G Suite ora si chiama Google Workspace: tutto quello che serve alla tua attività per lavorare.

Livello dati

Google Tag Manager funziona in modo ottimale se utilizzato insieme a un livello dati. Un livello dati è un oggetto JavaScript che viene utilizzato per trasferire le informazioni dal tuo sito web al contenitore Tag Manager. Puoi quindi utilizzare tali informazioni per compilare le variabili e attivare gli attivatori nelle configurazioni dei tag.

Consigliamo agli sviluppatori di consultare la documentazione per gli sviluppatori per saperne di più.

Anziché fare riferimento a variabili, informazioni sulle transazioni, categorie di pagine e altri indicatori importanti presenti nella pagina, Tag Manager fa riferimento alle informazioni che hai incluso nel codice sorgente del livello dati. L'implementazione di un livello dati con variabili e valori associati garantisce la loro disponibilità non appena vuoi che attivino i tag.

Quando configuri un sito web o un'app per dispositivi mobili per utilizzare Tag Manager e un livello dati, valuta il tipo di informazioni che verranno gestite dal livello dati, tra cui:

  • Dati di prodotto: nome, prezzo e categoria del prodotto
  • Informazioni sulla campagna di marketing: sorgente di traffico e mezzo
  • Dati delle transazioni: valore del carrello e data del pagamento
  • Informazioni sul cliente: cliente nuovo o di ritorno

Creare una variabile di livello dati

Le variabili di livello dati consentono a Tag Manager di leggere i valori dell'implementazione del livello dati e trasmetterli a tag, attivatori e altre variabili. Un oggetto livello dati è composto da un elenco di coppie chiave-valore. Una chiave è una categoria di elementi, ad esempio la categoria, il titolo o l'autore di un libro. Ogni chiave può avere valori diversi. Ad esempio, il valore della chiave del titolo di un libro potrebbe essere "Ulisse", "Guerra e pace", "Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo" e così via.

Aggiungere il codice del livello dati alla pagina web

Per impostare il livello dati, collabora con uno sviluppatore per aggiungere il seguente snippet di codice alla sezione <head> della tua pagina web sopra lo snippet contenitore:

<script>
    window.dataLayer = window.dataLayer || [];
</script>

Aggiungi informazioni al livello dati con il comando dataLayer.push():

<a href="#" onclick="dataLayer.push({
    'bookCategory': 'fiction',
    'bookTitle': 'Cien años de soledad',
    'bookAuthor': 'Gabriel García Márquez'
});">Dettagli libro</a>

Per saperne di più sulle implementazioni del livello dati, consulta la documentazione per gli sviluppatori.

Imposta la variabile di livello dati

Dopo aver trovato la chiave che vuoi utilizzare, puoi procedere con la creazione di una variabile di livello dati:

  1. Fai clic su Variabili.
  2. In Variabili definite dall'utente, fai clic su Nuova.
  3. Fai clic su Configurazione variabile e seleziona il tipo Variabile di livello dati.
  4. Nel campo Nome variabile livello dati, inserisci la chiave esattamente come è stata scritta nel codice, ad esempio bookTitle e non book title.
  5. Nella maggior parte dei casi è necessario lasciare la versione livello dati impostata sul valore predefinito versione 2. Scopri di più.
  6. Salva la variabile.
  7. Ripeti questi passaggi per ogni chiave del livello dati da rendere disponibile come variabile in Tag Manager.
  8. Pubblica il contenitore.
Nota: le variabili di livello dati funzionano solo su una singola pagina. Se vuoi che i valori del livello dati rimangano disponibili per più visualizzazioni di pagina, devi aggiungere un codice personalizzato per trasmetterli tra le pagine.

Come vengono elaborate le informazioni del livello dati

Quando Tag Manager carica un contenitore, tutti i [messaggi push del livello dati] in coda iniziano a essere elaborati. Tag Manager elabora gli eventi del livello dati in base all'ordine di ricevimento. I messaggi vengono elaborati uno alla volta. Se il messaggio è un evento, attiverà tutti i tag le cui condizioni di attivazione sono state soddisfatte prima di passare al messaggio successivo.

Se vengono effettuate chiamate gtag() o dataLayer.push() tramite il codice sulla pagina, in un modello personalizzato o in un tag HTML personalizzato, il messaggio associato viene messo in coda per essere elaborato dopo che tutti gli altri messaggi in attesa sono stati valutati. Ciò significa che non è garantita la disponibilità di valori del livello dati aggiornati per l'evento successivo. In questi casi, puoi aggiungere il nome di un evento a un messaggio quando viene inviato al livello dati, poi ascoltare tale nome con un attivatore di evento personalizzato.

Importante: non utilizzare i tag HTML personalizzati per implementare il codice basato su gtag.js. Utilizza invece i modelli di tag nativi di Tag Manager per Google Ads, Analytics e Floodlight.
Importante: non utilizzare codice HTML personalizzato per tentare di configurare le impostazioni per il consenso. Poiché le impostazioni per il consenso devono essere applicate prima dell'attivazione dei tag pertinenti in un contenitore Tag Manager, devi applicare le API Tag Manager Consent prima del caricamento del contenitore Tag Manager.

Altre risorse

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?
Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale
Cerca nel Centro assistenza
true
102259
false