Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Utilizzare hreflang per gli URL in varie lingue e per varie aree geografiche

Molti siti web servono gli utenti di tutto il mondo, con contenuti tradotti o destinati a utenti di una determinata area geografica. Google utilizza gli attributi rel="alternate" hreflang="x" per visualizzare la lingua o l'URL locale corretti nei risultati di ricerca.

Creating multi-regional and multilingual sites

Di seguito sono riportati alcuni scenari di esempio per cui è consigliabile utilizzare rel="alternate" hreflang="x":

  • Mantieni i contenuti principali in una sola linguatraduci soltanto il modello, ad esempio la barra di navigazione e il piè di pagina. Si tratta di una soluzione comune per le pagine con contenuti generati dagli utenti, come i forum.
  • I tuoi contenuti presentano piccole varianti locali, ma le pagine hanno contenuti simili in un'unica lingua. Ad esempio, potresti avere contenuti in inglese destinati a utenti di Stati Uniti, Gran Bretagna e Irlanda.
  • I contenuti del tuo sito sono completamente tradotti. Ad esempio, per ogni pagina hai le versioni in tedesco e in inglese.

Utilizzo delle annotazioni per la lingua

Immagina di avere una pagina in lingua inglese in hosting all'indirizzo http://www.example.com/, e una versione alternativa in spagnolo all'indirizzo http://es.example.com/. Puoi comunicare a Google che l'URL spagnolo è l'equivalente in lingua spagnola della pagina in inglese in uno dei tre modi spiegati di seguito:

  • Elemento link HTML nell'intestazione. Nella sezione <head> del codice HTML di http://www.example.com/, aggiungi un elemento link che rimandi alla versione spagnola della pagina web all'indirizzo http://es.example.com/, in questo modo:
    <link rel="alternate" hreflang="es" href="http://es.example.com/" />
  • Intestazione HTTP. Se pubblichi file in formato diverso da HTML (ad esempio PDF), puoi utilizzare un'intestazione HTTP per indicare una versione in lingua diversa di un URL.
    Link: <http://es.example.com/>; rel="alternate"; hreflang="es"
    Per specificare diversi valori hreflang in un'intestazione HTTP Link, separa i valori con la virgola, in questo modo:
    Link: <http://es.example.com/>; rel="alternate"; hreflang="es",<http://de.example.com/>; rel="alternate"; hreflang="de"
  • Sitemap. Anziché utilizzare il markup, puoi inviare le informazioni sulla versione in lingua in una Sitemap.

Se hai versioni di un URL in più lingue, per la pagina in ogni lingua devi identificare le versioni in tutte le lingue, inclusa quella in questione.  Ad esempio, se il tuo sito ha contenuti in francese, inglese e spagnolo, la versione spagnola deve contenere un link rel="alternate" hreflang="x" per se stessa oltre a link che rimandino alle versioni in francese e inglese, mentre queste ultime devono includere ognuna gli stessi riferimenti alle versioni in francese, inglese e spagnolo.

Puoi specificare URL in più lingue nello stesso dominio oppure utilizzare URL di un dominio diverso.

Se devi ridurre il numero di link bidirezionali nel tuo sito per facilitare l'implementazione, la manutenzione o la migrazione (ad esempio, se il tuo sito supporta 40 lingue ed eseguirai la migrazione delle pagine in spagnolo appena create da HTTP a HTTPS), è importante collegare tramite link bidirezionali le nuove pagine in lingua alle lingue di origine/principali. Ad esempio, se in origine il tuo sito è stato creato in francese con URL sul dominio .fr, è più importante collegare tramite link bidirezionali le nuove pagine in messicano (.mx) e spagnolo (.es) alle pagine principali sul dominio .fr, anziché collegare tra loro tramite link bidirezionali le pagine delle nuove varianti in spagnolo (.mx e .es).

Se hai numerosi URL alternativi indirizzati a utenti che parlano la stessa lingua, ma che si trovano in località diverse, è opportuno specificare un URL generico per gli utenti la cui area geografica non è specificata. Ad esempio, potresti avere URL specifici per utenti anglofoni in Irlanda (en-ie), Canada (en-ca) e Australia (en-au), ma potresti volere che per tutti gli altri utenti anglofoni venga visualizzata la tua pagina generica in inglese (en) e che per tutti gli altri venga visualizzata la home page. In questo caso devi specificare la pagina generica in lingua inglese (en) per gli utenti che eseguono ricerche nel Regno Unito, ad esempio. Puoi annotare questo cluster di pagine utilizzando un file Sitemap o tag link HTML, come segue:

<link rel="alternate" href="http://example.com/en-ie" hreflang="en-ie" />
<link rel="alternate" href="http://example.com/en-ca" hreflang="en-ca" />
<link rel="alternate" href="http://example.com/en-au" hreflang="en-au" />
<link rel="alternate" href="http://example.com/en" hreflang="en" />

Per selettori di lingua/paese o le home page con reindirizzamento automatico, devi aggiungere un'annotazione anche per il valore hreflang "x-default":
<link rel="alternate" href="http://example.com/" hreflang="x-default" />

Valori supportati per le lingue

Il valore dell'attributo hreflang identifica la lingua (nel formato ISO 639-1) e, facoltativamente, l'area geografica (nel formato ISO 3166-1 Alpha 2) di un URL alternativo. Ad esempio:

  • de: contenuti in tedesco, indipendenti dalla regione
  • en-GB: contenuti in inglese per utenti della Gran Bretagna
  • de-ES: contenuti in tedesco per gli utenti della Spagna

Non specificare soltanto il codice del paese. Google non ricava automaticamente la lingua dal codice del paese. Puoi specificare soltanto il codice della lingua se desideri semplificare la codifica.  Aggiungi il codice del paese dopo la lingua per limitare la pagina a un'area geografica specifica.  Esempi:

  • be: lingua bielorussa, indipendentemente dall'area geografica (non francese belga)
  • nl-be: olandese per il Belgio
  • fr-be: francese per il Belgio 

Per le varianti della scrittura di una lingua, la scrittura corretta viene dedotta dal paese. Ad esempio, se specifichi zh-TW per utenti zh-TW, la scrittura della lingua viene ricavata automaticamente (in questo esempio il cinese tradizionale). Puoi anche specificare esplicitamente la scrittura utilizzando ISO 15924, come segue:

  • zh-Hant: cinese (tradizionale)
  • zh-Hans: cinese (semplificato)

In alternativa, puoi anche specificare una combinazione di scrittura e regione, ad esempio utilizza zh-Hans-TW per specificare cinese (semplificato) per gli utenti taiwanesi.

Infine, il valore "x-default" riservato viene utilizzato per indicare i selettori/reindirizzatori della lingua che non sono specifici di una lingua o di un'area geografica, ad esempio la tua home page che mostra una mappa del mondo su cui è possibile fare clic.

Errori comuni

Importante. Assicurati che il valore hreflang specificato sia effettivamente valido. Presta particolare attenzione ai due errori più frequenti:

  • Assenza di link di conferma. Se la pagina A rimanda alla pagina B, la pagina B deve rimandare alla pagina A. Se non è così per tutte le pagine che utilizzano le annotazioni hreflang, tali annotazioni potrebbero essere ignorate o interpretate scorrettamente.
  • Codici lingua sbagliati. Assicurati che in tutti i codici lingua utilizzati siano identificate la lingua (in formato ISO 639-1) e, facoltativamente, l'area geografica (in formato ISO 3166-1 Alpha 2) di un URL alternativo. La specifica soltanto dell'area geografica non è valida.
Esempio di configurazione di hreflang: come funzionano le annotazioni

Example Widgets, Inc ha un sito web per gli utenti negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Germania. I seguenti URL hanno sostanzialmente gli stessi contenuti, ma con varianti locali:

  • http://www.example.com/: pagina predefinita che non ha come target una lingua o una località specifica; potrebbe presentare selettori per consentire agli utenti di scegliere la lingua e l'area geografica.
  • http://en.example.com/page.html: home page in lingua inglese. Contiene informazioni sui costi delle spedizioni internazionali che partono dagli Stati Uniti.
  • http://en-gb.example.com/page.html: in lingua inglese; i prezzi vengono indicati in sterline inglesi.
  • http://en-us.example.com/page.html: in lingua inglese; i prezzi vengono indicati in dollari americani.
  • http://de.example.com/seite.html: versione dei contenuti in tedesco.

rel="alternate" hreflang="x" viene utilizzato a livello di pagina e non di sito e devi eseguire il markup per ogni insieme di pagine, inclusa la home page, in modo opportuno. Puoi specificare tutte le varianti di contenuti e combinazioni di lingua/area geografica che ti occorrono.

Per far sapere a Google che desideri che venga visualizzata la versione tedesca della pagina per gli utenti che utilizzano Google in tedesco, che venga visualizzata la versione en-us per gli utenti che utilizzano google.com in inglese e che venga visualizzata la versione en-gb per gli utenti che utilizzano google.co.uk in inglese, utilizza rel="alternate" hreflang="x" per identificare le versioni alternative in lingua.

Aggiorna il codice HTML di ogni URL del gruppo aggiungendo una serie di elementi link rel="alternate" hreflang="x". Per la pagina predefinita che non ha come target una lingua o una località specifica, aggiungi rel="alternate" hreflang="x-default":


<link rel="alternate" hreflang="x-default" href="http://www.example.com/" />
<link rel="alternate" hreflang="en-gb" href="http://en-gb.example.com/page.html" />
<link rel="alternate" hreflang="en-us" href="http://en-us.example.com/page.html" />
<link rel="alternate" hreflang="en" href="http://en.example.com/page.html" />
<link rel="alternate" hreflang="de" href="http://de.example.com/seite.html" />

Questo markup indica all'algoritmo di Google di considerare tutte le pagine come versioni alternative l'una dell'altra.

 

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?