Hoster web gratuiti

Se gestisci un servizio di web hosting gratuito, scopri come impedire agli spammer di assumerne il controllo

I servizi di web hosting gratuiti possono consentire ai webmaster di ridurre i costi e le barriere tecniche e quindi ai nuovi proprietari di siti di creare facilmente i propri siti web. Purtroppo gli spammer sfruttano spesso questi servizi per creare in modo rapido ed economico decine o centinaia di siti che violano le nostre norme sulla qualità e aggiungono scarso valore, o nessun valore, al Web.

Google fa del suo meglio per prendere provvedimenti soltanto contro singoli siti o pagine contenenti spam. Tuttavia, nei casi in cui gli spammer assumono il controllo totale o parziale del servizio di web hosting gratuito, potremmo adottare provvedimenti relativi alla modalità di visualizzazione dell'interno servizio di hosting gratuito nei risultati di ricerca al fine di evitare che venga visualizzato spam ai nostri utenti.

Se hai un servizio di hosting gratuito, ecco alcuni metodi per ridurre o impedire lo spam:

Comunica agli utenti che non ammetti spam nel tuo servizio

Pubblica chiare norme sui comportamenti illeciti per gli utenti, ad esempio durante la procedura di registrazione.

Blocca la creazione automatica di account

Nel modulo di registrazione potresti utilizzare CAPTCHA o strumenti di verifica simili per consentire soltanto la registrazione delle persone e impedire agli script automatici di generare un gruppo di siti sul tuo servizio di hosting.

Monitora il tuo servizio per individuare eventuali comportamenti illeciti

  • Monitora il tuo servizio di hosting gratuito per individuare segnali della presenza di spam come reindirizzamenti, numerosi blocchi di annunci, determinate parole chiave di spam e ampie sezioni di codice JavaScript con caratteri di escape. La query con l'operatore site: o Google Alert sono strumenti semplici e gratuiti che possono consentire di rilevare problemi.
  • Tieni d'occhio i file di log del tuo server web per rilevare improvvisi picchi di traffico, in particolare relativi a siti appena creati.
  • Monitora il tuo servizio di web hosting gratuito per individuare eventuali pagine di phishing e infettate da malware. Ad esempio, puoi utilizzare l'API Navigazione sicura di Google per testare regolarmente gli URL del tuo servizio, oppure registrarti per ricevere gli avvisi di Navigazione sicura.
  • Escogitate alcune verifiche del buono stato del servizio. Ad esempio, se gestite un servizio di web hosting gratuito polacco, quante probabilità ci sono che durante la notte vengano create migliaia di nuovi siti legittimi in giapponese sul vostro servizio? Sono a disposizione una serie di strumenti che consentono di rilevare la lingua dei siti appena creati, ad esempio librerie di rilevamento della lingua o la versione 2 dell'API di Google Traduttore.

Identifica gli account contenenti spam

Conserva un record delle registrazioni e prova a identificare tipici schemi di spam, come:

  • Data e ora di completamento del modulo
  • Numero di richieste inviate dallo stesso intervallo di indirizzi IP
  • User-agent utilizzati durante la registrazione
  • Nomi utente o altri valori del modulo scelti durante la registrazione.