Ricerca
Cancella ricerca
Chiudi ricerca
App Google
Menu principale

Google Analytics

Ulteriori informazioni sulle nuove funzionalità di Google Tag Manager V2.

Google Tag Manager ti consente di implementare Google Analytics utilizzando il tag di Universal Analytics o la versione classica del tag.

Nota. Il tag di Universal Analytics è il nuovo standard operativo per il tag di monitoraggio di Google Analytics.

Per installare un tag di Google Analytics, crea un nuovo tag e seleziona Google Analytics come tipo di tag. Seleziona un attivatore per il tag, ad esempio "Tutte le pagine" e configura il tuo tag di Google Analytics fornendo il tuo ID di monitoraggio di Google Analytics.

Con Universal Analytics, puoi raccogliere più tipi di dati e migliorarne la qualità, in modo da poter capire meglio come i visitatori interagiscono con la tua attività in tutte le fasi: pubblicità, vendite, utilizzo del prodotto, assistenza e fidelizzazione.

Puoi scegliere invece di implementare il tag classico selezionando "Google Analytics classico" nel menu a discesa della configurazione del tipo di tag.

Assegna un nome al tag (ad es: "Tag visualizzazioni di pagina di Google Analytics") e inserisci l'ID di monitoraggio della tua proprietà nel campo obbligatorio. Puoi trovare l'ID di monitoraggio da Google Analytics in Amministrazione → Proprietà → Impostazioni proprietà o in Amministrazione → Informazioni di monitoraggio → Codice di monitoraggio. In alternativa, puoi trovare l'ID di monitoraggio facendo clic su Home ed espandendo la cartella Account; l'ID di monitoraggio sarà riportato accanto al Nome proprietà. In qualsiasi di questi casi, il numero avrà il seguente formato: UA-xxxxxx-xx.

SUGGERIMENTO. Puoi utilizzare anche una variabile nel campo ID proprietà web, utile se stai gestendo più proprietà Google Analytics. Ad esempio, potresti creare una variabile di livello dati che imposti su tutte le pagine dei siti che vuoi monitorare e trasmetterla all'ID di monitoraggio appropriata per ciascun sito. Successivamente, potresti mappare l'ID di monitoraggio del tuo tag di Google Analytics a questa variabile di Google Tag Manager. Un'altra possibilità che non richiede il livello dati è l'utilizzo di una variabile Tabella di ricerca in Google Tag Manager. Configura la variabile Tabella di ricerca per l'utilizzo del nome host dell'url incorporato come chiave di ricerca e fornisci un elenco di ID di monitoraggio per ciascuno dei domini che vuoi monitorare.

Casella di controllo Attiva le funzioni della pubblicità display: per attivare le funzioni della pubblicità display, inclusi i rapporti su dati demografici e interessi, il remarketing e l'integrazione di DCM, seleziona la casella di controllo Attiva le funzioni della pubblicità display. Se decidi di utilizzare questa opzione, devi attivarla per tutti i tuoi tag di Google Analytics per garantire la raccolta di dati più precisa. Inoltre, consulta i requisiti delle norme per la pubblicità display.

Google Tag Manager supporta i seguenti tag di Google Analytics:

Monitoraggio di base

Per il monitoraggio di base di Google Analytics, aggiungi un unico tag Google Analytics e seleziona "Visualizzazione di pagina" come tipo di monitoraggio. Aggiungi un attivatore per attivare il tag su tutte le pagine. Se è sufficiente il monitoraggio di base, aggiungi solo questo tag di Google Analytics. Tuttavia, per il monitoraggio di eventi o transazioni e-commerce, devi aggiungere altri tag di Google Analytics.

Monitoraggio di eventi di Google Analytics

Per esempi, consulta Eventi Google Analytics.

Monitoraggio interdominio

Per esempi, consulta Monitoraggio interdominio.

Configurazione dei tag di Google Analytics

Tutti i tag di Google Analytics possono essere configurati in modo preciso in Google Tag Manager, utilizzando le stesse opzioni di configurazione che utilizzeresti se implementassi manualmente il codice di monitoraggio di Google Analytics sul tuo sito (tieni presente che, al momento, i plug-in di Universal Analytics non sono supportati in Google Tag Manager).

Opzioni di configurazione per i tag di Universal Analytics:

Configurazione di base

Configurazione avanzata

    • Nome funzione globale: informazioni
    • Usa versione di debug: informazioni
    • Attiva attribuzione link avanzata: informazioni
    • Usa sempre SSL: informazioni
    • Nome del tracker: ti consente di assegnare personalmente un nome all'oggetto tracker. Nota. Non è consigliabile assegnare personalmente un nome all'oggetto tracker. Se inavvertitamente riutilizzi il nome di un oggetto tracker esistente, i dati potrebbero corrompersi. Sebbene l'assegnazione di un nome al tracker ti permetta di condividere lo stato tra i tracker creati da Google Tag Manager e il codice preesistente di Google Analytics, devi aggiornare il codice sul tuo sito per utilizzare la sintassi dataLayer di Google Tag Manager. In caso contrario, non potrai configurare il monitoraggio tramite Google Tag Manager.

Configurazione dei cookie: informazioni (per Universal Analytics, l'impostazione del dominio dei cookie "automatica" ‘è consigliata nella maggior parte dei casi)

Monitoraggio interdominio: Collega automaticamente i domini: separa più domini con una virgola, ad es. A.com, B.com, C.com (vedi Monitoraggio interdominio per esempi di utilizzo).

Gruppi di contenuti: informazioni

Elementi e-commerce: informazioni

Dimensioni personalizzate: informazioni

Metriche personalizzate: informazioni

Campi da impostare: se stai effettuando la codifica con il codice sulla pagina (anziché Google Tag Manager), devi utilizzare le chiamate API create() e set() per stabilire i tracker e aggiungervi le impostazioni. Google Tag Manager gestisce questa operazione per te utilizzando Campi da impostare. Questa opzione ti consente di impostare i campi non disponibili nei modelli dei tag.

    • Per attivare questo collegamento, fai clic sul pulsante +Aggiungi campo e inserisci i nomi e i valori del campo come richiesto.
    • Nota. Determinati campi richiedono input speciali, che richiedono una variabile in Google Tag Manager. Questo accade quando l'input è un valore booleano (deve essere true o false).
    • Per ulteriori informazioni, consulta la pagina sui riferimenti ai campi nel Centro per gli sviluppatori.

Opzioni di configurazione per i tag di Google Analytics classico:

Configurazione di base:

    • Anonimizza indirizzi IP: informazioni
    • Percorso pagina virtuale: indica il percorso della pagina per il monitoraggio delle metriche. informazioni
    • Imposta frequenza di campionamento: informazioni
    • Imposta timeout cookie sessione: informazioni

Monitoraggio della campagna:

Variabili personalizzate: informazioni

Domini e directory: informazioni

    • Ad esempio, quando esegui il monitoraggio tra i domini A.com e B.com, dovrai configurare B.com in modo che utilizzi i dati dei cookie del parametro URL (della sessione di A.com) invece di impostare/utilizzare cookie propri. Per attivare questo collegamento, seleziona la casella di controllo Consenti linker.

Motori di ricerca e referrer: informazioni

Gruppi di contenuti: informazioni

Configurazione avanzata:

  • Nome del tracker: ti consente di assegnare personalmente un nome all'oggetto tracker. Nota. Non è consigliabile assegnare personalmente un nome all'oggetto tracker. Se inavvertitamente riutilizzi il nome di un oggetto tracker esistente, i dati potrebbero corrompersi. Sebbene l'assegnazione di un nome al tracker ti permetta di condividere lo stato tra i tracker creati da Google Tag Manager e il codice preesistente di Google Analytics, devi aggiornare il codice sul tuo sito per utilizzare la sintassi dataLayer di Google Tag Manager. In caso contrario, non potrai configurare il monitoraggio tramite Google Tag Manager.
  • Percorso GIF ocale: informazioni
  • Timeout cookie visitatori: informazioni
  • Hit richiamata: il valore di questo campo deve puntare a una variabile che restituisce una funzione. Questa funzione viene richiamata una volta effettuato l'invio del beacon di monitoraggio di Google Analytics.
  • Attiva attribuzione link avanzata: informazioni
  • Attiva modulo monitoraggio browser: informazioni
  • Attiva rilevamento Flash: informazioni
  • Attiva rilevamento titolo: informazioni
  • Invia hit ai server di Google: se imposti un percorso GIF locale, gli hit verranno inviati a un server di tua proprietà. Se selezioni questa opzione, gli hit verranno inviati anche a Google.
  • Usa versione di debug: informazioni

Usa sempre SSL: garantisce che tutte le connessioni vengano effettuate tramite HTTPS.

Hai trovato utile questo articolo?
Come possiamo migliorare l'articolo?