Utilizzo dello strumento Visualizza come Google per i siti web

Lo strumento Visualizza come Google ti consente di testare il modo in cui Google esegue la scansione o il rendering degli URL del tuo sito. Puoi utilizzare Visualizza come Google per verificare se Googlebot può accedere a una pagina del tuo sito, in che modo esegue il rendering e se alcune risorse della pagina (come immagini o script) sono bloccate per Googlebot. Questo strumento simula l'esecuzione di una scansione e del rendering così come in un normale processo di scansione e rendering di Google. È utile per eseguire il debug degli errori di scansione sul tuo sito.

Apri lo strumento Visualizza come Google per i siti

Per le app per dispositivi mobili, utilizza lo strumento equivalente Visualizza come Google per app

Esecuzione di un recupero

  1. Inserisci nella casella di testo il componente del percorso di un URL del tuo sito che desideri venga recuperato da Googlebot, in relazione alla directory principale del sito. Se lasci la casella di testo vuota, viene recuperata la pagina principale del sito. Ad esempio, se la proprietà corrente è http://example.com, per la richiesta di stores/indiana/1234.html verrebbe recuperata la pagina http://example.com/stores/indiana/1234.html.
    Limitazioni per il recupero:
    • Vengono recuperati soltanto gli URL del sito corrente. Ad esempio, se l'attuale proprietà di Search Console è http://example.com, non puoi recuperare un URL da https://example.com o http://m.example.com.
    • Il recupero non comporta l'invio di cookie, dati di accesso o altre informazioni sullo stato.
    • Il recupero non seguirà un reindirizzamento. Se recuperi una pagina con un reindirizzamento, dovrai seguirla manualmente come descritto nella descrizione dello stato del recupero "Reindirizzato".
  2. Facoltativamente, puoi scegliere un tipo di Googlebot con cui desideri eseguire un recupero. Questo influisce sul crawler che esegue il recupero e anche sul rendering per una richiesta di recupero e visualizzazione. Sono disponibili i seguenti tipi:
    1. Desktop [predefinito]
    2. Dispositivo mobile: smartphone
    3. Mobile: cHTML (un sottoinsieme di feature phone in gran parte giapponesi). Il rendering non è supportato.
    4. Mobile: XHTML/WML (feature phone). Il rendering non è supportato.
  3. Fai clic su Recupera o Recupera e visualizza:
    • Recupera. Consente di recuperare un URL specificato nel tuo sito e di visualizzare la risposta HTTP. Non vengono richieste o eseguite eventuali risorse associate (ad esempio immagini o script). Si tratta di un'operazione relativamente rapida che puoi utilizzare per controllare una connettività di rete sospetta e problemi di sicurezza del tuo sito o per eseguirne il debug e per verificare lo stato della richiesta (riuscita o non riuscita).
    • Recupera e visualizza. Consente di recuperare un URL specificato nel tuo sito, di visualizzare la risposta HTTP e di eseguire il rendering della pagina in base alla piattaforma specificata (desktop o smartphone). Questa operazione richiede e ricorre a tutte le risorse della pagina (come immagini e script). Utilizza questa opzione per rilevare differenze significative tra il modo in cui Googlebot vede la tua pagina e il modo in cui viene visualizzata dal tuo browser.
  4. La richiesta viene aggiunta alla tabella della cronologia delle richieste con lo stato "In attesa". Quando la richiesta viene completata, nella riga vengono indicati lo stato della richiesta (riuscita o non riuscita) e alcune informazioni di base. Fai clic sulla riga relativa a un recupero non riuscito nella tabella per ricevere informazioni aggiuntive in merito alla richiesta (inclusi dati e intestazioni non elaborati della risposta HTTP), un elenco di risorse bloccate e una visualizzazione della pagina sottoposta a rendering.
  5. Se la richiesta ha avuto esito positivo e risale alle ultime quattro ore, puoi chiedere a Google di ripetere la scansione e l'indicizzazione della pagina recuperata (se possibile) nonché, eventualmente, delle pagine a cui rimanda la pagina recuperata.

La quota settimanale a tua disposizione è di 500 recuperi. Quando stai per raggiungere il limite, viene mostrata una notifica nella pagina.

Stato di recupero delle richieste

La tabella della cronologia dei recuperi mostra le ultime 100 richieste di recupero. Per visualizzare i dettagli di un recupero completato, fai clic sulla riga corrispondente nella tabella della cronologia dei recuperi. Potrebbero essere indicati i seguenti stati di recupero delle richieste:

  • Completo. Google è riuscita a contattare il tuo sito, ha eseguito la scansione della pagina e riesce a recuperare tutte le risorse a cui viene fatto riferimento nella pagina. Fai clic sulla riga della tabella per leggere ulteriori informazioni sui risultati del recupero.
  • Parziale. Google ha ricevuto una risposta dal tuo sito e ha recuperato l'URL, ma non è riuscita ad accedere a tutte le risorse a cui viene fatto riferimento nella pagina perché erano bloccate dai file robots.txt. Se si tratta soltanto di un recupero, esegui il recupero e il rendering. Esamina la pagina visualizzata per verificare la presenza di risorse importanti bloccate che potrebbero impedire a Google di interpretare correttamente la pagina. Sblocca le eventuali risorse bloccate nei file robots.txt di tua proprietà. Per quanto riguarda le risorse bloccate da file robots.txt di terze parti, contatta i proprietari del sito delle risorse per chiedere loro di sbloccarle per Googlebot. Consulta l'elenco di descrizioni degli errori di recupero delle risorse.
  • Reindirizzato. Il server ha risposto con un reindirizzamento. Lo strumento Visualizza come Google non segue i reindirizzamenti. Al contrario dello strumento Visualizza come Google, il crawler di Google effettivo segue i reindirizzamenti. Devi seguire i reindirizzamenti manualmente:
    • Se il reindirizzamento viene eseguito verso la stessa proprietà, lo strumento mostra un pulsante che consente di seguire rapidamente il reindirizzamento compilando la casella del recupero con un URL di reindirizzamento.
    • Se l'URL reindirizza a un'altra tua proprietà, puoi fare clic su "Segui" per compilare automaticamente la casella dell'URL, quindi copia l'URL, cambia la visualizzazione del nuovo sito e incolla l'URL nella casella del recupero.
    Puoi esaminare la risposta HTTP nella pagina relativa alle informazioni sul recupero per visualizzare i dettagli del reindirizzamento. Individua il codice di errore HTTP per ottenere ulteriori informazioni. I reindirizzamenti possono essere attivati dal server oppure da meta tag o JavaScript nella pagina stessa.

Errori di recupero delle risorse

Se lo stato della richiesta di recupero è Parziale, fai clic sulla richiesta per aprire la relativa pagina di dettagli. Nella tabella presente nella pagina sono elencati gli eventuali errori riscontrati. In genere gli errori sono dovuti alla presenza di risorse bloccate nella pagina. Nelle richieste di recupero potrebbero verificarsi i seguenti errori relativi alle risorse:

Elenco di errori di recupero delle risorse
Stato Spiegazione Note e passaggi successivi

Non trovata

Impossibile trovare la risorsa (codici di risposta HTTP 404 o 410).

Questo errore indica che potresti visualizzare il codice di errore HTTP 404 quando esegui l'accesso alla pagina utilizzando un browser web.

Non autorizzato

Googlebot non è autorizzato ad accedere alla pagina (ad esempio, se la pagina richiede una password).

Questo errore indica che potrebbe essere visualizzato il codice di errore HTTP 403 quando accedi alla pagina utilizzando un browser web.

DNS non trovato

Google non è riuscita a recuperare la risorsa perché non è stato trovato il nome di dominio.

Assicurati di avere digitato correttamente il nome di dominio (ad esempio, www.example.com) affinché Google possa trovare il server del tuo sito.

Bloccato

L'host della risorsa sta bloccando l'accesso a Googlebot mediante un file robots.txt.

Questo errore rappresenta un problema comune che puoi risolvere aggiornando il file robots.txt. Se l'indirizzo della tua proprietà è a livello di dominio principale (ad esempio, www.example.com e non www.example.com/my_site/), puoi utilizzare lo strumento Tester dei file robots.txt per capire il motivo per cui l'URL non è accessibile a Google.

Robots.txt non raggiungibile

Googlebot non è in grado di raggiungere il file robots.txt dell'host della risorsa. In questo caso, Google evita di caricare risorse dall'host.

Per risolvere questo problema, leggi gli articoli del Centro assistenza su come creare e testare i file robots.txt.

Non raggiungibile

L'host della risorsa ha impiegato troppo tempo a rispondere o ha rifiutato la richiesta.

Controlla che il server sia operativo.

Temporaneamente non raggiungibile

1) Al momento Visualizza come Google non è in grado di recuperare l'URL poiché il server ha impiegato troppo tempo per rispondere.

OPPURE

2) Visualizza come Google ha annullato il recupero a causa di un numero eccessivo di richieste consecutive al server per URL differenti.

Tieni presente che l'URL non è interamente irraggiungibile per Google: lo è solo per lo strumento di simulazione Visualizza come Google.

Errore

Un errore non specificato ha impedito a Google di completare il recupero.

Se l'errore si ripresenta, ti invitiamo a contattare l'assistenza del prodotto Search Console.
Hai trovato utile questo articolo?