Esaminare i messaggi esportati con Vault

Una volta decompresso il file ZIP di un'esportazione di Gmail o Chat, il modo in cui puoi esaminare i messaggi dipende dal tipo di file:

  • PST: Microsoft Outlook o alcuni sistemi di supporto per controversie.
  • MBOX: Mozilla Thunderbird, un editor di testo o sistemi di supporto per controversie che includano strumenti di conversione delle email per i file MBOX.

Nota: Google non fornisce assistenza tecnica per i prodotti di terze parti. GOOGLE NON ACCETTA ALCUNA RESPONSABILITÀ PER I PRODOTTI DI TERZE PARTI. Consulta il sito web del prodotto per le informazioni aggiornate sulla configurazione e sull'assistenza.

Esaminare i messaggi in un client email

Puoi esaminare i messaggi di Gmail e di Chat su Microsoft Outlook (PST) o su Mozilla Thunderbird (mbox). Questo metodo è particolarmente utile per i messaggi e gli allegati HTML non visualizzabili mediante un editor di testo.

I file PST e mbox contengono i dettagli dei messaggi esportati. Il file dei metadati contiene i metadati dei messaggi così come sono stati registrati da Google. Puoi correlare i contenuti dei file MBOX ai metadati dei messaggi per fornire un collegamento tra i messaggi archiviati sui server Google e i dati che esporti da Vault.

Nota: le etichette utilizzate in Gmail per classificare i messaggi non vengono convertite in cartelle della casella di posta. Quando apri un file PST o mbox in un client email, tutti i messaggi vengono visualizzati in una singola cartella.

Per esaminare i messaggi esportati in un client email:

  1. Importa ed esamina i messaggi nella tua applicazione email.
  2. Per i messaggi importanti per la pratica, visualizza le intestazioni:
    • Outlook: consulta la documentazione di Microsoft per informazioni su come visualizzare le intestazioni dei messaggi per la tua versione.
    • Thunderbird: fai clic su Visualizza > Intestazioni > Tutte per vedere le intestazioni di ciascun messaggio:
  3. In Thunderbird, ogni intestazione include un ID messaggio. Per rapportare i messaggi ai dati memorizzati sui server di Google, confronta gli ID messaggio con il file di metadati.

Esaminare i file MBOX in un editor di testo

Il file mbox è un formato standard per l'archiviazione dei messaggi e contiene tutti i dettagli relativi ai messaggi esportati, inclusi il testo e gli eventuali allegati. Il file dei metadati contiene i metadati dei messaggi così come sono stati registrati da Google. Insieme, questi file forniscono un collegamento tra i messaggi archiviati sui server di Google e i dati che hai esportato da Vault.

Dopo l'esportazione, puoi utilizzare i parametri del messaggio contenuti nel file di metadati per identificare i messaggi corrispondenti nel file MBOX. Per iniziare, apri il file di metadati in un editor di testo e cerca il parametro FileName per un messaggio. Ad esempio:

<ExternalFile FileName='1463030154355209614-d7f2c19a-73f3-40e4-a17a-130b90c37aac.mbox'

Questo parametro include un identificatore univoco che corrisponde a una voce simile nel file MBOX, la riga From_. La riga From_ contiene il medesimo identificatore, insieme alla data e all'ora (nel fuso orario UTC) di ricezione del messaggio da parte di Google. Ad esempio:

From 1463030154355209614-d7f2c19a-73f3-40e4-a17a-130b90c37aac.mbox@xxx Wed Mar 19 06:38:02 2014

La riga From_ è la prima di ciascun messaggio incluso nel file mbox. Quando vedi una nuova riga From_, significa che si tratta di un messaggio diverso.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
96539
false