Rapporto sul rendimento

Il rapporto sul rendimento mostra metriche importanti sulle prestazioni del tuo sito nei risultati di Ricerca Google: la frequenza con cui viene visualizzato; la posizione media nei risultati di ricerca; la percentuale di clic; e qualsiasi funzionalità speciale (come i risultati multimediali) associata ai tuoi risultati. Utilizza queste informazioni per migliorare le prestazioni di ricerca del tuo sito, ad esempio:

  • Puoi conoscere i cambiamenti del traffico di ricerca nel tempo, la provenienza del traffico e per quali query di ricerca è più probabile che venga mostrato il tuo sito.
  • Puoi sapere quali query vengono cercate su smartphone e utilizzare queste informazioni per migliorare il tuo targeting per dispositivi mobili.
  • Puoi sapere quali pagine registrano la percentuale di clic più alta (e più bassa) nei risultati di ricerca di Google.

 

APRI IL RAPPORTO SUL RENDIMENTO

Come leggere il rapporto

La visualizzazione predefinita del rapporto mostra il conteggio dei clic sulle tue pagine nei risultati di Ricerca Google negli ultimi tre mesi.

  • Scegli quali metriche visualizzare (clic, impressioni e così via) selezionando una o più metriche da mostrare nel rapporto. Consulta la sezione Tipi di metriche.
  • Modifica la modalità di raggruppamento dei dati (per query, pagina, paese e così via) selezionando una scheda delle proprietà di raggruppamento. Consulta la sezione Leggere la tabella.
  • Filtra i tuoi dati facendo clic su "Aggiungi nuovo" come spiegato nella sezione Filtrare i dati.
  • Confronta i gruppi (ad esempio, per confrontare i clic del Brasile con i clic della Cina) facendo clic sul pulsante Confronta. Puoi confrontare i valori in una sola dimensione di raggruppamento (query, pagina e così via). Consulta la sezione Confronto dei dati.

 

Condividere un rapporto

Puoi condividere dettagli relativi a un problema facendo clic sul pulsante Condividi presente nella pagina. Chi possiede il link può accedere soltanto alla pagina corrente e a eventuali pagine della cronologia delle convalide relative al problema. Il link non consente di accedere ad altre pagine relative alla tua risorsa e non permette all'utente con cui è stato condiviso di compiere azioni nella tua proprietà o nel tuo account. Puoi revocare il link in qualsiasi momento disattivando la condivisione della pagina in questione.

 

Leggere il grafico

Il grafico mostra i clic totali, le impressioni totali, il CTR medio (percentuale di clic) e la posizione media per l'intero sito. Tutti i dati sul grafico sono raccolti per sito. Consulta la sezione "Comprendere le metriche" per capire i tipi di metrica e come vengono calcolati.

Leggere la tabella

La tabella mostra i dati raggruppati per scheda selezionata. Fai clic su una scheda di raggruppamento per modificare la modalità di raggruppamento dei dati. Ulteriori informazioni su ciascun tipo di raggruppamento:

Query

Raggruppa i risultati per stringhe di query cercate dagli utenti su Google. Vengono incluse soltanto le ricerche per cui è stato restituito il tuo sito.

In questi risultati non vengono riportate le query molto rare (chiamate query anonime), al fine di tutelare la privacy degli utenti che le hanno utilizzate.

Quando aggiungi un qualsiasi tipo di filtro di query (ad esempio, "Query che contengono" o "Query che non contengono"), tutte le query anonime vengono omesse dai totali dei grafici e dalla tabella. Questo accade perché non applichiamo filtri alle query anonime.

Utilizzi comuni:

  • Controlla che nell'elenco Query ci siano le parole chiave previste. Se l'elenco non contiene le parole chiave che avevi previsto, è probabile che i contenuti del sito non siano sufficientemente pertinenti per tali parole chiave. Se vengono riportate parole impreviste (come "Viagra" o "casinò"), il tuo sito potrebbe essere stato compromesso.
  • Trova le query con numero elevato di impressioni e CTR basso. Queste query possono esserti utili per stabilire come migliorare i titoli e gli snippet in modo da andare incontro agli interessi degli utenti.
  • Trova totali di query correlate o non correlate a un brand. Potresti voler sapere quante query mostrano il tuo sito quando l'utente include o meno una stringa specifica, ad esempio il nome di un brand. Poiché le query anonime non possono essere conteggiate, devi stabilire se il tuo sito ha parecchie query anonime.
    Per fare una stima delle query correlate/non correlate al brand:
    1. Ricava i totali di clic/impressioni senza applicare nessun filtro di query. Questi totali includono sia le query anonime, sia quelle non anonime.
    2. Aggiungi filtri per la stringa di query che preferisci. Utilizza "Query che contengono" per le query correlate al brand e "Query che non contengono" per le query non correlate al brand. Prova tutte le alternative ortografiche della stringa di query, ad esempio: "stivali grigi", "stivale grigio", "stivalo grigio". I totali che vedrai non includono le query anonime. Somma questi totali.
    3. Ricava il conteggio delle query anonime. Aggiungi un filtro "Query che non contengono" con una lunga stringa priva di senso che è improbabile che mostri corrispondenze. Sottrai questo totale, che non include le query anonime, dal totale del passaggio 1, che include le query anonime. Il risultato è il totale approssimativo delle query anonime.
      1. Se in proporzione il numero di query anonime è ridotto rispetto alle query totali (passaggio 1), puoi ignorarle e utilizzare i tuoi valori del passaggio 2. Puoi fermarti qui con la lettura.
      2. Se in proporzione il numero di query anonime è elevato rispetto alle query totali (passaggio 1), puoi stimare quante query anonime corrispondono ai tuoi criteri (come descritto di seguito) oppure omettere del tutto le query anonime.
    4. Stima quante query anonime corrispondono ai tuoi criteri. Un approccio consiste nel presumere la stessa proporzione di query correlate al brand sia nelle query anonime, sia in quelle non anonime. Tieni presente che questa è solo una stima.
      1. Ricava il conteggio delle query non anonime: filtra per "Query che non contengono:<long_random_string>"
      2. Calcola la proporzione:
        Query corrispondenti (passaggio 2)/Tutte le query non anonime (passaggio 4.a)
      3. Se il tuo brand ha molte possibili varianti associate, ad esempio un'agenzia di viaggi che offre informazioni su diverse città, paesi e hotel, potrebbe essere opportuno aumentare la proporzione.
      4. Moltiplica la percentuale (passaggio 4.b) per il numero di query anonime (passaggio 3).  Aumenta o diminuisci la percentuale, in base alle specifiche del tuo brand e agli utenti.
    5. Aggiungi il totale stimato per le query anonime (passaggio 4) con i totali del passaggio 2. Ricorda che si tratta solo di una stima; al momento non esiste un modo per esaminare le query anonime.
Pagine
Raggruppa i risultati per singola pagina della tua proprietà restituita nei risultati di ricerca. Il raggruppamento per pagina fornirà i dati per pagina anziché per sito solo nella tabella; il grafico sarà comunque raccolto per sito.
Paesi

Raggruppa i risultati per paese in cui è stata eseguita la ricerca, ad esempio Canada o Messico.

Tieni presente che il filtro paese è limitato ai 20 principali paesi che indirizzano il traffico verso la tua proprietà. Se vuoi filtrare in base a un paese non presente nell'elenco a discesa, raggruppa le query per paese, quindi fai clic sulla riga del paese desiderato, in modo da filtrare i risultati per quel paese.

Dispositivi
Raggruppa i risultati per dispositivo da cui è stata eseguita la ricerca, ad esempio dispositivi desktop, tablet o dispositivi mobili. Se hai siti diversi per i dispositivi mobili e desktop, ad esempio m.esempio.com e www.esempio.com, le metriche per ciascun sito verranno mostrate in un rapporto separato per ciascuna proprietà. Se non hai una versione del tuo sito web per dispositivi mobili (ad esempio, se rilevi in modo dinamico lo user-agent e regoli il layout del tuo unico sito di conseguenza), devi raggruppare i dati per dispositivo per poter confrontare i clic e le impressioni relativi ai dispositivi mobili con gli stessi dati relativi ai dispositivi desktop.
Tipo di ricerca

Filtra o confronta per tipo di ricerca, ovvero il tipo di Ricerca Google eseguita dall'utente: ricerca web (i risultati di ricerca predefiniti), ricerca immagini, ricerca video e così via.

Il raggruppamento per tipo di ricerca non è supportato perché il layout della pagina dei risultati cambia molto in base ai diversi tipi di ricerca. Ad esempio, la posizione 30 potrebbe essere nella prima pagina dei risultati di ricerca di immagini, ma essere nella terza pagina dei risultati di ricerca web.

I dati sono memorizzati separatamente in base al tipo di ricerca

Per un determinato URL, tutti i dati su clic, impressioni e posizione sono memorizzati separatamente per ogni tipo di ricerca. Quindi, ad esempio, un'immagine può apparire sia nei risultati di ricerca web sia nei risultati di ricerca di immagini, ma i dati su clic, impressioni e posizione relativi a quell'immagine vengono registrati separatamente per le ricerche web e per le ricerche di immagini.

Se esaminiamo ad esempio un'immagine ospitata sul sito example.com/aboutme.html, potresti avere questi dati:

Tipo di ricerca Impressioni Clic Posizione
Immagine 20 10 23
Web 30 30   7

 

Aspetto nella ricerca [non sempre disponibile]
L'opzione Aspetto nella ricerca è disponibile solo se sono presenti impressioni per almeno una funzione di risultato di ricerca elencata qui. In caso contrario, questa opzione di raggruppamento non sarà visibile.


Raggruppa i risultati in base alla funzione di risultato di ricerca speciale: ad esempio, i risultati contenenti un risultato multimediale di offerta di lavoro o risultati che appaiono in una pagina AMP.

Raggruppa o filtra i dati in base alla funzionalità di aspetto nella ricerca:

Ulteriori informazioni

Il raggruppamento o il filtraggio per aspetto nella ricerca raccoglierà i dati per pagina anziché per proprietà solo nella tabella; i dati nel grafico saranno comunque raccolti per sito.

L'elenco delle funzioni di filtro mostra solo le opzioni di filtro per cui hai impressioni; se non hai risultati AMP la relativa opzione non viene visualizzata nell'elenco dei filtri.

La stessa pagina può avere più funzioni di aspetto nella ricerca in una singola query, ma viene conteggiata una sola impressione per ogni tipo di aspetto. Ad esempio, nella query di una pagina possono essere presenti sia un risultato multifunzione sia un link risultato di ricerca.

Conteggio dei clic filtrati

Se filtri i dati in base alla funzione di risultato di ricerca, non è garantito che tutti i clic conteggiati per un determinato URL siano stati fatti su un link del tipo di funzione su cui è basato il filtro; è però sicuro che l'utente abbia visto un link con l'URL e la funzione in questione nello stesso insieme di risultati in cui ha fatto clic su un link con tale URL. Questo perché i clic vengono assegnati a un URL e non a una combinazione di URL e funzione.

Ad esempio: un utente cerca "pantaloni a fiori" su Google e nei risultati vengono mostrati un link di risultato standard e un link AMP che rimandano alla stessa pagina del sito "Il regno dei pantaloni a fiori di Giorgio". Ovviamente viene conteggiato un clic per lo stesso URL a prescindere dal link su cui ha fatto clic l'utente. Il giorno seguente, Giorgio (proprietario e webmaster del sito "Il regno dei pantaloni a fiori di Giorgio") apre il rapporto Analisi delle ricerche relativo al suo sito, raggruppa i risultati per pagina, li filtra in base alla funzione AMP e scopre che viene indicato un clic per l'URL, a prescindere dal fatto che l'utente abbia fatto clic sul link AMP o sul link standard.

 

Perché non è più disponibile la tabella del rapporto?

La tabella non viene mostrata nel rapporto se non fornisce maggiori informazioni rispetto al grafico. Ad esempio, se decidi di esaminare il numero di clic in una tabella raggruppata per paese e confronti gli Stati Uniti con il Regno Unito, la tabella è simile alla seguente:

Paese Clic USA Clic Regno Unito
USA               1000 0
Regno Unito 0           1000

Questa tabella non offre maggiori informazioni rispetto al grafico, pertanto viene omessa.

Introduzione alle metriche

Sono disponibili le seguenti metriche:

  • Clic: il numero di clic da un risultato di ricerca di Google che ha indirizzato gli utenti alla tua proprietà. Ulteriori informazioni
  • Impressioni: il numero di link che rimandano al tuo sito visti da un utente nei risultati di ricerca di Google. Le impressioni vengono conteggiate quando l'utente visita la pagina dei risultati, anche se il risultato non è reso visibile nella pagina tramite scorrimento. Se, però, l'utente vede soltanto la pagina uno e il risultato si trova nella pagina due, l'impressione non viene conteggiata. Il valore viene raccolto per sito o pagina. A causa della possibilità di scorrere le pagine dei risultati all'infinito, ad esempio per le ricerche di immagini, è possibile che l'elemento debba essere reso visibile nella pagina tramite scorrimento per poter conteggiare l'impressione. Ulteriori informazioni
  • CTR. La percentuale di clic, ossia il numero di clic diviso per il numero di impressioni. Se una riga di dati non contiene impressioni, la percentuale di clic sarà espressa come un trattino (-), in quanto equivarrebbe alla divisione per zero.
  • Posizione media: la posizione media del risultato mostrato più in alto relativo al tuo sito. Ad esempio, se per il tuo sito sono stati mostrati tre risultati nelle posizioni 2, 4 e 6, viene indicata la posizione 2. Se per una seconda query sono stati restituiti risultati nelle posizioni 3, 5 e 9, la posizione media sarebbe (2 + 3)/2 = 2,5. Se una riga di dati non contiene impressioni, la posizione sarà espressa come un trattino (-), in quanto è una posizione inesistente. Ulteriori informazioni
  • Posizione [Solo nella tabella]: il valore di posizione nella tabella rappresenta la posizione media nei risultati di ricerca per l'elemento in quella riga specifica. Ad esempio, se raccogli i dati per query, la posizione è la posizione media per la query specificata nei risultati di ricerca. Consulta la sezione posizione media di cui sopra per sapere come viene calcolato il valore.

Tieni presente che se filtri per query, tutte le query anonime non vengono incluse nei risultati. Se il tuo sito ha un numero elevato di query anonime, potresti vedere una grande differenza tra i risultati filtrati e quelli non filtrati, perché il totale delle (Query che contengono: some_string) + (Query che non contengono: some_string) è minore dei totali di clic/impressioni nel grafico, poiché le query anonime sono state omesse.

Informazioni sui totali

Nel grafico vengono indicati i totali relativi a ogni metrica. Ecco alcune cose da tenere presenti:

  • I totali del grafico possono essere maggiori di quelli della tabella, poiché la tabella può mostrare un massimo di 1000 righe.
  • Quando applichi un filtro basato su URL o query o quando raggruppi URL o query, i totali individuali filtrati non vanno sommati ai totali non filtrati. Ad esempio, se vengono sommati i totali di "Query che contengono: mouse" e di "Query che non contengono: mouse", il risultato potrebbe non corrispondere ai valori totali qualora non sia applicato alcun filtro. Questo avviene perché le query anonime vengono omesse e i dati vengono troncati a causa delle limitazioni di pubblicazione.

Filtrare i dati

Puoi filtrare i dati in base a diverse dimensioni. Ad esempio, se hai raggruppato i dati per query, puoi aggiungere i filtri "paese='USA' E dispositivo='Dispositivi mobili'".

Per aggiungere un filtro, procedi nel seguente modo:

  • Fai clic sull'etichetta + NUOVO accanto ai filtri esistenti di tipo e data nella pagina.

Per cancellare un filtro, procedi nel seguente modo:

  • Fai clic sulla X accanto a un filtro esistente. Non puoi cancellare i filtri del tipo di ricerca o della data.

Per modificare un filtro:

  • Fai clic sul filtro e reimposta i valori.

Filtrare i dati per query o URL può incidere sui totali.

Confrontare le tendenze dei dati

Puoi confrontare i dati di due valori esatti relativi a qualsiasi dimensione di raggruppamento, che sia attualmente selezionata o meno. Ad esempio, nel raggruppamento per query puoi confrontare i clic della settimana in corso e di quella passata oppure i clic di Stati Uniti e Francia. Il confronto per pagina o aspetto nella ricerca potrebbe comportare una variazione del calcolo delle metriche relative a CTR, impressioni e clic. Quando confronti valori relativi a un'unica metrica, nella tabella dei risultati viene mostrata una colonna di "differenze" per consentirti di confrontare i valori di ogni riga.

Di seguito vengono spiegati alcuni utili confronti.

  • Ordina i dati per differenza per trovare le query con cambiamenti significativi rispetto alla settimana precedente.
  • Confronta le ricerche totali eseguite sul tuo sito per dispositivo mobili con le ricerche da dispositivi mobili eseguite sul tuo sito desktop. Se hai due versioni del tuo sito, una per dispositivi mobili e una per dispositivi desktop (m.example.com e www.example.com), e questi siti sono configurati correttamente, dovrebbero risultare molte più ricerche da dispositivi mobili sul tuo sito per dispositivi mobili. Apri un rapporto Analisi delle ricerche diverso per ogni sito e confronta le ricerche eseguite da dispositivi mobili sul tuo sito desktop (www.example.com) con tutte le ricerche eseguite sul tuo sito per dispositivi mobili (m.example.com).
Puoi confrontare i dati di un'unica dimensione alla volta (Date, Query e così via). Se aggiungi un nuovo tipo di confronto in un'altra dimensione di raggruppamento, viene rimosso il tipo di confronto corrente. Ad esempio, se stai confrontando i clic della settimana corrente con quelli della scorsa settimana (Data) e aggiungi un confronto tra Stati Uniti e Giappone (Paese), viene ripristinato l'intervallo di date predefinito.

Se confronti due gruppi e un valore risulta molto raro in un gruppo ma non lo è nell'altro, il primo gruppo mostrerà ~ in corrispondenza di quella riga, per indicare che il numero non è disponibile. Ad esempio, se confronti le impressioni delle query tra Germania e Thailandia, la riga del risultato per "Deutsche Bundesbank" mostrerà probabilmente un numero di impressioni per la Germania e il simbolo ~ (non disponibile) per la Thailandia. Questo perché il numero di impressioni per la Thailandia si trova alla fine di una lunga sequenza di risultati. Non significa necessariamente zero, ma si trova comunque in fondo all'elenco per tale gruppo. Tuttavia, se filtri in base al valore raro (in questo esempio "Deutsche Bundesbank"), dovresti vedere i valori dei dati per entrambe le dimensioni.

Informazioni sui dati

Nel rapporto Analisi delle ricerche i dati vengono conteggiati separatamente per ogni proprietà univoca. Ciò significa che i dati vengono conteggiati separatamente per ognuna delle seguenti destinazioni:

  • https://example.com
  • http://example.com
  • http://m.example.com

Come vengono calcolati i clic, le impressioni e la posizione?

Consulta questa sezione per informazioni su come vengono calcolati i clic, le impressioni e la posizione. 

Discrepanze nei dati

I dati di Search Console potrebbero essere leggermente diversi dai dati riportati in altri strumenti. Alcuni possibili motivi sono:

  • Il rapporto Analisi delle ricerche non mostra tutti i dati per tutelare la privacy degli utenti. Ad esempio, potremmo non tenere traccia di alcune query eseguite pochissime volte o di query contenenti informazioni personali o riservate.
  • L'elaborazione dei nostri dati di origine potrebbe causare differenze tra le statistiche del rapporto e le statistiche riportate in altre fonti (ad esempio per eliminare duplicati e visite dei robot). Tuttavia, queste differenze non dovrebbero essere significative.
  • Alcuni strumenti definiscono le "parole chiave" in modo diverso. Ad esempio, lo strumento per le parole chiave di Google AdWords riporta il numero totale di ricerche Google relative alla parola chiave in questione sul Web. Nel rapporto Analisi delle ricerche vengono riportate soltanto le ricerche di parole chiave per cui sono state restituite le tue pagine nei risultati di ricerca di Google.
  • Potrebbe intercorrere un certo periodo di tempo tra il momento in cui vengono calcolati i valori e il momento in cui tali valori vengono resi disponibili per i webmaster. I dati vengono pubblicati a intervalli di tempo, ma li raccogliamo costantemente. Tuttavia, di norma i dati raccolti dovrebbero essere disponibili entro due o tre giorni.
  • I fusi orari incidono sui dati. La funzione Analisi delle ricerche tiene traccia dei dati giornalieri in base al fuso orario PDT (Pacific Daylight Time). Se gli altri tuoi sistemi utilizzano fusi orari diversi, le visualizzazioni giornaliere potrebbero non corrispondere esattamente. Ad esempio, in Google Analytics l'ora viene indicata nel fuso orario locale del webmaster.
  • Alcuni strumenti, come Google Analytics, monitorano solo il traffico degli utenti che hanno attivato JavaScript nel browser.
  • I dati scaricati non sono disponibili o non corrispondono a un numero. Se scarichi i dati del rapporto, i valori mostrati in quest'ultimo come ~ o - (non disponibili o non corrispondenti a un numero) appariranno come zeri nei dati scaricati.

Differenza fra la raccolta dei dati per sito e per pagina

Tutti i dati sul grafico sono raccolti per sito. Tutti i dati nella tabella sono raccolti per sito tranne quando raggruppati per pagina o aspetto del sito.

Se raccogli i dati per sito, il sito accreditato con i dati è l'effettiva destinazione del link nei risultati di ricerca, che potrebbe essere diverso dall'URL mostrato, come stabilito dal comportamento che ignora i reindirizzamenti di Google.

  • Per quanto riguarda le impressioni, se raccogli i dati per sito e il sito viene mostrato due volte in una pagina dei risultati di ricerca, viene conteggiata un'unica impressione; se invece raggruppi i dati per pagina o aspetto nella ricerca, ogni pagina univoca viene conteggiata separatamente.
  • Per quanto riguarda i clic, se raggruppi i dati per sito, il sito viene mostrato due volte nei risultati di ricerca e l'utente fa clic su un solo link, torna indietro e fa clic sull'altro link, viene conteggiato un unico clic perché la destinazione finale è lo stesso sito.
  • Per quanto riguarda la posizione, se raccogli i dati per sito viene riportata la posizione più alta della tua proprietà nei risultati di ricerca; se invece raggruppi i dati per pagina o aspetto nella ricerca, viene riportata la posizione più alta della pagina nei risultati di ricerca.
  • A causa dei diversi metodi di valutazione, la percentuale di clic e la posizione media sono superiori se raccogli i dati per sito e nei risultati di ricerca vengono mostrate diverse pagine dello stesso sito. Ecco un esempio: per la ricerca di "animali divertenti per i bambini" vengono restituiti soltanto i tre risultati che seguono, tutti dello stesso sito, e gli utenti fanno clic su ogni risultato con uguale frequenza:
Risultati di ricerca di Google Metriche raccolte per sito Metriche raccolte per pagina
  1. www.petstore.example.com/scimmie
  2. www.petstore.example.com/pony
  3. www.petstore.example.com/unicorni

Percentuale di clic: 100%
Tutti i clic relativi a un sito vengono uniti

Percentuale di clic: 33%
3 pagine mostrate, 1/3 dei clic per ogni pagina

Posizione media: 1
La posizione più alta del sito nei risultati
Posizione media: 2
(1+2+3)/3 = 2

 

Problemi noti

Di seguito sono riportati i problemi noti in questa versione beta della nuova Search Console. Non è necessario che ce li segnali, ma ci piacerebbe ricevere il tuo feedback su qualsiasi altra funzionalità o problema riscontrato. Usa lo strumento di Feedback nella barra di navigazione del report.

  • Il grafico ora mostra solo i dati raccolti per sito, mai per URL. (Questa è una funzionalità!)
  • L'esperienza sui dispositivi mobili è ancora in fase di miglioramento.
  • I set di proprietà non sono ancora supportati.
  • Questo rapporto non mostra ancora i dati per le app Android.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?