Istruzioni per i webmaster

Best practice per aiutare Google a trovare il sito, eseguirne la scansione e indicizzarlo

Ti consigliamo di attenerti a queste istruzioni per consentire a Google di trovare, indicizzare e posizionare il tuo sito. Anche se decidi di non implementare questi suggerimenti, ti consigliamo di prestare particolare attenzione alle "Norme sulla qualità", che descrivono alcune pratiche illecite che possono comportare la completa rimozione di un sito dall'indice di Google, oppure un intervento manuale antispam o algoritmico sul sito. Se un sito è stato sottoposto a un intervento antispam, potrebbe non essere più visualizzato nei risultati di Google o in qualsiasi sito partner di Google.

  • Istruzioni su struttura e contenuti
  • Istruzioni tecniche
  • Norme sulla qualità

Quando il sito è pronto:

Istruzioni su struttura e contenuti

  • Progetta un sito con gerarchia e link testuali comprensibili. Ogni pagina dovrà essere raggiungibile da almeno un link testuale statico.

  • Offri agli utenti una mappa del sito con link che rimandano alle sezioni più importanti. Se la mappa del sito contiene moltissimi link, suddividila in più pagine.

  • Limita a un numero ragionevole i link in una determinata pagina.

  • Crea un sito utile e ricco di informazioni, con pagine che descrivano in modo chiaro e accurato i contenuti del sito.

  • Pensa alle parole che gli utenti potrebbero digitare per trovare le tue pagine e assicurati che siano incluse nel tuo sito.

  • Prova a utilizzare del testo anziché immagini per visualizzare nomi, contenuti o link importanti. Il crawler di Google non riconosce il testo contenuto nelle immagini. Se devi utilizzare delle immagini per i contenuti testuali, considera l'utilizzo dell'attributo "ALT" per includere qualche parola di testo descrittivo.

  • Assicurati che i tag <title> e gli attributi ALT siano descrittivi e precisi.

  • Verifica l'eventuale presenza di link non funzionanti e correggi il codice HTML.

  • Se decidi di utilizzare pagine dinamiche (ad esempio, se l'URL contiene un carattere "?"), tieni presente che non tutti gli spider dei motori di ricerca eseguono la scansione sia delle pagine dinamiche che di quelle statiche. È utile mantenere un numero esiguo di parametri brevi.

  • Leggi le nostre best practice consigliate per immagini, video e rich snippet.

Linee guida tecniche

  • Utilizza un browser di testo come Lynx per esaminare il tuo sito, in quanto la maggior parte degli spider dei motori di ricerca rileva il sito allo stesso modo di Lynx. Se funzioni creative come JavaScript, cookie, ID di sessione, frame, DHTML o Flash ti impediscono di visualizzare l'intero sito in un browser di testo, anche gli spider dei motori di ricerca potrebbero riscontrare problemi durante la scansione del tuo sito.

  • Consenti ai programmi automatizzati di eseguire la scansione dei tuoi siti senza ID di sessione o argomenti che richiedano di tenere traccia dell'intero percorso attraverso il sito. Queste tecniche sono utili per rilevare il comportamento del singolo utente, ma il pattern di accesso dei programmi automatizzati è completamente differente. L'utilizzo di queste tecniche può causare un'indicizzazione incompleta del tuo sito, poiché i programmi automatizzati non sono in grado di eliminare gli URL che hanno un aspetto diverso ma che puntano effettivamente alla stessa pagina.

  • Assicurati che il tuo server web supporti l'intestazione HTTP If-Modified-Since. Questa funzione consente al server web di comunicare a Google se il contenuto è stato modificato dall'ultima scansione del tuo sito. L'implementazione di questa funzione consentirà di limitare l'uso di larghezza di banda e di ridurre il sovraccarico.

  • Utilizza il file robots.txt sul tuo server web. Questo file indica ai crawler le directory delle quali è possibile eseguire la scansione. Assicurati che il file sia aggiornato, in modo da non bloccare involontariamente il crawler Googlebot. Per sapere come dare istruzioni ai robot quando visitano il tuo sito, visita la pagina all'indirizzo http://code.google.com/web/controlcrawlindex/docs/faq.html. Puoi testare il tuo file robots.txt per assicurarti che venga utilizzato correttamente con lo strumento di analisi dei file robots.txt disponibile in Strumenti per i Webmaster di Google.

  • Fai il possibile per assicurarti che gli annunci non incidano sui posizionamenti del motore di ricerca. Ad esempio, la scansione degli annunci AdSense di Google e dei link DoubleClick viene bloccata da un file robots.txt.

  • Se la tua azienda acquista un sistema di gestione dei contenuti, assicurati che questo crei pagine e link sottoponibili alla scansione dei motori di ricerca.

  • Utilizza un file robots.txt per impedire la scansione delle pagine dei risultati di ricerca o di altre pagine generate automaticamente che non sono di particolare interesse per gli utenti provenienti dai motori di ricerca.

  • Testa il tuo sito per assicurarti che venga visualizzato correttamente in browser diversi.

  • Monitora le prestazioni del tuo sito e ottimizza i tempi di caricamento. L'obiettivo di Google è offrire agli utenti i risultati più pertinenti e un'eccellente esperienza. I siti veloci aumentano la soddisfazione degli utenti e migliorano la qualità generale del Web (in particolare per gli utenti con connessioni Internet lente) e ci auguriamo che, grazie al miglioramento dei siti da parte dei relativi webmaster, la velocità generale del Web migliori.

    Google consiglia vivamente a tutti i webmaster di monitorare regolarmente le prestazioni dei siti utilizzando Page Speed, YSlow, WebPagetest o altri strumenti. Per ulteriori informazioni, strumenti e risorse, consulta la pagina Let's Make The Web Faster (Velocizzazione del Web). Inoltre, lo strumento Prestazioni del sito di Strumenti per i Webmaster indica la velocità del tuo sito web riscontrata da utenti di tutto il mondo.

Norme sulla qualità

Le presenti norme sulla qualità illustrano le forme più comuni di comportamento ingannevole o a scopo di manipolazione; Google, tuttavia, può rispondere in maniera negativa ad altri comportamenti ingannevoli non elencati nel presente documento. Non è consigliabile supporre che Google approvi una pagina solo perché in essa non sono state utilizzate tecniche ingannevoli. I webmaster che si impegnano a rispettare i princìpi di base sopra elencati offriranno agli utenti un servizio decisamente migliore e, di conseguenza, godranno di un miglior posizionamento rispetto a coloro che si dedicano a cercare scappatoie.

Se ritieni che un altro sito stia violando le norme sulla qualità di Google, comunicacelo presentando una segnalazione di spam. Google privilegia lo sviluppo di soluzioni scalabili e automatizzate dei problemi, cercando quindi di ridurre la lotta "manuale" contro lo spamming. È possibile che non vengano intraprese azioni manuali in risposta a ogni segnalazione, tuttavia alle segnalazioni di spam viene assegnata una priorità in base all'impatto sugli utenti e in alcuni casi ciò potrebbe comportare la completa rimozione di un sito contenente spam dai risultati di ricerca di Google. Non tutte le azioni manuali comportano la rimozione, comunque. Anche nei casi in cui agiamo su un sito segnalato, è possibile che gli effetti di queste azioni non siano evidenti.

Norme sulla qualità - Princìpi di base

  • Progetta le tue pagine per gli utenti, non per i motori di ricerca.

  • Non ingannare i tuoi utenti.

  • Evita i trucchi per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. Una buona regola generale è chiederti se ti sentiresti a tuo agio nello spiegare il tuo comportamento a un sito web concorrente o a un dipendente di Google. Un altro test utile consiste nel chiederti se quanto stai facendo sarà d'aiuto ai tuoi utenti e se lo faresti ugualmente se i motori di ricerca non esistessero.

  • Pensa a ciò che rende il tuo sito web unico, prezioso o coinvolgente. Fai in modo che il tuo sito web si distingua dagli altri nel tuo campo.

Norme sulla qualità - Norme specifiche

Evita le seguenti tecniche:

Impegnati in buone prassi come quelle seguenti:

  • Monitoraggio del tuo sito per individuare eventuali contenuti compromessi e rimozione di tali contenuti non appena vengono rilevati

  • Prevenzione e rimozione dello spam generato dagli utenti sul tuo sito

Se il tuo sito vìola una o più di queste istruzioni, Google potrebbe compiere un'azione manuale sul sito. Dopo avere risolto il problema puoi inviare il tuo sito perché venga riconsiderato.