richiedono miglioramenti su dispositivi desktop.

Se per una determinata metrica un URL presenta un numero di dati inferiore alla soglia, la metrica viene omessa nel rapporto relativo all'URL in questione. A un URL per cui sono disponibili dati solo per una metrica viene assegnato lo stato della metrica. Un URL con quantità di dati inferiore alla soglia per tutte le metriche non verrà incluso nel rapporto.

Definizioni degli stati

Le metriche relative allo stato vengono valutate in base ai seguenti limiti:

  Veloci Richiedono miglioramenti Scadenti
LCP <= 2,5 s <= 4 s > 4 s
FID <= 100 ms <= 300 ms > 300 ms
CLS <= 0,1 <= 0,25 > 0,25

 

  • LCP (Largest Contentful Paint, visualizzazione elemento di maggiori dimensioni). Il tempo impiegato per visualizzare l'elemento di contenuti di maggiori dimensioni nell'area visibile dal momento in cui l'utente richiede l'URL. Solitamente si tratta di un'immagine o un video oppure di un elemento di testo di grandi dimensioni a livello di blocco. Questo dato è importante perché fa capire all'utente che l'URL è in fase di caricamento.
    • Il valore LCP agg. (LCP aggregato) mostrato nel rapporto indica il tempo necessario per raggiungere lo stato LCP per il 75% delle visite a un URL del gruppo.
  • FID (First Input Delay, ritardo prima interazione). Il tempo trascorso tra la prima interazione di un utente con la tua pagina (clic su un link, tocco di un pulsante e così via) e il momento in cui il browser risponde effettivamente all'interazione. Questa misurazione viene derivata da qualsiasi elemento interattivo su cui l'utente ha fatto clic per primo. Questo valore è importante per le pagine in cui l'utente deve eseguire un'azione perché è il momento in cui le pagine diventano interattive.
    • Il valore FID agg. (FID aggregato) mostrato nel rapporto indica il valore FID comune minimo relativo al 75% delle visite a un URL del gruppo.
  • CLS (Cumulative Layout Shift, variazione layout cumulativa): il CLS misura la somma totale di tutti i singoli punteggi di variazione del layout per ogni variazione di layout imprevista che si verifica durante l'intera durata della pagina. Il punteggio è compreso tra zero e qualsiasi numero positivo, dove zero indica nessuna variazione e, più grande è il numero, più significativa è la variazione del layout nella pagina. Questo dato è importante perché la variazione degli elementi delle pagine mentre un utente sta cercando di interagire costituisce un'esperienza utente negativa. Se non riesci a trovare il motivo per un valore elevato, prova a interagire con la pagina per vedere in che modo la tua interazione influisce sul punteggio.
    • Il valore CLS agg. (CLS aggregato) mostrato nel rapporto indica la variazione CLS comune minima per il 75% delle visite a un URL del gruppo.

Puoi trovare consigli su come risolvere questi problemi eseguendo un test esterno.

Gruppi di URL

Un problema viene assegnato a un gruppo di URL che offrono un'esperienza utente simile. Questo perché si presume che i problemi di prestazioni in pagine simili possano essere dovuti alla stessa causa sottostante, ad esempio la lentezza di caricamento nelle pagine di una funzionalità comune.

Risolvere i problemi

Utenti non esperti tecnicamente

  1. Stabilisci la priorità dei problemi. Ti consigliamo di risolvere innanzitutto tutti i problemi degli URL con etichetta "Scadenti" e quindi di stabilire la priorità di intervento in base ai problemi che interessano il maggior numero di URL o gli URL più importanti. Gli URL con etichetta "Richiedono miglioramenti" possono essere migliorati, ma è più importante risolvere i problemi degli URL con etichetta "Scadenti".
  2. Dopo aver stabilito le priorità, condividi il rapporto con il tuo tecnico o con chiunque dovrà aggiornare gli URL.
  3. Correzioni comuni delle pagine:
    • Riduci le dimensioni delle pagine (la best practice prevede una dimensione inferiore a 500 kB per una pagina e tutte le sue risorse).
    • Limita il numero di risorse di ogni pagina a 50 per assicurarti prestazioni ottimali sui dispositivi mobili.
    • Considera di utilizzare il formato AMP, che garantisce quasi al 100% il caricamento veloce delle pagine sia su dispositivi mobili che su computer desktop.
    • Utilizza un test esterno per consigli su come risolvere i problemi della tua pagina.
  4. Verifica le correzioni apportate utilizzando un test esterno.
  5. Se ritieni che un determinato problema sia risolto, fai clic su Avvia monitoraggio nella pagina dei dettagli del problema nel rapporto Segnali web essenziali di Search Console.
  6. Monitora la procedura di convalida.

Sviluppatori di siti web

  1. Stabilisci la priorità dei problemi. Ti consigliamo di risolvere innanzitutto tutti i problemi degli URL con etichetta "Scadenti" e quindi di stabilire la priorità di intervento in base ai problemi che interessano il maggior numero di URL o gli URL più importanti. Gli URL con etichetta "Richiedono miglioramenti" possono essere migliorati, ma è più importante risolvere i problemi degli URL con etichetta "Scadenti".
  2. È consigliabile leggere le linee guida per il caricamento rapido di web.dev e le pagine relative alle prestazioni sul sito Web Fundamentals, all'indirizzo developers.google.com per informazioni teoriche e linee guida per migliorare la velocità delle pagine.
  3. Utilizza un test esterno per consigli su come risolvere i problemi della tua pagina.
  4. Verifica le correzioni apportate utilizzando un test esterno.
  5. Se ritieni che un determinato problema sia risolto, fai clic su Avvia monitoraggio nella pagina dei dettagli del problema nel rapporto Segnali web essenziali di Search Console.
  6. Monitora la procedura di convalida.

Altre risorse utili:

Lo stato del mio sito è cambiato, ma non ho apportato alcuna modifica

Se non hai apportato modifiche al tuo sito, ma hai notato un cambiamento importante nello stato per molte pagine, è possibile che molte pagine fossero al limite tra uno stato e l'altro e che un evento a livello di sito abbia determinato la modifica in massa del loro stato: ad esempio, un aumento notevole del traffico sul sito o una variazione della latenza del servizio che pubblica i file immagine, con conseguente rallentamento del sito. Una piccola modifica, ma a livello di sito, può essere sufficiente a far passare una serie di pagine al limite della categoria "Veloci" nella categoria Richiedono miglioramenti, oppure da questa alla categoria Scadenti.

Un altro motivo possibile, anche se meno probabile, è un cambiamento su larga scala dei client. Ad esempio, un aggiornamento della versione del browser ampiamente utilizzato o un particolare afflusso di utenti su una rete più lenta. Ricorda che le prestazioni vengono misurate in base ai dati sull'utilizzo effettivi. Puoi controllare i log per verificare se eventuali modifiche al browser, al dispositivo o alla posizione coincidono con i cambiamenti dello stato del sito. 

Controlla i dati relativi al traffico sul tuo sito durante questo periodo per verificare la presenza di eventuali variazioni di rilievo, visualizza in dettaglio problemi specifici ed esamina i valori aggregati di LCP/FID/CLS per le pagine interessate. Se questi valori sono al limite per le etichette Scadenti/Richiedono miglioramenti/Veloci, è possibile che una piccola modifica ne abbia modificato lo stato.

 

Condividere un rapporto

Puoi condividere i dettagli relativi a un problema riportati nei rapporti sulla copertura e sui miglioramenti facendo clic sul pulsante Condividi presente nella pagina. Chi possiede il link può accedere soltanto alla pagina dei dettagli del problema corrente e a eventuali pagine della cronologia delle convalide relative al problema. Il link non consente di accedere ad altre pagine relative alla tua risorsa e non permette all'utente con cui è stato condiviso di compiere azioni nella tua proprietà o nel tuo account. Puoi revocare il link in qualsiasi momento disattivando la condivisione della pagina in questione.

Esportare i dati dei rapporti

Per molti rapporti è disponibile un pulsante di esportazione che consente di esportare i dati dei rapporti. Vengono esportati i dati di grafici e tabelle. I valori indicati come ~ o - nel rapporto (non disponibili o non corrispondenti a un numero) appariranno come zeri nei dati scaricati.

Convalidare le correzioni

Dopo aver risolto un problema specifico in tutti gli URL, puoi verificare di averlo risolto a livello globale: fai clic su Avvia monitoraggio per avviare una sessione di monitoraggio di 28 giorni e verificare la presenza di istanze del problema in questione nel tuo sito. Se il problema non è presente in nessun URL del sito durante il periodo di 28 giorni, è considerato risolto. La presenza del problema in qualsiasi URL è sufficiente per contrassegnare il problema come non risolto; tuttavia, lo stato dei singoli URL continua a essere valutato per tutti i 28 giorni, indipendentemente dallo stato del problema.

L'avvio del monitoraggio non attiva la reindicizzazione o qualsiasi altro comportamento attivo da parte di Google. In Search Console viene semplicemente (ri)avviato il periodo di monitoraggio di 4 settimane dei dati CrUX relativi al tuo sito.
  • Per visualizzare i dettagli della convalida per una richiesta di convalida in corso o per una richiesta non andata a buon fine:
    • Fai clic su Vedi dettagli nella sezione dello stato di convalida della pagina dei dettagli del problema.
  • Per riavviare il periodo di monitoraggio della convalida in qualsiasi momento:
    • Apri la pagina dei dettagli della convalida e fai clic su Avvia nuova convalida.
  • Se la convalida non va a buon fine:
    1. Riprova a risolvere i problemi.
    2. Riavvia il periodo di monitoraggio aprendo la pagina dei dettagli della convalida e facendo clic su Avvia nuova convalida

Stato di convalida del problema

Si tratta dello stato globale della richiesta di convalida, indicato per ogni problema riportato nella pagina di riepilogo e nella pagina dei dettagli del problema.

Sono possibili i seguenti stati di convalida:

  • Non iniziata. Sono presenti uno o più URL con un'istanza del problema in questione per cui non è mai stata avviata una richiesta di convalida.
  • Iniziata. Hai avviato un tentativo di convalida e non sono state ancora trovate altre istanze del problema.
  • Tutto OK. Hai avviato un tentativo di convalida e tutte le istanze del problema verificate finora sono state risolte.
  • Superata. Tutti gli URL hanno superato la convalida. Devi aver fatto clic su Convalida correzione per ottenere questo stato (se le istanze sono scomparse senza che tu ne abbia richiesto la convalida, lo stato diventa N/D).
  • N/D. Google ha rilevato che il problema è stato risolto in tutti gli URL, anche se non hai mai avviato un tentativo di convalida.
  • Non riuscita. Un tentativo di convalida non è riuscito per uno o più URL.

Stato di convalida dell'URL

Si tratta dello stato di convalida di ogni URL nella pagina di avanzamento della convalida. Gli stati In attesa/Superata/Non riuscita sono visibili durante un periodo di convalida attiva. Non riuscita è l'unico stato visibile anche al termine del periodo, poiché gli elementi corretti vengono rimossi dall'elenco al termine del periodo.

  • In attesa. Google sta aspettando di avere dati sufficienti per poter stabilire se il problema interessa ancora o meno l'URL in questione.
  • Superata. L'URL sembra non essere più interessato dal problema.
  • Non riuscita. L'URL è ancora interessato dal problema indicato. 

Gli stati degli URL Superata e Non riuscita possono essere ottenuti soltanto durante un periodo di monitoraggio della convalida. Se il problema è apparso e poi scomparso per un URL al di fuori del periodo di una richiesta di convalida, l'URL scompare semplicemente dall'elenco senza che venga indicato uno stato.

Gli URL rimossi dal Web e privi di dati negli ultimi 28 giorni non saranno più presenti nella cronologia di convalida o nel rapporto.

 

Strumenti per test esterni

Il rapporto Segnali web essenziali contiene link a due strumenti di test esterni per effettuare ulteriori test delle pagine. Il tipo di strumento dipende dal formato della pagina:

  • Pagine non AMP. Lo strumento di test PageSpeed Insights riporta le prestazioni di una pagina su dispositivi mobili e desktop e fornisce suggerimenti su come migliorarla. Il test mostra sia dati in tempo reale sia dati sul campo da utenti effettivi.
  • Pagine AMP. La Guida all'esperienza d'uso delle pagine AMP fornisce un test completo in tempo reale di una pagina AMP, incluse le metriche di Segnali web essenziali e quelle dell'esperienza sulle pagine. Il test mostra sia dati in tempo reale sia dati sul campo da utenti effettivi.

Accanto agli URL di esempio viene visualizzato il link a questi strumenti (tabella dei dettagli della pagina di riepilogo > fai clic su una riga di stato > fai clic su un URL di esempio > riquadro Esempio di dettagli, passa il mouse sopra un URL simile), ma puoi anche consultare questi strumenti e specificare l'URL autonomamente.

Puoi anche utilizzare uno strumento di test integrato nel browser per Chrome: lo strumento Chrome Lighthouse.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
83844
false