Codifica di un modello email

Assistente per il markup dei dati strutturati può mostrarti come eseguire il markup di email contenenti uno dei seguenti tipi di dati:

Gli schemi relativi a questi tipi di dati sono in fase di esame da parte della community di schema.org. Gli schemi definitivi potrebbero essere diversi. Google supporterà gli schemi non appena saranno stati rivisti da schema.org e proverà a fare il passaggio necessario nel modo più uniforme possibile.
Che cos'è schema.org?

schema.org è un progetto nato dalla collaborazione tra Google, Microsoft e Yahoo! con lo scopo di migliorare il Web creando un vocabolario comune per la descrizione dei dati sul Web. Se aggiungi il markup schema.org alle tue pagine HTML, molti prodotti, inclusa la Ricerca Google, e società potranno comprendere i dati del tuo sito. In modo simile, se aggiungi il markup schema.org alla tua email in formato HTML, anche altri prodotti, oltre a Gmail, potrebbero comprendere i dati.

Puoi utilizzare tipi diversi di markup per descrivere i tuoi dati con il vocabolario di schema.org. Assistente per il markup può mostrarti come utilizzare i microdati e JSON-LD.

Per ulteriori informazioni su schema.org, leggi le Domande frequenti (FAQ) su schema.org.

Codifica di un modello email:

  1. Accedi ad Assistente per il markup procedendo nel seguente modo:

    1. Nella home page di Search Console, fai clic su Strumenti aggiuntivi.
    2. Fai clic su Assistente per il markup dei dati strutturati.  
    3. Fai clic sulla scheda Email.
  2. Incolla il codice HTML sorgente dell'email. Tieni presente che devi incollare il codice HTML sorgente, vale a dire i tag HTML e il testo visualizzati quando fai clic con il pulsante destro del mouse su un'email in un browser web e selezioni Visualizza sorgente.  
  3. Seleziona un tipo di dati da taggare. Ad esempio, fai clic su Prenotazioni di voli se invii un'email su prenotazioni di voli.
  4. Fai clic su Inizia la codifica.
  5. Fai capire ad Assistente per il markup la modalità di visualizzazione dei dati nell'email taggando le informazioni nella pagina Tagger. A tale scopo, procedi nel seguente modo:
    1. Seleziona un'immagine o una parte di testo con il puntatore del mouse.
    2. Nel menu popup visualizzato dopo avere effettuato la selezione, fai clic sul tipo di dati selezionato. Ad esempio, fai clic su Nome.
    3. Continua a selezionare e a fare clic sul tipo di tutti i dati obbligatori e di eventuali dati facoltativi disponibili.

    Suggerimenti utili.

    • Nella colonna Le mie voci di dati viene visualizzata la parola required accanto a ogni dato obbligatorio non ancora taggato. Se nella pagina mancano dati obbligatori, puoi aggiungere i dati mancanti.
    • Se applichi un pattern uniforme di due o più tag dello stesso tipo, Assistente per il markup taggerà automaticamente altri elementi simili nella pagina. Ad esempio, se tagghi due volte una data e un nome, Assistente per il markup taggherà automaticamente le altre date e gli altri nomi nella pagina.
    • Puoi taggare ogni elemento di testo o un'immagine soltanto una volta. Se, ad esempio, il nome di un evento è anche un link ipertestuale dell'URL dell'evento, dovrai decidere se taggarlo come nome o come URL. Tieni presente che schema.org consente l'aggiunta di più tag a un unico elemento quindi, dopo avere scaricato l'esempio, puoi aggiungere gli altri microdati manualmente.
    • Se le informazioni relative a data e ora sono in punti separati (ad esempio, l'anno viene visualizzato nella parte superiore della pagina mentre il mese e il giorno vengono visualizzati al centro della pagina), puoi taggare le singole parti. Consulta la sezione Codifica delle date.
  6. Verifica i tag visualizzando i dati nella colonna Le mie voci di dati. Se viene visualizzata l'icona di avviso (Alert Icon), fai clic sui dati accanto all'icona. Ad esempio, se viene visualizzato Alert IconBoston, fai clic su Boston. Dopodiché controlla i tag e procedi in uno dei seguenti modi:
    • Se i tag sono sbagliati, fai clic sulla X accanto ai dati. Dopodiché tagga di nuovo i dati.
    • Se i tag sono corretti fai clic sull'icona di avviso stessa (Alert Icon) e seleziona Cancella avviso.
  7. Fai clic su Crea HTML.

Dopo avere fatto clic su Crea HTML, Assistente per il markup visualizza il codice sorgente HTML. Il markup aggiunto da Assistente per il markup viene evidenziato.

Passi successivi

Google conserva il tuo esempio di markup per un mese dall'ultimo accesso quindi, se aggiungi l'esempio ai segnalibri, potrai tornare in Assistente per il markup dei dati strutturati e modificare l'esempio o aggiungervi elementi. Se non visualizzi l'esempio per più di un mese, alla fine Google lo elimina.
È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?