Domande frequenti relative alle richieste di rimozione di risultati di ricerca ai sensi delle leggi sulla privacy europee

 

Come funziona la procedura di Google?

Le persone o i relativi rappresentanti devono innanzitutto compilare questo modulo web. La persona riceverà una risposta automatica di conferma della nostra ricezione della richiesta. Valutiamo ogni richiesta caso per caso. In alcuni casi potremmo chiedere ulteriori informazioni alla persona. Quando prendiamo una decisione, la persona in questione riceve un'email che la informa di tale decisione e che fornisce una breve spiegazione qualora non procedessimo con la rimozione.

Chi può richiedere una rimozione?

È possibile richiedere la rimozione di risultati di ricerca ai sensi delle leggi europee per la protezione dei dati. Consentiamo inoltre alle persone di presentare richieste per conto di altri, purché possano confermare di essere legalmente autorizzate a farlo.

Chi prende le decisioni in merito alle richieste di rimozione dei contenuti?

Le decisioni del caso spettano al personale di Google LLC Abbiamo un team di revisori qualificati specializzati che opera principalmente a Dublino, in Irlanda. Il nostro team ricorre a percorsi di riassegnazione dedicati per rivolgersi al personale senior e agli avvocati di Google al fine di prendere decisioni in merito ai casi più complessi e impegnativi. Dal 1° novembre 2015, poco più del 30% delle richieste è stato riassegnato per avere una seconda opinione.

Quali sono i vostri criteri di valutazione delle richieste?

Abbiamo stabilito con cura i criteri in conformità con le linee guida dell'Article 29·Working·Party. Dopo avere ricevuto una richiesta tramite il nostro modulo web, la sottoponiamo a un esame manuale. Nessun tipo di richiesta viene rifiutato automaticamente da persone o computer.

La nostra procedura di valutazione prevede quattro fasi:

  1. Valutiamo se la richiesta contiene tutte le informazioni necessarie per poter prendere una decisione.
  2. Stabiliamo se la persona che ha presentato la richiesta è in qualche modo collegata a un paese europeo, ad esempio se vi ha la residenza o la cittadinanza.
  3. Stabiliamo se le pagine vengono visualizzate nei risultati di ricerca relativi al nome del richiedente e se quest'ultimo è presente nelle pagine di cui è stata richiesta la rimozione.
  4. In base alle informazioni fornite dal richiedente, stabiliamo se la pagina di cui è stata richiesta la rimozione include informazioni inadeguate, irrilevanti o non più rilevanti oppure eccessive. Valutiamo anche se vi è un interesse pubblico per la presenza delle informazioni nei risultati di ricerca restituiti per una ricerca relativa al nome del richiedente.

Se una persona ci presenta una richiesta che non contiene informazioni sufficienti per poter prendere una decisione, potremmo chiedere altre informazioni utili per la nostra valutazione.

Per dimostrare l'ambito delle richieste di rimozione, abbiamo incluso una sezione relativa ai riepiloghi delle richieste nel Rapporto sulla trasparenza.

Rimuovete completamente le pagine dai vostri risultati di ricerca?

No. Le pagine vengono rimosse soltanto dai risultati relativi a query contenenti il nome di una persona. Pertanto, se approvassimo una richiesta di rimozione di un articolo di Mario Rossi relativo al suo viaggio a Parigi, non mostreremmo il risultato per le query relative a [mario rossi], ma lo mostreremmo per una query quale [viaggio a parigi]. Rimuoviamo gli URL da tutti i domini europei della Ricerca Google (google.fr, google.de, google.es e così via) e utilizziamo segnali di geolocalizzazione per limitare l'accesso all'URL dal paese della persona che ha richiesto la rimozione.

Ad esempio, supponiamo che un URL sia stato rimosso in seguito a una richiesta da parte di Mario Rossi in Italia. Gli utenti in Italia non vedrebbero l'URL nei risultati di ricerca relativi alle query contenenti [mario rossi] quando eseguono una ricerca su qualsiasi dominio della Ricerca Google, incluso google.com. Gli utenti fuori dall'Italia potrebbero trovare l'URL nei risultati di ricerca quando cercano [mario rossi] su qualsiasi dominio della Ricerca Google non europeo.

Che cosa succede se una persona non è d'accordo con la vostra decisione?

Se decidiamo di non rimuovere un URL dai nostri risultati di ricerca, una persona può richiedere che un'autorità locale per la protezione dei dati esamini la nostra decisione.

Fate sapere ai webmaster quando vengono rimossi i contenuti?

È prassi di Google informare un webmaster in caso di rimozione di pagine del suo sito dai nostri risultati di ricerca in base a una richiesta di tipo legale. Lo facciamo per garantire trasparenza. Per tutelare la privacy delle persone che hanno presentato le richieste di rimozione, inviamo soltanto gli URL interessati, non i nomi dei richiedenti.

I webmaster possono appellarsi in qualche modo contro le vostre decisioni?

I webmaster che ricevono la nostra notifica di rimozione tramite Search Console possono chiederci di riesaminare una decisione.

Questa sentenza riguarda anche altri servizi di ricerca di Google come Google Immagini?

Al momento la nostra procedura consente di rimuovere risultati dalle nostre proprietà di ricerca, come Ricerca Google, Google Immagini, Ricerca video e Google News.

Quali sono alcuni fattori comuni che vi portano a decidere di rimuovere le pagine?

Alcuni dei fattori più comuni determinanti per la decisione di rimuovere le pagine sono:

  • Evidente assenza di pubblico interesse. Ad esempio, siti di aggregazione con pagine contenenti informazioni di contatto personali o indirizzi, casi in cui il nome del richiedente non viene più mostrato nella pagina e pagine che non sono più online (errore 404).
  • Dati sensibili. Pagine con contenuti che riguardano esclusivamente informazioni relative a salute, orientamento sessuale, razza, etnia, religione, affiliazione politica e appartenenza sindacale di una persona.
  • Contenuti relativi a minorenni. Contenuti che riguardano minorenni o reati minori commessi quando il richiedente era minorenne.
  • Condanne scontate/proscioglimenti/assoluzioni per reati. Nel rispetto della legge locale che regola la riabilitazione dei criminali, in genere siamo propensi a rimuovere i contenuti relativi a condanne scontate, accuse che si sono rivelate false in tribunale o contenuti relativi a un'accusa penale da cui il richiedente è stato assolto. Prendiamo in considerazione anche la natura del reato preso in esame e da quanto tempo esistono i contenuti.

Quali sono alcuni fattori comuni che vi portano a decidere di non rimuovere le pagine?

Alcuni dei fattori più comuni determinanti per la decisione di non rimuovere le pagine sono:

  • Soluzioni alternative. Il richiedente ha altre possibilità per rimuovere la pagina dai nostri risultati di ricerca. Ad esempio, il richiedente potrebbe avere pubblicato i contenuti su un sito che consente agli utenti di impedire la visualizzazione dei contenuti nei risultati di ricerca. Indirizziamo i richiedenti a informazioni in merito a questi strumenti, quando è possibile.
  • Motivi tecnici. Gli URL incompleti o inaccessibili rappresentano un errore tecnico frequente. Talvolta i richiedenti ci chiedono anche di rimuovere pagine relative a query non corrispondenti al loro nome o al nome della persona di cui dichiarano di essere i rappresentanti.
  • URL duplicati segnalati dalla stessa persona. Il richiedente invia diverse richieste di rimozione della stessa pagina per uno stesso nome.
  • Forte interesse pubblico. Potremmo rifiutarci di rimuovere una pagina se stabiliamo che contiene informazioni di forte interesse pubblico. È complesso stabilire se i contenuti sono di interesse pubblico perché potrebbe essere necessario valutare tanti fattori diversi, ad esempio se i contenuti riguardano la vita professionale, un reato del passato, un incarico politico, il ruolo nella vita pubblica del richiedente o se i contenuti stessi sono autoprodotti, documenti ufficiali o di natura giornalistica.

Potete fornire statistiche più dettagliate in merito alla natura di queste richieste e rimozioni?

Da ottobre 2014, forniamo in questo Rapporto sulla trasparenza statistiche aggiornate quotidianamente relative alla portata della nostra procedura di rimozione. Abbiamo inoltre aggiunto esempi di decisioni di rimozione in formato anonimo per maggiore chiarezza. È possibile scaricare altri dati sui fattori determinanti più comuni in questa pagina Puoi trovare un rapporto più dettagliato sui dati dal 2014 al 2017 in questa pagina. Siamo sempre alla ricerca di nuovi metodi efficienti per garantire maggiore trasparenza in merito alle decisioni di rimozione, nel rispetto della natura sensibile e privata delle richieste.

Perché in alcuni grafici viene specificato che i dati risalgono soltanto al mese di gennaio del 2016?

In base alla sentenza del 2014 della Corte di giustizia dell'Unione europea, Google ha sviluppato una procedura per valutare le richieste nel modo più rapido possibile. Dato che si trattava di una procedura completamente nuova, non sapevamo ancora quali informazioni delle richieste avremmo voluto monitorare e raccogliere. Con il passare del tempo, abbiamo perfezionato la procedura e aumentato la quantità di dati registrati relativi a ogni richiesta. Nel mese di gennaio del 2016 abbiamo implementato una nuova procedura interna basata sulla nostra esperienza fino a quel momento. 

Come fate a classificare chi invia le richieste? 

Vengono usate le categorie di richiedenti per classificare le persone che inviano richieste di rimozione dei contenuti dalla Ricerca, ad esempio per stabilire se la persona richiedente è un privato, una persona minorenne, un'entità aziendale o un personaggio pubblico. Decidiamo il tipo di classificazione in base alle informazioni fornite da chi ha inviato le richieste, ad esempio la motivazione per cui dovremmo effettuare la rimozione, nonché informazioni di pubblico dominio, quali i contenuti presenti in corrispondenza dell'URL.

Quali sono le varie categorie di richiedenti? 

  • Entità aziendale. La persona richiedente presenta la richiesta per conto di un'azienda o una società.
  • Persona deceduta. La persona richiedente presenta la richiesta per conto di una persona deceduta.
  • Funzionario statale. La persona richiedente è stata o è ancora un politico o funzionario statale.
  • Minorenne. La persona richiedente non ha l'età legale del consenso.
  • Personaggio pubblico estraneo alla politica. La persona richiedente è famosa a livello internazionale (ad esempio un'attrice o un attore famosi) o ha un ruolo importante nella vita pubblica di una determinata area geografica (ad esempio un'accademica molto nota nel suo campo).
  • Privato. Al privato non si applica nessuna delle altre categorie.

Come fate a classificare i contenuti delle pagine?

Le categorie di contenuti delle pagine classificano i contenuti visualizzati nelle singole pagine inviate nelle richieste relative al diritto all'oblio in base a diversi fattori, ad esempio se i contenuti riguardano la vita professionale della persona richiedente, se sono stati creati autonomamente o se fanno riferimento ad attività criminali. Assegniamo le categorie in base all'esame dei contenuti presenti in corrispondenza dell'URL indicato nella richiesta di rimozione durante la valutazione della richiesta. 

Quali sono le varie categorie di contenuti delle pagine?

  • Attività illegali. I contenuti della pagina fanno riferimento alla persona richiedente nell'ambito di attività illegali. Ad esempio, i contenuti potrebbero riguardare l'accusa, le testimonianze o lo stato di vittima della persona richiedente. 
  • Nome non trovato. Non è possibile trovare alcun riferimento al nome della persona richiedente nella pagina di contenuti all'URL indicato. Il nome della persona potrebbe però essere presente nell'URL.
  • Informazioni insufficienti. I contenuti della pagina non sono stati classificati perché Google aveva bisogno di maggiori informazioni per poter elaborare la richiesta. Ad esempio, la persona richiedente ha fornito un URL incompleto o non ha indicato il motivo della richiesta di rimozione dell'URL.
  • Vari. I contenuti della pagina non rientrano in nessun'altra categoria.
  • Informazioni personali. Nei contenuti della pagina sono presenti l'indirizzo personale, l'indirizzo di residenza o altre informazioni di contatto della persona richiedente, immagini e/o video della persona o altri tipi di informazioni personali non sensibili.
  • Politica. Nei contenuti della pagina ci sono critiche relative alle attività politiche o governative della persona richiedente oppure informazioni attinenti al profilo, alla piattaforma o alla storia politica pubblica della persona. 
  • Informazioni professionali. Nei contenuti della pagina sono presenti l'indirizzo di lavoro, le informazioni di contatto o informazioni generali sulle attività lavorative della persona richiedente.
  • Illeciti professionali. I contenuti della pagina fanno riferimento ad attività criminali o sentenze dei tribunali (reati, assoluzioni o proscioglimenti) che riguardano nello specifico un ruolo professionale. 
  • Autoproduzione. La persona richiedente ha creato alcuni o tutti i contenuti della pagina.
  • Dati personali sensibili. Nei contenuti della pagina ci sono riferimenti allo stato di salute, all'orientamento sessuale, alla fede, all'etnia o all'affiliazione politica della persona richiedente.

Come fate a classificare i siti web? 

Le categorie di siti web classificano i siti web che ospitano le pagine che ci è stato chiesto di rimuovere, ad esempio siti di notizie, di social media o governativi. Queste categorie vengono stabilite esaminando il sito durante la valutazione della richiesta di una persona. 

Quali sono le varie categorie di siti web?

  • Directory. La pagina web è ospitata su un sito web con la funzione di directory o aggregatore di informazioni quali indirizzi postali o numeri di telefono di attività o persone.
  • Pubblica amministrazione La pagina è ospitata su un sito web governativo ufficiale, su un sito che contiene o fa riferimento a documenti governativi, aziendali o legali oppure su un sito web che rappresenta l'organo di stampa ufficiale del governo (tieni presente che i mezzi d'informazione pubblici, ad esempio BBC e PBS, non vengono inclusi in questa categoria). 
  • Notizie. La pagina è ospitata sul sito web di un organo di stampa o un giornale scandalistico non governativo. 
  • Vari. La pagina è ospitata su un sito web che non rientra nelle altre categorie.
  • Social media. La pagina è un commento, la foto o il profilo di un account oppure include altri contenuti ospitati sul sito di un social network online. 

Perché alcuni URL con contenuti delle pagine assegnati alla categoria "Nome non trovato" risultano rimossi?

Quando il nome di una persona richiedente non appare nei contenuti della pagina in questione, potremmo adottare delle misure per evitare che la pagina venga mostrata nei risultati di ricerca relativi a query contenenti il nome della persona.  

Perché per alcuni mesi viene riportato il valore 0 per il volume di URL delle richieste?

Google ha iniziato a registrare dati dettagliati a livello di URL soltanto a metà giugno del 2014.  

Dove posso trovare ulteriori informazioni?

A luglio del 2014, Google è stata invitata a parlare della sua implementazione pratica con l'associazione Article 29 Working Party. Prima dell'incontro abbiamo compilato un questionario, pubblicato in questa pagina, per spiegare nei dettagli la nostra procedura e l'implementazione. La decisione della Corte è disponibile qui.