Impedire la scansione di contenuti duplicati con parametri

Quando e come usare lo strumento Parametri URL

Parametri URL e contenuti duplicati

Se nel tuo sito usi parametri URL per varianti di pagina non significative (ad esempio color=red e color=green) oppure usi parametri che consentono di mostrare fondamentalmente gli stessi contenuti ma con URL diversi (ad esempio, example.com/shirts?style=polo,long-sleeve e example.com/shirts?style=polo&style=long-sleeve ), Google potrebbe eseguire una scansione inefficiente del sito.

Di seguito è riportato un esempio di URL che rimandano a contenuti duplicati e si differenziano soltanto per l'uso di parametri differenti:

URL Descrizione
https://example.com/products/women/dresses/green.html Pagina statica senza parametri.
https://example.com/products/women?category=dresses&color=green L'URL usa i parametri category e color per offrire gli stessi contenuti della pagina senza parametri.
https://example.com/products/women/dresses/green.html?limit=20&sessionid=123 L'URL include parametri che limitano il numero di risultati e un ID sessione per mostrare gli stessi contenuti all'utente.

Se nel tuo sito hai tanti parametri URL di questo tipo, potresti usare lo strumento Parametri URL per limitare la scansione degli URL duplicati.

Importante: se in corrispondenza di URL diversi del tuo sito vengono pubblicati contenuti duplicati senza l'uso di parametri, dovresti definire una pagina canonica, anziché impedire la scansione, come spiegato in questa pagina.

Impedire la scansione di URL contenenti parametri specifici

Puoi impedire a Google di eseguire la scansione degli URL contenenti parametri specifici oppure parametri con valori specifici per evitare di eseguire la scansione di pagine duplicate.

Requisiti

Dovresti usare lo strumento Parametri URL soltanto se il tuo sito soddisfa TUTTI i requisiti che seguono.

  • Il sito ha più di 1000 pagine E
  • Nei tuoi log riscontri un numero significativo di pagine duplicate indicizzate da Googlebot in cui sono diversi soltanto i parametri URL (ad esempio example.com?product=green_dress e example.com?type=dress&color=green).
Avviso relativo all'uso non corretto
 
Dovresti usare lo strumento Parametri URL soltanto se il tuo sito soddisfa i requisiti indicati in precedenza e hai esperienza nell'uso di SEO. Se usi lo strumento in modo errato, Google potrebbe ignorare pagine importanti del tuo sito senza avvisarti o segnalare le pagine ignorate. Se sembra un po' drastico è perché molte persone usano lo strumento in modo errato o senza averne un'effettiva necessità. Se hai dubbi in merito all'uso corretto dello strumento, sarebbe meglio non usarlo.

Utilizzo

Puoi specificare il comportamento di Google durante la scansione del tuo sito usando parametri specifici. Il comportamento dei parametri viene applicato all'intera proprietà; non puoi limitare il comportamento di scansione di un determinato parametro a un URL o a una parte specifici del tuo sito.

Per usare lo strumento Parametri URL:

  1. Verifica che il tuo sito soddisfi i requisiti elencati in precedenza.
  2. Apri lo strumento Parametri URL.
  3. Modifica un parametro esistente o fai clic su Aggiungi parametro per crearne uno nuovo. Tieni presente che questo strumento fa distinzione tra maiuscole e minuscole, quindi digita il nome del parametro esattamente come viene visualizzato nell'URL.
  4. Specifica se il parametro URL influisce sui contenuti della pagina:
    • No: non influisce sui contenuti della pagina. Il parametro non influisce sulla presentazione dei contenuti della pagina. Questo tipo di parametro può essere utilizzato per tracciare delle visite e dei referrer, ma non ha alcun effetto sui contenuti effettivi della pagina. Ad esempio, sessionID o userName. Se Google trova molti URL che differiscono solo per il valore di questo parametro, esegue la scansione di un solo URL. Google prova a rilevare questi tipi di parametri, ma se dai tuoi log risulta che non identifichiamo correttamente il parametro statico, puoi specificarlo qui.
    • Sì: modifica, riordina o limita i contenuti della pagina.  Il tuo parametro può modificare i contenuti della pagina. Degli esempi potrebbero essere brand, gender, country o sortorder. Scegli lo scopo del parametro:
      • Ordina (ad esempio sort=price_ascending): consente di cambiare l'ordine di presentazione dei contenuti.
      • Circoscrive (ad esempio t-shirt_size=XS): consente di filtrare i contenuti nella pagina.
      • Specifica (ad esempio store=women): consente di stabilire la classe generica dei contenuti visualizzati in una pagina. Se viene specificato un elemento preciso e si tratta dell'unico modo per accedere ai contenuti in questione, dovresti selezionare il comportamento "Ogni URL".
      • Traduce (ad esempio lang=fr): consente di mostrare una versione tradotta dei contenuti. Se usi un parametro per mostrare versioni in lingue diverse, probabilmente vuoi che Google esegua la scansione delle versioni tradotte e utilizzi il parametro hreflang per indicare le varianti linguistiche della pagina, mentre vuoi evitare che Google blocchi i contenuti con questo strumento.
      • Numera le pagine (ad esempio page=2): consente di mostrare una pagina specifica di un lungo elenco o un lungo articolo.
         
      • Quali URL con questo parametro devono essere sottoposti a scansione da Googlebot? Scegli un'opzione per indicare il comportamento di Google quando rileva URL che contengono questo parametro:
        • Lascia decidere a Googlebot. È l'impostazione predefinita per i parametri già noti. Selezionala se non hai dei dubbi riguardo al comportamento del parametro o se il comportamento cambia a seconda delle diverse parti del sito. Googlebot può analizzare il tuo sito per determinare il modo migliore per gestire il parametro.
        • Ogni URL. Indica a Google di non bloccare mai gli URL con questo parametro. Gli URL con valori univoci di questo parametro non hanno contenuti duplicati. Ad esempio, dopo aver implementato questo tipo di impostazione per gli URL contenenti il parametro productid, Google considera automaticamente l'URL http://www.example.com/dresses/real.htm?productid=1202938 completamente diverso da http://www.example.com/dresses/real.htm?productid=5853729 perché ogni URL ha un valore diverso per il parametro productid.
        • Solo gli URL con un determinato valore. Consente di comunicare a Google di eseguire soltanto la scansione degli URL in cui il parametro URL è impostato su un valore specificato. Gli URL con un valore del parametro diverso non verranno sottoposti a scansione. Si tratta di un'opzione particolarmente utile se il tuo sito utilizza il valore del parametro per modificare l'ordine in cui verrebbero altrimenti visualizzati contenuti identici. Ad esempio, http://www.example.com/dresses/real.htm?sort=price_high ha gli stessi contenuti di http://www.example.com/dresses/real.htm?sort=price_low. Potresti utilizzare questa impostazione per comunicare a Googlebot di sottoporre a scansione soltanto gli URL contenenti sort=price_low per evitare la scansione dei contenuti duplicati.
        • Nessun URL. Consente di comunicare a Google di non eseguire la scansione degli URL con un parametro specifico. Google non eseguirà la scansione degli URL che contengono il parametro inserito. Ad esempio, puoi comunicare a Google di non sottoporre a scansione gli URL con parametri quali pricefrom e priceto (come http://www.examples.com/search?category=shoe&brand=nike&color=red&size=5&pricefrom=10&priceto=1000) per evitare di eseguire la scansione non necessaria di contenuti duplicati già disponibili da http://www.examples.com/search?category=shoe&brand=nike&color=red&size=5.
  5. Se in un URL del tuo sito sono presenti più parametri, leggi la sezione Gestire gli URL con più parametri.
  6. Tieni presente che le tue regole potrebbero essere ereditate da altre proprietà (vedi la sezione Ereditarietà delle regole dei parametri).

Ereditarietà delle regole dei parametri

Se hai proprietà separate per http e https oppure proprietà principale e secondaria separate (ad esempio, example.com ed example.com/fr/ oppure example.com e m.example.com), le impostazioni dei parametri potrebbero essere ereditate dalle proprietà in base a queste regole:

  • http/https: se solo una delle due proprietà http e https presenta regole, allora le regole vengono applicate a entrambe le proprietà. Se invece entrambe hanno delle regole stabilite, allora vengono applicate solo le loro regole specifiche.
  • Principale/secondaria: se una proprietà principale (example.com) presenta delle regole relative ai parametri, ogni proprietà secondaria (example.com/fr/) senza regole per i parametri eredita tali regole, mentre ogni proprietà secondaria con regole proprie, utilizzerà le sue. Tieni presente che i sottodomini (m.example.com) vengono conteggiati come elementi secondari di domini principali (example.com).

Gestire gli URL con più parametri

Un singolo URL può contenere molti parametri e puoi specificare le impostazioni di scansione per ognuno di essi. Se un singolo URL contiene più parametri gestiti, Google rispetterà la regola che segue per decidere se eseguire o meno la scansione dell'URL.

Le impostazioni dei parametri più restrittive sostituiscono quelle meno restrittive.

Ad esempio, di seguito sono riportati tre parametri URL di esempio e le rispettive impostazioni di scansione di Google:

Parametro Impostazioni di scansione del parametro
shopping-category Esegui la scansione di tutti gli URL con questo parametro
sort-by Esegui soltanto la scansione degli URL con il valore = production-year
sort-order Esegui soltanto la scansione degli URL con il valore = asc

 

Esempio 1

http://www.example.com?shopping-category=shoes&sort-by=size&sort-order=asc.

Google non eseguirà la scansione di questo URL perché il parametro sort-by non è impostato su production-year, anche se l'URL contiene un valore sort-order valido (asc).

Esempio 2

http://www.example.com?shopping-category=DVD-movies&sort-by=production-year&sort-order=asc.

Google può eseguire la scansione di questo URL, poiché i valori di sort-by e di sort-order corrispondono alle impostazioni consentite.

Esempio 3

http://www.example.com/shoes/33453

http://www.example.com?country=fr

Google può eseguire la scansione di entrambi gli URL perché non sono presenti parametri segnalati.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?