Applicazioni di terze parti

È possibile scegliere di accedere a Google+ tramite applicazioni di terze parti (ad esempio, siti web diversi da Chrome), fornendo a tali applicazioni l'autorizzazione per l'accesso completo o parziale al proprio account Google tramite la pagina App collegate al tuo account. Lo sviluppatore dell'applicazione potrebbe avere accesso all'indirizzo email dell'utente e ai contenuti a cui l'utente ha accesso in Google+ (ad esempio a contenuti che gli amici hanno condiviso con l'utente). Lo sviluppatore potrebbe inoltre richiedere informazioni aggiuntive all'utente, ad esempio la sua posizione geografica, per le funzioni di Google+ per dispositivi mobili. È possibile revocare l'accesso dello sviluppatore all'account Google dell'utente in qualsiasi momento visitando questa pagina delle impostazioni.

I provider di applicazioni, ad esempio di videogiochi, possono inviare notifiche direttamente agli utenti. Per modificare il tipo e la frequenza delle notifiche, è necessario contattare il provider dell'applicazione. È possibile che eventuali applicazioni utilizzate dai contatti dell'utente accedano ai contenuti e alle informazioni sull'utente visibili da tali contatti.

È stato utile?
Come possiamo migliorare l'articolo?